Persecuzioni antiebraiche

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Summer
In rilievo

Summer

Malesia

La scheda: Malesia

Coordinate: 3°N 108°E / 3°N 108°E3, 108
La Malaysia o Malaisia (AFI: /maˈlaizja/) o raramente Grande Malesia (talvolta anche indicata in italiano con la sineddoche Malesia, in malese malaysiana Malaysia, in cinese semplificato 马来西亚 Mǎláixīyà, in cinese tradizionale 馬來西亞 Mǎláixīyà) è uno Stato federale dell'Asia sudorientale, costituito dalla Malesia Occidentale o Malesia Peninsulare che comprende gli Stati di Johor, Malacca, Negeri Sembilan, Selangor, Pahang, Terengganu, Kelantan, Perak, Penang, Kedah e Perlis, il Territorio Federale di Kuala Lumpur e il Territorio Federale di Putrajaya, e dalla Malesia Orientale che comprende gli Stati di Sabah e di Sarawak. L'isola di Labuan, presso le coste del Brunei, è considerata territorio federale.
La Malesia Occidentale confina a nord con la Thailandia e a sud con Singapore (separata da uno stretto), la Malesia Orientale confina a sud con l'Indonesia e circonda il Brunei. La Malesia è all'inizio del XXI secolo una potenza di media grandezza, con il PIL al decimo posto fra i paesi dell'Asia, e al 29° tra quelli mondiali, a parità di potere d'acquisto, è inoltre al quarto posto tra i nuovi paesi industrializzati del pianeta.


Erdogan, basta odio anti-islam,e' SOS come su antisemitismo

Erdogan, basta odio anti-islam,e' SOS come su antisemitismo

Da summit di Istanbul appello all'Onu, agisca contro islamofobia

Erdogan, islamofobia come antisemitismo

Erdogan, islamofobia come antisemitismo

(ANSA) – ISTANBUL, 22 MAR – “Come ha combattuto l’antisemitismo dopo la catastrofe dell’Olocausto, l’umanità deve combattere con la stessa determinazione anche l’odio contro l’Islam, che è in aumento”. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan parlando alla riunione straordinaria dell’Organizzazione della cooperazione islamica a Istanbul, convocata dopo la strage delle moschee in Nuova Zelanda.

EVENTI: Malesia

Nel 2000 il tasso di alfabetizzazione della popolazione adulta era dell'88,7%.

Nel 1493 il governatore veneziano di Corfù, essendo arrivata nell'isola una nave carica di giudei scacciati appunto dal Regno di Napoli e poiché quei profughi chiedevano di stabilirsi nell'isola, chiese istruzioni al Senato di Venezia, gli fu risposto che li accettasse purché s'impegnassero di rinunziare alla pratica dell'usura.

Nel 1493 il governatore veneziano di Corfù, essendo arrivata nell'isola una nave carica di giudei scacciati appunto dal Regno di Napoli e poiché quei profughi chiedevano di stabilirsi nell'isola, chiese istruzioni al Senato di Venezia, gli fu risposto che li accettasse purché s'impegnassero di rinunziare alla pratica dell'usura.

Nel 1493 il governatore veneziano di Corfù, essendo arrivata nell'isola una nave carica di giudei scacciati appunto dal Regno di Napoli e poiché quei profughi chiedevano di stabilirsi nell'isola, chiese istruzioni al Senato di Venezia, gli fu risposto che li accettasse purché s'impegnassero di rinunziare alla pratica dell'usura.

Nel 1493 il governatore veneziano di Corfù, essendo arrivata nell'isola una nave carica di giudei scacciati appunto dal Regno di Napoli e poiché quei profughi chiedevano di stabilirsi nell'isola, chiese istruzioni al Senato di Venezia, gli fu risposto che li accettasse purché s'impegnassero di rinunziare alla pratica dell'usura.

Nel 1493 il governatore veneziano di Corfù, essendo arrivata nell'isola una nave carica di giudei scacciati appunto dal Regno di Napoli e poiché quei profughi chiedevano di stabilirsi nell'isola, chiese istruzioni al Senato di Venezia, gli fu risposto che li accettasse purché s'impegnassero di rinunziare alla pratica dell'usura.

Nel 1493 il governatore veneziano di Corfù, essendo arrivata nell'isola una nave carica di giudei scacciati appunto dal Regno di Napoli e poiché quei profughi chiedevano di stabilirsi nell'isola, chiese istruzioni al Senato di Venezia, gli fu risposto che li accettasse purché s'impegnassero di rinunziare alla pratica dell'usura.

