Mia Martini

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Mia Martini

La scheda: Mia Martini

Mia Martini, pseudonimo di Domenica Rita Adriana Bertè, detta Mimì (Bagnara Calabra, 20 settembre 1947 – Cardano al Campo, 12 maggio 1995), è stata una cantante italiana e in alcune occasioni anche cantautrice.
Sorella maggiore di Loredana Bertè, è considerata insieme a Mina una delle voci femminili più belle ed espressive della musica leggera italiana di sempre, caratterizzata dal suo essere sofisticata ma non stucchevole e impreziosita da una forte intensità interpretativa.
Il suo album di debutto, Oltre la collina, è giudicato tra i migliori lavori italiani mai realizzati di sempre. Successi come Padre davvero (1971), Piccolo uomo, Donna sola (1972), Minuetto, Il guerriero (1973), Inno (1974), Donna con te (1975), Che vuoi che sia... (1976) e Per amarti (1977) la consacrarono tra le protagoniste assolute della musica italiana negli anni settanta.
Nel corso della sua carriera ha interpretato brani in italiano, veneto, calabrese, napoletano, romanesco, inglese, francese, spagnolo, portoghese, tedesco e greco. Con la sua voce dal timbro ben riconoscibile per potenza e impatto emotivo, cantò il meglio della canzone d'autore italiana e internazionale, collaborando con alcuni tra i più grandi nomi del panorama musicale, non solo italiano. Per lei hanno scritto, tra gli altri, Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Dodi Battaglia, Lucio Battisti, Gianni Bella, Dario Baldan Bembo, Giancarlo Bigazzi, Franco Califano, Mimmo Cavallo, Riccardo Cocciante, Giorgio Conte, Paolo Conte, Fabrizio De André, Francesco De Gregori, Ivano Fossati, Enzo Gragnaniello, Bruno Lauzi, Mango, Amedeo Minghi, Mariella Nava, Mauro Pagani, Maurizio Piccoli, Mogol, Stefano Rosso, Enrico Ruggeri, Shel Shapiro, Umberto Tozzi, Antonello Venditti e Carla Vistarini.


A giudicare dai primi, parzialissimi, risultati del voto degli iscritti, Roberto Giachetti, candidato apocrifo renziano – nel senso che ufficialmente gli uomini dell’ex premier sostengono Maurizio Martina – sarà qualcosa più che un outsider.

A giudicare dai primi, parzialissimi, risultati del voto degli iscritti, Roberto Giachetti, candidato apocrifo renziano – nel senso che ufficialmente gli uomini dell’ex premier sostengono Maurizio Martina – sarà qualcosa più che un outsider.

La rete social di Renzi aiuta Giachetti al congresso Pd A giudicare dai primi, parzialissimi, risultati del voto degli iscritti, Roberto Giachetti, candidato apocrifo renziano – nel senso che ufficialmente gli uomini dell’ex premier sostengono Maurizio Martina – sarà qualcosa più che un outsider. Si sono aperte in questi giorni le cosiddette convenzioni dei circoli Pd, primo passaggio della cavalcata congressuale che culminerà con la pronuncia di [...]

Decretone: Martina, reddito in alto mare

Decretone: Martina, reddito in alto mare

(ANSA) – ROMA, 16 GEN – “Governo ancora in alto mare su reddito di cittadinanza e quota 100. I soldi non bastano per tutta la loro propaganda e a rimetterci saranno giovani e lavoratori manovra”. Lo scrive su Twitter Maurizio Martina, segretario uscente del Pd e candidato alle primarie.

EVENTI: Mia Martini

Nel 2000 la trasmissione di Giovanni Anversa, Racconti di vita, dedica una puntata alla figura di Mia Martini, con le testimonianze della sorella Olivia Bertè, dell'amica e corista Aida Cooper, degli autori Bruno Lauzi e Dario Baldan Bembo, e con Pippo Baudo e Menico Caroli, biografo della cantante.

Nel 2000 esce, sempre per la Sony Music, la raccolta Mimì sarà, a cinque anni esatti dalla scomparsa della cantante.

Nel 2000 la trasmissione di Giovanni Anversa, Racconti di vita, dedica una puntata alla figura di Mia Martini, con le testimonianze della sorella Olivia Bertè, dell'amica e corista Aida Cooper, degli autori Bruno Lauzi e Dario Baldan Bembo, e con Pippo Baudo e Menico Caroli, biografo della cantante.

Nel 2000 esce, sempre per la Sony Music, la raccolta Mimì sarà, a cinque anni esatti dalla scomparsa della cantante.

Nel 2000 la trasmissione di Giovanni Anversa, Racconti di vita, dedica una puntata alla figura di Mia Martini, con le testimonianze della sorella Olivia Bertè, dell'amica e corista Aida Cooper, degli autori Bruno Lauzi e Dario Baldan Bembo, e con Pippo Baudo e Menico Caroli, biografo della cantante.

Nel 2000 esce, sempre per la Sony Music, la raccolta Mimì sarà, a cinque anni esatti dalla scomparsa della cantante.

Nel 2000 la trasmissione di Giovanni Anversa, Racconti di vita, dedica una puntata alla figura di Mia Martini, con le testimonianze della sorella Olivia Bertè, dell'amica e corista Aida Cooper, degli autori Bruno Lauzi e Dario Baldan Bembo, e con Pippo Baudo e Menico Caroli, biografo della cantante.

Nel 2000 esce, sempre per la Sony Music, la raccolta Mimì sarà, a cinque anni esatti dalla scomparsa della cantante.

Nel 2000 la trasmissione di Giovanni Anversa, Racconti di vita, dedica una puntata alla figura di Mia Martini, con le testimonianze della sorella Olivia Bertè, dell'amica e corista Aida Cooper, degli autori Bruno Lauzi e Dario Baldan Bembo, e con Pippo Baudo e Menico Caroli, biografo della cantante.

Nel 2000 esce, sempre per la Sony Music, la raccolta Mimì sarà, a cinque anni esatti dalla scomparsa della cantante.

Nel 1977 viene scelta per rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest con Libera, singolo che viene inciso in varie lingue e pubblicato in paesi come Spagna, Inghilterra, Canada, Giappone, e parecchi altri, dove riscuote un discreto successo malgrado il piazzamento non esaltante conseguito alla rassegna europea (13º posto).

