Psychologists by school

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Max Biaggi
In rilievo

Max Biaggi

In questa categoria: Sergej Michajlovi? ?jzenštejn

Sergej Michajlovi? ?jzenštejn (in russo: ?????...

Vladimir Michajlovi? Bechterev

Vladimir Michajlovi? Bechterev, spesso scritto ...

Ronald Laing

Ronald David Laing (Glasgow, 7 ottobre 1927 –...

Sigmund Freud

Sigismund Schlomo Freud detto Sigmund (Freiberg...

Lou von Salomé

Lou von Salomé, anche nota come Lou Andreas-Sa...

Sándor Ferenczi

Sándor Ferenczi (Miskolc, 16 luglio 1873 – B...

CARL GUSTAV JUNG, PENSIERO E OPERE

CARL GUSTAV JUNG, PENSIERO E OPERE

di Mike Plato Corre il 1907 quando lo psicologo svizzero Carl Gustav Jung diventa un discepolo di Sigmund Freud, per poi lasciarlo nel 1913 allorchè fonda la sua personalissima Psicologia Analitica. Se Freud presumeva che gli squilibri o le incapacità di adattamento della psiche potessero essere rimossi o ribaltati, Jung al contrario comprende che gli squilibri e le incapacità di adattamento della psiche siano parte integrante della psiche stessa e non possono e [...]

L'ESSENZA CHE INCARNIAMO..... CARL GUSTAV JUNG

    L'ESSENZA CHE INCARNIAMO “L'incontro di due personalità è come il contatto tra due sostanze chimiche; se c'è una qualche reazione, entrambi ne vengono trasformati.” CARL GUSTAV JUNG “Un cuore comprensivo è tutto, è un insegnante, e non può essere mai abbastanza stimato. Si guarda indietro apprezzando gli insegnanti brillanti, ma la gratitudine va a coloro che hanno toccato la nostra sensibilità umana. Il programma di studi [...]

L'associazione verbale negli individui normali di Carl Gustav Jung

OPERE 2* L'associazione verbale negli individui normali Parte Prima Impostazione generale dell'esperimento Criteri generali della classificazione Classificazione particolare Associazioni interne Coordinamento Predicato Dipendenza Causale Associazioni esterne Coesistenza Identità Forma verbo-motoria Reazioni fonetiche Integrazione verbale Assonanza Rima Altre reazioni Associazione mediata Reazione insensata Reazione mancata Ripetizione della parola stimolo Reazione [...]

La distruzione come causa della nascita di Sabina Spielrein

La distruzione come causa della nascita Le esperienze sui sogni e sui malati di demenza precoce ci insegnano che la nostra psiche custodisce nella sua profondità idee che non corrispondono più alla nostra attuale pensabilità cosciente e che non riusciamo a comprendere direttamente; noi troviamo però tali rappresentazioni nella coscienza dei nostri avi, e ciò possiamo dedurlo dai prodotti spirituali mitologici e di altro genere. Perciò il modo di pensare del [...]

La distruzione come causa della nascita di Sabina Spielrein l

La distruzione come causa della nascita Forse l'affermazione che, dal punto di vista psichico, noi non sperimentiamo niente nel presente potrà suonare paradossale, tuttavia essa é esatta. Un avvenimento ha per noi una connotazione affettiva solo se riesce a suscitare in noi dei contenuti a connotazione affettiva precedentemente sperimentati che stanno nascosti nell'inconscio. Ciò é riscontrabile assai chiaramente in questo esempio: una ragazza legge con grande [...]

(Carl Gustav Jung)

(Carl Gustav Jung)

"La gente farebbe qualsiasi cosa, non importa quanto sia assurda, per evitare di guardare la propria anima”.

C. Jung

C. Jung

      Due sono le cose ancora da scoprire: la prima è l'abisso infinito che separa gli uomini tra loro: la seconda è il ponte che potrebbe collegare due esseri umani.  C. Jung

Galimberti

Da "Scuola Oggi" Il “degrado dei nostri licei” secondo Galimberti di Maurizio Tiriticco Ho già avuto modo di polemizzare con Umberto Galimberti sui problemi dell’alternanza scuola/lavoro  e ora non posso fare a meno di intervenire una seconda volta a proposito del suo “Quando il modo di insegnare fa saltare il banco” (in Donna, supplemento de “la Repubblica” odierna). Nel sommario dell’articolo leggo testualmente: “Il degrado dei nostri licei [...]

deleted

deleted

Carl Gustav Jung

Pensare è molto difficile. Per questo la maggior parte della gente giudica. La riflessione richiede tempo, perciò chi riflette già per questo non ha modo di esprimere continuamente giudizi.

