Premi musicali jazz

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

In questa categoria: Edward Ellington

«Non, "Duke" n'est pas un prenom, c'est bien un titre: Duke Ellington a su être pour le jazz ce que Diaghileff fut pour le ballet russe.» Miles Davis

«Per me la musica e la vita sono una questione di stile.»
Miles Dewey Davis III (Alton, 26 maggio 1926 – Santa Monica, 28 settembre 199...

Count Basie

Count Basie, pseudonimo di William Allen Basie (Red Bank, 21 agosto 1904 – Hollywood, 26 aprile 1984), è stato un pianista, compositore e b...

Dizzie Gillespie

John Birks "Dizzy" Gillespie (Cheraw, 21 ottobre 1917 – Englewood, 6 gennaio 1993) è stato un trombettista, pianista e compositore statunit...

James Marshall Hendrix

James Marshall "Jimi" Hendrix (Seattle, 27 novembre 1942 – Londra, 18 settembre 1970) è stato un chitarrista e cantautore statunitense.
...

John Coltrane

John William Coltrane (Hamlet, 23 settembre 1926 – New York, 17 luglio 1967) è stato un sassofonista e compositore statunitense.
Tra i p...

Le differenze tra l'antico e il moderno

Le differenze tra l'antico e il moderno

fonte: Le ScienzeConfrontando la forma dei crani dei Neanderthal e quella degli umani moderni, una complessa ricerca interdisciplinare è riuscita a risalire a differenze genetiche che influiscono su due strutture cerebrali che controllano in primo luogo il movimento ma che potrebbero aver avuto un riflesso anche sull'evoluzione del linguaggio(red)Partendo dalla differenza di forma del cranio dei Neanderthal e degli uomini moderni, un gruppo di ricercatori è [...]

deleted

deleted

Miles Davis: The unforgettable fire

Miles Davis: The unforgettable fire

Venticinque anni fa ci lasciava Miles Davis, leggendario trombettista, e uno degli innovatori più grandi e geniali di tutta la storia del jazz. Fu l'ideatore di tante correnti stilistiche, dal jazz elettrico al cool jazz, e figura di riferimento nella rivoluzione culturale del Novecento. In questo momento vorremmo però ricordare uno degli ultimi momenti della sua vita. Pare che amasse tantissimo The unforgettable fire degli U2, e che in punto di morte abbia [...]

Ornette Coleman - Change of the Century - Atlantic Stereo early pressing

Ornette Coleman - Change of the Century - Atlantic Stereo early pressing

Come avrete capito non sono molto bravo nella scrittura. Una cosa però debbo dirla. Le sensazioni che la musica può dare ad una persona sono sicuramente NON riproducibili e nemmeno descrivibili a parole. Ornette Coleman resta un segreto anche per chi lo apprezza. Cosa c'è di così bello nel suo così "infantile" e "innocente" approccio? La vena blues? no, perchè ce l'hanno in tanti. La libertà espressiva? Si ma sappiamo che in molti avevano abbracciato questa [...]

Wes Montgomery - portrait of Wes - Riverside - mono

Wes Montgomery - portrait of Wes - Riverside - mono

Ma quanti dischi più famosi conosciamo di Wes? Quelli con Jimmy Smith, magari su Verve?, The Incredible oppure Movin' Along...insomma tra i tanti tioli pesco questo stasera....delicato ma al contempo swingante. Con un organista di accompagnamento mai invadente ma sapiente nel riempire i guoti inevitabili del secco tono di Wes, privo di sustain se non quello dovuto all'uso delle mani.... bella copertina, dura, laminata, Mono   Solita striminzita rece, senza [...]

Django, commento breve di Biagio Giordano

Django, commento breve di Biagio Giordano

Django è un film del 1966 diretto da Sergio Corbucci Lo straniero che porta l'etica in un paese diviso e in conflitto, tra gente povera dominata da boss e generali irrispettosi di ogni principio umano. L'etica dello straniero trionferà perchè egli è al di sopra delle parti, e nulla ha da perdere grazie alla sua solitudine. E se anche i nostri immigrati potessero svolgere una funzione del genere, per lo meno in certe occasioni? Film di grande successo mondiale, [...]