Nel 1977 viene scelta per rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest con Libera, singolo che viene inciso in varie lingue e pubblicato in paesi come Spagna, Inghilterra, Canada, Giappone, e parecchi altri, dove riscuote un discreto successo malgrado il piazzamento non esaltante conseguito alla rassegna europea (13º posto).

Nel 1977 viene scelta per rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest con Libera, singolo che viene inciso in varie lingue e pubblicato in paesi come Spagna, Inghilterra, Canada, Giappone, e parecchi altri, dove riscuote un discreto successo malgrado il piazzamento non esaltante conseguito alla rassegna europea (13º posto).

Nel 1977 viene scelta per rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest con Libera, singolo che viene inciso in varie lingue e pubblicato in paesi come Spagna, Inghilterra, Canada, Giappone, e parecchi altri, dove riscuote un discreto successo malgrado il piazzamento non esaltante conseguito alla rassegna europea (13º posto).

Nel 1977 viene scelta per rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest con Libera, singolo che viene inciso in varie lingue e pubblicato in paesi come Spagna, Inghilterra, Canada, Giappone, e parecchi altri, dove riscuote un discreto successo malgrado il piazzamento non esaltante conseguito alla rassegna europea (13º posto).

Nel 1976 la cantante sembra nuovamente convinta a partecipare al Festival di Sanremo col brano L'amore è il mio orizzonte, salvo poi - ancora una volta - ripensarci in extremis.

Nel 1976 la cantante sembra nuovamente convinta a partecipare al Festival di Sanremo col brano L'amore è il mio orizzonte, salvo poi - ancora una volta - ripensarci in extremis.

Nel 1976 la cantante sembra nuovamente convinta a partecipare al Festival di Sanremo col brano L'amore è il mio orizzonte, salvo poi - ancora una volta - ripensarci in extremis.

Nel 1976 la cantante sembra nuovamente convinta a partecipare al Festival di Sanremo col brano L'amore è il mio orizzonte, salvo poi - ancora una volta - ripensarci in extremis.

Nel 1976 la cantante sembra nuovamente convinta a partecipare al Festival di Sanremo col brano L'amore è il mio orizzonte, salvo poi - ancora una volta - ripensarci in extremis.

Nel 1998 anche Renato Zero le ha dedicato una canzone dal titolo La grande assente, incluso nell'album Amore dopo amore.

Nel 1998 la Sony Music propone il progetto Fortemente Bertè, che comprende la pubblicazione di due album dal vivo delle due sorelle Loredana Bertè (Decisamente Loredana) e Mia Martini (Semplicemente Mimì): Semplicemente Mimì è un disco dal vivo ricavato dalla registrazione di un concerto che la Martini aveva tenuto nell'isola di Procida nell'estate del 1993.

Nel 1998 anche Renato Zero le ha dedicato una canzone dal titolo La grande assente, incluso nell'album Amore dopo amore.

Nel 1998 la Sony Music propone il progetto Fortemente Bertè, che comprende la pubblicazione di due album dal vivo delle due sorelle Loredana Bertè (Decisamente Loredana) e Mia Martini (Semplicemente Mimì): Semplicemente Mimì è un disco dal vivo ricavato dalla registrazione di un concerto che la Martini aveva tenuto nell'isola di Procida nell'estate del 1993.

Nel 1998 anche Renato Zero le ha dedicato una canzone dal titolo La grande assente, incluso nell'album Amore dopo amore.

Nel 1998 la Sony Music propone il progetto Fortemente Bertè, che comprende la pubblicazione di due album dal vivo delle due sorelle Loredana Bertè (Decisamente Loredana) e Mia Martini (Semplicemente Mimì): Semplicemente Mimì è un disco dal vivo ricavato dalla registrazione di un concerto che la Martini aveva tenuto nell'isola di Procida nell'estate del 1993.

Nel 1998 anche Renato Zero le ha dedicato una canzone dal titolo La grande assente, incluso nell'album Amore dopo amore.

Nel 1998 la Sony Music propone il progetto Fortemente Bertè, che comprende la pubblicazione di due album dal vivo delle due sorelle Loredana Bertè (Decisamente Loredana) e Mia Martini (Semplicemente Mimì): Semplicemente Mimì è un disco dal vivo ricavato dalla registrazione di un concerto che la Martini aveva tenuto nell'isola di Procida nell'estate del 1993.

Nel 1998 anche Renato Zero le ha dedicato una canzone dal titolo La grande assente, incluso nell'album Amore dopo amore.

Nel 1998 la Sony Music propone il progetto Fortemente Bertè, che comprende la pubblicazione di due album dal vivo delle due sorelle Loredana Bertè (Decisamente Loredana) e Mia Martini (Semplicemente Mimì): Semplicemente Mimì è un disco dal vivo ricavato dalla registrazione di un concerto che la Martini aveva tenuto nell'isola di Procida nell'estate del 1993.

Nel 1991 pubblica Mi basta solo che sia un amore, una raccolta delle sue canzoni d'amore più belle in versione originale, unitamente all'inedito Scrupoli, sigla dell'omonimo programma televisivo.

Nel 1991 pubblica Mi basta solo che sia un amore, una raccolta delle sue canzoni d'amore più belle in versione originale, unitamente all'inedito Scrupoli, sigla dell'omonimo programma televisivo.

Nel 1991 pubblica Mi basta solo che sia un amore, una raccolta delle sue canzoni d'amore più belle in versione originale, unitamente all'inedito Scrupoli, sigla dell'omonimo programma televisivo.

Nel 1991 pubblica Mi basta solo che sia un amore, una raccolta delle sue canzoni d'amore più belle in versione originale, unitamente all'inedito Scrupoli, sigla dell'omonimo programma televisivo.

Nel 1991 pubblica Mi basta solo che sia un amore, una raccolta delle sue canzoni d'amore più belle in versione originale, unitamente all'inedito Scrupoli, sigla dell'omonimo programma televisivo.

Nel 1990 bissa al Festival di Sanremo, il successo dell'anno precedente interpretando con la consueta classe La nevicata del '56 (C.

Nel 1990 bissa al Festival di Sanremo, il successo dell'anno precedente interpretando con la consueta classe La nevicata del '56 (C.

Nel 1990 bissa al Festival di Sanremo, il successo dell'anno precedente interpretando con la consueta classe La nevicata del '56 (C.

