New Weird

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

La scheda: New Weird

Il new weird è un sottogenere della narrativa fantastica, soprattutto fantasy, sviluppatosi a partire dagli anni novanta. Si caratterizza per la presenza di elementi fantasy (come la magia) mischiati con altri fantascientifici (come la tecnologia retrofuturistica o futuristica) e horror (come le atmosfere tetre) più o meno forti a seconda dell'opera, per l'"abbandonarsi al bizzarro" con creature e ambientazioni strane e originali, per il rigetto dei cliché tradizionali del fantasy classico, p...

Tutte le mie notti

Tutte le mie notti

Tutte le mie notti è un film di genere thriller del 2018, diretto da Manfredi Lucibello, con Barbora Bobulova e Benedetta Porcaroli. Uscita al cinema il 28 marzo 2019. Durata 81 minuti. Distribuito da 102 Distribution.DATA USCITA: 28 marzo 2019GENERE: ThrillerANNO: 2018REGIA: Manfredi LucibelloATTORI: Barbora Bobulova, Benedetta Porcaroli, Alessio Boni, Carolina ReyPAESE: ItaliaDURATA: 81 MinDISTRIBUZIONE: 102 DistributionTRAMA TUTTE LE MIE NOTTI:Tutte [...]

Wu Ming 1 a Primiero

Wu Ming 1 a Primiero

Siamo arrivati all'ultimo appuntamento della strepitosa rassegna "Colonialismo e migrazione" organizzata dagli amici de "La Bottega dell'arte" e alla quale anche noi abbiamo cercato di dare una mano! Finale col botto, come si dice, con uno degli scrittori più famosi a livello nazionale, Wu Ming 1, parte di quel collettivo di scrittori di grande livello, nato come Luther Blisset e che dal 2000 si è ribattezzato Wu Ming! Attraverso le sue parole e partendo da uno [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

The Good, the Bad, the Weird: “DEATH NOTE” (2017)

The Good, the Bad, the Weird: “DEATH NOTE” (2017)

Death Note 2006 Alla fine del 2003 vedeva la luce in Giappone un manga che sarebbe diventato popolarissimo nello spazio di breve tempo, il suo nome era “Death Note”. Scritto da Tsugumi Oba e disegnato da Takeshi Obata riuscì a vendere la bellezza di 27 milioni di copie in cinque anni. Questo grande successo diede il via a light novels, dorama, un cartone animato e quattro film live [...]

Giovanni Carrù: “Strepitus Silentii… le notti delle catacombe”

Giovanni Carrù: “Strepitus Silentii… le notti delle catacombe”

 “Le catacombe di S. Giovanni a Siracusa, tra le più estese e suggestive del territorio siciliano, sono, ogni anno, illuminate dalla emozionante iniziativa, definita, in maniera assai significativa, Strepitus silentii ed organizzata dal gruppo dei giovani, che fanno capo alla società Kairos, in perfetta sintonia con la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, l’Ente Vaticano che si occupa della custodia, della tutela e della valorizzazione delle [...]

ALTAI di Wu Ming

ALTAI di Wu Ming

Voto da 1 a 5 ( 5 Ottimo ) Un romanzo storico veramente bello , intrecci di potere tra la Serenissima e l'impero Turco . Anche se non è strettamente necessario consiglio di leggere prima "Q" di Blissett.

Wu Ming - Asce di guerra

Wu Ming - Asce di guerra

  Certi uomini sono quello che i tempi richiedono. Si battono, a volte muoiono, per cose che prima di tutto riguardano loro stessi. Compiono scelte che il senno degli altri e il senno di poi stringono nella morsa tra diffamazione ed epica di stato. Scelte estreme, fatte a volte senza un chiaro perché, per il senso dell’ingiustizia provata sulla pelle, per elementare e sacrosanta volontà di riscatto. La retorica degli alzabandiera e la mitologia istituzionale [...]

Wu Ming 2 - Guerra agli umani

Wu Ming 2 - Guerra agli umani

  Personaggi irresistibili, un intreccio magistrale, ritmo da film di Kitano, comicità e suspense, sullo sfondo di una critica feroce e sapiente a una civiltà che si autodivora e non sa rinnovare le proprie risorse. Direttamente dal futuro, il primo romanzo della nuova civiltà troglodita. L'esordio di Wu Ming 2, uno dei cinque cervelli del collettivo Wu Ming, autore di Q, 54 e Giap! Le avventure di Marco -Walden-, aspirante supereroe, che senza rinunciare al [...]

wu ming

wu ming

Wu Ming è un marchio, due ideogrammi che significano “nessun nome”. Dietro ci sono cinque scrittori: i fondatori Roberto Bui, Giovanni Cattabriga, Luca Di Meo, Federico Guglielmi (membri del Luther Blissett Project dal ’94 al ’99) e Riccardo Pedrini. Sono un “collettivo di agitatori della scrittura”, una “impresa indipendente di servizi narrativi” e il loro wu ming è un “laboratorio di design letterario”, dove in primo piano c’è la [...]

Wu Ming Havana glam

Wu Ming Havana glam

  Anno 2045. Dopo la guerra totale del 2021, un semi-clandestino governo degli Stati Uniti esercita il proprio futile dominio su un pianeta quasi completamente devastato, il cui emisfero boreale è immerso nell'inverno atomico e quello australe scosso da conflitti regionali (come quello tra India e Pakistan). La tecnologia del 2045 - supportata dalla mobilitazione degli "empati" già comparsi in Libera Baku ora – rende tecnicamente possibili i viaggi nel tempo, [...]

