Propaganda politica

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Father
In rilievo

Father

Propaganda politica

La scheda: Propaganda politica

La propaganda è "l'attività di disseminazione di idee e informazioni con lo scopo di indurre a specifici atteggiamenti e azioni" ovvero il "conscio, metodico e pianificato utilizzo di tecniche di persuasione per raggiungere specifici obiettivi atti a beneficiare coloro che organizzano il processo".
In antitesi alla propaganda dovrebbe essere la pura e semplice esposizione dei fatti nella loro completezza, la descrizione della realtà nella sua interezza.


Sindacati bocciano il Def

Sindacati bocciano il Def

(ANSA) – ROMA, 10 APR – I sindacati bocciano il Def, tornano a chiedere al governo di cambiare la politica economica e minacciano lo sciopero generale. Nel Documento di economia e finanza, “il governo boccia se stesso”, afferma il leader della Cgil, Maurizio Landini, e “continua a prendere il giro gli italiani con misure di propaganda elettorale come la flat tax” ma non c’è “più tempo da perdere. Così non si regge, rischiamo seriamente di [...]

Propaganda live al Festival di giornalismo

Propaganda live al Festival di giornalismo

Video, spiegoni, tutorial, social, fumetti, la musica della Propaganda Live Orkestra. Tutto questo in una serata live assieme all’originale ‘compagnia di giro’ capitanata da Diego Bianchi. Un appuntamento cult del Festival. Propaganda Orkestra: Roberto Angelini, Giovanni Di Cosimo, Gabriele Lazzarotti, Fabio Rondanini, Daniele Rossi, Daniele Tittarelli.

EVENTI: Propaganda politica

Nel 1922 esce Public Opinion di Walter Lippmann, dove viene coniato il famigerato concetto di "fabbrica del consenso": «Nella maggior parte dei casi noi non siamo soliti vedere e poi definire.

Nel 1922 esce Public Opinion di Walter Lippmann, dove viene coniato il famigerato concetto di "fabbrica del consenso": «Nella maggior parte dei casi noi non siamo soliti vedere e poi definire.

Nel 1922 esce Public Opinion di Walter Lippmann, dove viene coniato il famigerato concetto di "fabbrica del consenso": «Nella maggior parte dei casi noi non siamo soliti vedere e poi definire.

Nel 1922 esce Public Opinion di Walter Lippmann, dove viene coniato il famigerato concetto di "fabbrica del consenso": «Nella maggior parte dei casi noi non siamo soliti vedere e poi definire.

Nel 1922 esce Public Opinion di Walter Lippmann, dove viene coniato il famigerato concetto di "fabbrica del consenso": «Nella maggior parte dei casi noi non siamo soliti vedere e poi definire.

Nel 1927 Harold Lasswell riassumeva la lezione tratta dall'esperienza bellica con uno slancio di euforia:.

Nel 1927 Harold Lasswell riassumeva la lezione tratta dall'esperienza bellica con uno slancio di euforia:.

Nel 1927 Harold Lasswell riassumeva la lezione tratta dall'esperienza bellica con uno slancio di euforia:.

Nel 1927 Harold Lasswell riassumeva la lezione tratta dall'esperienza bellica con uno slancio di euforia:.

Nel 1927 Harold Lasswell riassumeva la lezione tratta dall'esperienza bellica con uno slancio di euforia:.

Nel 1908 nasce ufficialmente la Psicologia sociale: gli autori sono l'americano Edward Alsworth Ross e il britannico William McDougall (in quell'anno pubblicarono due libri con lo stesso titolo, "Social Psychology").

Nel 1908 nasce ufficialmente la Psicologia sociale: gli autori sono l'americano Edward Alsworth Ross e il britannico William McDougall (in quell'anno pubblicarono due libri con lo stesso titolo, "Social Psychology").

Nel 1908 nasce ufficialmente la Psicologia sociale: gli autori sono l'americano Edward Alsworth Ross e il britannico William McDougall (in quell'anno pubblicarono due libri con lo stesso titolo, "Social Psychology").

Nel 1908 nasce ufficialmente la Psicologia sociale: gli autori sono l'americano Edward Alsworth Ross e il britannico William McDougall (in quell'anno pubblicarono due libri con lo stesso titolo, "Social Psychology").

Nel 1908 nasce ufficialmente la Psicologia sociale: gli autori sono l'americano Edward Alsworth Ross e il britannico William McDougall (in quell'anno pubblicarono due libri con lo stesso titolo, "Social Psychology").

Nel 1887 il sociologo tedesco Ferdinand Tonnies in Gemeinschaft und Gesellschaft (Comunità e società), descrivendo la rivoluzione in corso d'opera della società e del mondo delle comunicazioni, aveva indicato nella stampa uno straordinario strumento per la manifattura dell'opinione pubblica, un canale attraverso il quale un gruppo particolare avrebbe potuto "presentare la propria volontà come la razionale volontà generale".

