Neo liberismo

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Shakira
In rilievo

Shakira

Neoliberista

La scheda: Neoliberista

Il neoliberismo è un indirizzo di pensiero economico che, in nome delle riconfermate premesse dell’economia classica, denuncia le sostanziali violazioni della concorrenza perpetrate da concentrazioni monopolistiche all’ombra del laissez-faire e chiede pertanto misure atte a ripristinare l'effettiva libertà di mercato e a garantire con ciò il rispetto anche delle libertà politiche. Gli economisti neoliberisti, come gli austriaci Friedrich von Hayek e Ludwig von Mises e il francese Jacques Rueff, non insistono tuttavia più sugli ipotetici vantaggi della libera concorrenza, ma sugli inconvenienti pratici dell’intervento dello Stato, ritenuto facile a degenerare in costrizione, pesante, sempre tardivo e spesso inefficace. Dal punto di vista filosofico, esso sarebbe parzialmente associabile alle teorie libertarie, sennonché i termini "liberista" e "neoliberista" sono talvolta utilizzati con una connotazione dispregiativa. Ambo i termini esistono solo in lingua italiana: il primo di essi fu coniato dal filosofo Benedetto Croce a metà del XX secolo, mentre il secondo è entrato in uso nell'ultimo decennio dello stesso.
Il termine liberismo è spesso stato assimilato sin dalle origini crociane alle conseguenze economiche del pensiero politico liberale. Tuttavia, il liberalismo attribuisce all'autorità pubblica e al diritto proprio il compito (esclusivo) di difendere le libertà individuali, tra cui anche quelle economiche. L'essenza economica del liberalismo fu enunciata nel modo più esplicito dall'economista austriaco Eugen von Böhm-Bawerk: "Un mercato è un sistema giuridico, in assenza del quale l'unica economia possibile è la rapina di strada".


EVENTI: Neoliberista

Nel 1938 il filosofo francese Louis Rougier organizzò a Parigi un colloquio intitolato a nome del giornalista Walter Lippmann, basato appunto sulle idee di quest'ultimo, contrarie ad ogni forma di collettivismo.

Nel 1938 il filosofo francese Louis Rougier organizzò a Parigi un colloquio intitolato a nome del giornalista Walter Lippmann, basato appunto sulle idee di quest'ultimo, contrarie ad ogni forma di collettivismo.

Nel 1938 il filosofo francese Louis Rougier organizzò a Parigi un colloquio intitolato a nome del giornalista Walter Lippmann, basato appunto sulle idee di quest'ultimo, contrarie ad ogni forma di collettivismo.

Nel 1938 il filosofo francese Louis Rougier organizzò a Parigi un colloquio intitolato a nome del giornalista Walter Lippmann, basato appunto sulle idee di quest'ultimo, contrarie ad ogni forma di collettivismo.

Dal comunismo al neoliberismo, Gennaro Migliore passa a Italia viva

Dal comunismo al neoliberismo, Gennaro Migliore passa a Italia viva

Casoria, terra di Santi, ne vanta ben due, e voltagabbana, questi di certo non solo due. Già, perché questo Comune, non a caso roccaforte per anni di democristiani e socialisti, ha nel proprio Dna quello di partorire politicanti sempre pronti a salpare altrove. Ultimo esempio la Giunta in carica fino a pochi mesi fa, tenuta in piedi fino alle dimissioni del Sindaco grazie ad alcuni consiglieri d’opposizione passati nella maggioranza. Ribaltando di fatto il [...]

deleted

deleted

Solo tu puoi vedere in questa turbo macchina neoliberista e turbocapitalista eterodiretta dalla banche il "comunismo"..tanto quanto in un parlamentare di SEL mi dice un amico comunista amici vi prego, i comunisti italiani non sono comunisti

Solo tu puoi vedere in questa turbo macchina neoliberista e turbocapitalista eterodiretta dalla banche il "comunismo"..tanto quanto in un parlamentare di SEL mi dice un amico comunista amici vi prego, i comunisti italiani non sono comunisti  

Che cos’è, semplicemente, il neoliberismo

29/04/2016 di triskel182 Ieri un’amica economista, per divertirsi, ha calcolato che, per guadagnare quello che Marchionne prende in un anno, un voucherista italiano dovrebbe lavorare 2.500 anni tutti i 365 giorni dell’anno. Un rapporto 1 a 2.500, pertanto, ipotizzando generosamente che anche Marchionne non riposi nemmeno un giorno. Diceva Adriano Olivetti che «nessun dirigente, neanche il più alto in grado, deve guadagnare più di dieci volte l’ammontare [...]

FOTO: Neoliberista

Alexander Rüstow

Alexander Rüstow

Alexander Rüstow

Alexander Rüstow

Alexander Rüstow

Alexander Rüstow

Francia in fiamme per il "Jobs Act"

Francia in fiamme per il "Jobs Act"

Scritto da: G.B. il 31 marzo I cosiddetti Jobs Act sembrano piacere molto all'Europa e ai politici, meno ai cittadini che sono scesi in piazza per protestare contro la riforma del lavoro accusandola di voler rendere più semplici i licenziamenti. Il governo Valls però non sembra fermarsi di fronte a nulla e il mainstream accorre a difesa del ministro cercando, come al solito, di ridicolizzare chi protesta.  Sono tempi difficili quindi, cari cittadini, zitti e [...]

Islanda: se non riusciremo a pagare il debito… beh… non lo pagheremo

Islanda: se non riusciremo a pagare il debito… beh… non lo pagheremo

L'Islanda, piccolo paese senza esercito che conta circa 320.000 abitanti, ha annunciato che condizionerebbe il rimborso del suo debito alle sue "capacità di pagamento". Se l'attuale recessione perdura, l'Islanda valuta seriamente di non rimborsare i suoi debiti ai creditori, in maggioranza istituti bancari esteri. Anche se la portata di questa decisione deve essere valutata con cautela, tanto più che sarà necessario verificare se sarà effettivamente applicata, [...]

Wallerstein: «Il neoliberismo ha fatto il suo tempo. Ma dopo?»

di Giuseppe De Marzo su Il Manifesto del 17/05/2008 Al controvertice dei popoli di Lima, parla l'analista politico statunitense. Gli accordi commerciali sono una questione secondaria. L'idea del Nord di dominare il sud col Wto è tramontata Alla «Cumbre de los pueblos», il controvertice dei popoli in corso a Lima in contemporanea al summit internazionale Unione europea-America latina, incontriamo l'analista politico Immanuel Wallerstein, sociologo ed economista, [...]

Lavoro Precario

  LAVORO PRECARIO Un gruppo di disoccupati di Bilbao ha sviluppato una significativa linea di ragionamento sulla condizione dei lavoratori precari e su una futura organizzazione di questo settore socialmente maggioritario VERSO UNA MIGLIORE DEFINIZIONE DELLA SOCIETÀ NON ATTIVA Il fenomeno della disoccupazione non è un problema transitorio delle nostre società. In linea con le teorie neoliberiste che giustificano una struttura sociale divisa in tre terzi [...]

&id=HPN_Neo+liberismo_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Neo-liberismo" alt="" style="display:none;"/> ?>