Nel 1990 bissa al Festival di Sanremo, il successo dell'anno precedente interpretando con la consueta classe La nevicata del '56 (C.

Nel 1990 bissa al Festival di Sanremo, il successo dell'anno precedente interpretando con la consueta classe La nevicata del '56 (C.

Nel 1971 esce per la RCA Italiana Padre davvero, il primo brano pubblicato col nome di Mia Martini e registrato con il complesso La Macchina.

Nel 1971 esce per la RCA Italiana Padre davvero, il primo brano pubblicato col nome di Mia Martini e registrato con il complesso La Macchina.

Nel 1971 esce per la RCA Italiana Padre davvero, il primo brano pubblicato col nome di Mia Martini e registrato con il complesso La Macchina.

Nel 1971 esce per la RCA Italiana Padre davvero, il primo brano pubblicato col nome di Mia Martini e registrato con il complesso La Macchina.

Nel 1971 esce per la RCA Italiana Padre davvero, il primo brano pubblicato col nome di Mia Martini e registrato con il complesso La Macchina.

Nel 2004 anche la Warner pubblica una raccolta con inediti, intitolata E parlo ancora di te.

Nel 2004 anche la Warner pubblica una raccolta con inediti, intitolata E parlo ancora di te.

Nel 2004 anche la Warner pubblica una raccolta con inediti, intitolata E parlo ancora di te.

Nel 2004 anche la Warner pubblica una raccolta con inediti, intitolata E parlo ancora di te.

Nel 2004 anche la Warner pubblica una raccolta con inediti, intitolata E parlo ancora di te.

Nel 1970 partecipa come corista, insieme alla sorella Loredana e ai Cantori Moderni di Alessandroni, al disco Per un pugno di samba, inciso durante il suo soggiorno a Roma da Chico Buarque de Hollanda, di cui la cantante sarà sempre grande estimatrice.

Nel 1970 partecipa come corista, insieme alla sorella Loredana e ai Cantori Moderni di Alessandroni, al disco Per un pugno di samba, inciso durante il suo soggiorno a Roma da Chico Buarque de Hollanda, di cui la cantante sarà sempre grande estimatrice.

Nel 1970 partecipa come corista, insieme alla sorella Loredana e ai Cantori Moderni di Alessandroni, al disco Per un pugno di samba, inciso durante il suo soggiorno a Roma da Chico Buarque de Hollanda, di cui la cantante sarà sempre grande estimatrice.

Nel 1970 partecipa come corista, insieme alla sorella Loredana e ai Cantori Moderni di Alessandroni, al disco Per un pugno di samba, inciso durante il suo soggiorno a Roma da Chico Buarque de Hollanda, di cui la cantante sarà sempre grande estimatrice.

Nel 1970 partecipa come corista, insieme alla sorella Loredana e ai Cantori Moderni di Alessandroni, al disco Per un pugno di samba, inciso durante il suo soggiorno a Roma da Chico Buarque de Hollanda, di cui la cantante sarà sempre grande estimatrice.

Nel 1992 è di nuovo in gara al Festival di Sanremo con un altro dei suoi maggiori successi, Gli uomini non cambiano, su testo di Giancarlo Bigazzi e Beppe Dati, due fra gli autori più prolifici della musica italiana.

Nel 1992 è di nuovo in gara al Festival di Sanremo con un altro dei suoi maggiori successi, Gli uomini non cambiano, su testo di Giancarlo Bigazzi e Beppe Dati, due fra gli autori più prolifici della musica italiana.

Nel 1992 è di nuovo in gara al Festival di Sanremo con un altro dei suoi maggiori successi, Gli uomini non cambiano, su testo di Giancarlo Bigazzi e Beppe Dati, due fra gli autori più prolifici della musica italiana.

Nel 1992 è di nuovo in gara al Festival di Sanremo con un altro dei suoi maggiori successi, Gli uomini non cambiano, su testo di Giancarlo Bigazzi e Beppe Dati, due fra gli autori più prolifici della musica italiana.

Nel 1992 è di nuovo in gara al Festival di Sanremo con un altro dei suoi maggiori successi, Gli uomini non cambiano, su testo di Giancarlo Bigazzi e Beppe Dati, due fra gli autori più prolifici della musica italiana.

Il 18 maggio 1995 la trasmissione Temporeale condotta da Michele Santoro, in onda su Rai 3, ha dedicato una puntata alla cantante appena scomparsa: al programma partecipò anche Carmen Consoli, giovane cantautrice, all'epoca del tutto sconosciuta.

Il 18 maggio 1995 la trasmissione Temporeale condotta da Michele Santoro, in onda su Rai 3, ha dedicato una puntata alla cantante appena scomparsa: al programma partecipò anche Carmen Consoli, giovane cantautrice, all'epoca del tutto sconosciuta.

Il 18 maggio 1995 la trasmissione Temporeale condotta da Michele Santoro, in onda su Rai 3, ha dedicato una puntata alla cantante appena scomparsa: al programma partecipò anche Carmen Consoli, giovane cantautrice, all'epoca del tutto sconosciuta.

Il 18 maggio 1995 la trasmissione Temporeale condotta da Michele Santoro, in onda su Rai 3, ha dedicato una puntata alla cantante appena scomparsa: al programma partecipò anche Carmen Consoli, giovane cantautrice, all'epoca del tutto sconosciuta.

Il 18 maggio 1995 la trasmissione Temporeale condotta da Michele Santoro, in onda su Rai 3, ha dedicato una puntata alla cantante appena scomparsa: al programma partecipò anche Carmen Consoli, giovane cantautrice, all'epoca del tutto sconosciuta.

Nel 2006 Gilda Giuliani realizza Canto Mimì, un recital di circa due ore, che ripercorre cronologicamente la carriera musicale di Mia Martini.

Nel 2006, sempre per la Sony BMG, esce una seconda antologia (doppia) di registrazioni inedite: venti brani equamente suddivisi in inediti, provini, versioni alternative di canzoni già edite ed esecuzioni dal vivo.

Nel 2006 Gilda Giuliani realizza Canto Mimì, un recital di circa due ore, che ripercorre cronologicamente la carriera musicale di Mia Martini.

Nel 2006, sempre per la Sony BMG, esce una seconda antologia (doppia) di registrazioni inedite: venti brani equamente suddivisi in inediti, provini, versioni alternative di canzoni già edite ed esecuzioni dal vivo.