Nel 1493 il governatore veneziano di Corfù, essendo arrivata nell'isola una nave carica di giudei scacciati appunto dal Regno di Napoli e poiché quei profughi chiedevano di stabilirsi nell'isola, chiese istruzioni al Senato di Venezia, gli fu risposto che li accettasse purché s'impegnassero di rinunziare alla pratica dell'usura.

Nel 1493 il governatore veneziano di Corfù, essendo arrivata nell'isola una nave carica di giudei scacciati appunto dal Regno di Napoli e poiché quei profughi chiedevano di stabilirsi nell'isola, chiese istruzioni al Senato di Venezia, gli fu risposto che li accettasse purché s'impegnassero di rinunziare alla pratica dell'usura.

Nel 1909 la Gran Bretagna ottenne dalla Thailandia la protezione degli Stati di Kedah, Kelantan, Perlis e Terengganu che poi riunì nei Confederate Malay States (Confederazione degli stati malesi).

Nel 1998, a seguito di un censimento, sono stati individuati anche fedeli Bahá'í, con un seguito di 30.

Nel 1998, a seguito di un censimento, sono stati individuati anche fedeli Bahá'í, con un seguito di 30.

Nel 1998, a seguito di un censimento, sono stati individuati anche fedeli Bahá'í, con un seguito di 30.

Nel 1998, a seguito di un censimento, sono stati individuati anche fedeli Bahá'í, con un seguito di 30.

Nel 1998, a seguito di un censimento, sono stati individuati anche fedeli Bahá'í, con un seguito di 30.

Nel 1957 venne proclamata l'indipendenza della Federazione Malese che, ampliatasi ancora con l'unione di Singapore, Sarawak, Sabah e Sultanato del Brunei si costituì in federazione della Grande Malesia, da cui però il Sultanato del Brunei si staccò volontariamente durante il decennio successivo.

Nel 2002 si sono tenute delle elezioni parlamentari nazionali, con Zafarullah Khan Jamali della Lega Musulmana Pakistana (LMP) che conquistò la carica di Primo ministro.

Nel 2002 si sono tenute delle elezioni parlamentari nazionali, con Zafarullah Khan Jamali della Lega Musulmana Pakistana (LMP) che conquistò la carica di Primo ministro.

Nel 2002 si sono tenute delle elezioni parlamentari nazionali, con Zafarullah Khan Jamali della Lega Musulmana Pakistana (LMP) che conquistò la carica di Primo ministro.

Nel 2002 si sono tenute delle elezioni parlamentari nazionali, con Zafarullah Khan Jamali della Lega Musulmana Pakistana (LMP) che conquistò la carica di Primo ministro.

Nel 2002 si sono tenute delle elezioni parlamentari nazionali, con Zafarullah Khan Jamali della Lega Musulmana Pakistana (LMP) che conquistò la carica di Primo ministro.

Tra il 1990 e il 2008, gli abitanti cittadini componevano il 36% della popolazione del paese, il che rende la nazione la più urbanizzata del Sud dell'Asia, e questo dato è ulteriormente aumentato al 38% nel 2013.

Dal 1990, ci fu un marcato spostamento del traffico dalla rotaia alla autostrada.

Dal 1990, alcune operazioni portuali sono state spostati Balochistan con la costruzione di nuove infrastrutture.

Tra il 1990 e il 2008, gli abitanti cittadini componevano il 36% della popolazione del paese, il che rende la nazione la più urbanizzata del Sud dell'Asia, e questo dato è ulteriormente aumentato al 38% nel 2013.

Dal 1990, ci fu un marcato spostamento del traffico dalla rotaia alla autostrada.

Dal 1990, alcune operazioni portuali sono state spostati Balochistan con la costruzione di nuove infrastrutture.

Tra il 1990 e il 2008, gli abitanti cittadini componevano il 36% della popolazione del paese, il che rende la nazione la più urbanizzata del Sud dell'Asia, e questo dato è ulteriormente aumentato al 38% nel 2013.

Dal 1990, ci fu un marcato spostamento del traffico dalla rotaia alla autostrada.

Dal 1990, alcune operazioni portuali sono state spostati Balochistan con la costruzione di nuove infrastrutture.

Tra il 1990 e il 2008, gli abitanti cittadini componevano il 36% della popolazione del paese, il che rende la nazione la più urbanizzata del Sud dell'Asia, e questo dato è ulteriormente aumentato al 38% nel 2013.

