Preko

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

La scheda: Oltre (Croazia)

Oltre (in croato: Preko) è un comune della Dalmazia nella regione zaratina.
La città, il cui nome croato significa letteralmente "oltre", si trova sull'isola di Ugliano e ne costituisce il capoluogo.


Oltre la Notte

Si conferma nelle sale il Film Drammatico Oltre la Notte (Titolo orig.: Aus dem Nichts - Germania/ Francia 2017. 100'. Nella Foto). Regia di Fatih Akin. Nel cast: Diane Kruger, Denis Moschitto, Johannes Krisch, Samia Muriel Chancrin, Numan Acar, Ulrich Tukur, Rafael Santana, Hanna Hilsdorf.Film ispirato a un tragico fatto di cronaca: «Amburgo. Scoppia una bomba e ad essere colpita è la comunità turco-tedesca. La vita di Katja cambia in quanto il marito Nuri e il [...]

CORSO DI ASTROLOGIA FIRMATO CULTURA E OLTRE

Scuola Cultura e OltreLa scuola di Cultura e Oltre organizza un corso di durate triennale di astrologia ad orientamento psicologico e karmico ed evolutivo tenuto da vari docenti di comprovata certificazione professionale e di approcci e provenienze differenti. Al termine di ogni anno ci sarà un esame di valutazione al fine di aiutare l'allievo a capire il livello raggiunto sia in relazione alla formazione teorica che a quella psicologica e personale.Alla [...]

Il batticuore non ha età. Intervista a Isabel Allende sul romanzo “Oltre l’inverno”

Il batticuore non ha età. Intervista a Isabel Allende sul romanzo “Oltre l’inverno”

Isabel Allende“Voleva approfittare di ogni singolo giorno, perché ormai i giorni erano contati”. È quasi il bilancio romanzato di una vita l’ultimo libro di una delle autrici più lette e amate della narrativa mondiale, Isabelle Allende. Oltre l’inverno è ambientato a Brooklyn e racconta dell’incontro tardivo ma fatale tra Richard, ombroso professore universitario, e Lucia, matura donna cilena emigrata negli Stati Uniti.I loro destini si incrociano con [...]

Superomismo. Solitudine. Zolla e Blondet. Zolla e Eco. "Zolla e la ricerca dell'Oltre" alla Libreria Rotondi

Post 886Un colpo basso a tradimento per il mio superomismo, al mio risveglio, da Goethe (Mit Goethe durch das Jahr, 14 Ottobre):Es glaubt der Mensch sein Leben zu leiten, sich selbst zu führen, und sein Innerstes wird unwiderstehlich nach seinem Schicksale gezogen. Ritiene l’uomo esser lui a orientare la sua vita, a guidare se stesso, mentre il suo io profondo viene ineluttabilmente trascinato verso il suo destino.Non spetta dunque a me la decisione? Non posso [...]

La mostra di Escher 'Oltre il possibile' a Palazzo Blu a Pisa

La mostra “Escher. Oltre il possibile”, ospitata fino al 18 gennaio 2018...Il Palazzo blu di Pisa è da anni un punto di riferimento importante per mostre di levatura internazionale come hanno dimostrato i successi delle esposizioni di Modigliani, Dalì, Toulouse Lautrec, Picasso,Mirò,  Kandinsky, grandi mostre che hanno attirato visitatori di tutto il mondo incrementando anche l’economia della ‘città della torre’. A queste mostre si aggiunge quella [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Mai come ora la Chiesa appare come un gigantesco carrozzone di potere. Alla qualità di pontefici come Paolo VI° e Benedetto XVI°, entrambi intellettuali di primordine, sono subentrati Don Abbondio in pompa magna come Giovanni XXIII° e oggi Bergoglio. Il primo artefice di quell'osceno Concilio e il secondo suo esecutore testamentario. Oggi, il regno di quest'ultima monarchia è diventato quello di viscidi, molli e raccapriccianti ranocchi che in nulla ricordano [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Lungi dall'essere relativisti, la vittoria nella contesa dialettica aveva in quei retori l'*eccellenza* come fine. E l'eccellenza è un fine qualitativo tutt'altro che relativista ma, bensì, assoluto. Viceversa il relativismo odierno, che vorrebbe richiamarsi a quei maestri di retorica , è solo infarcito di egualitarismo becero che travisa tutto questo nelle "opinioni" di una verbosità neo-platonica corretta e incapace di qualsivoglia risposta ma solamente in [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Sa qual è la conseguenza più grave del suo pensiero ? E' che lei ha abolito la Qualità. Abolendo Dio ha abolito la Qualità perché Dio è la Qualità, il valore, la bontà, l'eccellenza, l'altezza e la profondità. Lei ha abolito tutto ciò che è verticale e ha lasciato soltanto tutto ciò che è orizzontale. Quella orizzontalità curva che ruota solamente su se stessa in quell'"eterno ritorno", come lo chiama lei. Andando "al di là del bene e del male", [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

