Movimento antifascista

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Forces françaises de l'intérieur

La scheda: Forces françaises de l'intérieur

Per Resistenza francese si intende il movimento armato clandestino che durante la seconda guerra mondiale combatté contro l'occupazione militare della Francia da parte della Wehrmacht e contro lo stato autoritario di Vichy, dopo la resa del governo e dell'alto comando di Francia nel 1940. I gruppi della Resistenza comprendevano uomini armati (chiamati solitamente maquisards), editori di giornali e cinegiornali clandestini e spie al servizio degli Alleati. La Resistenza francese cooperò con i servizi segreti alleati (Office of Strategic Services e Special Operations Executive), specialmente nel fornire informazioni sul Vallo Atlantico e coordinare i sabotaggi e altre azioni utili a contribuire al successo dello sbarco in Normandia.


Il 15 aprile 1967 ci lasciava il Principe della Risata TOTÒ - Vogliamo ricordarlo anche per il suo convinto antifascismo, che si rivelava chiaro nel suo umorismo geniale e pungente...

Il 15 aprile 1967 ci lasciava il Principe della Risata TOTÒ - Vogliamo ricordarlo anche per il suo convinto antifascismo, che si rivelava chiaro nel suo umorismo geniale e pungente...

    . . seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity  . .   Il 15 aprile 1967 ci lasciava il Principe della Risata TOTÒ - Vogliamo ricordarlo anche per il suo convinto antifascismo, che si rivelava chiaro nel suo umorismo geniale e pungente... Come non rendersi conto dell'antifascismo di Totò - Spesso ha interpretato in modo magistrale "fascisti" rendendo un ritratto tanto grottesco quanto realista delle realtà dell'epoca. Tante altre volte si è [...]

Lazio:antifascismo in Statuto,ok mozione

Lazio:antifascismo in Statuto,ok mozione

(ANSA) – ROMA, 18 MAR – E’ stata approvata con il voto favorevole di tutta la maggioranza e del M5s, e l’abbandono dell’Aula del centrodestra (che ha anche chiesto la verifica del numero legale), la mozione – prima firmataria Eleonora Mattia (Pd) – con cui si sollecita la discussione in Consiglio della proposta di legge n.103 con cui i consiglieri Mattia, La Penna, Minnucci e Battisti (tutti dem) chiedono di inserire nello Statuto l’espresso [...]

EVENTI: Forces françaises de l'intérieur

Il 3 marzo 1922 un colpo di mano dei fascisti capitanati da Francesco Giunta esautorò il governo dello Stato Libero di Fiume guidato dall'autonomista Riccardo Zanella.

Nel 1944 fu inaugurato un quartier generale a Londra con il nome di EMFFI, sigla di Etat Major Forces Françaises de l'Intérieur (FFI o Forze francesi dell'interno) sotto il comando del generale Marie Pierre Koenig come parte delle forze armate alleate.

Nel 1944 fu inaugurato un quartier generale a Londra con il nome di EMFFI, sigla di Etat Major Forces Françaises de l'Intérieur (FFI o Forze francesi dell'interno) sotto il comando del generale Marie Pierre Koenig come parte delle forze armate alleate.

Nel 1944 fu inaugurato un quartier generale a Londra con il nome di EMFFI, sigla di Etat Major Forces Françaises de l'Intérieur (FFI o Forze francesi dell'interno) sotto il comando del generale Marie Pierre Koenig come parte delle forze armate alleate.

Il 7 giugno 1943 la Gestapo catturò il membro della Resistenza René Hardy.

Il 7 giugno 1943 la Gestapo catturò il membro della Resistenza René Hardy.

Il 7 giugno 1943 la Gestapo catturò il membro della Resistenza René Hardy.

Nel 1924 lo Stato Libero di Fiume venne annesso all'Italia, in seguito al Trattato di Roma (1924) tra Regno d'Italia e Regno di Jugoslavia, che risolse il contenzioso sulla delimitazione confinaria tra i due Stati.

Nel 1924 si tennero le elezioni politiche, che si svolsero in un pesante clima di intimidazioni, e che grazie alla legge Acerbo videro l'affermazione della Lista Nazionale (Listone) e, nella Venezia Giulia, il drastico ridimensionamento della rappresentanza parlamentare delle minoranze slovena e croata.

