Paolo Emilio Taviani

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Emma Marrone
In rilievo

Emma Marrone

Paolo Emilio Taviani

La scheda: Paolo Emilio Taviani

Paolo Emilio Taviani (Genova, 6 novembre 1912 – Roma, 18 giugno 2001) è stato un politico, storico, economista e giornalista italiano, medaglia d'oro della Resistenza, uno dei capi del Movimento Partigiano in Liguria.
Membro della Consulta Nazionale e dell'Assemblea Costituente, poi del Parlamento Italiano dal 1948 fino alla morte, fu più volte ministro, tra i maggiori esponenti della Democrazia Cristiana.
Professore universitario, pubblicò studi di economia e importanti opere su Cristoforo Colombo. Come giornalista collaborò con numerose testate quotidiane e periodiche.



Paolo Emilio Taviani:
Ministro del bilancio e della programmazione economica:
Durata mandato: 17 febbraio 1972 – 7 luglio 1973
Presidente: Giulio Andreotti
Predecessore: Antonio Giolitti
Successore: Antonio Giolitti
Ministro dell'interno:
Durata mandato: 7 luglio 1973 – 23 novembre 1974
Presidente: Mariano Rumor
Predecessore: Mariano Rumor
Successore: Luigi Gui
Durata mandato: 4 dicembre 1963 – 24 giugno 1968
Presidente: Aldo Moro
Predecessore: Mariano Rumor
Successore: Franco Restivo
Durata mandato: 21 febbraio 1962 – 21 giugno 1963
Presidente: Amintore Fanfani
Predecessore: Mario Scelba
Successore: Mariano Rumor
Vicepresidente del Consiglio dei ministri:
Durata mandato: 5 marzo 1969 – 27 marzo 1970
Presidente: Mariano Rumor
Predecessore: Francesco De Martino
Successore: Francesco De Martino
Ministro del tesoro:
Durata mandato: 25 marzo 1960 – 21 febbraio 1962
Presidente: Fernando Tambroni Amintore Fanfani
Predecessore: Fernando Tambroni
Successore: Roberto Tremelloni
Ministro delle finanze:
Durata mandato: 15 febbraio 1959 – 23 marzo 1960
Presidente: Antonio Segni
Predecessore: Luigi Preti
Successore: Giuseppe Trabucchi
Ministro della difesa:
Durata mandato: 17 agosto 1953 – 1º luglio 1958
Presidente: Giuseppe Pella Amintore Fanfani Mario Scelba Antonio Segni Adone Zoli
Predecessore: Giuseppe Codacci Pisanelli
Successore: Antonio Segni
Ministro del commercio con l'estero:
Durata mandato: 16 luglio 1953 – 2 agosto 1953
Presidente: Alcide De Gasperi
Predecessore: Ugo La Malfa
Successore: Costantino Bresciani Turroni
Segretario della Democrazia Cristiana:
Durata mandato: 1949 – 1950
Predecessore: Giuseppe Cappi
Successore: Guido Gonella
Senatore della Repubblica Italiana Senatore a vita:
Durata mandato: 1º giugno 1991 – 18 giugno 2001
Legislature: VII, VIII, IX, X, XI, XII, XIII, XIV
Gruppo parlamentare: Democratico Cristiano (fino al 14 aprile 1994), Misto (dal 18 aprile 1994 all'8 maggio 1996), Partito Popolare Italiano (dal 9 maggio 1996 al 29 maggio 2001), La Margherita (dal 30 maggio 2001)
Collegio: Chiavari
Incarichi parlamentari:
Vice Presidente dal 9 luglio 1987 al 22 aprile 1992, Presidente provvisorio il 30 maggio 2001
Deputato della Repubblica Italiana:
Legislature: I, II, III, IV, V, VI
Gruppo parlamentare: Democratico Cristiano
Circoscrizione: Liguria
Collegio: Genova
Deputato dell'Assemblea Costituente:
Gruppo parlamentare: Democratico Cristiano
Collegio: III (Genova)
Dati generali:
Partito politico: Democrazia Cristiana Partito Popolare Italiano
Titolo di studio: Laurea in Giurisprudenza, Laurea in Scienze sociali, Laurea in Filosofia
Università: Scuola Normale di Pisa Università Cattolica di Milano
Professione: Storico Economista e Giornalista
Firma:

