Palmiro Togliatti

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Salemi
In rilievo

Salemi

Palmiro Togliatti

La scheda: Palmiro Togliatti

Palmiro Michele Nicola Togliatti (Genova, 26 marzo 1893 – Jalta, 21 agosto 1964) è stato un politico italiano, guida storica del Partito Comunista Italiano. Nel 1930 prese la cittadinanza sovietica.
Fu uno dei membri fondatori del Partito Comunista d'Italia e, dal 1927 fino alla morte, segretario e capo indiscusso del Partito Comunista Italiano (con un'interruzione dal 1934 al 1938), del quale era stato il rappresentante all'interno del Comintern (di qui, per le sue capacità di mediatore fra le varie anime del partito, lo pseudonimo di «giurista del Comintern» attribuitogli da Lev Trotskij), l'organizzazione internazionale dei partiti comunisti d'osservanza moscovita. Anche di questo organismo Togliatti fu uno degli esponenti più rappresentativi e, dopo che esso fu sciolto nel 1943 e sostituito dal Cominform nel 1947, rifiutò la carica di segretario generale, offertagli direttamente da Stalin nel 1951, preferendo restare alla testa del partito in Italia e cominciando a nutrire dei dubbi sulla politica del leader sovietico, fatto che gli farà approvare in pieno la linea di Nikita Chruščëv al XX congresso del PCUS (1956).
Dal 1944 al 1945 ricoprì la carica di vicepresidente del Consiglio e dal 1945 al 1946 quella di ministro di grazia e giustizia nei governi che ressero l'Italia dopo la caduta del fascismo. Membro dell'Assemblea Costituente, dopo le elezioni politiche del 1948 guidò il partito all'opposizione rispetto ai vari governi che si succedettero sotto la guida della Democrazia Cristiana, proponendo la "via italiana al socialismo", cioè la realizzazione del progetto comunista tramite la democrazia, ripudiando l'uso della violenza e applicando la Costituzione italiana in ogni sua parte.
Sopravvissuto ad un attentato nel 1948, Togliatti morì nel 1964, durante un periodo di vacanza che stava trascorrendo in Crimea sul Mar Nero, nell'allora Unione Sovietica.


Togliatti e la democrazia italiana da fuoripagina.it

Togliatti e la democrazia italiana da fuoripagina.it

Togliatti e la democrazia italianaPOSTED BY: VINDICE LECIS 17 GENNAIO 2018di Vindice LecisPalmiro Togliatti è stato uno dei fondatori e, successivamente, il capo del più importante partito comunista dell’Occidente e tra i principali padri costituenti dell’Italia repubblicana. A lui dobbiamo l’intuizione della costruzione di una democrazia di tipo nuovo, ancorando i destini del suo partito all’orizzonte della funzione nazionale della classe operaia [...]

Togliatti di Pietro Ingrao

Togliatti di Pietro Ingrao

Quando Togliatti minacciò: “Volete farmi fuori? Bene, provateci…” 22 novembre 2017 |In Storie |Di Pietro Ingrao   La vicenda del 1956 scatenò nel Pci lotte, crisi, burrasche che si prolungarono fino a tutti gli anni Sessanta, sino alla radiazione del gruppo de «il manifesto». L’avversario politico e la stampa borghese non se ne avvidero o colsero solo alcuni momenti più clamorosi, avvezzi a misurare le vicende del Pci con un metro molto [...]

EVENTI: Palmiro Togliatti

Nel 1919 il Partito socialista era in piena espansione di consensi elettorali, particolarmente nel capoluogo piemontese, dove lo sviluppo industriale aveva creato un forte nucleo operaio.

Nel 1919 il Partito socialista era in piena espansione di consensi elettorali, particolarmente nel capoluogo piemontese, dove lo sviluppo industriale aveva creato un forte nucleo operaio.

Dal 1944 al 1945 ricoprì la carica di vicepresidente del Consiglio e dal 1945 al 1946 quella di ministro di grazia e giustizia nei governi che ressero l'Italia dopo la caduta del fascismo.

Dal 1944 al 1945 ricoprì la carica di vicepresidente del Consiglio e dal 1945 al 1946 quella di ministro di grazia e giustizia nei governi che ressero l'Italia dopo la caduta del fascismo.

Il 15 gennaio 1921 si aprì a Livorno il XVII Congresso socialista e il giorno 21 la minoranza comunista si costituiva in partito, il Partito Comunista d'Italia: degli ordinovisti, erano presenti a Livorno Gramsci e Terracini, mentre Togliatti era rimasto a Torino a dirigere L'Ordine Nuovo, già divenuto quotidiano.