Nel 1887 il sociologo tedesco Ferdinand Tonnies in Gemeinschaft und Gesellschaft (Comunità e società), descrivendo la rivoluzione in corso d'opera della società e del mondo delle comunicazioni, aveva indicato nella stampa uno straordinario strumento per la manifattura dell'opinione pubblica, un canale attraverso il quale un gruppo particolare avrebbe potuto "presentare la propria volontà come la razionale volontà generale".

Nel 1887 il sociologo tedesco Ferdinand Tonnies in Gemeinschaft und Gesellschaft (Comunità e società), descrivendo la rivoluzione in corso d'opera della società e del mondo delle comunicazioni, aveva indicato nella stampa uno straordinario strumento per la manifattura dell'opinione pubblica, un canale attraverso il quale un gruppo particolare avrebbe potuto "presentare la propria volontà come la razionale volontà generale".

Nel 1887 il sociologo tedesco Ferdinand Tonnies in Gemeinschaft und Gesellschaft (Comunità e società), descrivendo la rivoluzione in corso d'opera della società e del mondo delle comunicazioni, aveva indicato nella stampa uno straordinario strumento per la manifattura dell'opinione pubblica, un canale attraverso il quale un gruppo particolare avrebbe potuto "presentare la propria volontà come la razionale volontà generale".

Nel 1887 il sociologo tedesco Ferdinand Tonnies in Gemeinschaft und Gesellschaft (Comunità e società), descrivendo la rivoluzione in corso d'opera della società e del mondo delle comunicazioni, aveva indicato nella stampa uno straordinario strumento per la manifattura dell'opinione pubblica, un canale attraverso il quale un gruppo particolare avrebbe potuto "presentare la propria volontà come la razionale volontà generale".

VERGOGNIAMOCI UN PO' Non esiste alcun pericolo di invasione.La possibile invasione, cioè, esiste solo nella propaganda di Salvini e nelle paranoie notturne di alcune brave signore.

VERGOGNIAMOCI UN PO' Non esiste alcun pericolo di invasione.La possibile invasione, cioè, esiste solo nella propaganda di Salvini e nelle paranoie notturne di alcune brave signore.

VERGOGNIAMOCI UN PO' Non esiste alcun pericolo di invasione. “L’ autista dello scuolabus è nato in Francia da genitori di origine senegalese. È nero ma non è arrivato in Italia con i barconi. Il bambino che ha dato l’allarme è di origine marocchina. I carabinieri che li hanno salvati bianchi italiani. Lo stragista in Nuova Zelanda è bianco australiano. Il mondo è fatto così: buoni e cattivi di tutti i colori e di ogni dove. Non è un concetto difficile [...]

Cari esaltati del governo gialloverde. Serve distinguere la propaganda ossessiva a social e tv unificate dalla realtà.

Cari esaltati del governo gialloverde. Serve distinguere la propaganda ossessiva a social e tv unificate dalla realtà.

Salvini e Di Maio, quella volta che i vicepremier andarono in guerra con Francia e Olanda. Alla fine doveva succedere: lo sbocco bellico dell’esperimento di governo giallo-verde. Ovviamente con una netta divisione di compiti, funzionale alle rispettive campagne elettorali già in corso da quasi un anno. Ma dietro l’intera vicenda si intuiva l’accorta regia dell’afasico consigliere pentastellato – er penombra DavideCasaleggio – che ricevette [...]

Aquila nazista sui cancelli, sequestrati

Aquila nazista sui cancelli, sequestrati

(ANSA) – AOSTA, 04 GEN – La Digos della questura Aosta, su decreto della procura, ha posto sotto sequestro due cancelli di accesso a un immobile privato a Saint-Vincent (Aosta). Su entrambi – uno di accesso solo pedonale, l’altro anche veicolare – è raffigurata un’aquila, secondo gli inquirenti molto simile a quella del Terzo Reich. Sul secondo cancello, ai lati dell’aquila, sono inoltre rappresentati due triangoli, uno con il vertice rivolto verso [...]

Propaganda ed effeminazione

Un poeta tedesco, Johann Fischart, diceva che un satrapo dell'antica Persia per comandare meglio faceva fare agli uomini quello che dovevano fare le donne e viceversa perch� quando il potere politico si trova di fronte a dei mezzi uomini e a delle mezze donne non si verificher� mai una rivoluzione capace di modificare l'ordinamento costituito. La tecnica di femminilizzazione dell'uomo e virilizzazione della donna � una tecnica di dominazione che impedisce le [...]

La verità sui furbetti del cartellino - Tanti annunci clamorosi, tanta propaganda sui media, ma poi la fanno franca quasi tutti: meno di 4 su 100 alla fine vengono licenziati...!