Dal 1990, ci fu un marcato spostamento del traffico dalla rotaia alla autostrada.

Dal 1990, alcune operazioni portuali sono state spostati Balochistan con la costruzione di nuove infrastrutture.

Tra il 1990 e il 2008, gli abitanti cittadini componevano il 36% della popolazione del paese, il che rende la nazione la più urbanizzata del Sud dell'Asia, e questo dato è ulteriormente aumentato al 38% nel 2013.

Dal 1990, ci fu un marcato spostamento del traffico dalla rotaia alla autostrada.

Dal 1990, alcune operazioni portuali sono state spostati Balochistan con la costruzione di nuove infrastrutture.

Nel 1971 il Pakistan orientale si ribellò e, con l'aiuto di truppe indiane, divenne lo stato indipendente del Bangladesh, anche se l'India non concesse mai al suo Stato del Bengala di riunificarsi col Bangladesh.

Nel 1971 il Pakistan orientale si ribellò e, con l'aiuto di truppe indiane, divenne lo stato indipendente del Bangladesh, anche se l'India non concesse mai al suo Stato del Bengala di riunificarsi col Bangladesh.

Nel 1971 il Pakistan orientale si ribellò e, con l'aiuto di truppe indiane, divenne lo stato indipendente del Bangladesh, anche se l'India non concesse mai al suo Stato del Bengala di riunificarsi col Bangladesh.

Nel 1971 il Pakistan orientale si ribellò e, con l'aiuto di truppe indiane, divenne lo stato indipendente del Bangladesh, anche se l'India non concesse mai al suo Stato del Bengala di riunificarsi col Bangladesh.

Nel 1971 il Pakistan orientale si ribellò e, con l'aiuto di truppe indiane, divenne lo stato indipendente del Bangladesh, anche se l'India non concesse mai al suo Stato del Bengala di riunificarsi col Bangladesh.

Nel 2004 Musharraf ha cominciato una serie di passi per far ritornare la nazione a una certa qual formale democrazia, essendosi impegnato a dimettersi da capo delle forze armate per la fine del 2004.

Nel 2004 Musharraf ha cominciato una serie di passi per far ritornare la nazione a una certa qual formale democrazia, essendosi impegnato a dimettersi da capo delle forze armate per la fine del 2004.

Nel 2004 Musharraf ha cominciato una serie di passi per far ritornare la nazione a una certa qual formale democrazia, essendosi impegnato a dimettersi da capo delle forze armate per la fine del 2004.

Nel 2004 Musharraf ha cominciato una serie di passi per far ritornare la nazione a una certa qual formale democrazia, essendosi impegnato a dimettersi da capo delle forze armate per la fine del 2004.

Nel 2004 Musharraf ha cominciato una serie di passi per far ritornare la nazione a una certa qual formale democrazia, essendosi impegnato a dimettersi da capo delle forze armate per la fine del 2004.

Nel 2005 un terremoto di magnitudo 7,6 scosse la regione del Kashmir causando più di 30.

Nel 2005, entrambi i paesi hanno raggiunto un accordo congiunto sulla sicurezza energetica, che richiede un enorme aumento della capacità di generazione di più di 160.

Nel 2005 un terremoto di magnitudo 7,6 scosse la regione del Kashmir causando più di 30.

Nel 2005, entrambi i paesi hanno raggiunto un accordo congiunto sulla sicurezza energetica, che richiede un enorme aumento della capacità di generazione di più di 160.

Nel 2005 un terremoto di magnitudo 7,6 scosse la regione del Kashmir causando più di 30.

Nel 2005, entrambi i paesi hanno raggiunto un accordo congiunto sulla sicurezza energetica, che richiede un enorme aumento della capacità di generazione di più di 160.

Nel 2005 un terremoto di magnitudo 7,6 scosse la regione del Kashmir causando più di 30.

Nel 2005, entrambi i paesi hanno raggiunto un accordo congiunto sulla sicurezza energetica, che richiede un enorme aumento della capacità di generazione di più di 160.

Nel 2005 un terremoto di magnitudo 7,6 scosse la regione del Kashmir causando più di 30.

Nel 2005, entrambi i paesi hanno raggiunto un accordo congiunto sulla sicurezza energetica, che richiede un enorme aumento della capacità di generazione di più di 160.

Il 6 settembre 2008 Asif Ali Zardari, già marito di Benazir Bhutto, è stato eletto nuovo Presidente.

