Pensiero Sufi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Review
In rilievo

Review

Filosofia ebraica

La scheda: Filosofia ebraica

La filosofia ebraica (in ebraico: פילוסופיה יהודית‎?, in arabo: الفلسفة اليهودية‎, yiddish: ייִדיש פֿילאָסאָפֿיע) include tutta la filosofia prodotta dagli ebrei, o relativa alla religione dell'Ebraismo. Fino alla moderna Haskalah (Illuminismo ebraico) e all'emancipazione ebraica, la filosofia ebraica tentava principalmente di conciliare nuove idee coerenti con la tradizione del rabbinismo, organizzando così le idee emergenti che non necessariamente erano ebraiche in una visione del mondo univoca. Con la loro accettazione nella società moderna, quegli ebrei che possedevano una formazione laica abbracciarono o svilupparono filosofie completamente nuove per soddisfare le esigenze del mondo in cui ora si trovavano.
Il termine "filosofia ebraica" non è quindi universalmente accettato, è tuttavia un argomento che richiede un'attenta analisi ed un'accurata definizione e spiegazione dei termini. Secondo alcuni essa è un tentativo di fondere insieme gli insegnamenti laici ed ateistici con quelli religiosi dell'Ebraismo, secondo altri, invece, si tratta piuttosto di una forma relativamente moderna di razionalizzazione dell'Ebraismo stesso. La riscoperta medievale del pensiero greco da parte dei Gaonim delle accademie babilonesi del X secolo portò la filosofia razionalista nell'Ebraismo biblico-talmudico. La filosofia era generalmente in concorrenza con la Cabala ebraica: entrambe le scuole sarebbero diventate parte della letteratura rabbinica classica, sebbene il declino del razionalismo scolastico coincidesse con gli eventi storici che attrassero gli ebrei verso l'approccio cabalistico. Per gli ebrei aschenaziti l'emancipazione e l'incontro col pensiero laico dal XVIII secolo in poi alterò la loro interpretazione di filosofia. Le comunità aschenazite e sefardite ebbero una più tarda e ambivalente interazione con la cultura secolare che non gli ebrei dell'Europa occidentale. Nelle varie risposte alla modernità, le idee filosofiche ebraiche furono sviluppate in tutta la gamma di emergenti correnti religiose. Tali sviluppi possono essere visti sia come continuazioni o rotture con il canone della filosofia rabbinica medievale, sia come altri aspetti dialettici storici del pensiero ebraico, e ha condotto a diversi atteggiamenti ebraici contemporanei rispetto ai metodi filosofici.


La chiarezza del solito e grande Massimo Fini.

La chiarezza del solito e grande Massimo Fini.

L'ipocrisia mette in croce Grillo L’ipocrisia sta assumendo dimensioni grottesche. Beppe Grillo è stato messo in croce (oddio, non vorrei che questo suonasse come una mancanza di rispetto verso Gesù Cristo) per aver definito i nostri uomini politici “autistici”. E’ stata considerata un’offesa gravissima nei confronti di chi è affetto da questa patologia. Ma se Grillo o chiunque altro avesse detto che i nostri uomini politici sono “sordi e [...]

Roberto Saviano si confessa: "Faccio uso di psicofarmaci!"

Roberto Saviano si confessa: "Faccio uso di psicofarmaci!"

Roberto Saviano autore del best seller "Gomorra" si confessa in una lunga intervista al quoditiano spagnolo "El pais",  ripreso da "Il mattino", spiega di vivere un dramma interiore e di aver distrutto la sua vita per ricercare la verità.   “Non credo sia nobile aver distrutto la mia vita e quella delle persone che mi circondano per cercare la verità. Avrei potuto fare lo stesso, con lo stesso impegno, con lo stesso coraggio ma con prudenza, senza [...]

EVENTI: Filosofia ebraica

Nel 1070 il gaon Isaac ben Moses ibn Sakri, di Dénia (Spagna), viaggiò in Oriente e divenne Rosh Yeshivah dell'Accademia di Baghdad.

Nel 1070 il gaon Isaac ben Moses ibn Sakri, di Dénia (Spagna), viaggiò in Oriente e divenne Rosh Yeshivah dell'Accademia di Baghdad.