Nel 2006 Gilda Giuliani realizza Canto Mimì, un recital di circa due ore, che ripercorre cronologicamente la carriera musicale di Mia Martini.

Nel 2006, sempre per la Sony BMG, esce una seconda antologia (doppia) di registrazioni inedite: venti brani equamente suddivisi in inediti, provini, versioni alternative di canzoni già edite ed esecuzioni dal vivo.

Nel 2006 Gilda Giuliani realizza Canto Mimì, un recital di circa due ore, che ripercorre cronologicamente la carriera musicale di Mia Martini.

Nel 2006, sempre per la Sony BMG, esce una seconda antologia (doppia) di registrazioni inedite: venti brani equamente suddivisi in inediti, provini, versioni alternative di canzoni già edite ed esecuzioni dal vivo.

Nel 2006 Gilda Giuliani realizza Canto Mimì, un recital di circa due ore, che ripercorre cronologicamente la carriera musicale di Mia Martini.

Nel 2006, sempre per la Sony BMG, esce una seconda antologia (doppia) di registrazioni inedite: venti brani equamente suddivisi in inediti, provini, versioni alternative di canzoni già edite ed esecuzioni dal vivo.

Nel 1972 la RCA tenta di mandare Mia Martini al Festival di Sanremo con il brano Credo, altra perla appartenente al suo filone spirituale, che però non viene ammessa alla kermesse: il disco uscirà ugualmente, ma in pochissime copie.

Nel 1972 la RCA tenta di mandare Mia Martini al Festival di Sanremo con il brano Credo, altra perla appartenente al suo filone spirituale, che però non viene ammessa alla kermesse: il disco uscirà ugualmente, ma in pochissime copie.

Nel 1972 la RCA tenta di mandare Mia Martini al Festival di Sanremo con il brano Credo, altra perla appartenente al suo filone spirituale, che però non viene ammessa alla kermesse: il disco uscirà ugualmente, ma in pochissime copie.

Nel 1972 la RCA tenta di mandare Mia Martini al Festival di Sanremo con il brano Credo, altra perla appartenente al suo filone spirituale, che però non viene ammessa alla kermesse: il disco uscirà ugualmente, ma in pochissime copie.

Nel 1972 la RCA tenta di mandare Mia Martini al Festival di Sanremo con il brano Credo, altra perla appartenente al suo filone spirituale, che però non viene ammessa alla kermesse: il disco uscirà ugualmente, ma in pochissime copie.

Nel 1994 passa ad una nuova casa discografica, la RTI Music, con cui termina di incidere il nuovo album iniziato attraverso la precedente etichetta, con la quale però sorgono nuove divergenze.

Nel 1994 passa ad una nuova casa discografica, la RTI Music, con cui termina di incidere il nuovo album iniziato attraverso la precedente etichetta, con la quale però sorgono nuove divergenze.

Nel 1994 passa ad una nuova casa discografica, la RTI Music, con cui termina di incidere il nuovo album iniziato attraverso la precedente etichetta, con la quale però sorgono nuove divergenze.

Nel 1994 passa ad una nuova casa discografica, la RTI Music, con cui termina di incidere il nuovo album iniziato attraverso la precedente etichetta, con la quale però sorgono nuove divergenze.

Nel 1994 passa ad una nuova casa discografica, la RTI Music, con cui termina di incidere il nuovo album iniziato attraverso la precedente etichetta, con la quale però sorgono nuove divergenze.

Nel 1997, la BMG Ricordi raccoglie, per la prima volta su cd, tutte le incisioni anni settanta realizzate in spagnolo dall'artista per il mercato latino (Mi canto español).

Nel 1997, la BMG Ricordi raccoglie, per la prima volta su cd, tutte le incisioni anni settanta realizzate in spagnolo dall'artista per il mercato latino (Mi canto español).

Nel 1997, la BMG Ricordi raccoglie, per la prima volta su cd, tutte le incisioni anni settanta realizzate in spagnolo dall'artista per il mercato latino (Mi canto español).

Nel 1997, la BMG Ricordi raccoglie, per la prima volta su cd, tutte le incisioni anni settanta realizzate in spagnolo dall'artista per il mercato latino (Mi canto español).

Nel 1997, la BMG Ricordi raccoglie, per la prima volta su cd, tutte le incisioni anni settanta realizzate in spagnolo dall'artista per il mercato latino (Mi canto español).

Nel 1974 Mia Martini è considerata dalla critica europea la cantante dell'anno.

Nel 1974 Mia Martini è considerata dalla critica europea la cantante dell'anno.

Nel 1974 Mia Martini è considerata dalla critica europea la cantante dell'anno.

Nel 1974 Mia Martini è considerata dalla critica europea la cantante dell'anno.

Nel 1974 Mia Martini è considerata dalla critica europea la cantante dell'anno.

Dal 1996 il "Premio della critica" del Festival di Sanremo è intitolato alla sua memoria, diventando così Premio della Critica Mia Martini, mentre si sono sprecate negli anni successivi le pubblicazioni postume di raccolte con brani inediti e no, che hanno sempre suscitato l'interesse dei numerosi estimatori e del grande pubblico che ancora oggi la ricorda e l'ama.

Nel 1996 Paolo Limiti conduce su Rai 3 Ciao Mimì, dove vengono riproposti filmati di repertorio, unitamente alle testimonianze in studio di Dori Ghezzi, Enzo Gragnaniello, Alba Calia, Luciano Tallarini, e in collegamento Loredana Bertè e Marisa Laurito.

Nel 1996, un anno dopo la sua morte, la RTI Music, sua ultima casa discografica, pubblica la raccolta intitolata proprio 1996, che è la compilation dell'artista che ha riscosso maggior successo di classifica (64º album più venduto dell'anno).

Dal 1996 il "Premio della critica" del Festival di Sanremo è intitolato alla sua memoria, diventando così Premio della Critica Mia Martini, mentre si sono sprecate negli anni successivi le pubblicazioni postume di raccolte con brani inediti e no, che hanno sempre suscitato l'interesse dei numerosi estimatori e del grande pubblico che ancora oggi la ricorda e l'ama.