deleted

deleted

deleted

deleted

EVENTI: Paolo Emilio Taviani

Nel 1987 sarà nominato presidente del Museo Storico della Liberazione di Via Tasso, a Roma.

Nel luglio del 1943 prende parte ai lavori per la redazione del Codice di Camaldoli, completato il 23 luglio.

Nel 1991 è nominato senatore a vita “per meriti sociali, letterari e scientifici.

Nel 2001 celebrerà la prima Giornata della Memoria presso il Museo di Via Tasso.

Dal 1986 al 1992 è Vicepresidente vicario del Senato.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

La politica italiana è una guerra tra buffoni

La politica italiana è una guerra tra buffoni

Borghi contro Draghi, Vampiri contro Lycan, Salvini contro lo Spread, Alien contro Predator. Strutturalmente incompatibile con una vera democrazia, il regime capitalista ha soltanto due modalità: fascismo “presentabile“, e fascismo impresentabile. Il primo è rappresentato oggi in Europa dai cosiddetti Europeisti, responsabili fra l’altro dell’austerity, che ha causato l’aumento della mortalità infantile in Grecia, e della dottrina Minniti che [...]

Daniela Santanchè… una Hermès al giorno

Daniela Santanchè… una Hermès al giorno

Daniela Santanchè è forse la più grande collezionista di borse Hermès d’Italia. La politica ha una vera e propria passione per il brand francese e, in particolare, per le iconiche Birkin e Kelly. Impossibile sapere con esattezza quante borse Hermès ha nell’armadio Daniela Santanchè e altrettanto impossibile calcolare il valore esatto della sua spettacolare collezione. Quel che è certo è che la Pitonessa sembra alternare una it-bag per ogni occasione, [...]

FUSILLI RICOTTA E ZUCCHINE

FUSILLI RICOTTA E ZUCCHINE

Vi propongo un altro primo veloce e saporito. Ci vuole più tempo a dirlo che a farlo :) TEMPI DI REALIZZAZIONE + COTTURA: 40 MINUTI (Pronto in tavola) INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 2 ZUCCHINE MEDIE 300 GR RICOTTA DI PECORA O DI MUCCA OLIO DI SEMI PEPE Q.B. SALE Q.B. PROCEDIMENTO: Prima di tutto mettiamo a bollire l'acqua per la pasta. Laviamo e spuntiamo le zucchine, tagliamole a rondelle di circa 5 mm e friggiamo in abbondante olio di semi. Quando saranno [...]

Anna Ascani "Siete pazzi, serviva e serve il lanciafiamme"

Anna Ascani "Siete pazzi, serviva e serve il lanciafiamme"

Anna Ascani, attacco-choc al RENZISTI di Nicola Zingaretti: "Siete pazzi, serviva il lanciafiamme" Guerra totale nel Pd, renziani da una parte e zingarettiani dall'altra. Una guerra scoppiata dopo le polemiche su Luca Lotti, coinvolto nel caso-Csm, e dopo le scelte di Zingaretti sulla nuova segreteria, dove non c'è spazio né per Matteo Renzi né per nessuno dei suoi uomini. E così, dopo le parole durissime di Maria Elena Boschi contro il segretario, ecco [...]