La verità sui furbetti del cartellino - Tanti annunci clamorosi, tanta propaganda sui media, ma poi la fanno franca quasi tutti: meno di 4 su 100 alla fine vengono licenziati...!

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . La verità sui furbetti del cartellino - Tanti annunci clamorosi, tanta propaganda sui media, ma poi la fanno franca quasi tutti: meno di 4 su 100 alla fine vengono licenziati...! Quasi tutti i procedimenti disciplinari si chiudono con provvedimenti soft o archiviazioni. Sono solo pochi i casi in cui si giunge al licenziamento. La lotta ai cosiddetti "fannulloni" o "furbetti del cartellino" è un [...]

Masha e Orso è un cartone di propaganda russa?

Masha e Orso è un cartone di propaganda russa?

Lo conoscono tutti, è uno dei cartoni più amati dai bambini di tutto il mondo, eppure si crede che al suo interno siano nascosti numerosi messaggi subliminali relativi alla propaganda del governo russo di Putin. Creato nel 2009 dal piccolo studio di produzione Animaccord di Mosca, ad oggi “Masha e Orso” è stato tradotto in più di 25 lingue e proiettato in oltre 120 paesi. I più piccoli ovviamente non arrivano a pensare a complotti di questo tipo, [...]

Tav: Chiamparino, Di Maio fa propaganda

Tav: Chiamparino, Di Maio fa propaganda

(ANSA) – TORINO, 31 OTT – E’ “propaganda pura” pensare di spostare i fondi per la Torino-Lione sulla linea 2 della metropolitana di Torino. Lo afferma il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, commentando le affermazioni sulla Tav del vicepremier Luigi Di Maio. “C’è un finanziamento europeo per quell’opera, non sono soldi mutuabili da altre parti – aggiunge – basta contrapporre il trasporto locale con le grandi opere”. [...]

La propaganda è semplice, quando non si è al governo i soldi ci sono sempre. Dopo tutto quello che hanno promesso e vogliono fare, scrivere una legge di Bilancio che contiene tutto ciò ci vuole un mago non un ministro del Tesoro.

La propaganda è semplice, quando non si è al governo i soldi ci sono sempre. Dopo tutto quello che hanno promesso e vogliono fare, scrivere una legge di Bilancio che contiene tutto ciò ci vuole un mago non un ministro del Tesoro.

Manovra, dopo lo scontro il compromesso tra Salvini e Di Maio Giornata di scontri e di passione sulla manovra, per la prima volta scricchiola il SalviMaio. Si va vicini al punto di rottura ma poi arriva il compromesso: il leghista porta a casa di più per la sua base. Se fosse un incontro di boxe, si parlerebbe di un match estremamente combattuto, a lungo in equilibrio, ma portato a casa ai punti dal pugile che indossa i pantaloncini verdi. Il lunedì romano è una [...]

FOTO: Propaganda politica

Il ministro della guerra Lord Kitchener di Khartoum chiama gli inglesi alle armi. Manifesto di Alfred Leete del 1914.

Il ministro della guerra Lord Kitchener di Khartoum chiama gli inglesi alle armi. Manifesto di Alfred Leete del 1914.

Il ministro della guerra Lord Kitchener di Khartoum chiama gli inglesi alle armi. Manifesto di Alfred Leete del 1914.

Il ministro della guerra Lord Kitchener di Khartoum chiama gli inglesi alle armi. Manifesto di Alfred Leete del 1914.

Il ministro della guerra Lord Kitchener di Khartoum chiama gli inglesi alle armi. Manifesto di Alfred Leete del 1914.

Il ministro della guerra Lord Kitchener di Khartoum chiama gli inglesi alle armi. Manifesto di Alfred Leete del 1914.

Il ministro della guerra Lord Kitchener di Khartoum chiama gli inglesi alle armi. Manifesto di Alfred Leete del 1914.

Il ministro della guerra Lord Kitchener di Khartoum chiama gli inglesi alle armi. Manifesto di Alfred Leete del 1914.

Governo, Martina: da Salvini solo chiacchiere e propaganda

Governo, Martina: da Salvini solo chiacchiere e propaganda

Palermo (askanews) - "Di fronte a un governo che sta pensando scientemente all'uscita dell'Italia dall'Europa, da qui, da Palermo, rilanciamo il bisogno che abbiamo di nuova Europa per una sovranità piena, vera". Lo ha detto il segretario del Partito Democratico Maurizio Martina, a margine dell'incontro "Europa al Lavoro", organizzata al teatro Santa Cecilia di Palermo. "Stiamo discutendo nelle stesse ore in cui il ministro Salvini non si presenta al vertice dei [...]