Il 15 gennaio 1921 si aprì a Livorno il XVII Congresso socialista e il giorno 21 la minoranza comunista si costituiva in partito, il Partito Comunista d'Italia: degli ordinovisti, erano presenti a Livorno Gramsci e Terracini, mentre Togliatti era rimasto a Torino a dirigere L'Ordine Nuovo, già divenuto quotidiano.

Il 7 novembre 1946 Palmiro Togliatti va a Belgrado e rilascia a L'Unità la seguente dichiarazione:.

Il 7 novembre 1946 Palmiro Togliatti va a Belgrado e rilascia a L'Unità la seguente dichiarazione:.

Dal 1934 Togliatti si stabilì definitivamente a Mosca dove, ospitato con moglie e figlio in un palazzo governativo - la Lubjanka - insieme ad altri fuoriusciti, riuscì in breve tempo a distinguersi per capacità organizzative e fedeltà al partito.

Dal 1934 Togliatti si stabilì definitivamente a Mosca dove, ospitato con moglie e figlio in un palazzo governativo - la Lubjanka - insieme ad altri fuoriusciti, riuscì in breve tempo a distinguersi per capacità organizzative e fedeltà al partito.

Il 10 febbraio 1926 Togliatti lasciò l'Italia con la moglie e il figlio per Mosca, essendo stato nominato capo della delegazione del Partito Comunista d'Italia per il VI Plenum dell'Internazionale Comunista: certamente non immaginava che sarebbe rientrato in Italia soltanto diciassette anni dopo.

Il 10 febbraio 1926 Togliatti lasciò l'Italia con la moglie e il figlio per Mosca, essendo stato nominato capo della delegazione del Partito Comunista d'Italia per il VI Plenum dell'Internazionale Comunista: certamente non immaginava che sarebbe rientrato in Italia soltanto diciassette anni dopo.

Tra il 1948 e il 1956, dopo la condanna del Cominform, il PCI si allinea immediatamente e L'Unità del 29 giugno 1948 pubblica:.

Tra il 1948 e il 1956, dopo la condanna del Cominform, il PCI si allinea immediatamente e L'Unità del 29 giugno 1948 pubblica:.

Nel 1925 nacque il figlio Aldo (29 luglio 1925-9 luglio 2011), sofferente di schizofrenia con spunti autistici, dopo la morte della madre (1979) venne rinchiuso in un ospedale psichiatrico, dove visse per il resto della vita.

Nel 1925 nacque il figlio Aldo (29 luglio 1925-9 luglio 2011), sofferente di schizofrenia con spunti autistici, dopo la morte della madre (1979) venne rinchiuso in un ospedale psichiatrico, dove visse per il resto della vita.

Nel 1936 Palmiro Togliatti, insieme ad altri 60 esponenti del PCI, nel celebre appello ai fratelli in Camicia nera si rivolse al "fascismo della prima ora", in contrapposizione al fascismo reazionario al potere:.

Nel 1936 Palmiro Togliatti, insieme ad altri 60 esponenti del PCI, nel celebre appello ai fratelli in Camicia nera si rivolse al "fascismo della prima ora", in contrapposizione al fascismo reazionario al potere:.

Nel 1917 fu ammesso al corso allievi ufficiali di Caserta che superò senza però ottenere la nomina a ufficiale a causa di una grave pleurite intervenuta nel frattempo: caporal maggiore alla sanità, nel dicembre del 1918, allo scadere di una lunga licenza, fu congedato.

Nel 1917 fu ammesso al corso allievi ufficiali di Caserta che superò senza però ottenere la nomina a ufficiale a causa di una grave pleurite intervenuta nel frattempo: caporal maggiore alla sanità, nel dicembre del 1918, allo scadere di una lunga licenza, fu congedato.

Il 17 luglio 1928 si aprì a Mosca il VI Congresso del Comintern, preceduto dalla consueta lotta interna fra i dirigenti del PCUS: ora i dissidenti comprendevano, oltre Kamenev e Zinov'ev, anche il "destro" Bucharin, che accusava Stalin di mettere a rischio la Rivoluzione e di essere «un intrigante senza principi, capace di tutto pur di conservare il potere».