Nel 1996 Paolo Limiti conduce su Rai 3 Ciao Mimì, dove vengono riproposti filmati di repertorio, unitamente alle testimonianze in studio di Dori Ghezzi, Enzo Gragnaniello, Alba Calia, Luciano Tallarini, e in collegamento Loredana Bertè e Marisa Laurito.

Nel 1996, un anno dopo la sua morte, la RTI Music, sua ultima casa discografica, pubblica la raccolta intitolata proprio 1996, che è la compilation dell'artista che ha riscosso maggior successo di classifica (64º album più venduto dell'anno).

Dal 1996 il "Premio della critica" del Festival di Sanremo è intitolato alla sua memoria, diventando così Premio della Critica Mia Martini, mentre si sono sprecate negli anni successivi le pubblicazioni postume di raccolte con brani inediti e no, che hanno sempre suscitato l'interesse dei numerosi estimatori e del grande pubblico che ancora oggi la ricorda e l'ama.

Nel 1996 Paolo Limiti conduce su Rai 3 Ciao Mimì, dove vengono riproposti filmati di repertorio, unitamente alle testimonianze in studio di Dori Ghezzi, Enzo Gragnaniello, Alba Calia, Luciano Tallarini, e in collegamento Loredana Bertè e Marisa Laurito.

Nel 1996, un anno dopo la sua morte, la RTI Music, sua ultima casa discografica, pubblica la raccolta intitolata proprio 1996, che è la compilation dell'artista che ha riscosso maggior successo di classifica (64º album più venduto dell'anno).

Dal 1996 il "Premio della critica" del Festival di Sanremo è intitolato alla sua memoria, diventando così Premio della Critica Mia Martini, mentre si sono sprecate negli anni successivi le pubblicazioni postume di raccolte con brani inediti e no, che hanno sempre suscitato l'interesse dei numerosi estimatori e del grande pubblico che ancora oggi la ricorda e l'ama.

Nel 1996 Paolo Limiti conduce su Rai 3 Ciao Mimì, dove vengono riproposti filmati di repertorio, unitamente alle testimonianze in studio di Dori Ghezzi, Enzo Gragnaniello, Alba Calia, Luciano Tallarini, e in collegamento Loredana Bertè e Marisa Laurito.

Nel 1996, un anno dopo la sua morte, la RTI Music, sua ultima casa discografica, pubblica la raccolta intitolata proprio 1996, che è la compilation dell'artista che ha riscosso maggior successo di classifica (64º album più venduto dell'anno).

Dal 1996 il "Premio della critica" del Festival di Sanremo è intitolato alla sua memoria, diventando così Premio della Critica Mia Martini, mentre si sono sprecate negli anni successivi le pubblicazioni postume di raccolte con brani inediti e no, che hanno sempre suscitato l'interesse dei numerosi estimatori e del grande pubblico che ancora oggi la ricorda e l'ama.

Nel 1996 Paolo Limiti conduce su Rai 3 Ciao Mimì, dove vengono riproposti filmati di repertorio, unitamente alle testimonianze in studio di Dori Ghezzi, Enzo Gragnaniello, Alba Calia, Luciano Tallarini, e in collegamento Loredana Bertè e Marisa Laurito.

Nel 1996, un anno dopo la sua morte, la RTI Music, sua ultima casa discografica, pubblica la raccolta intitolata proprio 1996, che è la compilation dell'artista che ha riscosso maggior successo di classifica (64º album più venduto dell'anno).

Nel 2007 esce per la Sony BMG anche Liberamente Mia, confezione di un cd + DVD, che ripercorrono l'intera carriera di Mia Martini, in collaborazione con Rai Trade.

Nel 2007 esce per la Sony BMG anche Liberamente Mia, confezione di un cd + DVD, che ripercorrono l'intera carriera di Mia Martini, in collaborazione con Rai Trade.

Nel 2007 esce per la Sony BMG anche Liberamente Mia, confezione di un cd + DVD, che ripercorrono l'intera carriera di Mia Martini, in collaborazione con Rai Trade.

Nel 2007 esce per la Sony BMG anche Liberamente Mia, confezione di un cd + DVD, che ripercorrono l'intera carriera di Mia Martini, in collaborazione con Rai Trade.

Nel 2007 esce per la Sony BMG anche Liberamente Mia, confezione di un cd + DVD, che ripercorrono l'intera carriera di Mia Martini, in collaborazione con Rai Trade.

Nel 1989 è il musicista e discografico Gianni Sanjust, che molti anni prima aveva seguito il suo percorso artistico alla Ricordi, a riportarla sulle scene.

Nel 1989 è il musicista e discografico Gianni Sanjust, che molti anni prima aveva seguito il suo percorso artistico alla Ricordi, a riportarla sulle scene.

Nel 1989 è il musicista e discografico Gianni Sanjust, che molti anni prima aveva seguito il suo percorso artistico alla Ricordi, a riportarla sulle scene.

Nel 1989 è il musicista e discografico Gianni Sanjust, che molti anni prima aveva seguito il suo percorso artistico alla Ricordi, a riportarla sulle scene.

Nel 1989 è il musicista e discografico Gianni Sanjust, che molti anni prima aveva seguito il suo percorso artistico alla Ricordi, a riportarla sulle scene.

Nel 1969 sconta quattro mesi di carcere a Tempio Pausania per essere stata scoperta in possesso di una sigaretta di marijuana durante una serata in una nota discoteca in Sardegna, reato che all'epoca non prevede ancora alcuna distinzione dal possesso di altre forme di stupefacenti, e pertanto severamente perseguibile.

Nel 1969 sconta quattro mesi di carcere a Tempio Pausania per essere stata scoperta in possesso di una sigaretta di marijuana durante una serata in una nota discoteca in Sardegna, reato che all'epoca non prevede ancora alcuna distinzione dal possesso di altre forme di stupefacenti, e pertanto severamente perseguibile.

Nel 1969 sconta quattro mesi di carcere a Tempio Pausania per essere stata scoperta in possesso di una sigaretta di marijuana durante una serata in una nota discoteca in Sardegna, reato che all'epoca non prevede ancora alcuna distinzione dal possesso di altre forme di stupefacenti, e pertanto severamente perseguibile.

Nel 1969 sconta quattro mesi di carcere a Tempio Pausania per essere stata scoperta in possesso di una sigaretta di marijuana durante una serata in una nota discoteca in Sardegna, reato che all'epoca non prevede ancora alcuna distinzione dal possesso di altre forme di stupefacenti, e pertanto severamente perseguibile.

