Ren Rapha l

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Ren Rapha l. Cerca invece René Raphaël.

Vedi anche

Gerry Scotti
In rilievo

Gerry Scotti

René Viviani

La scheda: René Viviani

René Raphaël Viviani (Sidi Bel Abbes, 8 novembre 1863 – Le Plessis-Robinson, 7 settembre 1925) è stato un politico francese.
Jean Raphaël Adrien René Viviani fu un politico francese della Terza Repubblica, Primo Ministro durante il primo anno della prima guerra mondiale.
Nacque a Sidi Bel Abbès, nel Nordafrica francese, da una famiglia di italo-algerini. In giovane età si associò al partito Socialista, divenendo presto uno dei suoi più importanti oratori e capi prominenti. Quando il partito si riorganizzò nel 1904 nel partito Socialista Unificato, Viviani, come Aristide Briand, restò fuori e da allora si definì un socialista indipendente.
La sua carriera parlamentare iniziò nel 1893, quando fu eletto deputato del quinto reparto di Parigi. Tenne questa carica fino al 1902, quando non riuscì ad essere rieletto. Fu uno dei principali sostenitori della legge sulle associazioni che consentì la persecuzione politica delle associazioni religiose, in particolare cattoliche, in Francia:
«Noi abbiamo il compito di preservare da ogni attacco il patrimonio della Rivoluzione.... Noi ci presentiamo qui recando in mano, oltre le tradizioni repubblicane, queste tradizioni francesi attestate da secoli di lotta in cui, a poco a poco, lo spirito laico si è svincolato dalle strette della società religiosa... Noi non ci troviamo solamente di fronte alle congregazioni.. ma in faccia alla Chiesa cattolica. Non è egli vero che al di sopra di questo combattimento di un giorno s'incontra ancora una volta di più quel conflitto formidabile, in cui il potere spirituale e il potere temporale si contendono prerogative sovrane, e cercano, disputandosi le coscienze, di conservare sino alla fine la direzione dell'umanità?»
«Com'io diceva da principio, credete voi che questa legge ci conduca all'ultima battaglia? No, essa non è che una scaramuccia in paragone delle battaglie del passato e dell'avvenire! La verità è questa che s'incontrano qui secondo la bella espressione del conte di Mun nel 1878 (o piuttosto nel 22 maggio 1875, chiusura del congresso cattolico di Parigi), la società fondata sulla volontà dell'uomo, e la società fondata sulla volontà di Dio. Trattasi di sapere se, in questa battaglia, una legge sulle Associazioni possa bastare. Le Congregazioni e la Chiesa non vi rinunciano col loro modo di procedere, bensì colla propagazione della fede... Non temete le battaglie che vi saranno offerte, via, e se trovate dinanzi a voi questa religione divina che poetizza il patimento promettendogli le riparazioni future, opponete la ragione dell'umanità, che poetizza anch'essa il patimento, offrendogli, come ricompensa, la felicità delle generazioni.»
«Noi non abbiamo dinanzi solamente le congregazioni, ma siamo di fronte alla Chiesa cattolica, per combatterla, per farle una guerra di sterminio sostituire la religione dell'umanità alla religione cattolica.»
Nel 1907 fu eletto deputato del Dipartimento di Creuse. Lo stesso anno entrò a far parte del governo di Clémenceau. Fu Ministro della Pubblica Istruzione nel governo Doumergue.
Nella primavera del 1914 fu eletta una camera eccezionalmente radicale e sembrò che non sarebbero riusciti ad accordarsi sul Premier, ma infine fu nominato Primo Ministro il 3 luglio 1914 dal presidente Poincaré. Ricevette voto di fiducia di 370 a 137.
Le istanze principali furono il mantenimento della legge che richiedeva un servizio militare triennale nell'esercito e l'ottenimento di un prestito 1.800.000.000 franchi ($360,000,000) per i preparativi bellici. Viviani appoggiò entrambe le misure. Durante la Crisi di luglio, fu ampiamente dominato dal Presidente Raymond Poincaré. Iniziata la guerra con la Germania, nell'agosto 1914 Viviani riorganizzò il Governo per la guerra. Diede le dimissioni il 27 ottobre 1915, succeduto da Aristide Briand.
È stato il Primo Ministro della Francia due volte: la prima dal 13 giugno al 26 agosto 1914 e la seconda dal 26 agosto 1914 al 29 ottobre 1915.
Fu membro della Massoneria.


Il bibliotecario di Richelieu e di Mazzarino

Il bibliotecario di Richelieu e di Mazzarino

Fonte: Wikipedia Gabriel Naudé, nato a Parigi nel 1600 e morto ad Abbeville, Piccardia, nel 1653, studiò medicina a Parigi e a Padova. Erudito, autore di moltissime opere,  in contatto con gli uomini politici del suo tempo, fu segretario dell’ambasciatore pontificio in Francia Guidi di Bagno. Fu bibliotecario di Mazzarino (ancora prima di Richelieu). In questa veste scrisse “Norme per [...]