Wu Ming intervista

...da un'intervista con Wu Ming (A propsito di "54")... all'inizio volevamo parlare del "caso Montesi". Ci siamo tuffati nei microfilm dei giornali d'epoca, e quelle pellicole graffiate, quei titoli un po' sfocati, quegli accostamenti tra notizie estranee l'una all'altra (Lucky Luciano, Trieste, i test atomici etc.), insomma tutta la catena di eventi di quell'anno... Un vero shock cognitivo. Il caso Montesi è arretrato sullo sfondo, ed è emerso tutto il resto. Il [...]

The Good, the Bad, the Weird: “THE RAID” (2015)

The Good, the Bad, the Weird: “THE RAID” (2015)

Domani, in quel di Udine, comincia il notevolissimo FEFF, ovvero il Festival di cinema asiatico più importante d'Europa. Tra le varie chicche di quest'anno (e qui piccola digressione poichè  mi preme segnalare la proiezione di sei film restaurati del maestro Yasujiro Ozu) si segnala la presenza del film indonesiano "'The Raid 2: Berandal'", esplosivo sequel del super action "The Raid: Redemption". Quest'ultimo uscì nel 2011 suscitando grande clamore presso [...]

The Good, the Bad, the Weird: "EQUALS" (2015)

The Good, the Bad, the Weird: "EQUALS" (2015)

Nel 2000 non sorge il sole Correva l’anno 1948 e George Orwell, infastidito dalla tendenza totalitaria assunta dagli intellettuali occidentali, cominciò, avendo ben presente il precedente lavoro di Zamjatin, la stesura del romanzo distopico per antonomasia, ovvero “1984”.  Il popolare romanzo ebbe due trasposizioni cinematografiche: nel 1956 con la firma di Michael Anderson intitolato [...]

The Good, the Bad, the Weird: "POINT BREAK" (2015)

The Good, the Bad, the Weird: "POINT BREAK" (2015)

Era il 1991 e una regista quarantenne, ex moglie di James "Titanic" Cameron, dopo aver firmato la regia di un buon horror (Il buio si avvicina, 1987) e di un action- thriller discreto (Blue Steel - Bersaglio Mortale, 1990), faceva il botto con una pellicola a base di rapine e surf. I protagonisti principali erano due: uno già famosissimo dopo i successi di "Dirty Dancing"  (1987) e "Ghost" (1990); l'altro, un avvenente giovanotto d'origine libanese, al [...]

The Good, the Bad, the Weird: "POLTERGEIST" (2015)

The Good, the Bad, the Weird: "POLTERGEIST" (2015)

 Correva l'anno 1982 e da un'idea di Steven Spielberg, sotto la direzione del grande Tobe Hooper (Non aprite quella porta, 1974), vedeva la luce "Poltergeist - Demoniache presenze". La storia era quella della famiglia Freeling che si trovava al centro di angoscianti e sconcertanti eventi paranormali culminanti nell'inghiottimento della giovane figlia Carol, risucchiata dentro il televisore di casa. La pellicola, pur non avendo la stessa cattiveria delle opere [...]

The Good, the Bad, the Weird: "ALLUCINAZIONE PERVERSA" (2014)

The Good, the Bad, the Weird: "ALLUCINAZIONE PERVERSA" (2014)

Nel 1990 Adrian Lyne, rinomato regista di celebri film prurigginosi divenuti campioni d'incasso ("9 settimane e mezzo", 1986 e "Attrazione fatale", 1987), venne conquistato da un'originale  sceneggiatura del "papà" del popolarissimo "Ghost", Bruce Joel Rubin. Fu così che venne alla luce "Allucinazione perversa" (ignobile storpiatura de "Jacob's ladder"). La pellicola, piccolo prodotto drammatico - orrorifico -  surreale che consiglio, vedeva protagonista [...]

The Good, the Bad, the Weird: "ROBOCOP" (2014)

The Good, the Bad, the Weird: "ROBOCOP" (2014)

Negli Stati Uniti, verso la fine degli anni novanta, emerse un regista olandese, il suo nome era Paul Verhoeven; l'opera che gli diede notorietà fu "RoboCop - Il futuro della legge" (1987). Questa ironica pellicola, ambientata in un futuro distopico, raccontava la storia Alex Murphy, marito devoto e probo poliziotto che, dopo essere stato quasi ucciso da un manipolo di criminali, veniva "resuscitato" mediante l'aggiunta di parti meccaniche, divenendo un vero e [...]

The Good, the Bad, the Weird: "IL CORVO" (2014)

The Good, the Bad, the Weird: "IL CORVO" (2014)

Era l'inizio degli anni novanta (1994) quando, da una struggente graphic novel ideata da James O'Barr, il regista Alex Proyas trasse uno dei maggiori cult degli ultimi trent'anni, ovvero "Il corvo". Vuoi per la storia di amore e vendetta, vuoi per la tragica scomparsa sul set del suo protagonista, Brandon Lee, il film colpì nel profondo  l'immaginario degli spettatori e battute come "non può piovere per sempre", sono scolpite indelebilmente [...]

The Good, the Bad, the Weird: OLDBOY (2013)

The Good, the Bad, the Weird: OLDBOY (2013)

Il materiale stavolta scotta da morire e la patata bollente è stata affidata alle sapienti mani di Spike Lee. Sto parlando del remake (il primo per Spike) di un film che si è rivelato fondamentale per il lancio, in grande stile, della cinematografia sudcoreana, l'incredibile "Oldboy" (tratto dall'omonimo manga) del geniale maestro Park Chan - wook. Era il 2003 ed il regista coreano (qui anche sceneggiatore), consegnava al pubblico il secondo capitolo della sua [...]

&id=HPN_New+Weird_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Categoria:New{{}}Weird" alt="" style="display:none;"/> ?>