Ripartizione nera

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Salemi
In rilievo

Salemi

Ripartizione nera

La scheda: Ripartizione nera

Ripartizione nera (in russo: Чёрный передел?, traslitterato: Čërnyj peredel) o Distribuzione delle terre nere, fu un'organizzazione rivoluzionaria e populista russa, costituita a Pietroburgo nel settembre del 1879 dalla dissoluzione di Zemlja i Volja. Il nome deriva dalla volontà di distribuire ai contadini le terre fertili, chiamate in russo nere.
Diretta dagli intellettuali Georgij Plechanov, Pavel Aksel'rod, Osip Aptekman, Leo Deutsch, Michail Popov, Jakov Stefanovič e Vera Zasulič, e presente in diverse province - di Mosca, Charkiv, Kazan', Perm', Saratov, Samara - nel suo omonimo periodico affermava la necessità della propaganda politica tra i contadini, più che dell'attività terroristica scelta da Narodnaja Volja, l'altra corrente proveniente da Zemlja i Volja.
Il 10 febbraio, a seguito della delazione di un infiltrato, la polizia sequestrò a Pietroburgo la tipografia del partito quando era stato appena stampato il primo numero del «Čërnyj peredel». Il provocatore fu ucciso dai rivoluzionari il 17 febbraio, ma il colpo era stato grave e le pubblicazioni dovettero proseguire in Svizzera, rendendo problematica la diffusione della propaganda in Russia.
Quando Plechanov, Aksel'rod, Deutsch e Zasulič si resero conto che i loro sforzi di trascinare i contadini alla lotta politica erano inutili, lasciarono l'organizzazione per fondare in Svizzera il gruppo Emancipazione del lavoro, improntato sul marxismo e sulla propaganda svolta presso gli operai.
L'eredità lasciata dal gruppo di Plechanov fu raccolta da Anatolij Bulanov, che aprì una tipografia a Minsk e poi trasferì la direzione del movimento a Mosca, mentre nel 1880 Elizaveta Koval'skaja fondò a Kiev l'Unione operaia della Russia meridionale
La debolezza del gruppo, i progressi del marxismo da una parte e i successi di Narodnaja Volja dall'altra, convinsero Bulanov e la Koval'skaja ad aderire a quest'ultima organizzazione, portando, alla fine degli anni Ottanta, all'estinzione della Ripartizione nera.


deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Condominio: ripartizione spese per il rifacimento dei frontalini dei terrazzi

Nel condominio dove vivo bisogna rifare i frontalini dei terrazzi, perchè ormai deteriorati. Il proprietario di un magazzino (negozio), posto a piano strada, rifiuta di pagare la propria quota di spese, adducendo che la Cassazione, ultimamente, ha come indirizzo quello di addebitare le spese per il rifacimento dei frontalini, esclusivamente ai proprietari dei terrazzi e non, invece, a tutti i proprietari del condominio. Cosa ne pensate?

Rispondi

FOTO: Ripartizione nera

Il periodico «Čërnyj peredel», 1880

Il periodico «Čërnyj peredel», 1880

Il periodico «Čërnyj peredel», 1880

Il periodico «Čërnyj peredel», 1880

deleted

deleted

Alleanza Cooperative chiede diverso sistema ripartizione risorse per evitare disimpegno fondi

Alleanza Cooperative chiede diverso sistema ripartizione risorse per evitare disimpegno fondi

TERMOLI - Ammontano a circa 20 mln di euro, equamente distribuiti tra quota comunitaria e cofinanziamento nazionale, le risorse per la pesca stanziate nell’ambito del Fondo europeo per il settore (Fep), che nel 2013 sono andate in disimpegno. Lo rende noto con forte preoccupazione il coordinamento pesca dell’Alleanza delle Cooperative italiane, che ha partecipato ai lavori del Comitato di Sorveglianza del Fep. “Il timore – affermano dall’Alleanza - è che [...]

Scelta dei criteri di ripartizione delle spese condominiali: si applica sempre la legge a meno che tutti i condomini non decidono diversamente

www.condominioweb.com22/10/2013 di Alessandro GallucciCome si ripartiscono le spese condominiali?Ai sensi del primo comma dell’art. 1123 c.c.Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio, per la prestazione dei servizi nell'interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.Quello [...]