Il 6 settembre 2008 è stato eletto nuovo Presidente della Repubblica del Pakistan Asif Ali Zardari, vedovo di Benazir Bhutto.

Il 6 settembre 2008 Asif Ali Zardari, già marito di Benazir Bhutto, è stato eletto nuovo Presidente.

Il 6 settembre 2008 è stato eletto nuovo Presidente della Repubblica del Pakistan Asif Ali Zardari, vedovo di Benazir Bhutto.

Il 6 settembre 2008 Asif Ali Zardari, già marito di Benazir Bhutto, è stato eletto nuovo Presidente.

Il 6 settembre 2008 è stato eletto nuovo Presidente della Repubblica del Pakistan Asif Ali Zardari, vedovo di Benazir Bhutto.

Il 6 settembre 2008 Asif Ali Zardari, già marito di Benazir Bhutto, è stato eletto nuovo Presidente.

Il 6 settembre 2008 è stato eletto nuovo Presidente della Repubblica del Pakistan Asif Ali Zardari, vedovo di Benazir Bhutto.

Il 6 settembre 2008 Asif Ali Zardari, già marito di Benazir Bhutto, è stato eletto nuovo Presidente.

Il 6 settembre 2008 è stato eletto nuovo Presidente della Repubblica del Pakistan Asif Ali Zardari, vedovo di Benazir Bhutto.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Il 27 dicembre 2007 il capo del partito dell'opposizione Benazir Bhutto è stata uccisa in un attentato dopo una manifestazione nella città di Rawalpindi.

Nel 2030, si prevede che esso superi l'Indonesia come il più grande paese a maggioranza musulmana nel mondo.

Nel 2030, si prevede che esso superi l'Indonesia come il più grande paese a maggioranza musulmana nel mondo.

Nel 2030, si prevede che esso superi l'Indonesia come il più grande paese a maggioranza musulmana nel mondo.

Nel 2030, si prevede che esso superi l'Indonesia come il più grande paese a maggioranza musulmana nel mondo.

Nel 2030, si prevede che esso superi l'Indonesia come il più grande paese a maggioranza musulmana nel mondo.

Nel 2011 c'era una forza lavoro di 11.

Nel 711, il generale arabo Muhammad bin Qasim conquistò la valle dell'Indo da Sindh a Multan, nel sud del Punjab.

Nel 711, il generale arabo Muhammad bin Qasim conquistò la valle dell'Indo da Sindh a Multan, nel sud del Punjab.

Nel 711, il generale arabo Muhammad bin Qasim conquistò la valle dell'Indo da Sindh a Multan, nel sud del Punjab.

Nel 711, il generale arabo Muhammad bin Qasim conquistò la valle dell'Indo da Sindh a Multan, nel sud del Punjab.

Nel 711, il generale arabo Muhammad bin Qasim conquistò la valle dell'Indo da Sindh a Multan, nel sud del Punjab.

Nel 1988 il generale morì in un incidente aereo e il Pakistan ritornò ad avere un governo democraticamente eletto, con l'elezione di Benazir Bhutto.

Dal 1988 al 1998 il Pakistan ebbe un governo civile, guidato alternativamente da Benazir Bhutto e Nawaz Sharif, che furono entrambi eletti due volte e deposti con la consueta accusa di corruzione.

Nel 1988 il generale morì in un incidente aereo e il Pakistan ritornò ad avere un governo democraticamente eletto, con l'elezione di Benazir Bhutto.

Dal 1988 al 1998 il Pakistan ebbe un governo civile, guidato alternativamente da Benazir Bhutto e Nawaz Sharif, che furono entrambi eletti due volte e deposti con la consueta accusa di corruzione.

Nel 1988 il generale morì in un incidente aereo e il Pakistan ritornò ad avere un governo democraticamente eletto, con l'elezione di Benazir Bhutto.

Dal 1988 al 1998 il Pakistan ebbe un governo civile, guidato alternativamente da Benazir Bhutto e Nawaz Sharif, che furono entrambi eletti due volte e deposti con la consueta accusa di corruzione.

Nel 1988 il generale morì in un incidente aereo e il Pakistan ritornò ad avere un governo democraticamente eletto, con l'elezione di Benazir Bhutto.

Dal 1988 al 1998 il Pakistan ebbe un governo civile, guidato alternativamente da Benazir Bhutto e Nawaz Sharif, che furono entrambi eletti due volte e deposti con la consueta accusa di corruzione.

Nel 1988 il generale morì in un incidente aereo e il Pakistan ritornò ad avere un governo democraticamente eletto, con l'elezione di Benazir Bhutto.