Il 17 luglio 1928 si aprì a Mosca il VI Congresso del Comintern, preceduto dalla consueta lotta interna fra i dirigenti del PCUS: ora i dissidenti comprendevano, oltre Kamenev e Zinov'ev, anche il "destro" Bucharin, che accusava Stalin di mettere a rischio la Rivoluzione e di essere «un intrigante senza principi, capace di tutto pur di conservare il potere».

Nel 1939 dopo la vittoria dei franchisti scappò dalla Spagna ormai persa e si rifugiò nuovamente in Unione Sovietica.

Nel 1939 dopo la vittoria dei franchisti scappò dalla Spagna ormai persa e si rifugiò nuovamente in Unione Sovietica.

Nel 1950 rifiutò la designazione a segretario del Cominform, avanzata da Stalin a Praga e appoggiata dal comitato centrale del PCI quasi all'unanimità contro il parere suo e di Terracini.

Nel 1950 rifiutò la designazione a segretario del Cominform, avanzata da Stalin a Praga e appoggiata dal comitato centrale del PCI quasi all'unanimità contro il parere suo e di Terracini.

Nel 1897, a Novara, dove intanto la famiglia si era trasferita, Palmiro frequentò insieme con la sorella la prima elementare, ma proseguì gli studi a Torino, poi, dal 1902 fu a Sondrio, dove conseguì la licenza ginnasiale, e dal 1908 frequentò il Liceo classico Azuni di Sassari, dove risultò con la sorella il migliore dell'Istituto, ottenendo così entrambi la "licenza d'onore", che li esonerava dall'obbligo di sostenere l'esame finale di maturità.

Nel 1897, a Novara, dove intanto la famiglia si era trasferita, Palmiro frequentò insieme con la sorella la prima elementare, ma proseguì gli studi a Torino, poi, dal 1902 fu a Sondrio, dove conseguì la licenza ginnasiale, e dal 1908 frequentò il Liceo classico Azuni di Sassari, dove risultò con la sorella il migliore dell'Istituto, ottenendo così entrambi la "licenza d'onore", che li esonerava dall'obbligo di sostenere l'esame finale di maturità.

Nel 1930 prese la cittadinanza sovietica.

Nel 1930 prese la cittadinanza sovietica.

AUGUSTA, DON PALMIRO ALLE INDUSTRIE: RIDATECI LA NOSTRA TERRA!

AUGUSTA, DON PALMIRO ALLE INDUSTRIE: RIDATECI LA NOSTRA TERRA!

La lettera aperta del prete antinquinamento Augusta. Preannunciata con attenta strategia mediatica, è stata puntualmente pubblicata giovedì 28 settembre la lettera aperta alle industrie dell’ormai noto prete antinquinamento, don Palmiro Prisutto, parroco della Chiesa Madre, consapevole della sua notorietà, come egli stesso riconosce in apertura.  Il 28 settembre non è una data qualunque. Come si ricorderà, don Palmiro, da oltre due anni, ogni 28 del mese [...]

Fuffa. Democrazia e oclocrazia. Gimnosofista. Giuliano Ferrara. Romano Mussolini e Togliatti

Post 854   Prima che me lo dicano altri me lo dico da solo, con una parola di moda: molta roba del mio blog è fuffa. Ma siccome odio questo termine inestetico dirò futilità, bric-à-brac, paccottiglia, aria fritta.  Il post odierno ne sarà pieno. Ma mi debbo riposare.       * Nelle discussioni politiche, e più nell’educazione politica, non si amano le idee semplici e chiare, se non cartesianamente chiare e distinte. Nessuno dice, per esempio, che la [...]

Fuffa. Democrazia e oclocrazia. Gimnosofista. Giuliano Ferrara. Romano Mussolini e Togliatti

Post 854   Prima che me lo dicano altri me lo dico da solo, con una parola di moda: molta roba del mio blog è fuffa. Ma siccome odio questo termine inestetico dirò futilità, bric-à-brac, paccottiglia, aria fritta.  Il post odierno ne sarà pieno. Ma mi debbo riposare.       * Nelle discussioni politiche, e più nell’educazione politica, non si amano le idee semplici e chiare, se non cartesianamente chiare e distinte. Nessuno dice, per esempio, che la [...]