Nel 1969 sconta quattro mesi di carcere a Tempio Pausania per essere stata scoperta in possesso di una sigaretta di marijuana durante una serata in una nota discoteca in Sardegna, reato che all'epoca non prevede ancora alcuna distinzione dal possesso di altre forme di stupefacenti, e pertanto severamente perseguibile.

Il 22 dicembre 2012 va in onda in prima serata su Rai1 Per sempre Mia, quarta e ultima puntata per il ciclo I grandi della musica, il 31 luglio 2015 la trasmissione viene riproposta nuovamente in prima serata.

Nel 2012 la sua discografia è riassunta in un'opera intitolata Tutto il mio universo, composta da nove volumi che ripropongono il suo percorso musicale: ciascun disco è distribuito settimanalmente nelle edicole, in allegato con Tv Sorrisi e Canzoni e Donna Moderna.

Il 22 dicembre 2012 va in onda in prima serata su Rai1 Per sempre Mia, quarta e ultima puntata per il ciclo I grandi della musica, il 31 luglio 2015 la trasmissione viene riproposta nuovamente in prima serata.

Nel 2012 la sua discografia è riassunta in un'opera intitolata Tutto il mio universo, composta da nove volumi che ripropongono il suo percorso musicale: ciascun disco è distribuito settimanalmente nelle edicole, in allegato con Tv Sorrisi e Canzoni e Donna Moderna.

Il 22 dicembre 2012 va in onda in prima serata su Rai1 Per sempre Mia, quarta e ultima puntata per il ciclo I grandi della musica, il 31 luglio 2015 la trasmissione viene riproposta nuovamente in prima serata.

Nel 2012 la sua discografia è riassunta in un'opera intitolata Tutto il mio universo, composta da nove volumi che ripropongono il suo percorso musicale: ciascun disco è distribuito settimanalmente nelle edicole, in allegato con Tv Sorrisi e Canzoni e Donna Moderna.

Il 22 dicembre 2012 va in onda in prima serata su Rai1 Per sempre Mia, quarta e ultima puntata per il ciclo I grandi della musica, il 31 luglio 2015 la trasmissione viene riproposta nuovamente in prima serata.

Nel 2012 la sua discografia è riassunta in un'opera intitolata Tutto il mio universo, composta da nove volumi che ripropongono il suo percorso musicale: ciascun disco è distribuito settimanalmente nelle edicole, in allegato con Tv Sorrisi e Canzoni e Donna Moderna.

Il 22 dicembre 2012 va in onda in prima serata su Rai1 Per sempre Mia, quarta e ultima puntata per il ciclo I grandi della musica, il 31 luglio 2015 la trasmissione viene riproposta nuovamente in prima serata.

Nel 2012 la sua discografia è riassunta in un'opera intitolata Tutto il mio universo, composta da nove volumi che ripropongono il suo percorso musicale: ciascun disco è distribuito settimanalmente nelle edicole, in allegato con Tv Sorrisi e Canzoni e Donna Moderna.

Nel 2015 esce il libro-omaggio Mia Martini.

Nel 2015 esce il libro-omaggio Mia Martini.

Nel 2015 esce il libro-omaggio Mia Martini.

Nel 2015 esce il libro-omaggio Mia Martini.

Nel 2015 esce il libro-omaggio Mia Martini.

Nel 1981, dopo un anno di silenzio seguito ai due difficili interventi alle corde vocali (che ne modificarono il suono in favore di una timbrica più roca), l'artista è decisa a proporsi anche come cantautrice, presentandosi con un look più discreto e maschile, lontano da quello eccentrico degli anni settanta.

Nel 1981, dopo un anno di silenzio seguito ai due difficili interventi alle corde vocali (che ne modificarono il suono in favore di una timbrica più roca), l'artista è decisa a proporsi anche come cantautrice, presentandosi con un look più discreto e maschile, lontano da quello eccentrico degli anni settanta.

Nel 1981, dopo un anno di silenzio seguito ai due difficili interventi alle corde vocali (che ne modificarono il suono in favore di una timbrica più roca), l'artista è decisa a proporsi anche come cantautrice, presentandosi con un look più discreto e maschile, lontano da quello eccentrico degli anni settanta.

Nel 1981, dopo un anno di silenzio seguito ai due difficili interventi alle corde vocali (che ne modificarono il suono in favore di una timbrica più roca), l'artista è decisa a proporsi anche come cantautrice, presentandosi con un look più discreto e maschile, lontano da quello eccentrico degli anni settanta.

Nel 1981, dopo un anno di silenzio seguito ai due difficili interventi alle corde vocali (che ne modificarono il suono in favore di una timbrica più roca), l'artista è decisa a proporsi anche come cantautrice, presentandosi con un look più discreto e maschile, lontano da quello eccentrico degli anni settanta.

Il 7 ottobre 2014 viene pubblicato un'altra raccolta intitolata Straniera, contenente quasi tutte le incisioni estere della cantante dal 1971 al 1983.

Il 7 ottobre 2014 viene pubblicato un'altra raccolta intitolata Straniera, contenente quasi tutte le incisioni estere della cantante dal 1971 al 1983.

Il 7 ottobre 2014 viene pubblicato un'altra raccolta intitolata Straniera, contenente quasi tutte le incisioni estere della cantante dal 1971 al 1983.

Il 7 ottobre 2014 viene pubblicato un'altra raccolta intitolata Straniera, contenente quasi tutte le incisioni estere della cantante dal 1971 al 1983.

Il 7 ottobre 2014 viene pubblicato un'altra raccolta intitolata Straniera, contenente quasi tutte le incisioni estere della cantante dal 1971 al 1983.

Nel 1963, la giovane Mimì Bertè, incide con il suo vero nome i primi 45 giri su etichetta CAR Juke Box.

Nel 1963, la giovane Mimì Bertè, incide con il suo vero nome i primi 45 giri su etichetta CAR Juke Box.

Nel 1963, la giovane Mimì Bertè, incide con il suo vero nome i primi 45 giri su etichetta CAR Juke Box.

Nel 1963, la giovane Mimì Bertè, incide con il suo vero nome i primi 45 giri su etichetta CAR Juke Box.

Nel 1963, la giovane Mimì Bertè, incide con il suo vero nome i primi 45 giri su etichetta CAR Juke Box.