Barnier, negoziato Labour motiva proroga

Barnier, negoziato Labour motiva proroga

(ANSA) – LUSSEMBURGO, 9 APR – “Il nuovo processo politico del negoziato trasversale” tra la premier britannica Theresa May ed il leader labour Jeremy Corbyn, per formare una maggioranza sull’Accordo di divorzio ai Comuni “è ciò che dà un senso alla domanda di un’estensione. La risposta spetta ai leader al vertice, ma la proroga deve essere utile per dare più tempo, se necessario, per riuscire nel processo politico in corso, per dare tutte le [...]

'Defezione Le Pen?' E Salvini sbotta

'Defezione Le Pen?' E Salvini sbotta

Zanotti, era stato sequestrato da miliziani di Al Qaida

Zanotti, era stato sequestrato da miliziani di Al Qaida

L'imprenditore bresciano liberato ieri dopo tre anni di rapimento in Siria

Salvini-Le Pen, manifestazione insieme in vista delle Europee

Salvini-Le Pen, manifestazione insieme in vista delle Europee

Cordiale incontro”, fa sapere il Viminale, a Parigi tra Matteo Salvini e Marine Le Pen. I due hanno parlato di situazione politica, scenari ed elezioni europee: i temi principali della campagna saranno lavoro, famiglia e tutela dell’ambiente. I leader stanno pensando a una manifestazione comune per chiudere la campagna elettorale “e annunciare l’inizio di una nuova Europa”. Entrambi sono impegnati a stringere nuove alleanze internazionali per allargare la [...]

Salvini, assenze sovranisti fake news

Salvini, assenze sovranisti fake news

(ANSA) – PARIGI, 04 APR – “E’ una notizia surreale”: lo ha detto Matteo Salvini, riferendosi alle polemiche per l’assenza di grandi leader sovranisti come Viktor Orban e Marine Le Pen alla conferenza di Milano. “Se uno non è stato invitato e non viene mi sembra normale”, ha proseguito, parlando di “fake news”. “Marine Le Pen non c’è perché non era prevista, come faccio ad essere deluso se non l’avevo invitata”. In ogni caso [...]

Le Pen e Orban non saranno a  Milano. Lega: 'Non previsti'

Le Pen e Orban non saranno a Milano. Lega: 'Non previsti'

Il premier ungherese Viktor Orban e la leader del Rassemblement National francese Marine Le Pen non parteciperanno all‘incontro dei partiti sovranisti in programma lunedì prossimo a Milano, convocato dal leader della Lega, Matteo Salvini. Non ci sarà neppure alcun rappresentante del partito Fidesz di Orban. Orban non vuole rompere con il Partito popolare europeo e spera di evitare l’espulsione e anzi di spostare a destra il Ppe dopo le elezioni. Così non [...]

Lega: Le Pen e Orban non erano previsti

Lega: Le Pen e Orban non erano previsti

(ANSA) – ROMA, 4 APR – “La partecipazione di Le Pen e Orban all’iniziativa di lunedì a Milano non era prevista. I nostri alleati storici sono informati di tutte le iniziative e condividono i nostri obiettivi”. E’ quanto viene sottolineato da fonti autorevoli della Lega.

Le Pen diserta incontro dei sovranisti

Le Pen diserta incontro dei sovranisti

(ANSA) – PARIGI, 4 APR – La leader del Rassemblement national francese Marine Le Pen non andrà all’incontro dei partiti sovranisti in programma lunedì a Milano, convocato da Matteo Salvini. Lo riferisce all’ANSA il portavoce del partito Alain Vizier, spiegando che Le Pen “è impegnata nella campagna elettorale: questo fine settimana sarà in Bretagna, mentre la settimana prossima ha in agenda altri appuntamenti in Francia. Assente anche il premier [...]

Lagarde: l'economia mondiale rallenta ma no recessione a breve

Lagarde: l'economia mondiale rallenta ma no recessione a breve

Roma, 2 apr. (askanews) - "Solo due anni fa il 75% dell'economia globale ha conosciuto una ripresa, c'è stata quindi un'accelerazione sincronizzata della crescita. Per il 2019 prevediamo non il 75% ma che il 70% dell'economia mondiale subirà un rallentamento della crescita, esattamente l'opposto di quello che avevamo. Ma, per essere chiari non vediamo una recessione nel breve termine". Così la direttrice generale del Fondo monetario internazionale Christine [...]

Brexit: Barnier, proroga va giustificata

Brexit: Barnier, proroga va giustificata

(ANSA) – BRUXELLES, 2 APR – Una proroga lunga della Brexit “comporterà rischi significativi per l’Unione e perciò” Londra dovrà dare ai 27 “una giustificazione forte” per ottenerla. Così il capo negoziatore dell’Ue Michel Barnier, che tra le possibili motivazioni indica “un nuovo referendum, elezioni anticipate o la necessità per Westminster di studiare di nuovo nel dettaglio la Dichiarazione politica”. Barnier ha spiegato che numerose [...]

