Pio La Torre

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Pio La Torre

La scheda: Pio La Torre

componente della V commissione (bilancio e partecipazioni statali) dal 25 maggio 1972 al 4 luglio 1976
componente della commissione parlamentare per l'esercizio dei poteri di controllo sulla programmazione e sull'attuazione degli interventi ordinari e straordinari nel Mezzogiorno dal 20 maggio 1976 al 4 luglio 1976
componente della commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della mafia in Sicilia dal 28 luglio 1972 al 23 gennaio 1973 e dal 22 febbraio 1973 al 4 luglio 1976
componente della V commissione (bilancio e partecipazioni statali) dal 5 luglio 1976 al 24 gennaio 1977
componente della XI commissione (agricoltura e foreste) dal 24 gennaio 1977 al 19 giugno 1979
componente della commissione parlamentare per l'esercizio dei poteri di controllo sulla programmazione e sull'attuazione degli interventi ordinari e straordinari nel Mezzogiorno dal 5 agosto 1976 al 23 marzo 1977
componente della VII commissione (difesa) dal 20 settembre 1979 al 30 aprile 1982
componente della XI commissione (agricolture e foreste) dall'11 luglio 1979 al 20 settembre 1979
Pio La Torre (Palermo, 24 dicembre 1927 – Palermo, 30 aprile 1982) è stato un politico e sindacalista italiano, ricordato per il suo impegno nella lotta alla mafia, morì tragicamente nel 1982 assassinato per ordine di alcuni boss mafiosi tra cui Totò Riina e Bernardo Provenzano.


Pio La Torre:
Deputato della Repubblica Italiana:
Durata mandato: 25 maggio 1972 – 30 aprile 1982
Legislature: VI, VII, VIII
Circoscrizione: Sicilia 1
Collegio: Palermo
Incarichi parlamentari:
componente della V commissione (bilancio e partecipazioni statali) dal 25 maggio 1972 al 4 luglio 1976 componente della commissione parlamentare per l'esercizio dei poteri di controllo sulla programmazione e sull'attuazione degli interventi ordinari e straordinari nel Mezzogiorno dal 20 maggio 1976 al 4 luglio 1976 componente della commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della mafia in Sicilia dal 28 luglio 1972 al 23 gennaio 1973 e dal 22 febbraio 1973 al 4 luglio 1976 componente della V commissione (bilancio e partecipazioni statali) dal 5 luglio 1976 al 24 gennaio 1977 componente della XI commissione (agricoltura e foreste) dal 24 gennaio 1977 al 19 giugno 1979 componente della commissione parlamentare per l'esercizio dei poteri di controllo sulla programmazione e sull'attuazione degli interventi ordinari e straordinari nel Mezzogiorno dal 5 agosto 1976 al 23 marzo 1977 componente della VII commissione (difesa) dal 20 settembre 1979 al 30 aprile 1982 componente della XI commissione (agricolture e foreste) dall'11 luglio 1979 al 20 settembre 1979
Dati generali:
Partito politico: Partito Comunista Italiano
Titolo di studio: Laurea in Scienze Politiche
Professione: Sindacalista

deleted

deleted

deleted

deleted

EVENTI: Pio La Torre

Nel 1959 divenne segretario regionale della CGIL.

Nel 1969 si trasferì a Roma per prendere la direzione prima della Commissione agraria e poi di quella meridionale.

Nel 2012, per Edizioni Flaccovio, esce il volume Pio La Torre di Vito Lo Monaco e Vincenzo Vasile.

Nel 1960 entrò nel Comitato centrale del PCI, e nel 1962 fu eletto segretario regionale, succedendo a Emanuele Macaluso.

Nel 1981 chiese ai vertici del PCI di riassumere la carica di segretario regionale del partito in Sicilia.

Nel 2017 esce il libro Ecco chi sei.

Nel 1972 venne eletto deputato alla Camera nel collegio Sicilia occidentale, e subito in Parlamento si occupò di agricoltura.