Nel 1924 nacque un'organizzazione clandestina, denominata TIGR (acronimo di Trst, Istra, Gorica, Reka) o TIGER (Trst, Istra, Gorica, edini, Reka) o TIGOR (Trst, Istra, Gorica, organizacija, Reka), che svolgeva attività di tipo propagandistico e spionistico a favore della Jugoslavia.

Nel 1923 fu varata la Riforma Gentile, che impose la chiusura di tutte le scuole pubbliche con lingua d'insegnamento diversa dall'italiano.

Nel 1926 vennero varate le norme per l'italianizzazione dei cognomi e nel 1927 furono soppresse tutte le associazioni politiche, culturali ed economiche slovene e croate.

Nel 1925 l'uso dello sloveno e del croato fu proibito nei tribunali.

Nel luglio del 1936 venne firmato a Parigi un patto tra il PCI ed il TIGR, con il quale il primo assicurava, in caso di salita al potere, il diritto all'autodeterminazione per gli sloveni e i croati della Venezia Giulia, compreso il diritto alla secessione dallo Stato italiano.

Il 3 agosto 1928 a San Canziano viene ucciso a colpi di pistola il messo comunale del comune di Divaccia Giuseppe Cerkvenik, membro della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale che aveva provocato l'arresto di sei oltraggiatori della bandiera italiana.

Nel 1927 ogni uso pubblico dello sloveno e del croato fu vietato, tutti i toponimi sloveni e croati erano stati italianizzati, e il possesso e la diffusione di libri in lingua slovena e croata divenne passibile di pene che andavano dalla semplice sanzione pecuniaria al confino.

Nel settembre del 1927 il regime fascista sciolse tutte le associazioni politiche, culturali, sportive e ricreative slovene e croate.

Tra il 1927 e il 1932 vennero attribuiti al terrorismo sloveno del TIGR/Borba e quello fascista dell'ORJUNA vari omicidi, attentati dinamitardi, distruzioni di numerosi depositi di armi dell'esercito italiano ed l'incendio di scuole e asili, questi ultimi ritenuti "strumenti per l'italianizzazione".

Tra il 1927 e il 1928 vengono appiccati alcuni incendi dolosi, ad asili o scuole di Prosecco, Storie e Cattinara.

Nel 1994 fu fondata a Postojna l'Associazione per la Salvaguardia delle Tradizioni Patriottiche del Litorale Sloveno - Organizzazione TIGR (nota comunemente come Associazione TIGR o Associazione Patriottica TIGR), oggi molto attiva nella riscoperta dell'eredità del TIGR.

Nel 1997, in occasione del cinquantesimo anniversario dell'annessione del litorale alla Repubblica Socialista di Slovenia, l'allora presidente Milan Kučan ha simbolicamente conferito al TIGR la Medaglia d'oro per la Libertà della Repubblica (Zlati častni znak svobode Republike Slovenije), la più alta onorificenza del paese.

L'11 novembre 1942 le truppe tedesche occuparono l'intera Francia, spingendo molti francesi ad entrare in gruppi sovversivi per combattere contro l'occupazione, che a partire dall'Operazione Anton divenne più esplicita e oppressiva.

L'11 novembre 1942 le truppe tedesche occuparono l'intera Francia, spingendo molti francesi ad entrare in gruppi sovversivi per combattere contro l'occupazione, che a partire dall'Operazione Anton divenne più esplicita e oppressiva.

L'11 novembre 1942 le truppe tedesche occuparono l'intera Francia, spingendo molti francesi ad entrare in gruppi sovversivi per combattere contro l'occupazione, che a partire dall'Operazione Anton divenne più esplicita e oppressiva.

Il 10 febbraio 1930 una cellula del Borba fece esplodere una bomba nella sede del quotidiano fascista Il Popolo di Trieste.

Nel dicembre del 1941 60 esponenti dell'antifascismo sloveno, tra cui numerosi membri del TIGR, oltre a diversi liberali, comunisti, cristiano-sociali, e a un gruppo di intellettuali attivi nelle associazioni culturali degli emigrati, alcuni dei quali arrestati a Lubiana dopo l'invasione italiana della Jugoslavia, vennero processati per accuse che andavano dalla diffusione di stampa clandestina, al sabotaggio, allo spionaggio, alla cospirazione ai danni dello Stato (Secondo Processo di Trieste).

Il 13 maggio 1941 sulla Mala Gora presso Ribnica un gruppo di ex-membri del TIGR (Anton Majnik, Danilo Zelen, Ferdo Kravanja) si scontrò con una formazione militare italiana.