Martina,vogliono portarci fuori da euro

Martina,vogliono portarci fuori da euro

(ANSA) – ROMA, 11 OTT – Questo governo ci vuole portare fuori dall’Euro, tutto porta lì. Lo hanno scelto, per un bisogno di propaganda permanente in vista delle Europee, per presentarsi come salvatori della patria. Sono preoccupatissimo, vorrei ci rendessimo conto dei rischi”. Lo ha detto il segretario Pd Maurizio Martina ad Agorà su Rai Tre.

Propaganda dell'Unione Europea

Non ne abbiamo la certezza, ma consideriamo cosa probabile che molti cittadini italiani si siano accorti del progressivo declino economico e dello stato sociale della nazione italiana. Se anche il nostro affezionato lettore se ne è personalmente accorto, suggeriamo di proseguire con cortese pazienza nella lettura delle seguenti informazioni. A chi si rende conto del progressivo declino industriale, della aumentata emigrazione degli italiani all' estero, dell [...]

Martina (Pd): da Toninelli propaganda sotto l'ombrellone

Martina (Pd): da Toninelli propaganda sotto l'ombrellone

Genova, (askanews) - "Genova come il Paese ha bisogno di verità e giustizia senza se e senza ma, non ha bisogno di propaganda, di bugie, di falsità, come quella che purtroppo ancora arriva dal ministro Toninelli da sotto l'ombrellone. Dobbiamo fare un lavoro tutti insieme. La cosa che mi ha sconvolto è avere davanti un governo che, invece di richiamare alla responsabilità e all'unità un Paese, ha cercato il nemico e ha diviso. Genova non ha bisogno di [...]

Iran: Zarif, da Trump solo propaganda

Iran: Zarif, da Trump solo propaganda

(ANSA) – TEHERAN, 8 AGO – L’onestà non è mai stata una virtù degli americani e le mosse e le affermazioni del presidente Donald Trump sono “solo propaganda”: lo ha detto il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif. Secondo quanto riporta l’agenzia Irna, Zarif ha detto ai giornalisti dopo la riunione di gabinetto di oggi che Trump non nutre alcuna sensibilità nei confronti del popolo iraniano e degli impegni internazionali. “Trump [...]

Ilva: Martina, stop propaganda

Ilva: Martina, stop propaganda

(ANSA) – GALLIPOLI (LECCE), 21 LUG – “Bisogna dare una parola di certezza ai lavoratori, ai cittadini e alla città di Taranto. Il governo la smetta con la propaganda, spot, dichiarazioni che non si traducono in fatti. Ora devono prendere delle decisioni con serietà, devono dire chiaramente cosa vogliano fare per salvaguardare l’occupazione, la salute, il territorio”. Lo ha detto il segretario del Pd, Maurizio Martina, ieri sera a Gallipoli, in [...]

Migranti, Salvini: Polemiche basso livello e meschina propaganda

Migranti, Salvini: Polemiche basso livello e meschina propaganda

Migranti: Gentiloni,vedo solo propaganda

Migranti: Gentiloni,vedo solo propaganda

(ANSA) – ROMA, 10 LUG – “Il mio Governo, con il gran lavoro di Marco Minniti, della diplomazia e dell’intelligence ha stroncato il traffico di esseri umani. Ora vedo solo propaganda sulla pelle di poche decine di persone. Così si fa male all’Italia”. Lo scrive in un tweet l’ex premier Paolo Gentiloni.

RICOVERATE FICO.Taglia, forse, le pensioni a poco più di mille ex-deputati e urla: Oggi è finita la Casta. Propaganda miserabile.

RICOVERATE FICO.Taglia, forse, le pensioni a poco più di mille ex-deputati e urla: Oggi è finita la Casta. Propaganda miserabile.

RICOVERATE FICO. Portatelo via. Dove io non possa più vederlo. PREFERISCO QUESTA FICO. OLTRE AD ESSERE PIÙ f..a e pure più intelligente. E’ possibile che Roberto Fico, pentastellato, presidente della Camera, passi alla storia come uno dei più scadenti personaggi della politica italiana, inconsistente anche. Ieri, davanti al via libera (in parte) del suo sgangherato e barbarico provvedimento per l’eliminazione dei poco più di mille vitalizi parlamentari [...]

Una donna italiana in stato di fermo da ieri in Turchia

Una donna italiana in stato di fermo da ieri in Turchia

È ancora in stato di fermo in Turchia e rischia un’accusa di propaganda a favore del Pkk curdo Cristina Cattafesta, l’italiana bloccata ieri durante un controllo di polizia nella provincia di Batman, nel sud-est a maggioranza curda, dove si trovava per svolgere attività di osservazione elettorale per l’Hdp. Nei suoi confronti non risulta formalizzata alcuna contestazione, ma secondo fonti locali le autorità stanno indagando su materiale trovato sul suo [...]

&id=HPN_Propaganda+politica_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Propaganda{{}}bellica" alt="" style="display:none;"/> ?>