Nel 1952 si candidò al consiglio comunale di Palermo, e venne eletto.

Nel 1963 fu eletto per il PCI deputato all'Assemblea regionale siciliana e rieletto nel 1967, fino al 1971.

Il 30 aprile 2007 venne intitolato a Pio La Torre, dalla giunta di centrosinistra, il nuovo aeroporto di Comiso (inaugurato il 30 maggio 2013).

37 anni fa - il 30 aprile 1982 - fu ucciso Pio La Torre, il Comunista che spaventò i boss pagando con la vita la sua sfida alla mafia, ma soprattutto allo Stato colluso! Una storia che nessuno vuole venga ricordata!

37 anni fa - il 30 aprile 1982 - fu ucciso Pio La Torre, il Comunista che spaventò i boss pagando con la vita la sua sfida alla mafia, ma soprattutto allo Stato colluso! Una storia che nessuno vuole venga ricordata!

    . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . 37 anni fa - il 30 aprile 1982 - fu ucciso Pio La Torre, il Comunista che spaventò i boss pagando con la vita la sua sfida alla mafia, ma soprattutto allo Stato colluso! Una storia che nessuno vuole venga ricordata! Per capire di cosa stiamo parlando, ecco quello che ricostruisce Minoli in una puntata di Rai Soria del 8 novembre 2009 (v. video a fine articolo): "dalle carte del processo risulta che [...]

CORMANO: PIO LA TORRE RACCONTATO DAL FIGLIO FRANCO

  Si svolgerà venerdì 10 giugno, a partire dalle ore 21.00 presso la Sala del Consiglio comunale di Cormano,  l’incontro conclusivo della rassegna “La Legalità prima di tutto“, una serie di appuntamenti con l’autore e di conferenze per affrontare il tema della legalità e della lotta contro le mafie. L’iniziativa è organizzata dall’Amministrazione Comunale e dal Comitato Soci Coop Cormano. A chiudere la rassegna sarà la presentazione del libro [...]

LIBERA

LIBERA

NUOVA EDIZIONE DEL PREMIO PIO LA TORRE Al via l'edizione 2013/2014 del Premio Pio La Torre, Istituito ormai 5 anni fa dall'associazione Libera per ricordare il politico e sindacalista siciliano, ucciso da Cosa Nostra insieme al suo collaboratore Rosario di Salvo il 30 Aprile 1982. Dopo cinque anni di partecipazione, studio, approfondimento, anche questa edizione ha visto il Premio Pio La Torre cambiare ed innovarsi.  Quattro sezioni, per coinvolgere i ragazzi di [...]

Pio La Torre 31 anni dopo - Contro il cancro della Mafia - la proposta di legge Ingroia-La Torre

Pio La Torre 31 anni dopo - Contro il cancro della Mafia - la proposta di legge Ingroia-La Torre

Pio La Torre - Palermo, 24 dicembre 1927 – Palermo, 30 aprile 1982 Nei giorni dei grandi compromessi e dei minimi profili della politica e dell'arroganza del potere voglio ricordare una di quelle persone che ha pagato con la vita la sua onestà, la sua coerenza e la sua determinazione nella lotta per debellare il sistema mafioso. Attraverso il fumetto viene raccontata la storia di Pio La Torre cliccando sull'immagine si accede al fumetto La proposta di [...]

Pio La Torre: Napolitano, “rinnovare memoria e sdegno”

Pio La Torre: Napolitano, “rinnovare memoria e sdegno”

Messaggio capo dello Stato a manifestazione a Palermo ANSA 30 aprile 2013 PALERMO, ''Ancora oggi, a 31 anni da quel tragico evento, rinnovare la memoria e lo sdegno per quel vile assassinio significa riaffermare i valori di democrazia e di libertà solennemente sanciti dalla Carta costituzionale e su cui si fonda la convivenza civile nel nostro Paese''. E' il messaggio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, inviato alla manifestazione a Palermo, per [...]