Nel maggio del 1941 fu paracadutato il primo agente del SOE in Francia settentrionale per assistere alle operazioni della Resistenza.

Il 22 giugno 1941 tutti i gruppi comunisti della Francia unirono le forze per convergere in un unico fronte, migliorando notevolmente la propria organizzazione, l'attacco tedesco all'URSS - Operazione Barbarossa - e la conseguente rottura del patto Molotov-Ribbentrop, portò infatti molti comunisti francesi ad unirsi alla Resistenza.

Nel maggio del 1941 fu paracadutato il primo agente del SOE in Francia settentrionale per assistere alle operazioni della Resistenza.

Il 22 giugno 1941 tutti i gruppi comunisti della Francia unirono le forze per convergere in un unico fronte, migliorando notevolmente la propria organizzazione, l'attacco tedesco all'URSS - Operazione Barbarossa - e la conseguente rottura del patto Molotov-Ribbentrop, portò infatti molti comunisti francesi ad unirsi alla Resistenza.

Nel maggio del 1941 fu paracadutato il primo agente del SOE in Francia settentrionale per assistere alle operazioni della Resistenza.

Il 22 giugno 1941 tutti i gruppi comunisti della Francia unirono le forze per convergere in un unico fronte, migliorando notevolmente la propria organizzazione, l'attacco tedesco all'URSS - Operazione Barbarossa - e la conseguente rottura del patto Molotov-Ribbentrop, portò infatti molti comunisti francesi ad unirsi alla Resistenza.

Orwell 'bocciato' per saggio sul cibo

Orwell 'bocciato' per saggio sul cibo

(ANSA) – ROMA, 7 FEB – E’ stato uno dei più grandi scrittori del Novecento ma come critico gastronomico George Orwell fu bocciato dal British Council che oggi, a distanza di 70 anni, ha deciso di scusarsi. All’apice del successo, scrive il Times, l’autore di ‘1984’ fu incaricato dall’istituto di tessere le lodi della ‘british cuisine’, un compito peraltro assai arduo nell’era pre gastro-pub e ristoranti stellati. Tanto che Orwell non poté [...]

CasaPound apre sede.No di 'Antifascisti'

CasaPound apre sede.No di 'Antifascisti'

(ANSA) – TRIESTE, 2 FEB – CasaPound inaugura una sede nel capoluogo del Fvg e “Trieste Antifascista e Antirazzista” scende in piazza per chiederne la chiusura. E’ accaduto oggi a Trieste. In testa al corteo, partito da piazza Oberdan e diretto a piazza Goldoni – a pochi metri della nuova sede del movimento, delimitata dal cordone delle forze di polizia -, lo striscione “Apriamo i porti! Chiudiamo CasaPound!”. Secondo i manifestanti l’apertura [...]

Bonaccini ricorda l'eccidio di Sabbiuno

Bonaccini ricorda l'eccidio di Sabbiuno

(ANSA) – BOLOGNA, 16 DIC – “In troppi si affannano a ridimensionare i valori dell’antifascismo e della democrazia nati dalla Resistenza, nessuno spazio a revisionismi e vergognosi oltraggi alla memoria di ha perso la vita per darci la libertà”. Così il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini intervenendo al sacrario di Sabbiuno (Bologna), per la commemorazione dell’eccidio del 1944, sottolineando che “la memoria non viene più [...]

Antifascismo a Torino negli anni trenta

                                                                                      "Era caduto con la testa avanti e giaceva sulla terra, come se dormisse. Quando lo voltarono si vide che non doveva aver sofferto a lungo: il suo volto aveva un'espressione così serena, quasi che fosse contento di finire così." Erich Maria Remarque - Nulla di nuovo sul fronte occidentale 1929 Mio [...]

Migranti, tensione a Rocca di Papa tra antifascisti e CasaPound

Migranti, tensione a Rocca di Papa tra antifascisti e CasaPound

Rocca di Papa (askanews) - Attimi di tensione a Rocca di Papa, davanti al Centro di accoglienza "Un mondo migliore", dove sono ospitati temporaneamente 100 migranti sbarcati a Catania dalla nave Diciotti della Guardia Costiera. Si sono fronteggiati a suon di cori il gruppo dei "Welcome" e uno sparuto gruppo di CasaPound. Attriti, in ogni caso, solo verbali, tenuti a bada da un nutrito schieramento di forze dell'ordine. Davanti al cancello del Centro due blindati, a [...]