Dal 1988 al 1998 il Pakistan ebbe un governo civile, guidato alternativamente da Benazir Bhutto e Nawaz Sharif, che furono entrambi eletti due volte e deposti con la consueta accusa di corruzione.

Nel 1867 Malacca e Singapore entrarono a far parte della colonia britannica degli stabilimenti degli stretti.

Dal 14 agosto 1947 fino al 1971, la nazione fu costituita dal Pakistan occidentale e dal Pakistan orientale, essenzialmente bengalino, i cui territori erano però separati dal Bengala indiano.

Dal 1947 al 1970, il treno era il mezzo principale di trasporto, fintanto che vennero realizzate le strade nazionali e si andò incontro al boom economico del settore automobilistico.

Dal 14 agosto 1947 fino al 1971, la nazione fu costituita dal Pakistan occidentale e dal Pakistan orientale, essenzialmente bengalino, i cui territori erano però separati dal Bengala indiano.

Dal 1947 al 1970, il treno era il mezzo principale di trasporto, fintanto che vennero realizzate le strade nazionali e si andò incontro al boom economico del settore automobilistico.

Dal 14 agosto 1947 fino al 1971, la nazione fu costituita dal Pakistan occidentale e dal Pakistan orientale, essenzialmente bengalino, i cui territori erano però separati dal Bengala indiano.

Dal 1947 al 1970, il treno era il mezzo principale di trasporto, fintanto che vennero realizzate le strade nazionali e si andò incontro al boom economico del settore automobilistico.

Dal 14 agosto 1947 fino al 1971, la nazione fu costituita dal Pakistan occidentale e dal Pakistan orientale, essenzialmente bengalino, i cui territori erano però separati dal Bengala indiano.

Dal 1947 al 1970, il treno era il mezzo principale di trasporto, fintanto che vennero realizzate le strade nazionali e si andò incontro al boom economico del settore automobilistico.

Dal 14 agosto 1947 fino al 1971, la nazione fu costituita dal Pakistan occidentale e dal Pakistan orientale, essenzialmente bengalino, i cui territori erano però separati dal Bengala indiano.

Dal 1947 al 1970, il treno era il mezzo principale di trasporto, fintanto che vennero realizzate le strade nazionali e si andò incontro al boom economico del settore automobilistico.

Tra il 1905 e il 1907 studiò giurisprudenza e filosofia a Cambridge, Monaco di Baviera e Heidelberg.

Tra il 1905 e il 1907 studiò giurisprudenza e filosofia a Cambridge, Monaco di Baviera e Heidelberg.

Tra il 1905 e il 1907 studiò giurisprudenza e filosofia a Cambridge, Monaco di Baviera e Heidelberg.

Tra il 1905 e il 1907 studiò giurisprudenza e filosofia a Cambridge, Monaco di Baviera e Heidelberg.

Tra il 1905 e il 1907 studiò giurisprudenza e filosofia a Cambridge, Monaco di Baviera e Heidelberg.

Nel 2013, Musharraf torna in Pakistan ma viene arrestato, si svolgono le elezioni, nonostante le violenze ai talebani, prevale Nawaz Sharif che diventa Primo ministro per la terza volta.

Nel 2013, la spesa per l'assistenza sanitaria è stata pari a circa al 2,8% del PIL.

Nel 2013, vi sono state proteste in tutto il paese da parte sia degli sciiti che dei sunniti che chiedevano la fine delle violenze settarie, il rafforzamento della legge e dell'ordine e sollecitando l'unità tra i due rami dell'Islam.

Nel 2013, il secondo complesso commerciale nucleare a Karachi è stato ampliato con reattori supplementari.

Nel 2013, Musharraf torna in Pakistan ma viene arrestato, si svolgono le elezioni, nonostante le violenze ai talebani, prevale Nawaz Sharif che diventa Primo ministro per la terza volta.

Nel 2013, la spesa per l'assistenza sanitaria è stata pari a circa al 2,8% del PIL.

Nel 2013, vi sono state proteste in tutto il paese da parte sia degli sciiti che dei sunniti che chiedevano la fine delle violenze settarie, il rafforzamento della legge e dell'ordine e sollecitando l'unità tra i due rami dell'Islam.

Nel 2013, il secondo complesso commerciale nucleare a Karachi è stato ampliato con reattori supplementari.

Nel 2013, Musharraf torna in Pakistan ma viene arrestato, si svolgono le elezioni, nonostante le violenze ai talebani, prevale Nawaz Sharif che diventa Primo ministro per la terza volta.