Brexit: Barnier, più probabile 'no deal'

Brexit: Barnier, più probabile 'no deal'

(ANSA) – BRUXELLES, 2 APR – Una Brexit senza accordo “non è mai stato il nostro scenario preferito. Ma i 27 ora sono pronti. Diventa ogni giorno più probabile”. Così il capo negoziatore dell’Ue Michel Barnier intervenendo all’Epc. “Essere preparati ad uno scenario di ‘no deal’ non significa che non ci saranno disagi. Non andrà tutto liscio. Ci saranno problemi. Essere pronti – aggiunge – significa che tutti i problemi previsti [...]

EssilorLuxottica, Del Vecchio chiede l'arbitrato

EssilorLuxottica, Del Vecchio chiede l'arbitrato

(Teleborsa) - E' scontro aperto tra Leonardo Del Vecchio e i soci francesi in EssilorLuxottica, l'holding nata dalla fusione che nei mesi scorsi ha portato alla nascita del gigante da 16 miliardi delle montature e delle lenti. La prima mossa l'ha fatta l'imprenditore milanese, che accusa il socio francese di aver violato gli accordi della fusione, mentre da Parigi arriva la controffensiva: "vuole il controllo senza pagare gli azionisti". Dunque ai piani alti di [...]

All'Eliseo il pubblico assolve Robespierre per un pugno di voti

All'Eliseo il pubblico assolve Robespierre per un pugno di voti

Roma, 26 mar. (askanews) - Per un pugno di voti (214 contro 199), la giuria popolare del Teatro Eliseo ha assolto Maximilien de Robespierre, protagonista di spicco della Rivoluzione Francese e del Regime del Terrore, ottavo e ultimo appuntamento della stagione 2018-2019 con il format teatrale "Colpevole o Innocente: la Storia a processo". A difendere l'"Incorruttibile", interpretato dal giornalista francese Olivier Tosseri, è stato chiamato l'avvocato Antonio [...]

Abitare l’Opera, la Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni nel cuore dei Sassi.

Abitare l’Opera, la Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni nel cuore dei Sassi.

Call per artisti: cerchiamo i protagonisti della Cavalleria Rusticana Abitare l’Opera è il progetto nato dalla coproduzione con uno dei teatri più antichi del mondo, il Teatro di San Carlo di Napoli, con cui porteremo in scena dal 2 all'11 agosto la Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni nel cuore dei Sassi. Nella realizzazione coinvolgeremo i cittadini sperimentando un nuovo modello di produzione e fruizione della cultura, fortemente incentrato sul [...]

Gilet gialli: Castaner, ordine mantenuto

Gilet gialli: Castaner, ordine mantenuto

(ANSA) – PARIGI, 23 MAR – “Oggi l’ordine repubblicano è stato mantenuto”: lo ha detto, esprimendo soddisfazione per l’andamento della 19/a giornata di protesta dei gilet gialli, il ministro dell’Interno, Christophe Castaner. Castaner si è congratulato con le forze di polizia che hanno “fatto rispettare le nuove consegne di fermezza” mostrando “reattività”. In particolare, il ministro ha sottolineato l’importanza dei “controlli [...]

Festeggiamo il campione (copiando le sue mosse)

Festeggiamo il campione (copiando le sue mosse)

Antoine Griezmann compie 28 anni: è famoso non solo per le sue reti ma anche per questi modi di celebrarle.

Brexit, Barnier: rinvio ha senso se rafforza chance di ratifica

Brexit, Barnier: rinvio ha senso se rafforza chance di ratifica

Bruxelles, 19 mar. (askanews) - Un rinvio della Brexit oltre la scadenza del 29 marzo avrebbe senso solo se rafforza le chance di ratifica dell'accordo di divorzio negoziato fra Theresa May e l'Unione europea. A parlare ancora una volta il negoziatore europeo, Michel Barnier. "Lo ripeto, se la Gran Bretagna vuole lasciare l'Unione europea in modo ordinato, questo è l'unico accordo possibile e disponibile, perché è stato negoziato in modo serio" ha detto [...]

Brexit: Barnier, accordo unico possibile

Brexit: Barnier, accordo unico possibile

(ANSA) – BRUXELLES, 19 MAR – “Siamo a dieci giorni dal 29 marzo. L’Accordo di divorzio è l’unico possibile per l’uscita ordinata del Regno Unito. L’assenza di ratifica provoca un’incertezza maggiore e per uscirne abbiamo bisogno di scelte e decisioni del Regno Unito”. Così il capo negoziatore della Ue Michel Barnier precisando che se Londra chiederà un’estensione, per prenderla in considerazione “i 27 avranno bisogno di un piano [...]

Spadini, lo scultore amato dalle star

Spadini, lo scultore amato dalle star

(ANSA) – ROMA, 17 MAR – Cominciò quasi per gioco a modellare figure in ceramica subito dopo la fine della seconda guerra mondiale. In pochi anni diventò lo scultore prediletto dalle stelle del cinema americano, dai grandi nomi della moda e del jet set internazionale. Lauren Bacall, Henry Fonda, Douglass Fairbanks jr erano tra i suoi ammiratori negli States. In Italia a richiedere i suoi lavori erano Alberto Sordi, gli stilisti Alberto Fabiani e Simonetta [...]

&id=HPN_René+Raphaël_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}René{{}}Viviani" alt="" style="display:none;"/> ?>