Charlie Parker “Bird” a Melendugno

A Melendugno continua il Cartellone denominato Celluloide 2015 con la rassegna «CineJazz. Quando il Jazz incontra il Cinema.» È in programma Lunedì 16   Bird di Clint Eastwood (1988. Nella Foto). «La dolorosa biografia di Charlie Parker soprannominato Bird, vista attraverso un'analisi d'introspezione psicologica del suo travaglio esistenziale.» Evento organizzato nell’ambito delle attività previste nella convenzione tra Apulia film commission e la [...]

Ornette Coleman 4 maggio 1974

Ornette Coleman 4 maggio 1974

Qualche anno dopo che Ornette Coleman aveva tenuto questo concerto a Padova uscì sul mercato un doppio L.P. intitolato "Ornette Coleman In Concert (Osaka Jazz League P 10085)".Ricordo che appena comprato il disco già dalla scarna confezione e dalla totale mancanza di note di copertina pensai subito ad un "Bootleg" ed in realtà lo era.   Ornette Coleman : sax alto - tromba - violino Norris "Sirone" Jones : contrabasso James Ulmer : chitarra elettrica Billy [...]

Billie Holiday – The Very Thought of You

Billie Holiday – The Very Thought of You

https://www.youtube.com/watch?v=vPJuFxl0bxY The mere idea of you. The longing here for you. You'll never know how slow the moments go till I'm near to you. I see your face in every flower. Your eyes in stars above it's just the thought of you. The very thought of you, my love.     Disclaimer MiMusica non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge [...]

ROBERTO CITRAN RACCONTA ORNETTE COLEMAN

ROBERTO CITRAN RACCONTA ORNETTE COLEMAN

Oggi Ornette compie 84 anni. Lo omaggio con un audio raconto tratto dagli archivi Rai. In poco meno di mezz'ora Roberto Citran racconta la vita e i percorsi musicali del musicista americano.  Il testo da cui è tratta la lettura è "Ornette Coleman" di Michele Mannucci, ed. Stampa Alternativa/Jazz people. Un ragazzino nero in Texas immagina la musica diversa. Si porta dietro il blues per tutta la vita, inventa il nuovo jazz con qualche amico che resterà per [...]

AUTOPSIA PER DJANGO

  CAVALLI, LA LAV CHIEDE SUBITO AUTOPSIA DEL CAVALLO DJANGO DE VERE, MORTO DOPO L'ENDURANCE LIFESTYLE SARDEGNA AD ARBOREA (ORISTANO), E ANNUNCIA AZIONI LEGALI “Chiediamo alla Procura della Repubblica competente il massimo impegno per stabilire le cause che avrebbero provocato la morte del cavallo Django De Vere, reduce dall'Endurance LifeStyle Sardegna, disputata ad Arborea (Oristano) il 31 agosto scorso” così la LAV commenta la notizia riportata da [...]

Will Smith ho rifiutato il ruolo di Django nel film di Tarantino

Will Smith ho rifiutato il ruolo di Django nel film di Tarantino

Will Smith, chiacchierando con Entertainment Weekly, ha ammesso di aver rifiutato il ruolo di Django nel film pluricandidato agli Oscar 2013 di Tarantino.L'attore ha rivelato che ha passato la parte a Jamie Foxx, poichè il ruolo principale era in effetti quello di Christoph Waltz (che però ha vinto l'Oscar come miglior attore non protagonista)."Django non era il protagonista, sai com'è, ho bisogno di essere il protagonista.. E invece era l'altro personaggio. Ho [...]

AUGURI ORNETTE !

AUGURI ORNETTE !

Ornette Coleman, uno dei geni della musica jazz, compie oggi 83 anni. Non credo che avremo ancora molte possibilità di vederlo in concerto, ma ricordo molto bene l'ultima volta che l'ho visto io: cinque anni fa a Perugia, l'anno del famoso "sgarbo" di Jarrett alla città. Suonava all'Arena Santa Giuliana con il suo gruppo il giorno dopo il concerto di Keith e con meno della metà del pubblico presente la sera prima. Dati indicativi, perchè ad onta dell'età [...]

