Non era la RAI

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Non è la RAI

La scheda: Non è la RAI

100 min (1991 - febbraio 1992)
70 min (febbraio - dicembre 1992)
90 min (gennaio 1993 - 1995)
Enrica Bonaccorti (1991-1992)
Paolo Bonolis (1992-1993)
Ambra Angiolini (1993-1995)
Paolo Ormi (1991-1993)
Stefano Magnanensi (1994-1995)
Marina Cinti (1991-1994)
Pamela Petrarolo (1994-1995)
«Ma com'è bello qui, ma com'è grande qui, ci piace troppo ma... Non è la Rai!»
Non è la Rai è stato un programma televisivo italiano ideato da Gianni Boncompagni e Irene Ghergo e diretto dallo stesso Boncompagni, andato in onda dal 9 settembre 1991 al 30 giugno 1995 per quattro edizioni. La trasmissione, fenomeno di costume degli anni novanta, andava in onda in diretta dallo studio 1 del Centro Safa Palatino di Roma e protagonisti del varietà erano balletti, giochi telefonici e canzoni, tutti eseguiti da un gruppo di ragazze adolescenti o poco più. La prima edizione del programma è stata condotta da Enrica Bonaccorti, la seconda da Paolo Bonolis e le ultime due da Ambra Angiolini.
Prima trasmissione di intrattenimento a frequenza quotidiana delle reti Fininvest ad impiegare la diretta, ha lanciato personaggi importanti del mondo del teatro, della musica, del cinema e della televisione ed è andato in onda su Canale 5 nella sua prima edizione e per parte della seconda, per poi trovare il massimo successo su Italia 1, dove fu spostato nel gennaio del 1993. Alcune delle protagoniste dello show hanno iniziato lì le loro carriere di attrici, cantanti, conduttrici televisive e attrici comiche, tra cui Laura Freddi, Sabrina Marinangeli, Stella Rotondaro, Pamela Petrarolo, Alessia Mancini, Alessia Merz, Antonella Elia, Romina Mondello, Yvonne Sciò, Antonella Mosetti, Veronika Logan, Nicole Grimaudo, Cristina Quaranta, Sabrina Impacciatore, Claudia Gerini, Lucia Ocone, Emanuela Panatta, Miriana Trevisan, Barbara Gilbo, Alessia Barela, Karin Proia, Veronica Cannizzaro, Annalisa Mandolini, Maria Monsè, Francesca Pettinelli, Angela Di Cosimo, Ilaria Galassi e la stessa Ambra Angiolini. Ha riscosso molte critiche e altrettanto successo, testimoniato dall'assortito merchandising composto da dischi, diari, album di figurine, quaderni e altro.


RAI 5

RAI 5

  STAVO GUARDANTO RAI 5 ... ERA TEMPO CHE ERO LONTANODA QUESTE TRE LETTERE ... SCELTA PERSONALE ..SI INTENTEMA ERA ORA CHE UN PROGRAMMA PARLASSE DI MUSICAINTERVISTANDO GLI ARTISTI DEL TEMPO ... INSOMMAUN PROGRAMMA DI CULTURA MUSICALE  MA A TE' .. CHETTEFREGA DELLA CULTURA ?? TU RUBI E BASTA !  

Rai movie chiude da popcorntv

Rai Movie chiude: l'ennesima follia della nuova Rai Il nuovo piano industriale dell'AD Salini prevede la chiusura dei canali Rai Movie e Rai Premium: numeri alla mano, un autentico suicidio 3189 Rai Movie e Rai Premium chiudono, stando a quanto trapelato dal nuovo piano industriale dell'AD Fabrizio Salini. Il canale Rai dedicato al cinema 24 ore su 24 e quello che propone in replica fiction, serie, tv movie, soap e varietà sono finiti nel mirino del progetto di [...]

Rai, Fazio fuori dal palinsesto di Rai 1

Rai, Fazio fuori dal palinsesto di Rai 1

Mentre è scoppiato il caos per la notizia della prossima chiusura di Rai Movie e Rai Premium, nella tv di Stato tiene banco anche l'indiscrezione, riportata da Dagospia, secondo cui 'Che tempo che fa', la trasmissione ideata e condotta da Fabio Fazio, potrebbe uscire dai palinsesti di Rai 1. Secondo l'indiscrezione, 'Che tempo che fa' non sarebbe prevista nei palinsesti della rete ammiraglia per il prossimo autunno, presumibilmente su pressione del governo [...]

