Nikita Krusciov

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

Krouchtchev

La scheda: Krouchtchev

«Ci interessa sapere come il culto della persona di Stalin sia andato continuamente crescendo e sia divenuto, a un dato momento, fonte di tutta una serie di gravissime deviazioni dai principi del partito, dalla democrazia del partito e dalla legalità rivoluzionaria»
Nikita Sergeevič Chruščëv (in russo: Никита Сергеевич Хрущёв? e in ucraino: Хрущов Микита Сергійович?, spesso trascritto in italiano come Krusciov /nʲɪˈki.tə sʲɪrˈgʲe.jɪ.vʲɪ̈ʧʲ xrʊˈʃʲːof/ ascolta, Kalinovka, 15 aprile 1894 – Mosca, 11 settembre 1971) è stato un politico e militare sovietico.
Dopo le lunghe lotte per il potere seguite alla morte di Iosif Stalin (1953) e il breve periodo di leadership di Georgij Malenkov, Chruščëv divenne il leader dell'Unione Sovietica. Fu il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica (PCUS, in carica dal 1953 al 1964) a denunciare pubblicamente i crimini di Stalin, dando avvio alla cosiddetta "destalinizzazione", e anche il primo leader sovietico a visitare gli Stati Uniti (il 15 settembre 1959), paese con cui intese stabilire un rapporto di pacifica coesistenza.


Mercedesz Henger e Lucas Peracchi, dalla crisi alla convivenza: «Andiamo a vivere in campagna»

Mercedesz Henger e Lucas Peracchi, dalla crisi alla convivenza: «Andiamo a vivere in campagna»

Dopo aver attraversato un periodo di crisi e lontananza Mercedesz Henger e Lucas Peracchi sono tornati insieme e ora sono pronti alla convivenza. L’ex naufraga, figlia di Eva Henger e Riccardo Schicchi, si trasferirà per amore dell'ex tronista nella campagna vicino a Piacenza. Ad annunciarlo la stessa Mercedesz ospite a “Pomeriggio Cinque”, condotto dall’indaffaratissima Barbara d’Urso. La scelta del posto dove vivere era stata alla base della loro [...]

deleted

deleted

EVENTI: Krouchtchev

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1908, la sua famiglia si trasferì a Juzovka, in Ucraina (oggi Donec'k).

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1934 divenne Primo Segretario del gorkom moscovita del partito Comunista dell'Unione Sovietica, e secondo segretario dell'obkom (comitato regionale, in russo областной комиетет) sempre di Mosca.

Dal 1934 Chruščëv fu membro effettivo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Nel 1959 Richard Nixon, allora Vicepresidente degli Stati Uniti, trascorse le sue vacanze in Unione Sovietica, inviato dal presidente Eisenhower per inaugurare l'Esposizione Nazionale Americana a Mosca.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Il 27 marzo 1958 Chruščëv rimpiazzò Bulganin come primo ministro dell'Unione Sovietica e si stabilì come unico capo dello Stato e del partito.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel gennaio del 1938 fu nominato come "facente funzione" di primo segretario del comitato centrale del Partito Comunista Ucraino, in sostituzione dei precedenti membri falcidiati dalle persecuzioni staliniane del 1937-1938.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1961 Chruščëv approvò poi il piano per la costruzione del muro di Berlino proposto da Walter Ulbricht, leader della Repubblica Democratica Tedesca, allo scopo di arrestare le ormai massicce emigrazioni clandestine verso l'Occidente.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Nel 1931 passò per le segreterie dei rajkom (comitati distrettuali, in russo районные комитеты, sing.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

Il 15 ottobre 1964 il Presidio del Soviet Supremo accettò le dimissioni di Chruščëv da premier dell'Unione Sovietica.

deleted

deleted

Inizio della CONVIVENZA!

