Rajmund Roman Liebling

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Christina (given name)
In rilievo

Christina (given name)

Roman Polansky

La scheda: Roman Polansky

Roman Polański, nato Rajmund Roman Thierry Polański (Parigi, 18 agosto 1933), è un regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico polacco naturalizzato francese.


deleted

deleted

deleted

deleted

EVENTI: Roman Polansky

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Nel 2011 ha diretto il film Carnage, presentato al 68° Festival del Cinema di Venezia.

Nel 2011, recatosi nuovamente al Zurigo Film Festival, Polanski ha assistito all'anteprima della proiezione del documentario su di lui, Roman Polanski: A Film Memoir, in cui, tra l'altro, chiede scusa pubblicamente alla Geimer per la prima volta.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Il 12 luglio 2010 le autorità elvetiche, in considerazione di un vizio di forma, hanno negato l'estradizione del regista negli Stati Uniti, revocandogli anche gli arresti domiciliari e il braccialetto elettronico.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1977, Polański venne accusato a Los Angeles di "violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti" ai danni di una ragazzina di tredici anni e undici mesi, Samantha Geimer, modella, figlia di una conduttrice televisiva, il fatto avvenne nella villa di Jack Nicholson.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 1999 ha l'occasione di lavorare con un'altra stella hollywoodiana, ovvero Johnny Depp nel film La nona porta.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 2009 viene arrestato in Svizzera mentre si recava al Zurigo Film Festival per ritirare un premio.

Il 26 settembre 2009 Polański venne arrestato all'aeroporto di Zurigo-Kloten sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 su richiesta delle autorità giudiziarie statunitensi (negli Stati Uniti un mandato di cattura esiste fin dal 1978).

Il 25 novembre 2009 il Tribunale penale federale a Bellinzona, dopo due mesi di prigione, ha accolto un ricorso di Polański, commutando la pena da detenzione in carcere all'arresto domiciliare elettronicamente controllato e disponendo, come ulteriore misura di garanzia, il ritiro dei documenti d'identità e una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1968 si trasferì negli Stati Uniti, dove girò uno dei suoi film più noti: Rosemary's Baby, basato sull'omonimo romanzo di Ira Levin e con protagonisti Mia Farrow e John Cassavetes.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo pericolosamente diffusosi nel paese d'oltralpe, i Polański si trasferirono in Polonia, a Cracovia, città d'origine del padre.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2013 dirige Venere in Pelliccia (adattamento dell'omonimo testo teatrale del drammaturgo statunitense David Ives, ispirato a sua volta all'omonimo romanzo dello scrittore austriaco Leopold von Sacher-Masoch), che partecipa al Festival di Cannes.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Nel 2004 ha girato un nuovo adattamento di Oliver Twist, il famoso romanzo di Charles Dickens.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Il 30 ottobre 2015 il tribunale di Cracovia ha rifiutato una richiesta di estradizione di Polański da parte degli Stati Uniti dopo che il regista era stato avvistato all'inaugurazione del Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Nel 2017 gira Quello che non so di lei.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Il 6 dicembre 2016 la Corte suprema polacca conferma il rifiuto dell'estradizione negli Stati Uniti qualora il regista dovesse entrare in Polonia.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

Nel 2008 la regista Marina Zenovich, nel proprio documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, parlò di un presunto conflitto di interessi da parte del giudice nei confronti di Polański.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Roman Polansky

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

Roman Polanski al Festival di Cannes 2013 Oscar al miglior regista 2003

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

&id=HPN_Rajmund+Roman+Liebling_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Roman{{}}Polański" alt="" style="display:none;"/> ?>