Quinto Orazio Flacco

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

Orazio Flacco

La scheda: Orazio Flacco

Quinto Orazio Flacco (in latino: Quintus Horatius Flaccus, Venosa, 8 dicembre 65 a.C. – Roma, 27 novembre 8 a.C.), noto più semplicemente come Orazio, è stato un poeta romano.
Considerato uno dei maggiori poeti dell'età antica, nonché maestro di eleganza stilistica e dotato di inusuale ironia, seppe affrontare le vicissitudini politiche e civili del suo tempo da placido epicureo amante dei piaceri della vita, dettando quelli che per molti sono ancora i canoni dell'ars vivendi.
« Dum loquimur, fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero. »
« Mentre stiamo parlando il tempo invidioso sarà già fuggito. Gustati ogni giorno, confidando il meno possibile nel domani. »
« Alme Sol possis nihil urbe Roma visere maius. »
« Almo Sole possa tu non vedere nulla di più grande della città di Roma. »



CARPE DIEM. Quinto Orazio Flacco.

Cosa vedere in Basilicata: gita nel Vulture Melfese

Cosa vedere in Basilicata: gita nel Vulture Melfese

Uno degli angoli da scoprire di una regione italiana, bella e seducente, come la Basilicata, mai sufficientemente conosciuta come meriterebbe, è sicuramente l’area del Vulture Melfese, una zona della sua parte nordorientale, inserita tra Puglia (a nord est), Campania (ad ovest) e il resto della provincia potentina (a sud). A dominare, ed a battezzare, il territorio è il monte Vulture che vigila su ricchi e fitti castagneti e querceti, uliveti, vigneti e [...]

Recensioni sul Narconon di Lecce: Orazio è Libero dalla Droga

Recensioni sul Narconon di Lecce: Orazio è Libero dalla Droga

Tra le migliaia di recensioni sul Narconon di Lecce, oggi vogliamo farvi leggere la storia di Orazio che, dopo aver terminato il suo programma di disintossicazione da droga, racconta com'è cambiata in meglio la sua vita. Dalla parole di Orazio potrete capire che liberarsi dalla tossicodipendenza permette di avere un punto di vista diverso nei confronti della vita e, soprattutto, verso sé stessi. “Il mio problema di tossicodipendenza è cominciato tanti [...]

Recensioni sul Narconon Gabbiano: l'Esperienza di Orazio

Recensioni sul Narconon Gabbiano: l'Esperienza di Orazio

Tra le migliaia di recensioni sul Narconon Gabbiano, oggi vogliamo farvi leggere la storia di Orazio che, dopo aver terminato il suo programma di disintossicazione da droga, racconta com'è cambiata in meglio la sua vita. Dalla parole di Orazio potrete capire che liberarsi dalla tossicodipendenza permette di avere un punto di vista diverso nei confronti della vita e, soprattutto, verso sé stessi. “Il mio problema di tossicodipendenza è cominciato tanti [...]

Recensioni sulla Comunità Narconon a Lecce: Orazio è Felice

Tra le migliaia di recensioni sulla Comuntà Narconon a Lecce, oggi vogliamo farvi leggere la storia di Orazio che, dopo aver terminato il suo programma di disintossicazione da droga, racconta com'è cambiata in meglio la sua vita.Dalla parole di Orazio potrete capire che liberarsi dalla tossicodipendenza permette di avere un punto di vista diverso nei confronti della vita e, soprattutto, verso sé stessi.“Il mio problema di tossicodipendenza è cominciato [...]

GERARDA E ORAZIO racconto (753) di Dino Secondo Barili

Intrigo … …a Pavia (Questestorie, anche se raccontate come vere, sono  frutto di fantasia. Pertanto non hanno nulla ache vedere conpersone o fatti realmente avvenuti) racconti di settembre 753 Gerarda e OrazioUn anno fa, nel mese di settembre, la Dott. Gerarda, quarant’anni,Dirigente di una Agenzia Commerciale a Milano aveva “discusso” con la suaamica, coetanea e collega Jenny. La discussione era andata un po’ sopra lerighe e Gerarda si era accorta di avere [...]