George Orwell – George Gissing

 Come ad altri noti tardo vittoriani anche a Gissing (1857-1903) è toccato l’azzardo d’essere sfiorato dalla vicenda di Jack lo Squartatore; vi ha giocato la sua conoscenza del sotto-mondo e frequentazione dei bassifondi londinesi e, particolarmente, della prostituzione, pur se, con puntiglio, qualcuno ha ricordato che al culmine degli sventramenti lo scrittore si trovava all’estero. Curiosamente, lo stesso Orwell, nello scritto postumo qui riportato, [...]

Salvare il 25 aprile e il senso dell'antifascismo.L'ottanta per cento dei giovani, e non solo, non sa cosa si festeggi oggi: davvero agghiacciante ! Un paese che non conosce la propria storia è pronto a ripeterla.

Salvare il 25 aprile e il senso dell'antifascismo.L'ottanta per cento dei giovani, e non solo, non sa cosa si festeggi oggi: davvero agghiacciante ! Un paese che non conosce la propria storia è pronto a ripeterla.

Salvare il 25 aprile e il senso dell'antifascismo. Per i ragazzi di oggi e quelli di domani. Negli ultimi anni l'immaginario fascista ha riconquistato consensi e fascino, soprattutto tra i giovani. Mentre la Resistenza, ammantata di retorica istituzionale, suona perfino ipocrita. Per questo serve interrogarsi su come tutelare la memoria. Da sempre una festa essenzialmente “comunista”. Sarebbe potuta essere una festa di tutti (la fine di una terribile guerra), [...]

Genova, aggressione ad antifascista:

Le indagini della Digos hanno finora consentito di ricostruire con precisione la dinamica dell'aggressione: sarebbe emerso chiaramente come non si sia trattato di una rissa o di uno scontro tra gruppi antagonisti bensì di .Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro.Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 21 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri [...]

FOTO: Forces françaises de l'intérieur

Logo dell'Antifaschistische Aktion (Germania)

Logo dell'Antifaschistische Aktion (Germania)

Logo dell'Antifaschistische Aktion (Germania)

Logo dell'Antifaschistische Aktion (Germania)

Logo dell'Antifaschistische Aktion (Germania)

Logo dell'Antifaschistische Aktion (Germania)

Un volantino del periodo dell'italianizzazione fascista della Venezia Giulia che proibisce ogni uso pubblico delle

Un volantino del periodo dell'italianizzazione fascista della Venezia Giulia che proibisce ogni uso pubblico delle "lingue slave" a Dignano, Istria sud-occidentale.

La croce di Lorena, scelta da Charles de Gaulle per simboleggiare la resistenza francese

La croce di Lorena, scelta da Charles de Gaulle per simboleggiare la resistenza francese

La croce di Lorena, scelta da Charles de Gaulle per simboleggiare la resistenza francese

La croce di Lorena, scelta da Charles de Gaulle per simboleggiare la resistenza francese

La croce di Lorena, scelta da Charles de Gaulle per simboleggiare la resistenza francese

La croce di Lorena, scelta da Charles de Gaulle per simboleggiare la resistenza francese

Quando \"1984\" di Orwell ci faceva sorridere ed anche un po'timore...

Quando "1984" di Orwell ci faceva sorridere ed anche un po'timore...

Sapere dove andare e sapere come andarci sono due processi mentali diversi, che molto raramente si combinano nella stessa persona. I pensatori della politica si dividono generalmente in due categorie: gli utopisti con la testa fra le nuvole, e i realisti con i piedi nel fango.Al futuro o al passato, a un tempo in cui il pensiero è libero, quando gli uomini sono differenti l'uno dall'altro e non vivono soli... a un tempo in cui esiste la verità e quel che è fatto [...]

Grasso,uniti con Pd solo su antifascismo

Grasso,uniti con Pd solo su antifascismo

(ANSA) – ROMA, 26 FEB – “Con il Pd siamo uniti solo sull’antifascismo: sul resto siamo divisi perchè le politiche del Pd si sono allontanate dalla sinistra, quella che noi stiamo incontrando nel Paese”. Lo afferma il leader di Liberi e Uguali, Pietro Grasso a Uno Mattina, ribadendo che il 5 marzo i componenti di LeU creeranno “il nuovo partito della sinistra”.