"31 ANNI IN CAMMINO CON E PER PIO LA TORRE" DI LAURA PICCHI

DOMANI SONO 31 ANNI CHE HANNO AMMAZZATO PIO LA TORRE..... GIA' 31 ANNI .......QUANTO SONO LUNGHI 31 ANNI PIO? 31 ANNI SENZA UN UOMO E POLITICO CON SCHIENA DRITTA E TESTA ALTA, 31 ANNI SENZA UN LEADER DELLA NUOVA RESISTENZA, SENZA UNA VOCE LIBERA PREPARATA LUCIDA E CONSAPEVOLE! 31 ANNI PIO SENZA GIUSTIZIA PER TE E CHI MORI' CON TE, 31 ANNI IN TUA MEMORIA, PER TE E CON TE, 31 ANNI CHE SI FANNO IMPEGNO E CAMMINO LUNGO LA STESSA TUA STRADA. GRAZIE PIO. LAURA PICCHI   [...]

Chi ha ucciso Pio La Torre... Milano 22 settembre ore 17

Chi ha ucciso Pio La Torre... Milano 22 settembre ore 17

Pubblichiamo quest'iniziativa che è stata inviata al blog.MOWA

1982. Delitto La Torre, riaperta indagine

1982. Delitto La Torre, riaperta indagine

Palermo. ultimissimeDopo i tanti appelli di intellettuali e giuristihttp://www.ansa.it09 giugno 2012PALERMO, La procura di Palermo ha riaperto l'indagine sull'omicidio di Pio La Torre, avvenuto il 30 aprile del 1982, nel capoluogo siciliano. Sono stati cosi' accolti gli appelli lanciati da intellettuali e giuristi sull'ipotesi di possibili mandanti esterni al delitto. Qualche giorno prima di morire La Torre aveva detto di voler consegnare a cinque professori [...]

FOTO: Pio La Torre

Tomba di Pio La Torre nel Cimitero dei Cappuccini a Palermo

Tomba di Pio La Torre nel Cimitero dei Cappuccini a Palermo

Mafia & Coop rosse, 7 anni a Fontana, concorso in associazione mafiosa

Mafia & Coop rosse, 7 anni a Fontana, concorso in associazione mafiosa

Assolti imputati processo coop rosseDichiarato inammissibile ricorso della procura generaleANSA28 settembre 2013(ANSA) - PALERMO, 28 SET - Inammissibile il ricorso della procura generale. Cosi' la Cassazione conferma le assoluzioni degli imputati nel processo sui presunti accordi tra le cooperative rosse e Cosa nostra. Scagionati l'ex vicesindaco di Villabate, Antonino Fontana ex militante del Pci, Mario Calarco accusato di associazione mafiosa e Ignazio [...]

Quegli intrecci tra mafia e Pd che Santoro & C. non raccontano, di Gian Marco Chiocci

Quegli intrecci tra mafia e Pd che Santoro & C. non raccontano, di Gian Marco Chiocci

Assolti imputati processo coop rosseDichiarato inammissibile ricorso della procura generale28 settembre 2013 (ANSA) - PALERMO, 28 SET - Inammissibile il ricorso della procura generale. Cosi' la Cassazione conferma le assoluzioni degli imputati nel processo sui presunti accordi tra le cooperative rosse e Cosa nostra. Scagionati l'ex vicesindaco di Villabate, Antonino Fontana ex militante del Pci, Mario Calarco accusato di associazione mafiosa e Ignazio Potestio e [...]

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli NAPOLI  - Cancellati i nomi di Garibaldi, Vittorio Emanuele e Umberto I. Al loro posto quello di alcuni briganti o di vittime della mafia come Peppino Impastato e Pio La Torre. Un vero e proprio blitz è stato compiuto nella notte a Napoli, in occasione della giornata che celebra i 150 anni dell'ingresso di Giuseppe Garibaldi e dei Mille in città. Gli aderenti al Laboratorio Insurgencia hanno sovrapposto sulle [...]