Il 18 dicembre 2018 viene annunciato con la pubblicazione del trailer il film Io sono Mia, incentrato sulla vita della cantante.

Il 18 dicembre 2018 viene annunciato con la pubblicazione del trailer il film Io sono Mia, incentrato sulla vita della cantante.

Il 18 dicembre 2018 viene annunciato con la pubblicazione del trailer il film Io sono Mia, incentrato sulla vita della cantante.

Il 18 dicembre 2018 viene annunciato con la pubblicazione del trailer il film Io sono Mia, incentrato sulla vita della cantante.

Il 18 dicembre 2018 viene annunciato con la pubblicazione del trailer il film Io sono Mia, incentrato sulla vita della cantante.

Pd, Martina contro Renzi. L'ex premier tifa per Giachetti

Pd, Martina contro Renzi. L'ex premier tifa per Giachetti

Perché Maurizio Martina è stato il primo a prendere le distanze dalla cena organizzata a Roma dall'associazione "Fino a prova contraria" e alla quale dovrebbero partecipare sia Matteo Salvini sia alcuni esponenti renziani come Maria Elena Boschi e Francesco Bonifazi e l'imprenditore Marco Carrai? Il punto non è tanto politico ma riguarda, dietro le quinte, la partita per la leadership del Partito Democratico e la sfida delle primarie. L'ex ministro [...]

15 gennaio 1929, nasceva Martin Luther King... Se non fosse stato ammazzato, oggi avrebbe compiuto 90 anni - Bernice King: vi racconto mio padre Martin Luther che ha sfidato il razzismo...!

15 gennaio 1929, nasceva Martin Luther King... Se non fosse stato ammazzato, oggi avrebbe compiuto 90 anni - Bernice King: vi racconto mio padre Martin Luther che ha sfidato il razzismo...!

      . . seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity  . .   15 gennaio 1929, nasceva Martin Luther King... Se non fosse stato ammazzato, oggi avrebbe compiuto 90 anni - Bernice King: vi racconto mio padre Martin Luther che ha sfidato il razzismo...! Bernice King: vi racconto mio padre Martin Luther che ha sfidato il razzismo Un'intervista a Bernice King, la figlia più piccola di Martin Luther, il leader del movimento per i diritti civili degli [...]

Martina:'Cena Salvini-renziani? Noi alternativi alla Lega'

Martina:'Cena Salvini-renziani? Noi alternativi alla Lega'

E’ un evento benefico no? Eviterei di caricarla di un significato particolare sul piano politico. Io, in ogni caso, so cosa penso di Salvini. Noi siamo seccamente alternativi”. Così l’ex segretario del Pd Maurizio Martina commenta a ‘Circo Massimo’ su Radio Capital la notizia della cena di questa sera organizzata dall’associazione ‘Fino a prova contraria’, alla quale dovrebbero partecipare sia il vicepremier Matteo Salvini, sia esponenti del [...]

Europee, il Pd discute di una lista senza simbolo. Zingaretti:  "Non è un dogma". Martina lo vuole

Europee, il Pd discute di una lista senza simbolo. Zingaretti: "Non è un dogma". Martina lo vuole

Pd, la proposta Zingaretti per le europee: "Il simbolo non è un dogma: costruiamo una lista aperta". Il sì di Calenda.Il governatore del Lazio, candidato alla segreteria del Partito democratico: "Coinvolgiamo associazioni e società civile". L'ex ministro allo sviluppo economico: "Pronto a candidarmi". Martina: "Patrimonio di cui andare orgogliosi". Boldrini: "Unire le forze contro deriva nazionalista" E la proposta di Zingaretti trova subito il consenso dell'ex [...]

Martina, orgogliosi di simbolo Pd

Martina, orgogliosi di simbolo Pd

(ANSA) – ROMA, 11 GEN – “Per me il simbolo del Partito Democratico e’ un patrimonio di cui andare orgogliosi. Esprime l’impegno di migliaia di persone che si battono per un’Italia più giusta. Il punto non è rinunciarvi ma metterlo al servizio insieme ad altri per una grande battaglia per la nuova Europa contro i nazionalpopulisti di casa nostra”. Così il candidato alla segreteria del Partito democratico Maurizio Martina.

Pd: Martina chiude al M5S, é polemica

Pd: Martina chiude al M5S, é polemica

(ANSA) – ROMA, 9 GEN – Maurizio Martina chiude a qualsiasi ipotesi di dialogo o alleanza con M5S e chiede “nessuna ambiguità” sul tema al rivale per la segreteria Pd Nicola Zingaretti. “Ma non volevi una trattativa con loro mesi fa?”, gli rispondono in sintesi Andrea Orlando e Roberto Morassut. “Il nostro compito è quello di salvare il Pd e rilanciarne il ruolo di alternativa a Lega e Cinque Stelle senza tentennamenti – dice Martina riunendo [...]

Martina attacca vicesindaco di Trieste

Martina attacca vicesindaco di Trieste

(ANSA) – ROMA, 5 GEN – “Se ti vanti di aver buttato le coperte di un senzatetto, hai buttato anche la tua dignità”. Lo scrive su Twitter il segretario del Pd Maurizio Martina a proposito del gesto del vicesindaco di Trieste Paolo Polidori contro un clochard.

Martina, con Salvini tasse crescono

Martina, con Salvini tasse crescono

(ANSA) – ROMA, 4 GEN – “Con Salvini al governo 7 miliardi di euro in più di tasse vere per tutti. Bel disastro per il capitano della demagogia”. Così il candidato alla segreteria del Partito democratico Maurizio Martina.

FOTO: Mia Martini

Domenica_Bertè

Domenica_Bertè

Mimì_Bertè

Mimì_Bertè

Domenica_Berté

Domenica_Berté

Mia_Martini

Mia_Martini

Mimì Bertè al Festival di Bellaria del 1964

Mimì Bertè al Festival di Bellaria del 1964

Mimì Bertè al Festival di Bellaria del 1964

Mimì Bertè al Festival di Bellaria del 1964

Mimì Bertè al Festival di Bellaria del 1964

Mimì Bertè al Festival di Bellaria del 1964

Martina, Governo convochi sindaci

Martina, Governo convochi sindaci

(ANSA) – ROMA, 3 GEN – “I sindaci che esprimono la loro posizione critica verso il decreto Salvini vanno ascoltati, non insultati. Vanno convocati per discutere, non minacciati. Perché sono i primi a trovarsi davanti ogni giorno il tema concreto della cittadinanza e della sicurezza, delle regole nei diritti e nei doveri”. Così in un post su Fb il candidato alla segreteria nazionale del Pd Maurizio Martina.