Nel 915, Saadya Gaon si trasferì in Palestina dove, secondo al-Masʿūdī (Tanbīh, 113), egli perfezionò la sua formazione ai piedi di Abū 'l-Kathīr Yaḥyā ibn Zakariyyāʾ al-Katib al-Tabari (m.

Nel 915, Saadya Gaon si trasferì in Palestina dove, secondo al-Masʿūdī (Tanbīh, 113), egli perfezionò la sua formazione ai piedi di Abū 'l-Kathīr Yaḥyā ibn Zakariyyāʾ al-Katib al-Tabari (m.

Nel 1570 scrisse un commentario sul Pentateuco intitolato Yede Mosheh (Le Mani di Mosè), un'esposizione del trattato talmudico Pirkei Avot (Etica dei Padri), pubblicato a Salonicco nel 1563, una raccolta di sermoni tenuti in varie occasioni, in particolare orazioni funerarie, intitolata Meammeẓ Koaḥ (Aumentando la forza).

Nel 1570 scrisse un commentario sul Pentateuco intitolato Yede Mosheh (Le Mani di Mosè), un'esposizione del trattato talmudico Pirkei Avot (Etica dei Padri), pubblicato a Salonicco nel 1563, una raccolta di sermoni tenuti in varie occasioni, in particolare orazioni funerarie, intitolata Meammeẓ Koaḥ (Aumentando la forza).

Nel 1602 Moses servì come rabbino a Badia Polesine, fu inoltre un amico di Leone Modena.

Nel 1602 Moses servì come rabbino a Badia Polesine, fu inoltre un amico di Leone Modena.

Nel 1649, in seguito alla morte del fratello maggiore Isaac, fu costretto ad abbandonare gli studi per aiutare il padre Michael nella conduzione dell'azienda commerciale della famiglia.

Nel 1649, in seguito alla morte del fratello maggiore Isaac, fu costretto ad abbandonare gli studi per aiutare il padre Michael nella conduzione dell'azienda commerciale della famiglia.

Nel 1656 ruppe con l'ortodossia ebraica e venne espulso con un ḥerem (scomunica) dalla comunità di Amsterdam.

Nel 1656 ruppe con l'ortodossia ebraica e venne espulso con un ḥerem (scomunica) dalla comunità di Amsterdam.

Nel 1898 Avraam Garkavi scoprì nella Biblioteca Imperiale di San Pietroburgo quindici dei venti capitoli dell'opera filosofica di David, intitolata Ishrun Maḳalât (Venti Capitoli).

Nel 1898 Avraam Garkavi scoprì nella Biblioteca Imperiale di San Pietroburgo quindici dei venti capitoli dell'opera filosofica di David, intitolata Ishrun Maḳalât (Venti Capitoli).

Angelo&MariaRosa

Angelo&MariaRosa

di Piero Murineddu Sono trascorsi due mesi dalla morte di Angelo, avvenuta in un ospedale a Guadalajara, in Messico, a causa delle complicanze di una broncopolmonite. Aveva 84 anni ed era missionario saveriano, quei religiosi che vivono a stretto contatto con la povera gente, facendo propri i problemi che l'essere poveri comportano. Nel Paese centroamericano conduceva un programma tv, ma sopratutto dava aiuto e rifugio a tanti messicani ed indios vittime [...]

deleted

deleted

Se questo è un uomo. Primo Levi.

Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici:Considerate se questo è un uomoChe lavora nel fangoChe non conosce paceChe lotta per un pezzo di paneChe muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna,Senza capelli e senza nomeSenza più forza di ricordareVuoti gli occhi e freddo il gremboCome una rana d’inverno.Meditate che questo è stato:Vi comando queste parole.Scolpitele nel vostro [...]

Aliano,la prospettiva Levi, la luna, i calanchi

Calanchi, strane colline graffiate dall'acqua e corrose dal vento, e coni aguzzi di pietra bianca. Cristo si è fermato ad Eboli e ha lasciato che, più oltre, da un deserto di "aride argille" che toccano il cielo, l'uomo, in solitudine, in luoghi di ruvida bellezza , che sembrano abbandonati da Dio, si avvicinasse di più all'essenza di sé. «Spalancai una porta-finestra (...) e rimasi quasi accecato dall'improvviso biancore abbagliante. Sotto di me c'era il [...]