RENZI CORAGGIO! Separarsi, senza rancori, è la mossa migliore che RENZI potrebbe fare

RENZI CORAGGIO! Separarsi, senza rancori, è la mossa migliore che RENZI potrebbe fare

Ecco perché il Pd si deve sciogliere domani (e il futuro del centrosinistra è un nuovo Ulivo).Lo scandalo Csm-Lotti ha reso evidente quel che si sapeva da un po’: dal referendum perso da Renzi il Pd è un partito in guerra. L’unica soluzione? Sciogliersi. E ripresentarsi con due partiti, uno di sinistra e uno di centro, sul modello dell’Ulivo. È bastato un sassolino sulla strada, il coinvolgimento di Luca Lotti nel caso Palamara, a far deragliare di [...]

FOTO: Paolo Emilio Taviani

Comizio di Taviani a Genova, 27 aprile 1945

Comizio di Taviani a Genova, 27 aprile 1945

Antonio Segni

Antonio Segni

Università di Genova, Facoltà di Scienze Politiche, 1986: Taviani riceve dal preside, Gaetano Ferro, tre volumi scritti in suo onore.

Università di Genova, Facoltà di Scienze Politiche, 1986: Taviani riceve dal preside, Gaetano Ferro, tre volumi scritti in suo onore.

Taviani durante una ricognizione geografica sull'Isola di Saona (Rep. Dominicana), nel 1989

Taviani durante una ricognizione geografica sull'Isola di Saona (Rep. Dominicana), nel 1989

Taviani con Renzo Piano e Giovanni Spadolini all'apertura delle celebrazioni colombiane, Porto di Genova, 15 maggio 1992.

Taviani con Renzo Piano e Giovanni Spadolini all'apertura delle celebrazioni colombiane, Porto di Genova, 15 maggio 1992.

Taviani e Vittoria Festa in occasione delle nozze d'oro

Taviani e Vittoria Festa in occasione delle nozze d'oro

Salvini esulta su Fb per la pagella del figlio: «Tutti 8 e 9, si festeggia alla vecchia maniera»

Salvini esulta su Fb per la pagella del figlio: «Tutti 8 e 9, si festeggia alla vecchia maniera»

«Quando nella pagella (seconda liceo) tuo figlio porta a casa sei 8 e quattro 9, con 10 in condotta, si festeggia alla vecchia maniera! Applausi ragazzo». Lo scrive su facebook il ministro dell'Interno Matteo Salvini, postando foto di caramelle e lecca-lecca. Questa mattina il vicepremier aveva avvertito: oggi si resta a Milano, il venerdì sto con i miei figli.

Franco Zeffirelli e il suo cinema popolare

Verso la fine del 2000, per un'altra edizione ad Assisi del suo Primo piano sull'autore, Franco Mariotti chiese anche a me qualche paginetta sul regista scelto per l'omaggio di quell'anno. Mi parve una buona occasione per fare i conti con i pregiudizi che a lungo avevo nutrito nei suoi confronti e che non erano affatto stati dissipati quando lo avevo intervistato sul set romano di Otello. Cercai di essere sincero fino in fondo, pur temendo un poco la reazione del [...]

FUSILLI CON SALMONE E ZUCCHINE

FUSILLI CON SALMONE E ZUCCHINE

I fusilli con crema di zucchine e salmone sono un piatto perfetto per i pranzi della domenica. La crema di zucchine molto delicata fa sì che il piatto sia amato da grandi e piccini. Ingredienti (per 4 persone): 300g di fusilli 2 zucchine medie 200g di ritagli di salmone affumicato Olio q.b. Sale q.b. Preparazione: Per preparare il condimento per la pasta, tagliare a pezzetti le zucchine. In una pentola versare un filo d’olio, le zucchine a tocchetti e [...]