Ripartizione spese condominio.Nullità delibere a maggioranza

www.tutorcasa.it Ripartizione spese condominio.Nullità delibere a maggioranza. La Corte di Cassazione, sez. II civile, con sentenza n. 15523 del 20 giugno 2013, stabilisce che sono affette da nullità, che può essere fatta valere anche dal condomino che le ha votate,  le delibere con le quali, a maggioranza,  sono fissati o cambiati i criteri di ripartizione delle spese comuni in difformità rispetto a quanto stabilito dall’art. 1137 c.c. o dal regolamento [...]

Spese da sostenere non solo per millesimi posseduti

E' valido un regolamento di condominio che preveda la ripartizione delle spese (energia elettrica, facciata,giardinaggio ecc) non in base ai millesimi realmente posseduti bensì : l'80% in parti uguali fra tutti i condomini ed il 20% in base ai millesimi posseduti? o addirittura in parti uguali senza tenere conto dei millesimi? Per la modifica ai millesimi qual'è la maggioranza richiesta? "Con la nuova riforma del condominio pare che per cambiare le tabelle [...]

Rispondi

Ripartizione delle spese per i muri perimetrali e ringhiere che li completano: qual è il criterio applicabile?

www.condominioweb.com 07/08/2013 di Alessandro Gallucci Una lettrice mi ha chiesto:Si deve far fronte a spese di manutenzione per rifacimento ringhiera e muro di confine del nostro condominio costituito da 3 palazzine. Sui muri perimetrali, alti circa un metro, sono inserite le ringhiere; questo tipo di recinzione delimita in esterno e in parte l'area condominiale interna e i giardini di uso esclusivo dei condomini a piano terra.Le faccio presente che non è stato [...]

Nulle le delibere di modifica dei criteri di ripartizione delle spese adottate senza il consenso di tutti i condomini

www.condominioweb.com 16/07/2013 di Alessandro Gallucci C’è un regola in materia di condominio che, sia pur non codificata con le seguenti parole, afferma: in materia di condominio negli edifici le spese condominiali debbono essere suddivise tra tutti i condomini sulla base dei criteri legali e solamente se v’è un accordo tra tutti loro, in ragione di diversi criteri dai medesimi chiaramente identificati.Se la legge viene derogata con un voto dell’assemblea [...]

WELFARE - Per il sociale 500 milioni. Ecco la ripartizione del "fondo Catricalà"

    WELFARE - Per il sociale 500 milioni. Ecco la ripartizione del "fondo Catricalà" I relatori della legge di stabilità Pierpaolo Baretta (Pd) e Renato Brunetta (Pdl) hanno delineato la ripartizione del fondo da 900 milioni di euro di competenza di Palazzo Chigi (detto anche "Fond...     Bando associazionismo, i soldi non ci sono Dal ministero delle Politiche sociali arriva l'ammissione: senza i finanziamenti del fondo sociale i bandi per le associazioni di [...]

ripartizione spese cond.straordinarie

sotto un cortile condominiale ci sono i box di proprietà esclusiva. In caso di rifacimento della guaina impermeabile del cortile, le spese strard.come andranno ripartite? Grazie "Tra i condomini penso, il cortile è una delle parti comuni del condominio! Non c'entra che ci siano i box sotto, è il cortile quello che causa il danno su proprietà private se non è impermeabilizzato."

Rispondi

non capisco le percentuali

sab.27.08.11 - ipotizzando una fascia di stipendi medi (1000 / 1500 euro mese) lo 0.8 % (otto x mille) equivale a circa 100 / 150 euro anno. La famosa ripartizione ad alcune religioni dovrebbe avvenire in maniera proporzionale. (dovrebbe). Alcuni giornali dicono esista un premio di maggioranza. Si dice che la religione cattolica abbia il 35 % di preferenze, ma prenda il 50 % degli utili togliendo risorse alle più piccole. NON entro nei discorsi che altre religioni [...]

Rispondi

&id=HPN_Ripartizione+nera_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Black{{}}Repartition" alt="" style="display:none;"/> ?>