Mario Trufelli, L'OMBRA DI BARONE - Leoni a guardia d'onore

XI LEONI A GUARDIA D’ONORE    Chi conosce Venosa sui libri e sulle guide turistiche, dove si coniuga ogni cosa al passato, è facile che poi pensi di trovarvi anche la casa dove nacque e visse Orazio. Nulla di più opinabile. Chi va alla scoperta di un’immagine, di un’emozione che lo possa collegare agli itinerari oraziani, deve contentarsi di una terma romana, la casa del «presunto Orazio», come la presentava un innocente custode, o della monumentale [...]

Orazio

Orazio

«Mentre parliamo, sarà già fuggito maligno il tempo. Cogli ogni giorno che viene, senza farti illusioni sul domani.»

Orazio e Valeria a C’è posta per te, è bufera sui social

Orazio e Valeria a C’è posta per te, è bufera sui social

"Orazio si confessa" - Omaggio a Giuseppe Giannotta - IL TOPO CAMPAGNOLO

SERMONUM 2,6 vita di città e vita di campagna        La sesta satira del secondo libro dei Sermones è celebrata come la più bella satira di Orazio. Giannotta, omessi i primi 39 versi, l’ha intitolata «Il topo campagnolo» con espresso riferimento alla favola del topo di città e del topo di campagna raccontata nel finale della satira stessa. In sostanza è intitolazione analoga a «vita di città e vita di campagna» adottata per l’edizione di Mario [...]

FOTO: Orazio Flacco

Placca a Taranto con su incisa un'ode di Orazio dedicata alla città

Placca a Taranto con su incisa un'ode di Orazio dedicata alla città

Statua di Orazio a Venosa

Statua di Orazio a Venosa

Quinto Orazio Flacco, ritratto di Giacomo Di Chirico

Quinto Orazio Flacco, ritratto di Giacomo Di Chirico

Interno della casa di Orazio

Interno della casa di Orazio

Le Odi di Orazio tradotte da Mario Rapisardi

Le Odi di Orazio tradotte da Mario Rapisardi

Horatii Flacci Sermonum, 1577

Horatii Flacci Sermonum, 1577

"Orazio si confessa" - Omaggio a Giuseppe Giannotta - OGNUNO GOVERNA LE AZIONI

SATIRE o SERMONES      Dopo la pubblicazione dell’epodo, è la volta delle due satire oraziane parzialmente raccolte nell’antologia giannottiana «Oraziana si confessa».       Le Satire (in latino Sermones) di Orazio sono state composte in due differenti fasi: il primo libro, dedicato al protettore Mecenate (68-8 a.C.) e che contiene dieci componimenti, è stato composto tra il 41 a. C e il 33 a.C., mentre il secondo, che comprende otto componimenti, [...]

"Orazio si confessa" - Omaggio a Giuseppe Giannotta - L'ATTESA

L’ATTESA Carm. 2,6 Septimi, Gadis aditure mecum et Cantabrum indoctum iuga ferre nostra et barbaras Syrtis, ubi Maura semper aestuat unda, Tibur Argeo positum colono sit meae sedes utinam senectae, sit modus lasso maris et viarum militiaeque.   Unde si Parcae prohibent iniquae, dulce pellitis ovibus GaJaesi flumen et regnata petam Laconi rura Phalantho. Ille terrarum mihi praeter omnis angulus ridet, ubi non Hymetto mella decedunt viridique certat baca Venafro, [...]

Fiume Ofanto Cerignola!

Fiume Ofanto Cerignola!

  Ofanto Ponte Romano sull'Ofanto, Canosa di Puglia, BT Stato Italia Italia Regioni Basilicata Basilicata Campania Campania Puglia Puglia Lunghezza 134 km Portata media 14,30 m³/s Bacino idrografico 2780 km² Altitudine sorgente 715 m s.l.m. Nasce Torella dei Lombardi 40°54′47.54″N 15°06′24.53″E Sfocia Mar Adriatico tra Barletta e Margherita di Savoia 41°21′32.24″N 16°11′51.11″ECoordinate: 41°21′32.24″N 16°11′51.11″E (Mappa) Mappa [...]