"Un altra cosa che lo deprimeva della retorica era la sua normativa, che in teoria era stata eliminata ma circolava ancora: niente errori di ortografia, di punteggiatura, di grammatica. Centinaia di regole petulanti per gente petulante. Nessuno avrebbe potuto ricordarsi tutta quella roba e allo stesso tempo concentrarsi su quello che stava scrivendo. Non era che un manuale di galateo, ispirato non a un senso di gentilezza, di decoro o di umanità, ma [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Solo ciò che resiste nel tempo ha qualità Di qualunque cosa nuova si può solo ipotizare che abbia qualità, ma sarà solo il tempo a confermarlo o smentirlo. Al contrario del "nuovo" la "tradizione" è, per sua intrinseca natura, qualitativa, essendo detta "tradizione" solo la selezione del meglio del passato; cioè di ciò che alla prova del tempo si è dimostrato migliore, sinonimo di qualità, appunto. La "qualità", sempre per definizione stessa, è [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Il potere è una immensa piramide di mediocrazia e viltà, dove viscidi e untuosi cortigiani si ammantano di un linguaggio cicisbeo. Un mostro dove questo desiderio servile, infarcito di sentimentalismo multietnico, misericordioso e sensibile, frammisto al sessismo, al "pensiero corto" e colmo di astio, nella negazione della linearità mente-corpo rappresenta solo l'istinto di morte e onnipotenza narcisista nelle vesti di Amore Universale inconfutabile, in un [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

La propaganda commerciale promuove il consumo come alternativa alla protesta e alla ribellione. Bisogna quindi riformulare i criteri del desiderabile. E' necessario poter immaginare altro da ciò che è per poter volere altro da ciò che è, liberando l'energia psichica verso altre mete. Ma per far questo ci vuole tempo. Bisogna saper rinunciare all'appagamento immediato del consumo e imparare a "saper aspettare", che l'immaginazione non è l'infantile e regressivo [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

...e se le "grandi narrazioni" non fossero finite ? E se invece fosse già finito solo il Postmoderno ? https://books.google.it/books?id=ycJywu8a6UMC&pg=PA85&lpg=PA85&dq=internet+nuova+narrazione& source=bl&ots=pNBqavvW5u&sig=SXbIvumh0alf-zTnuUdE5-7Yo88&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjyue7O0rXVAhXFVBQKHf9ACvUQ6AEIRDAF#v=onepage& q=internet%20nuova%20narrazione&f=false Gli anni '80 si sono caratterizzati per "la fine di tutte le grandi narrazioni" lasciando lo spazio [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

In questo spezzone finale c'è tutto il genio di Fellini....dove Mastroianni rinuncia all'appello della sua Anima (in quel periodo Fellini stava concludendo la sua analisi con Bernhard, il primo junghiano in Italia e lo stesso maestro dei miei due principali psicoanalisti https://it.wikipedia.org/wiki/Ernst_Bernhard) per restare nell'IMMATURITA' di una dolce vita "gaia" che anticipava perfettamente l'attuale....quel mostro informe recuperato dal [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

" *Lolita* è l'opera più riuscita di Nabakov. E' una grande metafora dell'immaturità contemporanea mostrata attraverso l'incontro tra un rappresentante della "vecchia" Europa e una esponente dei "giovani" Stati Uniti." In questa sintetica critica letteraria di quel famoso libro è già racchiuso tutto quello che c'è da dire degli infiniti deliri contemporanei : economicismo, finanzarismo, oms, gender, pornografia, omosessualismo, giovanilismo, chirurgia [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Fino a ché non verrà scalzato il perno su cui ruota tutto il dire contemporaneo, e che, cioè, tutto è solo "costruzione sociale" e che non esiste nulla oltre a quello, né verità, né natura né altro, è perfettamente inutile combattere contro gli infiniti "rizomi" da ciò generati, a cominciare dalle puttanate Gender e omosessualiste, multiculturalismo e tutto il resto. "Ciò che noi percepiamo come "reale" varia da società a società ed è prodotto, [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Dove l'unico valore è la libertà senza nessun altro parametro, come in questa "Religio civilis" democratica, il rimanere eterni fanciulli è un "Diritto acquisito" come qualunque altro. L'unica "crescita" auspicata e auspicabile è solo quella del PIL . Non ne esistono altre. Quella umana è un "optional" per chi la vuole. Ma come tutti gli optionals non fa parte del pacchetto base. In fondo non è necessaria. Se ne può fare benissimo a meno. Al massimo crescere [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Omosessualità come «infantilismo psichico» Adler (1917) fu il primo a mettere l’omosessualità in relazione con un complesso di inferiorità nei confronti del proprio sesso, che quindi nell’ uomo si manifesta come un complesso di mancanza di virilità. La persona di sesso maschile con tendenze omosessuali è uno che non riesce a riconoscersi pienamente come uomo o ragazzo, perché non si sente all’altezza di questo ruolo; lo stesso vale per la donna [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Ho sognato che trovavo un appartamento monolocale, in un palazzo bellissimo, meraviglioso, nuovissimo e in un complesso in fase finale di costruzione e ancora completamente disabitato. Era tutto meravigliosamente di cristallo, trasparente e bianco, che si ergeva come un parallelepipedo regolare sulla base di una vecchia villa patrizia. L'insieme era di una eleganza strepitosa. Qualcuno mi informa confidenzialmente dell'affare bisbigliandomi all'orecchio che [...]

Post di Oltre il vuoto relativista

Viviamo in un mondo completamente basato sul pensiero di Frederich Nietzsche; quel "Relativismo culturale" e conseguentemente quel Politically correct, la sua versione americana, che senza di lui non sarebbero mai nati. Fin qui niente di stupefacente. E' andata così e nessuno vuol fargliene una colpa. La colpa, invece la si vuol qui dare alla cecità e incomprensione dilagante nella cultura contemporanea del suo conflitto con Cristo. Ci si ferma solo alla [...]

&id=HPN_Preko_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Preko" alt="" style="display:none;"/> ?>