Martina,Zingaretti dirigente,io a scuola

Martina,Zingaretti dirigente,io a scuola

(ANSA) – ROMA, 17 DIC – “Io mi sono preso un impegno solenne che è quello di non fare polemiche inutili. Intendo mantenerlo, nonostante legga cose come quelle di Zingaretti oggi secondo il quale io sarei il vecchio. Potrei rispondere che quando lui ha iniziato a fare il dirigente di partito, io andavo alle scuole medie. Ma se facciamo una gara al ribasso ci perde tutto il PD e siamo in tanti a non volerlo. Per questo da me solo proposte e zero polemiche”. [...]

L’ira funesta dei renziani contro gli “80 Giuda” che sostengono Martina

L’ira funesta dei renziani contro gli “80 Giuda” che sostengono Martina

Il giorno dopo l’appoggio di un’ottantina di deputati di area renziana alla candidatura di Maurizio Martina alla Segreteria del Partito Democratico la “base” del PD è in fermento. Come si sono permessi di annunciare il sostegno all’ex ministro invece che schierarsi dalla parte del futuro, del rinnovamento e del cambiamento rappresentato dal ticket Giachetti-Ascani? I renziani non se ne capacitano, si sentono traditi e sono arrabbiati. Chi sono i [...]

Martina, nessun dialogo con vertici M5S

Martina, nessun dialogo con vertici M5S

(ANSA) – ROMA, 14 DIC – “Non ci sono possibilità per un dialogo con i Cinque Stelle. E’ fondamentale per noi dialogare con gli elettori che il 4 marzo hanno votato per i Cinque Stelle e che oggi sono arrabbiati, disillusi e non capiscono perché quel movimento si è consegnato all’egemonia di Salvini”. Così il candidato alla Segreteria del Partito Democratico, Maurizio Martina, intervistato da Radio Popolare. “Con gli elettori dei Cinque Stelle [...]

Martina,no a congresso Renzi sì-Renzi no

Martina,no a congresso Renzi sì-Renzi no

(ANSA) – ROMA, 14 DIC – “Chiedo a tutti di non fare un congresso sul renzismo o sull’antirenzismo. Perché non è lì il futuro. Il futuro è costruire insieme una prospettiva di progetto, che si sganci definitivamente da queste logiche. Discutiamo del merito del progetto che noi dobbiamo mettere in campo per l’Italia. Chiedo a tutti gli elettori democratici di partecipare a questa discussione. Non c’è bisogno di rappresentare sul congresso del [...]

Martina, nostra proposta è contro liti

Martina, nostra proposta è contro liti

(ANSA) – ROMA, 13 DIC – “La nostra proposta al congresso è contro le antiche fratture, contro i rancori, le liti e le vecchie appartenenze. E’ una proposta per tornare a ridare ossigeno al Partito Democratico mettendoci tutti in discussione e lavorando sulle idee: per un partito ecologista, europeista e del lavoro che cambia”. Lo dichiara il candidato alla Segreteria del Partito democratico, Maurizio Martina, a Montecitorio a margine dei lavori d’Aula.

Martina chi? I renziani si giocano Giachetti e Ascani Niente accordo su Martina, una parte del Giglio magico scommette sul pannelliano

Martina chi? I renziani si giocano Giachetti e Ascani Niente accordo su Martina, una parte del Giglio magico scommette sul pannelliano

E alla fine arrivò il caos. Renzi definitivamente fuori, Roberto Giachetti clamorosamente in corsa. Le novità si sono susseguite di ora in ora: prima una difficile riunione tra i renziani, terminata 20 a 5, che sanciva a maggioranza la decisione di «sondare una possibile intesa» l’ex traghettatore Maurizio Martina. Troppo poco tempo – dopo l’addio poco rimpianto di Marco Minniti – per trovare una nuova candidatura di espressione puramente renziana, [...]

Ultime ore per le candidature Pd, i 10 punti ‘salvezza’ del duo Martina-Giachetti

Ultime ore per le candidature Pd, i 10 punti ‘salvezza’ del duo Martina-Giachetti

 Per i candidati alla segreteria nazionale del Pd Martina–Richetti il rilancio del partito passa attraverso dieci punti. Facile a dirsi, ma quando le dinamiche interne prevalgono sulla politica tutto si complica. Chi vorrà sfidare i due nella crosa per la conquista della leadership, dovrà presentare 1500 firme entro le 18 di oggi pomeriggio. Il competitor Francesco Boccia è stato il primo a consegnarle. Step by step Un passo alla volta, o in questo caso [...]

Martina-Richetti, 10 proposte per svolta

Martina-Richetti, 10 proposte per svolta

(ANSA) – ROMA, 12 DIC – “Un nuovo Pd per l’Italia. Una comunità, una palestra, una scuola. Ascolto e azione, idee e radicamento. Con tutta la passione che abbiamo proviamo a cambiare insieme”. Così su Facebook il candidato alla Segreteria del Partito Democratico, Maurizio Martina, presenta in un video assieme a Matteo Richetti 10 proposte per cambiare il partito. “Le proposte: Due terzi delle liste nazionali scelte dai territori. Albo degli elettori [...]

E i renziani scelgono Martina, ma il gruppo è diviso. Ticket Giachetti-Ascani

E i renziani scelgono Martina, ma il gruppo è diviso. Ticket Giachetti-Ascani

Qualcuno dei suoi finirà per appoggiare Zingaretti, ma l'ex premier non ne fa un dramma. 'Too big to fail', dicono gli americani quando devono spiegare che un'azienda è troppo grande per fallire. Avrebbe ripercussioni enormi su un intero sistema. Ed è anche la motivazione per cui Matteo Renzi non può abbandonare il suo progetto politico in 'solitaria' per ricandidarsi alle primarie del Pd. Si è spinto troppo oltre da non poter tornare indietro. E, [...]

&id=HPN_Mia+Martini_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Mia{{}}Martini" alt="" style="display:none;"/> ?>