ENERGIE CHE SI TRASMETTONO ATTRAVERSO CIO� CHE SCRIVIAMO SU INTERNET di Masaru Emoto

ENERGIE CHE SI TRASMETTONO ATTRAVERSO CIO’ CHE SCRIVIAMO SU INTERNET di Masaru Emoto     Dobbiamo essere consapevoli di come utilizziamo Internet. Forse vi sorprenderà sapere che le parole che scrivete nelle e-mail e negli sms hanno sul vostro corpo un effetto maggiore di quelle usate nelle conversazioni e nelle lettere. Questo avviene perché la vibrazione del sistema nervoso si trova, in effetti, sullo stesso livello di quella dei sistemi di comunicazione [...]

Roberto Saviano: "Emma Bonino, sei una donna straordinaria"

Roberto Saviano posta su FacebooK: "Quando Emma Bonino disse di avere un cancro e di doversi sottoporre a cicli di chemio non condivise semplicemente un’esperienza personale, ma volle veicolare attraverso il suo corpo un messaggio politico importantissimo" scrive l'autore di Gomorra sul suo profilo Facebook. Quando Emma Bonino annunciò la sua malattia pubblicamente a Radio Radicale, disse: "Io non sono il mio tumore e voi neppure siete la vostra malattia, [...]

Roberto Saviano: "Emma Bonino, sei una donna straordinaria"

Roberto Saviano posta su FacebooK: "Quando Emma Bonino disse di avere un cancro e di doversi sottoporre a cicli di chemio non condivise semplicemente un’esperienza personale, ma volle veicolare attraverso il suo corpo un messaggio politico importantissimo" scrive l'autore di Gomorra sul suo profilo Facebook. Quando Emma Bonino annunciò la sua malattia pubblicamente a Radio Radicale, disse: "Io non sono il mio tumore e voi neppure siete la vostra malattia, [...]

Italo Svevo

La salute non analizza se stessa e neppure si guarda allo specchio. Solo noi malati sappiamo qualcosa di noi stessi Italo Svevo

FOTO: Filosofia ebraica

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Pagina del libro al-Munqidh min al-dalal di Al-Ghazali, il quale difese strenuamente il sufismo.

Frontespizio della Guida dei perplessi di Maimonide

Frontespizio della Guida dei perplessi di Maimonide

Erdogan odioso e pericoloso equilibrista doppiogiochista turco.

Erdogan odioso e pericoloso equilibrista doppiogiochista turco.

    Il califfo al-Baghdadi è in Libia dopo le cure in Turchia Il califfo Abu Abr al-Baghdadi si sarebbe rifugiato a Sirte, in Libia, dalla Turchia, dove era stato portato per curare le gravi ferite riportate in un raid aereo iracheno nell'ottobre scorso. Bakr al-Baghdadi sarebbe dunque ormai in Libia assieme ad alti dirigenti dell'Isis. Il suo arrivo a Sirte, città natale dell'ex dittatore Muammar Gheddafi e oggi roccaforte Isis nel Paese, è confermato da [...]

“Un viaggio chiamato vita” di Banana Yoshimoto ..

    La vita è fatta di piccole felicità insignificanti, simili a minuscoli fiori. Non è fatta solo di grandi cose, come lo studio, l’amore, i matrimoni, i funerali. Ogni giorno succedono piccole cose, tante da non riuscire a tenerle a mente né a contarle, e tra di esse si nascondono granelli di una felicità appena percepibile, che l’anima respira e grazie alla quale vive. (Banana Yoshimoto)       Buona settima cari miei.. Questa settimana sarò poco [...]

Alejandro Jodorowsky

  La malattia è un conflitto tra la personalità e l’anima.      Molte volte,   il raffreddore “cola” quando il corpo non piange. Il dolore di gola “tampona” quando non è possibile comunicare le afflizioni. Lo stomaco “arde” quando le rabbie non riescono ad uscire. Il diabete “invade” quando la solitudine duole. Il corpo “ingrassa” quando l’insoddisfazione stringe. Il mal di testa “deprime” quando i dubbi aumentano. Il cuore “allenta” [...]