Nel 2013, la spesa per l'assistenza sanitaria è stata pari a circa al 2,8% del PIL.

Nel 2013, vi sono state proteste in tutto il paese da parte sia degli sciiti che dei sunniti che chiedevano la fine delle violenze settarie, il rafforzamento della legge e dell'ordine e sollecitando l'unità tra i due rami dell'Islam.

Nel 2013, il secondo complesso commerciale nucleare a Karachi è stato ampliato con reattori supplementari.

Nel 2013, Musharraf torna in Pakistan ma viene arrestato, si svolgono le elezioni, nonostante le violenze ai talebani, prevale Nawaz Sharif che diventa Primo ministro per la terza volta.

Nel 2013, la spesa per l'assistenza sanitaria è stata pari a circa al 2,8% del PIL.

Nel 2013, vi sono state proteste in tutto il paese da parte sia degli sciiti che dei sunniti che chiedevano la fine delle violenze settarie, il rafforzamento della legge e dell'ordine e sollecitando l'unità tra i due rami dell'Islam.

Nel 2013, il secondo complesso commerciale nucleare a Karachi è stato ampliato con reattori supplementari.

Nel 2013, Musharraf torna in Pakistan ma viene arrestato, si svolgono le elezioni, nonostante le violenze ai talebani, prevale Nawaz Sharif che diventa Primo ministro per la terza volta.

Nel 2013, la spesa per l'assistenza sanitaria è stata pari a circa al 2,8% del PIL.

Nel 2013, vi sono state proteste in tutto il paese da parte sia degli sciiti che dei sunniti che chiedevano la fine delle violenze settarie, il rafforzamento della legge e dell'ordine e sollecitando l'unità tra i due rami dell'Islam.

Nel 2013, il secondo complesso commerciale nucleare a Karachi è stato ampliato con reattori supplementari.

Nel 2012, la mortalità dei bambini sotto i cinque era di 86 per000 nati vivi.

Nel 2012, la mortalità dei bambini sotto i cinque era di 86 per000 nati vivi.

Nel 2012, la mortalità dei bambini sotto i cinque era di 86 per000 nati vivi.

Nel 2012, la mortalità dei bambini sotto i cinque era di 86 per000 nati vivi.

Nel 2012, la mortalità dei bambini sotto i cinque era di 86 per000 nati vivi.

Tra il 1920 e il 1930, la lotta per l'indipendenza, in gran parte non violenta e guidata dal Congresso indiano, vide l'intervento di milioni di manifestanti in campagne di massa di disobbedienza civile contro la Impero britannico.

Tra il 1920 e il 1930, la lotta per l'indipendenza, in gran parte non violenta e guidata dal Congresso indiano, vide l'intervento di milioni di manifestanti in campagne di massa di disobbedienza civile contro la Impero britannico.

Tra il 1920 e il 1930, la lotta per l'indipendenza, in gran parte non violenta e guidata dal Congresso indiano, vide l'intervento di milioni di manifestanti in campagne di massa di disobbedienza civile contro la Impero britannico.

Tra il 1920 e il 1930, la lotta per l'indipendenza, in gran parte non violenta e guidata dal Congresso indiano, vide l'intervento di milioni di manifestanti in campagne di massa di disobbedienza civile contro la Impero britannico.

Tra il 1920 e il 1930, la lotta per l'indipendenza, in gran parte non violenta e guidata dal Congresso indiano, vide l'intervento di milioni di manifestanti in campagne di massa di disobbedienza civile contro la Impero britannico.

Macron, prevenire cause antisemitismo

Macron, prevenire cause antisemitismo

(ANSA) – ROMA, 3 MAR – “Mi rammarico per la collera che riparte, i vecchi odi, il razzismo, l’antisemitismo. Sono il sintomo del malessere della nostra civiltà, di fondo è l’odio verso l’altro. Ma se non rispettiamo l’altro le nostre società muoiono. Dobbiamo lottare e prevenire le cause” di questo odio. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron, intervistato da Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’.

Tajani, Olocausto sia monito perenne

Tajani, Olocausto sia monito perenne

(ANSA) – BRUXELLES, 30 GEN – “L’Olocausto deve rimanere un monito perenne”. Così il presidente del Parlamento Ue, Antonio Tajani, aprendo la commemorazione in aula a Bruxelles del Giorno Internazionale della Memoria delle vittime dell’Olocausto. “Non dobbiamo più tollerare atti di violenza e odio razziale. Secondo i dati dell’ultimo Eurobarometro – ha ricordato Tajani – il 50% dei cittadini europei ritiene che l’antisemitismo sia un [...]