24 Febbraio 2018 - Manifestazione Antifascista a Roma

24 Febbraio 2018 - Manifestazione Antifascista a Roma

"Mai più fascismi - Mai più zazzismi" La delegazione dell'ANPI di Sestri Ponente con il Presidente Giancarlo Russo  alla manifestazione Antifascista di Roma

A Milano tensioni alla manifestazione antifascista

A Milano tensioni alla manifestazione antifascista

C’è una situazione di stallo in questo momento, in centro a Milano, dove, dopo un breve tafferuglio si fronteggiano i manifestanti antifascisti e le forze dell’ordine che hanno ‘blindato’ la piazza. I promotori del presidio e alcuni esponenti della sinistra hanno cercato di parlare con i dirigenti dell’ordine pubblico per avere il permesso di fare un breve corteo “anche in una direzione non pericolosa” ma, secondo quanto si è appreso, l’ordine [...]

L'ANTIFASCISMO NON E' UN' ARMA DA PROPAGANDA

L’Italia antifascista va in piazza oggi in un clima pesante. «Clima di violenza», recitano i media mainstream, falsando ancora una volta lo scenario, come se si trattasse di violenza simmetrica. Di opposte minoranze estremiste, ugualmente intolleranti, quando invece la violenza a cui si è assistito non solo in queste ultime settimane, ma negli ultimi mesi e negli ultimi anni è una violenza totalmente asimmetrica, distribuita lungo un rosario di intimidazioni, [...]

Odio politico: fascismo e antifascismo

Odio politico: fascismo e antifascismo

Mentre siamo vicino al voto scoppia la violenza: nelle ultime 24 ore scontri, coltelli e paura.

Boldrini: gruppi fascisti vanno sciolti

Boldrini: gruppi fascisti vanno sciolti

(ANSA) – MILANO, 18 FEB – “Tutti i gruppi che si ispirano al fascismo vanno sciolti”. Lo ha detto il presidente della Camera Laura Boldrini davanti al murale antifascista realizzato a Niguarda, quartiere di Milano ‘fucina’ antifascista del capoluogo lombardo. Noi – ha aggiunto Boldrini – dobbiamo dirlo con forza: i gruppi che si rifanno a una ideologia fascista vanno sciolti. Non c’è spazio per loro in democrazia”.

La partigiana Lidia Menapace a 93 anni nel corteo antifascista: "Fino a quando avrò voce ci sarò" -  “L'antifascismo è una scelta di vita quotidiana”.

La partigiana Lidia Menapace a 93 anni nel corteo antifascista: "Fino a quando avrò voce ci sarò" - “L'antifascismo è una scelta di vita quotidiana”.

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   La partigiana  a 93 anni nel corteo antifascista: "Fino a quando avrò voce ci sarò" -  “L'antifascismo è una scelta di vita quotidiana”.   Macerata, la partigiana Lidia Menapace a 93 anni nel corteo antifascista: "Fino a quando avrò voce ci sarò" Staffetta partigiana, storica esponente del movimento femminista, tra i fondatori del Manifesto, saggista, già parlamentare di Rifondazione. [...]

Per me ha fatto bene. Gentaglia che inneggia alle foibe con l'antifascismo non c'entra niente perché sono solo delinquenti ideologici al pari dei disonesti politico che etano a fianco a Macerata

Per me ha fatto bene. Gentaglia che inneggia alle foibe con l'antifascismo non c'entra niente perché sono solo delinquenti ideologici al pari dei disonesti politico che etano a fianco a Macerata

"Il Pd ha sbagliato a non andare a Macerata" Mentre voi invece, che state collaborando attivamente per consegnare l'Italia alle destre, la perdete. E non dire per cortesia che non è vero. Basta dare un'occhiata ai collegi uninominali per rendersi conto che la loro strategia è quella di opporre candidati a quelli del PD per farli perdere. Io penso che LeU che va a manifestare contro il razzismo e poi attua, con scientifica programmazione, il progetto della [...]

Bersani a M5s, più antifascismo

Bersani a M5s, più antifascismo

(ANSA) – ROMA, 8 GEN – “Di Maio dovrà pur parlare con qualcuno. Se vuole parlare con noi, nell’ipotesi che voglia, verrà con un po’ più di antifascismo, con un ripensamento sullo ius soli e così via, perché con meno di questo noi non parliamo con nessuno. Se invece si parla di questo noi, alternativi alla destra, siamo pronti a confrontarci anche coi 5 Stelle. Tutto qua. Il resto sono battute estemporanee da campagna elettorale”. Così Pier [...]

&id=HPN_Movimento+antifascista_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Movimento{{}}antifascista" alt="" style="display:none;"/> ?>