CARO SAVIANO, COME AL SOLITO...

...NON CAPISCI UN CAZZO! (Gianfrasket) - Roberto Saviano: la scelta della polizia “di non intervenire, di non cadere nel trucco che pure questi antagonisti squadristi avevano preparato” è stata “intelligente”.Caro "fenomeno letterario", non conosco fotografia dove appaia uno squadrista che è uno con volto coperto. In compenso nelle foto di quelli dei centri sociali (che quello sono i black-bloc) non vi è traccia alcuna di quelle medaglie al valore, [...]

Dostoevskij, l'Idiota e l'epilessia

Dostoevskij, l'Idiota e l'epilessia

Come di consueto posto il link all'articolo della serie "i farmaci nella letteratura", realizzata in collaborazione con Deliri Progressivi: questa volta tocca all'"Idiota" di Dostoevskij e all'epilessia. Per leggere l'articolo: http://www.deliriprogressivi.com/pensatoio/lepilessia-e-dostoevskij-la-farmacia-depoca-di-giulia-bovone Ps. Fateci un giro perchè la confezione pediatrica del Luminale Bayer ad alta risoluzione merita davvero!

"Anna Frank non è morta quel giorno". Da uno studio la verità, 70 anni dopo

"Anna Frank non è morta quel giorno". Da uno studio la verità, 70 anni dopo

Anna Frank, la giovane ebrea autrice di uno dei libri più celebri di tutto il mondo scritto mentre si nascondeva dai nazisti, morì nel lager di Bergen-Belsen almeno un mese prima di quanto si pensasse. La Fondazione Anna Frank di Amsterdam, nel 70esimo anniversario dalla sua scomparsa, pubblica i dati di una nuova ricerca e le testimonianze di quattro sopravvissuti mettendo in discussione la data ufficiale della morte della ragazza. NUOVA DATA Anna Frank e la [...]

465 - Una fede laica nella scrittura (16.02.2014)

Il pensiero della settimana, n. 465  Una fede laica nella scrittura Riprendo qui la prima parte dell'intervento pronunciato il 12 febbraio 2014 a Palazzo Tursi a Genova nel corso del convegno "Liana Millu 1914-2005, scrittrice, educatrice deportata". Durante l'incontro ho donato al Comune di Genova, che lo custodirà presso la Biblioteca Berio, l'originale  del Tagebuch (Diario) scritto da Liana dal 10 maggio al primo settembre 1945, vale a dire da pochi giorni [...]

Haruki Murakami

“Per quanto una situazione sia disperata, c’è sempre una possibilità di soluzione. Quando tutto attorno è buio non c’è altro da fare che aspettare tranquilli che gli occhi si abituino all’oscurità.”

Recensione American Horror Story: 2x04 Io sono Anna Frank

Recensione American Horror Story: 2x04 Io sono Anna Frank

L'episodio inizia con il ricovero di una donna che ha aggredito alcuni uomini che l'avevano presa in giro per le sue origini ebree. La ragazza dice di essere Anna Frank e accusa il dottor Arden di essere stato ad Auschwitz e di aver fatto esperimenti sugli ebrei. La donna racconta tutto a suor Jude e all'inizio lei non è disposta a crederle ma quando scopre, grazie alla polizia che è venuta ad interrogare il medico per via dell'aggressione fatta alla prostituta [...]

KAFKA -IL CAVALIERE DEL SECCHIO-

KAFKA -IL CAVALIERE DEL SECCHIO-

Consumato tutto il carbone; vuoto il secchio; inutile la pala; la stufa che respira aria gelida; la stanza gonfia di gelo; davanti alla finestra, gli alberi rigidi nella brina; il cielo, uno scudo d’argento contro chi cerca da lui un aiuto. Devo procurarmi del carbone; non posso certo morire congelato; dietro di me la stufa impietosa, impietoso il cielo davanti a me; perciò devo andare al trotto in mezzo a loro, e nel frattempo, cercare aiuto dal carbonaio. [...]

&id=HPN_Pensiero+Sufi_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Bektashismo" alt="" style="display:none;"/> ?>