WINNICOTT e la "Madre sufficientemente buona"

A cosa servono le mani della madre? Da sempre, la madre accarezza, cura, accoglie. Non solo nelle favole edificanti, nella tradizione retriva, nei consolatori racconti dei mass media: anche la stessa psicoanalisi ha per molti versi mantenuto ferma questa impostazione. Riservandosi, semmai, di indicare il lato oscuro di questa immagine celestiale: quella della madre cattiva, anaffettiva, carnefice delle anime e del futuro dei propri figli. Massimo Recalcati, dopo la [...]

Carl Gustav Jung

Carl Gustav Jung

"Si sopravvive di ciò che si riceve, ma si vive di ciò che si dona.„

BERTOLUCCI/PER OTTAVIO RICCI

PER OTTAVIO RICCI A te l'Appennino autunnale: le foglie di ruggine, il vento, le case chiuse nel sonno, gli occhi chiusi per sempre. ... La giovinezza muore, sui monti le siepi sono nude e stracciate. Ora il tuo passo s'è perduto, addio e addio ancora, viene ... un inverno favoloso di nevi e fiamme, un tempo quieto che ci scorderemo di te.                                                  Dicembre 1944 Non è rarità [...]

Carl Rogers- a way of being

"E' così facile curarsi degli altri per ciò che io penso che siano, o vorrei che fossero, o sento che dovrebbero essere. Curarsi di una persona per quello che é, lasciando cadere le mie aspettative di ciò che essa dovrebbe essere per me, lasciando cadere il desiderio di modificare questa persona in armonia con le mie esigenze, é la via più difficile, ma anche la più maturante, verso una relazione intima più soddisfacente."  (Carl Rogers, Un modo di essere, [...]

Per Hitler & co. esame psichiatrico di Jung: erano pazzi.

Per Hitler & co. esame psichiatrico di Jung: erano pazzi.

Incendiare il ReichsTag - era il 27 febbraio 1933 -, adducendone pubblicamente la colpa ai propri nemici politici ed assumere così il potere assoluto in nome della "difesa del popolo tedesco" dai suoi "nemici", arrestandoli in massa e rinchiudendoli insieme agl'altri "nemici" ovvero omosessuali, prostitute, invalidi, malati, zingari, minorati di mente, carcerati, insomma "impuri" ed infine agl'altri "impuri" in quanto razza, ovvero ebrei e slavi, in campi di [...]

Umberto Galimberti: "la nostra società non è adatta a fare figli"

Umberto Galimberti: "la nostra società non è adatta a fare figli"

In un interessate articolo pubblicato da Wise Society, Umberto Galimberti affronta il tema della genitorialità nei nostri giorni. Umberto Galimberti: la nostra società ad alto tasso di psicopatia non è adatta a fare figli Se nei primi tre anni di vita i bambini non sono accuditi e ascoltati nel modo giusto rischiano di diventare degli analfabeti emotivi, privi di orientamento. A lanciare l'allarme è il professore di Filosofia della Storia all'Università [...]

(C. G. Jung)

Non si diventa illuminati immaginando scenari luminosi, ma portando alla luce le proprie oscurità interiori.

Umberto Galimberti a Magenta il 14 Febbraio al Teatro Lirico ore 21.00

"Io sto pensando una cosa: filosofia viene tradotta sempre con amore per la saggezza. Ma non è così, è il contrario: non è amore per la saggezza, è saggezza dell'amore. E allora la figura dell'amore è innanzitutto intersoggettività, è scambio. Cioè la verità non deve emergere come un corpo dottrinale: questa è la sapienza, non è la filosofia. Deve nascere dal dialogo. Dal dialogo tra due persone. Dialogo con l'altro e soprattutto con quell'altro che è [...]

- Carl Gustav Jung

Non rimpiango le persone che ho perso col tempo, ma rimpiango il tempo che ho perso con certe persone, perché le persone non mi appartenevano, gli anni si.

Carl Gustav Jung

Non sappiamo niente dell'uomo, molto poco. La sua psiche dovrebbe essere studiata perché siamo l'origine di tutti i mali che esistono.

&id=HPN_Psychologists+by+school_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:Psychologists{{}}by{{}}school" alt="" style="display:none;"/> ?>