Non so perchè inizio a scrivere un diario proprio oggi, dopo l'inizio del nuovo mese, il secondo giorno, strano no?Di solito bisogna cominciare dal principio, eppure io non sono una che comincia mai bene, disconnessa un po' da quello che mi succede, quando me ne rendo conto è già troppo tardi, tutta colpa di una vita alla ricerca dell'equilibrio stando da sola, per trovare me stessa, senza altri casini... Eppure ieri tutto è cambiato, i miei equilibri dipendono [...]

Contro il terrorismo lo sportpertutti mette in campo i valori del dialogo e della convivenza

"In momenti come questi è importante che la comunità internazionale si ritrovi e reagisca fermamente alla violenza e al terrorismo con gli strumenti della democrazia e della politica, siamo costernati di fronte agli attentati di Londra ed esprimiamo solidarietà alle vittime, ai familiari e alla popolazione inglese. La condanna del terrorismo deve essere ferma e inequivocabile, anche se temo che i tempi per sconfiggerlo non saranno purtroppo brevi. E' necessario [...]

Mercedesz Henger e Lucas Peracchi, dalla crisi alla convivenza: «Andiamo a vivere in campagna»

Mercedesz Henger e Lucas Peracchi, dalla crisi alla convivenza: «Andiamo a vivere in campagna»

Dopo aver attraversato un periodo di crisi e lontananza Mercedesz Henger e Lucas Peracchi sono tornati insieme e ora sono pronti alla convivenza. L’ex naufraga, figlia di Eva Henger e Riccardo Schicchi, si trasferirà per amore dell'ex tronista nella campagna vicino a Piacenza. Ad annunciarlo la stessa Mercedesz ospite a “Pomeriggio Cinque”, condotto dall’indaffaratissima Barbara d’Urso. La scelta del posto dove vivere era stata alla base della loro [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Krouchtchev

Nikita_Sergeevič_Chruščëv

Nikita_Sergeevič_Chruščëv

Krushchev

Krushchev

Chruschtschow

Chruschtschow

Nikita_Sergeyevich_Khrushchev

Nikita_Sergeyevich_Khrushchev

Khrushchev

Khrushchev

Nikita_Khruščёv

Nikita_Khruščёv

Krusciov

Krusciov

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Siamo proprio sicuri che è stato Putin a far fuori Nemtsov? di Eugenio Orso

Se qualche ora prima del misterioso omicidio avessero chiesto all’uomo della strada italiano, europeo o anche americano “chi è Boris Nemtsov?”, questo sarebbe caduto dalle nuvole e avrebbe pensato a un trabocchetto, o addirittura alla solita, usurata e fastidiosa candid camera. Timoroso di fare la figura dell’ignorante, magari fidando sulla fortuna, il suddetto avrebbe potuto rispondere “un astrofisico russo, candidato al nobel” … Per la verità, [...]

Sarajevo? - E chi lo sa - L'assassinio di Boris Nemtsov

I gufi, direbbe il "nostro", continuano a prospettare il pericolo, o addirittura la realtà, della terza guerra mondiale. Quella vera, non quella "fredda", che appunto è rimasta fredda come guerra mondiale, anche se è stata molto "calda" per i paesi "periferici" dove è stata combattuta. Valga per tutti l'esempio del Vietnam, dove è stata così calda che gli americani vi bruciavano interi villaggi col napalm. E neppure sarebbe più quella "a pezzetti" evocata a [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Inizio della CONVIVENZA!

Non so perchè inizio a scrivere un diario proprio oggi, dopo l'inizio del nuovo mese, il secondo giorno, strano no?Di solito bisogna cominciare dal principio, eppure io non sono una che comincia mai bene, disconnessa un po' da quello che mi succede, quando me ne rendo conto è già troppo tardi, tutta colpa di una vita alla ricerca dell'equilibrio stando da sola, per trovare me stessa, senza altri casini... Eppure ieri tutto è cambiato, i miei equilibri dipendono [...]

&id=HPN_Nikita+Krusciov_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Khruščëv" alt="" style="display:none;"/> ?>