Rai chiude Rai Movie e Rai Premium, ma i numeri sono positivi

Rai chiude Rai Movie e Rai Premium, ma i numeri sono positivi

Due canali di genere prenderebbero il posto di Rai Movie e Rai Premium, fiori all’occhiello nella trasmissione di serie tv e film. Che le serie televisive abbiano attirato la curiosità di giovani e adulti è ormai cosa nota. Gli appassionati di serie tv (ma anche di film) sono a caccia di novità e senza arrivare a dover attivare un abbonamento a piattaforme in streaming che forniscono proprio questo servizio, è possibile far riferimento a due canali [...]

Vicenza, tagliate le gomme dell'auto di una troupe Rai

Vicenza, tagliate le gomme dell'auto di una troupe Rai

Durante un servizio a Rosà, in provincia di Vicenza, ignoti hanno tagliato le gomme dell’automobile di una troupe Rai. Come riporta l”Ansa’, il giornalista Matteo Mohorovicich e un operatore stavano documentando l’inquinamento da idrocarburi e cromo esavalente in un ruscello. Quando sono tornati alla loro auto, l’hanno ritrovata con le quattro gomme tagliate. Il fatto è stato denunciato. Il Cdr della Tgr Veneto, Usigrai e Sindacato Giornalisti Veneto [...]

Casting Rai-Mediaset ad aprile 2019: candidature e posizioni aperte

Casting Rai-Mediaset ad aprile 2019: candidature e posizioni aperte

Ad aprile al via numerosi casting in Rai e in Mediaset. Se vuoi lavorare in tv o partecipare a qualche programma come concorrente, di seguito troverai la lista dei ruoli attualmente ricercati dalle due maggiori emittenti televisive italiane. Casting Rai-Mediaset ad aprile 2019: Rai ricerca nuovi protagonisti per programmi tv Attualmente Rai Casting ricerca partecipanti per i programmi Reazione a catena, Detto fatto e I soliti ignoti – Il ritorno. Come [...]

Fico: "La Rai dev'essere totalmente indipendente"

Fico: "La Rai dev'essere totalmente indipendente"

Il presidente della Camera al Festival del giornalismo: "E' energetico"

Troupe Rai aggredita da nomadi a Prato

Troupe Rai aggredita da nomadi a Prato

(ANSA) – PRATO, 4 APR – Una troupe del Tgr Rai della Toscana, composta da una giornalista e un’operatrice, è stata aggredita oggi a Paperino, alla periferia di Prato, da dei nomadi mentre stava registrando un servizio all’indomani del sequestro di una discarica abusiva nei pressi di alcuni insediamenti. La troupe ha sporto denuncia per percosse. Per allontanare la troupe sarebbe stata utilizzata una canna di bambù. Il ministro dell’Interno Matteo [...]

Lamberto Sposini dopo otto anni aspetta un risarcimento dalla Rai

Lamberto Sposini dopo otto anni aspetta un risarcimento dalla Rai

La famiglia di Lamberto Sposini a quasi otto anni dal malore che cambiò la vita del presentatore, oggi la famiglia lancia velate accuse alla Rai. In quel drammatico 29 aprile del 2011, un ictus e un'emorragia cerebrale colpirono il giornalista, dopo il parziale recupero e le difficoltà fisiche e di autosufficienza, è iniziata una battaglia legale tra Sposini e la sua famiglia da un lato e la Rai dall'altro. I familiari vogliono infatti accertare i ritardi e le [...]

Lamberto Sposini la famiglia lancia delle accuse alla Rai

Lamberto Sposini la famiglia lancia delle accuse alla Rai

Dopo quasi otto anni dal malore che cambiò la vita al presentatore Lamberto Sposini, la famiglia lancia velate accuse alla Rai. In quel drammatico 29 aprile del 2011, un ictus e un'emorragia cerebrale colpirono il giornalista, dopo il parziale recupero e le difficoltà fisiche e di autosufficienza, è iniziata una battaglia legale tra Sposini e la sua famiglia da un lato e la Rai dall'altro. I familiari vogliono infatti accertare i ritardi e le negligenze [...]