Giorno memoria, l'odio viaggia in rete

Giorno memoria, l'odio viaggia in rete

(ANSA) – BOLZANO, 24 GEN – “L’antisemitismo, come l’odio razziale, viaggiano su internet e nei social media. Chiunque può dire le cose più orrende e stupide, è un fenomeno inarrestabile. Solo l’educazione dei giovani può porre rimedio, anche se non potrà mai debellare il fenomeno perché l’odio e i pregiudizi purtroppo fanno parte della natura umana”. Lo afferma l’ex presidente della comunità ebraica a Merano Federico Steinhaus, che [...]

Casellati, antisemitismo va respinto

Casellati, antisemitismo va respinto

(ANSA) – ROMA, 23 GEN – “L’antisemitismo è un mostro che si nutre di pregiudizi velenosi e di falsificazioni presentate come verità. Va respinto sempre e comunque”. Lo dice il presidente del Senato Elisabetta Casellati, in occasione della proiezione in anteprima a Palazzo Madama del docufilm sulle leggi razziali “Figli del destino” che sarà trasmesso stasera da Rai1. “L’opera dà la possibilità di approfondire una delle più gravi e [...]

Allarme Ue, antisemitismo preoccupa il 58% di italiani

Allarme Ue, antisemitismo preoccupa il 58% di italiani

BRUXELLES – L’antisemitismo preoccupa per il 58% degli italiani e il 31% pensa che sia aumentato negli ultimi 5 anni. A rivelarlo è l’ultimo Eurobarometro presentato oggi dalla Commissione Ue al museo ebraico di Bruxelles e condotto nel dicembre 2018 su un campione di oltre 27mila europei. Il sentimento italiano ricalca quello dell’Europa intera, dove il 50% dei cittadini ritiene che l’antisemitismo sia un problema. I picchi si registrano in Svezia [...]

Ue, 58% italiani teme antisemitismo

Ue, 58% italiani teme antisemitismo

(ANSA) – BRUXELLES, 22 GEN – L’antisemitismo preoccupa per il 58% degli italiani e il 31% pensa che sia aumentato negli ultimi 5 anni. A rivelarlo è l’ultimo Eurobarometro presentato oggi dalla Commissione Ue al museo ebraico di Bruxelles e condotto nel dicembre 2018 su un campione di oltre 27mila europei. Il sentimento italiano ricalca quello dell’Europa intera, dove il 50% dei cittadini ritiene che l’antisemitismo sia un problema. I picchi si [...]

Merkel, preoccupa ancora antisemitismo

Merkel, preoccupa ancora antisemitismo

(ANSA) – BERLINO, 9 NOV – Dopo la seconda guerra mondiale “la delimitazione normativa di razzismo e antisemitismo era fondamentale ma razzismo, antisemitismo e pregiudizi non svaniscono da soli”: lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel nel discorso per la commemorazione degli 80 anni dalla Notte dei Cristalli, alla sinagoga centrale di Berlino. “Oggi c’è in Germania una fiorente vita ebraica”, ha proseguito, ma al tempo stesso “è [...]

Antisemitismo, l'allarme di Einstein in una lettera

Antisemitismo, l'allarme di Einstein in una lettera

All'asta a Gerusalemme una missiva del fisico del 1922

FOTO: Malesia

Iran

Iran

Iraniani

Iraniani

Iraniana

Iraniana

Repubblica_Islamica_dell'Iran

Repubblica_Islamica_dell'Iran

Repubblica_islamica_dell'Iran

Repubblica_islamica_dell'Iran

Pachistano

Pachistano

Repubblica_Islamica_del_Pakistan

Repubblica_Islamica_del_Pakistan

Pittsburgh: governo in raccoglimento

Pittsburgh: governo in raccoglimento

(ANSAmed) – TEL AVIV, 28 OTT – In apertura della seduta settimanale, il governo israeliano ha osservato oggi un minuto di raccoglimento per le vittime dell’attacco alla sinagoga di Pittsburgh. ”Israele si schiera in un unico fronte – ha detto il premier Benyamin Netanyahu – con la comunita’ ebraica di Pittsburgh, con la popolazione ebraica in Usa e con il popolo americano. Siamo un unico fronte contro l’antisemitismo e contro questi fenomeni di [...]