Fuffa. Democrazia e oclocrazia. Gimnosofista. Giuliano Ferrara. Romano Mussolini e Togliatti

Post 854   Prima che me lo dicano altri me lo dico da solo, con una parola di moda: molta roba del mio blog è fuffa. Ma siccome odio questo termine inestetico dirò futilità, bric-à-brac, paccottiglia, aria fritta.  Il post odierno ne sarà pieno. Ma mi debbo riposare.       * Nelle discussioni politiche, e più nell’educazione politica, non si amano le idee semplici e chiare, se non cartesianamente chiare e distinte. Nessuno dice, per esempio, che la [...]

Fuffa. Democrazia e oclocrazia. Gimnosofista. Giuliano Ferrara. Romano Mussolini e Togliatti

Post 854   Prima che me lo dicano altri me lo dico da solo, con una parola di moda: molta roba del mio blog è fuffa. Ma siccome odio questo termine inestetico dirò futilità, bric-à-brac, paccottiglia, aria fritta.  Il post odierno ne sarà pieno. Ma mi debbo riposare.       * Nelle discussioni politiche, e più nell’educazione politica, non si amano le idee semplici e chiare, se non cartesianamente chiare e distinte. Nessuno dice, per esempio, che la [...]

Dens dŏlens 229 – Cenni sulla democrazia togliattiana

Dens dŏlens 229 – Cenni sulla democrazia togliattiana

di MOWA Togliatti nell’esilio di Mosca disse: “Se noi un giorno torneremo nei nostri paesi – una vera e propria consegna per i comunisti italiani ma anche del mondo – bisognerà fin dall’inizio avere la consapevolezza di una cosa: lotta per il socialismo significa lotta per una maggiore democrazia: se noi comunisti non saremo i democratici più conseguenti, saremo superati dalla storia”. Infatti, nella sua visione analitica, Togliatti, per superare la [...]

AUGUSTA, DOMENICA FOLLA PER DON PALMIRO - di Giorgio Casole

AUGUSTA, DOMENICA FOLLA PER DON PALMIRO - di Giorgio Casole

AUGUSTA. Siamo stati facili profeti quando abbiamo scritto che il popolo sarebbe sceso in Piazza Duomo per manifestare a favore di don Palmiro, arciprete e parroco della chiesa Madre, invitato dal vescovo di Siracusa a dimettersi in séguito a esposti presentati da alcuni personaggi del mondo ecclesiale che si sono visti sottrarre potere da parte dell’arciprete. Ci risulta che, per contrastare le accuse di costoro, molti rappresentanti dello stesso mondo [...]

Berlinguer

BERLINGUER, Enrico Enciclopedia Treccani Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 34 (1988) di Piero Craveri BERLINGUER, Enrico. - Nacque a Sassari il 25 maggio 1922 da Mario e da Maria Loriga.   La famiglia era antica, di origine catalana, iscritta negli "stamenti nobiliari della Sardegna" e legata da una fitta rete di parentele, vicine e lontane ad altre della locale aristocrazia e borghesia,come i Siglienti, i Satta Branca, i Segni e i Cossiga; di [...]

FOTO: Palmiro Togliatti

Palmiro_Togliatti

Palmiro_Togliatti

Togliatti negli anni venti

Togliatti negli anni venti

Togliatti negli anni venti

Togliatti negli anni venti

Come Palmiro Togliatti ispirò la Primavera di Praga

Come Palmiro Togliatti ispirò la Primavera di Praga

Home » Cultura » Come Palmiro Togliatti ispirò la Primavera di Praga Come Palmiro Togliatti ispirò la Primavera di Praga Pubblicato il 21 ago 2015 Il 21 agosto 1964 moriva a Yalta in Crimea Palmiro Togliatti. Per ricordarne l’anniversario riproponendo un articolo del 1988 di Milos Hajek, un grande storico del movimento comunista internazionale, protagonista della “primavera di Praga” di cui ricorre pure oggi l’anniversario dell’invasione [...]

Una testimonianza diretta (di Maurizio Valenzi) del ritorno di Togliatti

Una testimonianza diretta (di Maurizio Valenzi) del ritorno di Togliatti

Ercoli, l'uomo che veniva da Mosca, Palmiro Togliatti, il capo leggendario che nessuno conosceva, si presentò alla porta della cadente federazione napoletana del Pci la sera del 27 marzo deI 1944. Dopo un viaggio asiatico levantino mediterraneo più adatto al trench di Humphrey Bogart che ai suoi occhialetti da intellettuale anni Trenta. Nessuno lo aveva mai visto tra i dirigenti napoletani, e nessuno lo aspettava così d'improvviso. Nessuno immaginava soprattutto [...]

iI Cattolici Comunisti, storia di un insucesso

Il termime cattocomunista, lanciato a proposito e sproposito, nella storia politica italiana, deriva da quel mondo cattolico che alla fine della guerra decise prima di formare un partito alleato organico del PCI, poi di confluirvi. Il Cattocomunismo sorge dall'elaborazione politica di un gruppo di cattolici, che partecipano al fermento del mondo carttolico, nel periodo tra la proclamazione dell'Impero Abissino e la II Guerra Mondiale. In questo periodo storico si [...]