Chi c’è nella segreteria del Pd di Nicola Zingaretti

Chi c’è nella segreteria del Pd di Nicola Zingaretti

Orlando e De Micheli saranno i suoi vice. Martella coordinatore. Nella lista, tanti fedelissimi ma nessun nome riconducibile all'area renziana. Il capogruppo Marcucci: «Non condivido queste scelte».   L’annuncio è arrivato, un po’ a sorpresa, nel pomeriggio del 15 giugno, nonostante ci fosse tempo fino al 18. Nicola Zingaretti ha nominato la nuova segreteria del Pd. Il coordinatore sarà Andrea Martella, vicesegretari Andrea Orlando (vicario) [...]

Oddio, ma cera d'aspettarselo Zingaretti si e perso.

Oddio, ma cera d'aspettarselo Zingaretti si e perso.

Un segretario normale ci avrebbe invaso di idee, di proposte, di iniziative per riformare il partito, restituendo agli elettori del Pd la dignità di votare per una forza politica senza mascalzoncelli. Invece non accade. Ci stiamo perdendo Nicola Zingaretti. Per carità, lui è ancora là dove l’avevamo visto l’ultima volta, pacioso e sorridente, ma ci stiamo perdendo il segretario del Pd. Dopo tanti mesi dalle primarie e dopo risultati [...]

Il post provocatorio (??) di Storace sui profughi con le ragazze in costume che conferma la regola: chi è fascista o razzista è perché ha un QI basso, molto, ma molto basso…!

Il post provocatorio (??) di Storace sui profughi con le ragazze in costume che conferma la regola: chi è fascista o razzista è perché ha un QI basso, molto, ma molto basso…!

    . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . Il post provocatorio (??) di Storace sui profughi con le ragazze in costume che conferma la regola: chi è fascista o razzista è perché ha un QI basso, molto, ma molto basso…! A volte l’ironia non è il modo giusto di affrontare determinati argomenti. Peggio ancora se quegli stessi argomenti sono proprio di stringente attualità. Francesco Storace, attuale direttore de Il Secolo d’Italia, [...]

Quando Sabrina Salerno interpretava Mia Star in "Professione vacanze"

Quando Sabrina Salerno interpretava Mia Star in "Professione vacanze"

Un Jerry Calà scatenato perde la testa per una sexy Sabrina Salerno che interpreta Mia Star in "Professione Vacanze". La serie televisiva italiana, composta da 6 episodi, è andata in onda su Italia 1 nella primavera del 1987. Il telefilm ha come protagonista Jerry Calà che veste i panni del capo villaggio Enrico Borghini. La serie è stata girata interamente in un villaggio turistico a Monopoli. "Professione Vacanze" ha riscosso subito molto successo [...]

Quando Sabrina Salerno interpretava Mia Star in "Professione vacanze"

Quando Sabrina Salerno interpretava Mia Star in "Professione vacanze"

Un Jerry Calà scatenato perde la testa per una sexy Sabrina Salerno che interpreta Mia Star in "Professione Vacanze". La serie televisiva italiana, composta da 6 episodi, è andata in onda su Italia 1 nella primavera del 1987. Il telefilm ha come protagonista Jerry Calà che veste i panni del capo villaggio Enrico Borghini. La serie è stata girata interamente in un villaggio turistico a Monopoli. "Professione Vacanze" ha riscosso subito molto successo [...]

No grazie, non serve un Berlinguer a capo del Pd

No grazie, non serve un Berlinguer a capo del Pd

Molte delle difficoltà nel costruire un partito nuovo e libero dall’eredità comunista derivano proprio dall’incapacità di fare i conti con l’ombra dello storico segretario Sarà, come scriveva Vladimir Nabokov, che “nel proprio passato ci si sente sempre a casa”, fatto sta che il richiamo ai bei tempi andati, a quella mitica età dell’oro che la postmodernità e la globalizzazione ci avrebbero rubato, è diventato la principale caratteristica della [...]

L’intervento di Mattarella sullo scandalo toghe.

L’intervento di Mattarella sullo scandalo toghe.