OLTRE LA PIAZZA DI ROMA C'è STATO LA PIAZZA DI MILANO.Contro razzismo, antisemitismo e sessismo.

OLTRE LA PIAZZA DI ROMA C'è STATO LA PIAZZA DI MILANO.Contro razzismo, antisemitismo e sessismo.

Una piazza rossa a Milano, migliaia di magliette anti-intolleranza riempiono il Duomo. Sono felice di " rivedere " una piazza in sintonia con quella di " Roma ".  Ora abbiamo un obiettivo comune e certo---Frenare la deriva populosfascista  dei giallo verdi neri.!!!!! un po' di umiltà e un riconoscimento che non c'e' una sinistra " esclusiva e certificata " con il naso all'insu'  ma un popolo ...progressista e antifascista!!!!!!!! In un tempo in cui è tornato [...]

Staff Merkel, indignati da antisemitismo

Staff Merkel, indignati da antisemitismo

(ANSA) – BERLINO, 10 SET – “Che l’antisemitismo torni a colpire nel nostro paese in queste forme indigna ciascuno di noi”. Lo ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo a una domanda sull’attacco al ristorante ebreo, avvenuto il 27 agosto, ad opera di un gruppo di neonazi, nell’ambito delle manifestazioni di Chemnitz dell’ultradestra. Del caso ha riportato ieri la Welt am Sonntag.

Leggi razziali 80 anni dopo: l’Italia è ancora piena di fascisti e antisemiti

Leggi razziali 80 anni dopo: l’Italia è ancora piena di fascisti e antisemiti

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Leggi razziali 80 anni dopo: l’Italia è ancora piena di fascisti e antisemiti Il 5 settembre 1938 Vittorio Emanuele III e Benito Mussolini firmarono i "decreti della vergogna": cominciò la persecuzione degli ebrei italiani Siamo in un paese che col suo passato non ha mai fatto i conti. Ci culliamo forse nel senso della distanza, quando solo 80 anni fa, poche generazioni prima di noi, nel [...]

Times, controsorpasso Tory su Labour

Times, controsorpasso Tory su Labour

(ANSA) – LONDRA, 10 AGO – Controsorpasso del Partito Conservatore britannico sull’opposizione laburista, malgrado le spaccature sulla Brexit e le incognite sulla conduzione del negoziato con Bruxelles da parte del governo May, secondo un nuovo sondaggio pubblicato oggi dal Times di Rupert Murdoch. La rilevazione, frutto di un aggiornamento periodico delle molteplici indagini elettorali dell’istituto YouGov, indica ora i Tories a quota 39%, più o meno [...]

Germania: allarme antisemitismo, 'non portate la kippah'

Germania: allarme antisemitismo, 'non portate la kippah'

Aumentano aggressioni, presidente consiglio ebrei corre ai ripari

Nuova lettera Coryn contro antisemitismo

Nuova lettera Coryn contro antisemitismo

(ANSA) – LONDRA, 30 MAR – Jeremy Corbyn promette di fare di più e “meglio” per sradicare gli elementi di antisemitismo, che riconosce essere anche dentro e attorno al Partito Laburista britannico. Lo si legge in un messaggio di auguri inviato alla comunità ebraica per Pesach, la Pasqua ebraica. Nella sua lettera, la terza in pochi giorni sull’argomento, sullo sfondo delle proteste che hanno investito partito e leadership, il numero uno labour scrive: [...]

Principe Salman vedrà leader ebraici Usa

Principe Salman vedrà leader ebraici Usa

(ANSAmed) – TEL AVIV, 27 MAR – Il principe saudita Mohammad bin Salman incontrerà i leader ebraici americani a New York durante il suo soggiorno di due settimane negli Usa. Lo riporta Haaretz che cita ‘Jewish Insider’. La visita – secondo queste fonti – si concentrerà sulla rivalità tra l’Arabia Saudita e l’Iran, sul processo di pace tra israeliani e palestinesi e l’approccio del regno saudita all’antisemitismo. Salman è arrivato negli [...]

Choc a Parigi, "è antisemitismo"

Choc a Parigi, "è antisemitismo"

E' morta nel suo appartamento accoltellata e bruciata. Per la Procura è antisemitismo.

Antisemitismo a Parigi un delitto inquietante

Antisemitismo a Parigi un delitto inquietante

Anziana superstite sella Shoah bruciata viva nel suo appartamento, fermate due persone

&id=HPN_Persecuzioni+antiebraiche_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Antisemitismo" alt="" style="display:none;"/> ?>