DJANGO di Quentin Tarantino

Bello, ironico e trucido come solo le regie di Tarantino sanno essere!  Ci sono scene splatter e temi forti che riescono comunque a suscitare, con maestria, la risata. Attori perfetti per i personaggi interpretati, nessuno escluso. Da vedere e rivedere!

Quentin scatenato. Quasi come Django

Quando un racconto ha un grande protagonista e' quasi sempre un grande racconto. Quando i grandi personaggi sono più d'uno - e tutti grandi - beh il racconto e' certamente un gran bel racconto. È forse qualcosa di più. Senza offesa per Jamie Foxx il suo Django non è "il" protagonista. È l'occasione per raccontare due personaggi (forse tre) che sono i veri protagonisti. Il dottor Schultz (un simpatico e convincente Christoph Waltz) e' l'uomo preparato, [...]

Django Unchained

Django Unchained

(Django Unchained) TRAMA DEL FILM DJANGO UNCHAINED:  Ambientato nel Sud degli attuali Stati Uniti, due anni prima dello scoppio della Guerra Civile, Django Unchained vede protagonista Jamie Foxx nel ruolo di Django, uno schiavo la cui storia brutale con il suo ex padrone, lo conduce faccia a faccia con il cacciatore di taglie di origine tedesca, il Dott. King Schultz (Christoph Waltz). Schultz è sulle tracce degli assassini fratelli Brittle, e solo l’aiuto di [...]

VIAGGI IN ALTRI MONDI (e tempi): Django Reinhardt (5)

VIAGGI IN ALTRI MONDI (e tempi): Django Reinhardt (5)

Precedente capitolo: (Django 4) Prosegue in: Dialoghi con Pietro Autier 2 & pagine di storia & gli occhi di Atget Da: i miei libri I primi anni della sua carriera, dopo la costituzione del quintetto a corde, furono particolarmente eccitanti: Django veniva scoperto da un pubblico sempre più va- sto ed entusiasta, e lui a sua volta poteva entrare in con- tatto con alcuni grandi del jazz d'oltre oceano, di cui fi- no allora aveva sentito parlare come di personaggi [...]

VIAGGI IN ALTRI MONDI (e tempi): Django Reinhardt (4)

VIAGGI IN ALTRI MONDI (e tempi): Django Reinhardt (4)

        Precedente capitolo:   (Django 3)   Prosegue in: (Django 5)   Dialoghi con Pietro Autier 2 &   Pagine di storia                       I musicisti ambulanti di quel periodo avevano un grande successo, perché il pubblico era più avido di imparare le canzoni alla moda piuttosto che concentrasi sulle opere dei maestri del passato. Un documentario datato 1929 - Nogent, eldorado della do- menica - ci mostra oltre l'atmosfera delle balere [...]

VIAGGI IN ALTRI MONDI (e tempi): Django Reinhardt) (3)

VIAGGI IN ALTRI MONDI (e tempi): Django Reinhardt) (3)

Precedente capitolo: (Django 2) Prosegue in: (Django 4) Dialoghi con Pietro Autier 2 & Pagine di storia   Oltre che sotto la protezione di Savitry, che può veramente essere considerato il suo scopritore, Django mosse i primi passi, come musicista jazz, col pianista Stéphen Mougin, uno dei pionieri della nuova musica americana, in Francia, e poi col contrabbasista Louis Vola, che fu il caporchestra a Tolone e a Cannes e infine a Parigi, dove la sua formazione [...]

VIAGGI IN ALTRI MONDI (e tempi): Django Reinhardt (2)

VIAGGI IN ALTRI MONDI (e tempi): Django Reinhardt (2)

Precedente capitolo: (Django 1) Prosegue in: (Django 3) Dialoghi con Pietro Autier 2 Pagine di storia Django restò in ospedale fino all'aprile del 1939 e quando uscì molte cose erano..... cambiate nel mondo della musica. Curiosamente, il suo periodo d'inattività era coinciso con una fase di transi- zione nell'evoluzione della musica sincopata in Francia. Nello stesso modo in cui il giovane banjoista, ricoverato in ospedale nel 1928, ne era uscito diciotto mesi [...]

&id=HPN_Premi+musicali+jazz_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Categoria:Premi{{}}musicali{{}}jazz" alt="" style="display:none;"/> ?>