Antonelle Doria, Riflessioni  sulla morte dei tre segretari del Pci

Antonelle Doria, Riflessioni sulla morte dei tre segretari del Pci

Data: 16 settembre 2010 12:17: Oggetto: I: Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale è un po' lungo, ma serve a rinforzare la memoria! A. ---------- Messaggio inoltrato ---------- Da: giovanepravda Date: 16 settembre 2010 09:47 Oggetto: Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale A: Lista seminari 2009 http://iskra.myblog.it/ 15/09/2010 Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione [...]

Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale

Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale

elaborazione MOWAdi Andrea MontellaIl decennio 1973-1984, caratterizzato dal golpe in Cile e dall’assassinio di Allende, dal golpe in Argentina, dall’uccisione di Aldo Moro (1978) e dalla morte di Enrico Berlinguer (1984), ha rappresentato anni fondamentali per la storia italiana e internazionale, decisivi all’interno di un processo di ristrutturazione del sistema economico e politico a livello globale, che ha visto tra gli obiettivi principali dei poteri [...]

Impiccioni (Massimo Gramellini)

Emilio Alessandrini, magistrato. Giorgio Ambrosoli, avvocato. Vittorio Bachelet, magistrato. Marco Biagi, professore. Paolo Borsellino, magistrato. Bruno Caccia, magistrato. Luigi Calabresi, poliziotto. Rocco Chinnici, magistrato. Carlo Casalegno, giornalista. Nini Cassarà, poliziotto. Francesco Coco, magistrato. Fulvio Croce, avvocato. Carlo Alberto Dalla Chiesa, generale. Massimo D’Antona, professore. Mauro De Mauro, giornalista. Giuseppe Diana, sacerdote. [...]

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli NAPOLI  - Cancellati i nomi di Garibaldi, Vittorio Emanuele e Umberto I. Al loro posto quello di alcuni briganti o di vittime della mafia come Peppino Impastato e Pio La Torre. Un vero e proprio blitz è stato compiuto nella notte a Napoli, in occasione della giornata che celebra i 150 anni dell'ingresso di Giuseppe Garibaldi e dei Mille in città. Gli aderenti al Laboratorio Insurgencia hanno sovrapposto sulle [...]

Silenzio sulla mafia? No, io urlo!

Di Pippo Giordano: "Dopo aver sentito le dichiarazioni di Silvio Berlusconi sulla mafia sono rimasto basito, perché era la seconda volta che ritornava sullo stesso argomento, ovvero la mafia è conosciuta perché le fiction e il libro di Roberto Saviano “Gomorra” hanno amplificato lo spessore criminale che invece, secondo Berlusconi, non ha. D’impeto ho scritto il post il pensiero berlusconiano” sulla mafia. Ora, a mente serena, sento la necessità di [...]

Lotta alla mafia, una giornata per sperare

Lotta alla mafia, una giornata per sperare

di Paolo Lambruschi - da L'Avvenire Pasqualina sale sul palco e non vuole trattenere le lacrime mentre ricorda il padre ucciso dalla mafia 36 anni fa. Il suo dolore non passerà mai anche se ha 47 anni. Chiede l’anonimato, ma è venuta perché l’anno scorso ha sentito leggere il nome di suo papà. Ringrazia i presenti perché ora non si sente più sola. Grazie alla platea di persone forti seduta ieri all’auditorium dei gesuiti del Centro San Fedele, 500 [...]

La lotta alla mafia con il freno tirato

La lotta alla Mafia è un tema molto dibattuto. Negli ultimi mesi il Governo ha messo a segno alcuni successi arrestando diversi latitanti di spicco. Ma arrogarsi il pieno merito di tali arresti è quantomeno ingiusto verso le altre istituzioni oltre che strumentale.   Le indagini, le inchieste, le ricostruzioni dei fatti, le intercettazioni telefoniche, le infiltrazioni, i pedinamenti, i riscontri, gli arresti, gli interrogatori, sono effettuati dalle forze [...]

&id=HPN_Pio+La+Torre_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Pio{{}}La{{}}Torre" alt="" style="display:none;"/> ?>