Umberto Terracini

Umberto Terracini

Umberto Terracini Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.     Umberto Terracini Presidente dell'Assemblea Costituente Durata mandato 8 febbraio 1947 – 31 gennaio 1948 Predecessore Giuseppe Saragat Successore Giovanni Gronchi on. Umberto Terracini Assemblea costituente Luogo nascita Genova Data nascita 27 luglio 1895 Luogo morte Roma Data morte 6 dicembre 1983 Titolo di studio Laurea in giurisprudenza Professione Avvocato Partito Partito Comunista Italiano [...]

Palmiro Togliatti

Palmiro Togliatti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.     Palmiro Togliatti Segretario generale del Partito Comunista Italiano Durata mandato 1927 – 21 agosto 1964 Predecessore Antonio Gramsci Successore Luigi Longo Ministro di Grazia e Giustizia delRegno d'Italia Durata mandato 21 giugno 1945 – 1º luglio 1946 Predecessore Umberto Tupini Successore Fausto Gullo (Ministro di Grazia e Giustizia della Repubblica Italiana) Vicepresidente del Consiglio dei [...]

AUGUSTA/ CONTINUA LA BATTAGLIA DI P. PRISUTTO.  RESTA VUOTA LA SEDIA RISERVATA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

AUGUSTA/ CONTINUA LA BATTAGLIA DI P. PRISUTTO. RESTA VUOTA LA SEDIA RISERVATA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Padre Palmiro Prisutto resta in attesa della visita del Presidente. Napolitano, ma il prefetto di Siracusa, Gradone, ha assicurato la sua presenza il 28 ottobre.  AUGUSTA. Chiesa  madre strapiena domenica sera, 28 settembre, giorno dedicato alla conta dei morti accertati per cancro ad Augusta, secondo il progetto di padre Palmiro Prisutto, parroco della stessa chiesa, di cui si stanno occupando i media locali e nazionali,  anche perché Prisutto  ha invitato [...]

Palmiro Togliatti

Sono trascorsi cinquant'anni da quel 21 agosto 1964, mezzo secolo dalla morte di Palmiro Togliatti il segretario generale del più grande Partito Comunista di tutto il mondo occidentale! Su questo dirigente si sono scritte molte falsità da parte degli avversari politici  che lo hanno descritto come il principale correo dei delitti di Stalin. La bibliografia di Palmiro Togliatti è vastissima. A lui sono stati intitolati, in tutta Italia, circoli culturali, [...]

Da Togliatti a Berlinguer, di Sandro Valentini

  Negli ultimi anni vi è stata una ripresa di una pubblicistica sulla storia più recente del Pci, il più importante partito comunista dell’Occidente capitalistico, si diceva una volta. La storiografia era sostanzialmente ferma a quell’opera monumentale di Paolo Spriano, “Storia del Partito Comunista Italiano”, che sostanzialmente giunge fino al partito nuovo di Togliatti. Una storia compiuta, come quella di Spriano, dallo sviluppo della strategia [...]

Palmiro Togliatti

Palmiro Togliatti http://youtu.be/bKpv6joZqCM

[ Gratis  scarica ] I giorni della «Strocchi». Vita di una sezione da Togliatti al partito democratico

[ Gratis scarica ] I giorni della «Strocchi». Vita di una sezione da Togliatti al partito democratico

  Andrea Baravelli , Guido Ceroni , Danilo Montanari: I giorni della «Strocchi». Vita di una sezione da Togliatti al partito democratico scarica PDF MOBi EPUB Kindle Descrizione Voti dei lettori e-book:4,5 / 5   Dimensione: 3,5MB  Libri I giorni della «Strocchi». Vita di una sezione da Togliatti al partito democratico gratis Format: PDF   - Scarica I giorni della «Strocchi». Vita di una sezione da Togliatti al partito democratico PDF Format: EPUB - [...]

&id=HPN_Palmiro+Togliatti_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Palmiro{{}}Togliatti" alt="" style="display:none;"/> ?>