FOTO: Non è la RAI

Non_è_la_rai

Non_è_la_rai

Non_era_la_RAI

Non_era_la_RAI

Non_è_la_RAI

Non_è_la_RAI

L'ideatore e regista Gianni Boncompagni (a destra) in una foto del 1975, con Renzo Arbore. Una delle canzoni della loro trasmissione radiofonica Alto gradimento, No, non è la Bbc, ispirò il nome e la sigla della prima stagione del programma.[4]

L'ideatore e regista Gianni Boncompagni (a destra) in una foto del 1975, con Renzo Arbore. Una delle canzoni della loro trasmissione radiofonica Alto gradimento, No, non è la Bbc, ispirò il nome e la sigla della prima stagione del programma.[4]

L'ideatore e regista Gianni Boncompagni (a destra) in una foto del 1975, con Renzo Arbore. Una delle canzoni della loro trasmissione radiofonica Alto gradimento, No, non è la Bbc, ispirò il nome e la sigla della prima stagione del programma.[4]

L'ideatore e regista Gianni Boncompagni (a destra) in una foto del 1975, con Renzo Arbore. Una delle canzoni della loro trasmissione radiofonica Alto gradimento, No, non è la Bbc, ispirò il nome e la sigla della prima stagione del programma.[4]

L'ideatore e regista Gianni Boncompagni (a destra) in una foto del 1975, con Renzo Arbore. Una delle canzoni della loro trasmissione radiofonica Alto gradimento, No, non è la Bbc, ispirò il nome e la sigla della prima stagione del programma.[4]

L'ideatore e regista Gianni Boncompagni (a destra) in una foto del 1975, con Renzo Arbore. Una delle canzoni della loro trasmissione radiofonica Alto gradimento, No, non è la Bbc, ispirò il nome e la sigla della prima stagione del programma.[4]

L'ideatore e regista Gianni Boncompagni (a destra) in una foto del 1975, con Renzo Arbore. Una delle canzoni della loro trasmissione radiofonica Alto gradimento, No, non è la Bbc, ispirò il nome e la sigla della prima stagione del programma.[4]

L'ideatore e regista Gianni Boncompagni (a destra) in una foto del 1975, con Renzo Arbore. Una delle canzoni della loro trasmissione radiofonica Alto gradimento, No, non è la Bbc, ispirò il nome e la sigla della prima stagione del programma.[4]

Lamberto Sposini dopo tanti anni aspetta un risarcimento dalla Rai

Lamberto Sposini dopo tanti anni aspetta un risarcimento dalla Rai

Dopo quasi otto anni dal malore che cambiò la vita di Lamberto Sposini, la famiglia lancia velate accuse alla Rai. In quel drammatico 29 aprile del 2011, un ictus e un'emorragia cerebrale colpirono il giornalista, dopo il parziale recupero e le difficoltà fisiche e di autosufficienza, è iniziata una battaglia legale tra Sposini e la sua famiglia da un lato e la Rai dall'altro. I familiari vogliono infatti accertare i ritardi e le negligenze dell'azienda [...]

Lamberto Sposini, la famiglia accusa: «Dalla Rai tutto tace». Quel commovente retroscena dalla D'Urso

Lamberto Sposini, la famiglia accusa: «Dalla Rai tutto tace». Quel commovente retroscena dalla D'Urso

A quasi otto anni dal malore che cambiò la vita di Lamberto Sposini, la famiglia lancia velate accuse alla Rai. In quel drammatico 29 aprile del 2011, un ictus e un'emorragia cerebrale colpirono il giornalista, allora conduttore su Raiuno de La Vita in Diretta: da allora, dopo il parziale recupero e le difficoltà fisiche e di autosufficienza, è iniziata una battaglia legale tra Sposini e la sua famiglia da un lato e la Rai dall'altro. I familiari vogliono [...]

Truffa alla Rai, gettoni oro mai coniati

Truffa alla Rai, gettoni oro mai coniati

(ANSA) – ROMA, 4 APR – Hanno fatturato alla Rai i gettoni d’oro destinati ad alcune delle trasmissioni più popolari,da ‘Uno mattina’ a ‘I fatti vostri’, da ‘La prova del cuoco’ a ‘Affari tuoi’. Ma in realtà non li hanno mai coniati e ora rischiano di essere processati per truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture. La procura di Roma ha chiuso l’indagine nei confronti di cinque tra dirigenti ed ex dirigenti dell’Istituto [...]