Elezioni suppletive dei membri del Csm a ottobre. Niente scioglimento immediato. Prima vanno riformate le procedure. Intanto Zingaretti smarca il suo Pd dalle ombre su Lotti. Il punto La scossa del Colle sullo scandalo toghe. Dopo l’inchiesta sugli accordi per le nomine di alcune importantissime procure che ha travolto il Consiglio superiore della magistratura – e che vede coinvolto anche Luca Lotti del Partito democratico – il presidente [...]

Il caso Lotti mette Zingaretti di fronte al suo primo banco di prova

Il caso Lotti mette Zingaretti di fronte al suo primo banco di prova

Il segretario tirato per la giacchetta sostiene la linea del garantismo. Ma non risparmia una frecciata all'ex ministro: «Il mio partito non si occuperà di nominare magistrati». La faida interna ai dem rischia di riesplodere. Luca Lotti si difende sul caso Csm che lo investe politicamente, rivendica la sua correttezza e Nicola Zingaretti interviene di nuovo per cercare di togliere il Pd dall’imbarazzo: bilanciando garantismo e discontinuità con il [...]

Francesca Cipriani finalmente ho conosciuto Matteo Salvini

Francesca Cipriani finalmente ho conosciuto Matteo Salvini

La showgirl Francesca Cipriani è stata ospite al programma radiofonico  “Un Giorno da Pecora”, e ha raccontato il suo  primo incontro con il leader leghista, avvenuto durante una puntata di Pomeriggio Cinque: «Finalmente l'ho conosciuto è stato molto bello: mi sono congratulata con lui, per le sue idee, il mio sogno è che diventi sindaco di Milano». Del ministro dell'Interno, Francesca Cipriani parla molto bene: «Ho detto a Matteo Salvini: "Ti stimo [...]

Francesca Cipriani parole di elogio per Matteo Salvini

Francesca Cipriani parole di elogio per Matteo Salvini

Francesca Cipriani è stata ospite di “Un Giorno da Pecora”, su Rai Radio1, e ha raccontato il primo incontro di persona con il leader leghista, avvenuto durante una puntata di Pomeriggio Cinque: «Finalmente l'ho conosciuto è stato molto bello: mi sono congratulata con lui, per le sue idee, il mio sogno è che diventi sindaco di Milano». Del ministro dell'Interno, Francesca Cipriani parla molto bene: «Ho detto a Matteo Salvini: "Ti stimo molto, sei un vero [...]

Francesca Cipriani Matteo Salvini è un vero uomo

Francesca Cipriani Matteo Salvini è un vero uomo

Sono parole di stima assoluta nei confronti di Matteo Salvini, quelle dette da Francesca Cipriani. La showgirl è stat ospite di “Un Giorno da Pecora”, su Rai Radio1, ha raccontato il primo incontro di persona con il leader leghista, avvenuto durante una puntata di Pomeriggio Cinque: «Finalmente l'ho conosciuto è stato molto bello: mi sono congratulata con lui, per le sue idee, il mio sogno è che diventi sindaco di Milano». Del ministro dell'Interno, [...]

Non volete i RENZI bene ma al centrosinistra serve una Renziana Zingarettata. PER IL BENE DEL L'ITALIA.

Non volete i RENZI bene ma al centrosinistra serve una Renziana Zingarettata. PER IL BENE DEL L'ITALIA.

Ha ragione Cerasa, al centrosinistra serve una Renziana Zingaretta.Una leader donna sarebbe l'antidoto vero a Matteo Salvini e al suo maschilismo da fine impero. Non deve però essere una Ladylike scelta dai soliti maschi, come abbiamo visto finora, ma emergere dai movimenti e dalla società civile. Claudio Cerasa, direttore del Foglio, è convinto che per il centrosinistra ci sia bisogno di una “Zingaretta”, cioè di un leader donna, come è accaduto [...]

&id=HPN_Paolo+Emilio+Taviani_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Paolo{{}}Emilio{{}}Taviani" alt="" style="display:none;"/> ?>