"Orazio si confessa" - Omaggio a Giuseppe Giannotta - TOCCA APPENA CLOE

TOCCA APPENA CLOE Carm. 3,26 Vixi puellis nuper idoneus et militavi non sine gloria; nunc arma defunctumque bello barbiton hic paries habebit, laevom marinae qui Veneris latus custodit. Hic, hic ponite lucida funalia et vectis et arcus oppositis foribus minacis.   O quae beatam diva tenes Cyprum et Memphin carentem Sithonia nive regina, sublimi flagello tange Chloen seme! arrogantem.    ____________________________________________________________________ [...]

"Orazio si confessa" - Omaggio a Giuseppe Giannotta - L'APE

L’APE (Carm. 4,2 vv. 25-33)  Multa Dircaeum levat aura cycnum, tendit, Antoni, quotiens in altos nubium tractus; ego apis Matinae more modoque grata carpentis thyma per laborem plurimum circa nemus uvidique Tiburis ripas operosa parvus carmina fingo                       __________________________________________________________________  Traduzione di Giuseppe Giannotta  Molto cielo solleva, Antonio, il cigno di Dirce, quando vola verso [...]

"Orazio si confessa" - Omaggio a Giuseppe Giannotta - LA FONTANA DI BANZI

LA FONTANA DI BANZI (Carm. 3, 13) O fons Bandusiae splendidior vitro, dulci digne mero non sine floribus cras donaberis haedo, cui frons turgida cornibus primis et venerem et proelia destinat. Frustra: nam gelidos inficiet tibi rubro sanguine rivos lascivi suboles gregis.   Te flagrantis atrox hora Caniculae nescit tangere, tu frigus amabile fessis vomere tauris praebes et pecori vago. Fies nobilium tu quoque fontium me dicente cavis impositam iJkem saxis, unde [...]

Er ratto de le sabbine 2-3

Er ratto de le sabbine Povemetto de cinque canti in sesta rima tutto da ride scritturato in der chiacchierane romanesco dar padron Raffaelle Merolli co l'aggiunta de cert'antre su povesie e coll'innice arfabbetico de la spiegazione de le parole romanesche più indifficile a capesse da quelli che parlano er tajano più scerto e ciovile. Roma, nella Stamperia delle Incisioni Bibliografiche, 1865. Tratto da Rugantino n. 12924 del 17 gennaio 2012 e successivi numeri. [...]

"Orazio si confessa" - Omaggio a Giuseppe Giannotta - CARPE DIEM

CARPE DIEM Carm, 1, 11 Tu ne quaesieris (scire nefas) quem mihi, quem libi finem di dederint, Leuconoe, nec Babylonios temptaris numeros. Ut melius quicquid erit patì! Seu pluris hiemes seu tribuit luppiter ultimam, quae nunc oppositis debilitat pumicibus mare Tyrrhenum, sapias, vina liques et spatio brevi spem longam reseces. Dum loquimur, fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero.      [...]

"Orazio si confessa" - Omaggio a Giuseppe Giannotta - NON ABBIAMO GLI STESSI FIORI

NON ABBIAMO GLI STESSI FIORI Carm. 2, 11   Traduzione di Giuseppe Giannotta Quid bellicosus Cantaber et Scythes, Hirpine Quincti, cogitet Hadria divisus obiecto, remittas quaerere nec trepides in usum poscentis aevi pauca: fu gi t retro levis iuvemas et decor, arida pellente lascivos amo re canitie facilemque somnum. Non semper idem noribus est honor vernis neque uno luna rubens nitet voltu: quid aeternis minorem consi liis animum fatigas? Cur non sub alta vel [...]

MI SCRIVE ORAZIO

Buon Pomeriggio RAGASSUOLI! Oggi dopo la pausa caffè del DOPO PRANZO sono andata a controllare la mia EMAIL, ne ho trovata una che mi ha colpita...la EMAIL DI ORAZIO. "Daniela! Lui ti ama! Prima o poi vi incontrerete!" Lui chi scusa? L'unico che al momento può interessarmi è il CACTUS che ho piantato qualche giorno fa in un vaso in giardino e tu mi parli di "LUI"? "Ti pensa e sa che esisti! Lasciati andare alla passione e all'amore!" Dunque Orazio io e te [...]

&id=HPN_Quinto+Orazio+Flacco_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Orazio{{}}Flacco" alt="" style="display:none;"/> ?>