Lamberto Sposini la famiglia accusa la Rai

Lamberto Sposini la famiglia accusa la Rai

A quasi otto anni dal malore che cambiò la vita di Lamberto Sposini, la famiglia lancia velate accuse alla Rai. In quel drammatico 29 aprile del 2011, un ictus e un'emorragia cerebrale colpirono il giornalista, dopo il parziale recupero e le difficoltà fisiche e di autosufficienza, è iniziata una battaglia legale tra Sposini e la sua famiglia da un lato e la Rai dall'altro. I familiari vogliono infatti accertare i ritardi e le negligenze dell'azienda [...]

Gettoni d'oro mai coniati, Rai truffata per 700mila euro

Gettoni d'oro mai coniati, Rai truffata per 700mila euro

Fatturavano alla Rai i gettoni d’oro destinati ad alcune delle trasmissioni più popolari, da “Uno mattina” a “I fatti vostri”, da “La prova del cuoco” a “Affari tuoi”. Ma in realtà le monete non erano mai state coniate. Cinque dirigenti ed ex dirigenti dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Spa ora rischiano di essere processati per truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture. La procura di Roma ha chiuso l’indagine nei loro [...]

Lamberto Sposini, a 8 anni dal malore nessun risarcimento dalla Rai

Lamberto Sposini, a 8 anni dal malore nessun risarcimento dalla Rai

La vita di Lamberto Sposini è cambiata radicalmente da quando il 29 aprile 2011 è stato colpito da un’emorragia cerebrale. A 8 anni dal malore non si è ancora trovato un accordo con la Rai sul risarcimento richiesto dal giornalista per i ritardi e la negligenza con cui gli è stato prestato soccorso e che hanno gravemente compresso il suo stato di salute. Quando Sposini si è sentito male, si trovava infatti negli studi della tv di Stato, pronto per la [...]

Truffa alla Rai, gettoni d'oro per premio mai coniati dalla Zecca

Truffa alla Rai, gettoni d'oro per premio mai coniati dalla Zecca

Roma, 4 apr. (askanews) - Cinque, tra funzionari ed ex funzionari dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza per "truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture". I cinque facevano coniare i gettoni d'oro da consegnare ai vincitori di concorsi a premio, in trasmissioni Rai come "Uno Mattina", "I Fatti vostri", "La prova del cuoco e "Affari tuoi", solo nel caso in cui gli aventi diritto rifiutassero la proposta [...]

Rai truffata dalla Zecca, a rischio processo i dirigenti

Rai truffata dalla Zecca, a rischio processo i dirigenti

Sono a rischio processo cinque persone, tra dirigenti ed ex dirigenti della Zecca, per una truffa che avrebbe provocato alla Rai 700mila euro di danni. Secondo quanto riportato da Ansa, avrebbero fatturato alla Rai i gettoni d’oro utilizzati come premi da diverse trasmissioni, come “Uno mattina”, “I fatti vostri”, “La prova del cuoco”; tuttavia, una parte di questi gettoni non sarebbe mai stata coniata. Gettoni d’oro fantasma Potrebbero quindi [...]

Luttazzi in Rai per ipotesi programma

Luttazzi in Rai per ipotesi programma

(ANSA) – ROMA, 1 APR – A 18 anni dalla bufera Satyricon, a 17 dal cosiddetto editto bulgaro di Silvio Berlusconi, Daniele Luttazzi si è rivisto a Viale Mazzini, dove ha incontrato il direttore di Rai2 Carlo Freccero, che fin dall’arrivo alla guida della seconda rete aveva parlato dell’idea di riportare l’attore in Rai. Il colloquio è durato circa un’ora e mezza: sul tavolo, un progetto satirico in otto puntate. Se ci saranno le condizioni, il [...]

Simona Ventura: quando mi chiamò la Rai ero in pigiama anti-sesso

Simona Ventura: quando mi chiamò la Rai ero in pigiama anti-sesso

Roma, 1 apr. (askanews) - Simona Ventura sancisce il suo ritorno in Rai andando ospite di Che Tempo che Fa di Fabio Fazio che le fa trovare ad accoglierla la poltrona grande rossa e girevole emblema di The Voice of Italy, che la vedrà al timone dal 23 aprile su Rai2. "Questa volta non sarò giudice ma conduttrice - dice Ventura - torno in Rai con grande entusiasmo. L'emozione è grandissima. Era il momento giusto per tornare, ho accettato la grande telefonata [...]

&id=HPN_Non+era+la+RAI_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Non{{}}è{{}}la{{}}RAI" alt="" style="display:none;"/> ?>