Roberto Calvi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Review
In rilievo

Review

Roberto Calvi

La scheda: Roberto Calvi

Roberto Calvi (Milano, 13 aprile 1920 – Londra, 17 giugno 1982) è stato un banchiere italiano.



Una prima indagine della procura di Milano archiviò il fatto come suicidio. Nel momento in cui, nel 1992, la procura di Roma venne in possesso di nuovi elementi per riaprire il caso come omicidio volontario e premeditato, la Cassazione decise il passaggio della competenza da Milano a Roma. Il collaboratore di giustizia Francesco Marino Mannoia infatti aveva dichiarato che Calvi e Licio Gelli avevano investito denaro sporco nello IOR e nel Banco Ambrosiano per conto del boss mafioso Pippo Calò, che curava gli interessi finanziari del clan dei Corleonesi. A proposito, Marino Mannoia dichiarò:
Nel 1996 Francesco Di Carlo, diventato collaboratore di giustizia, negò di essere l'assassino di Calvi ma ammise che Pippo Calò gli aveva chiesto di ucciderlo ma poi si organizzò diversamente e gli venne detto che «la questione era stata risolta con i napoletani»: infatti, secondo il collaboratore Nino Giuffrè, i camorristi legati ai Corleonesi (Michele Zaza, i fratelli Nuvoletta ed Antonio Bardellino) si erano affidati pure a Calvi per i loro investimenti e quindi avevano perso denaro anche loro, inoltre, secondo il collaboratore Pasquale Galasso, l'esecutore dell'omicidio di Calvi fu Vincenzo Casillo, membro della Nuova Camorra Organizzata che era passato segretamente dalla parte del clan Nuvoletta e per questo doveva fare un favore a Pippo Calò. Antonio Mancini, esponenente della banda della Magliana divenuto collaboratore di giustizia, dichiarò che Calvi venne ucciso su ordine di Pippo Calò e del faccendiere Flavio Carboni, che costituiva un anello di raccordo tra la banda della Magliana, la mafia di Pippo Calò e gli esponenti della loggia P2 di Licio Gelli.
L'indagine proseguì con l'ordinanza di custodia cautelare emessa nel 1997 dal gip Mario Alberighi a carico di Pippo Calò e Flavio Carboni, accusati di essere i mandanti dell'omicidio. L'anno successivo, una nuova perizia sulla morte di Calvi, ordinata dal gip Otello Lupacchini, stabilì l'infondatezza dell'ipotesi del suicidio. Il processo penale iniziò il 5 ottobre 2005 in una speciale aula approntata all'interno del carcere di Rebibbia, a Roma. Imputati furono Pippo Calò e Flavio Carboni, accusati di omicidio, Ernesto Diotallevi, esponente della banda della Magliana, Silvano Vittor (contrabbandiere di jeans e caffè) e la compagna di Carboni, Manuela Kleinszig.
L'accusa fece leva sulle circostanze della morte di Calvi per dimostrare la colpevolezza degli imputati (tra cui una telefonata effettuata dalla camera dove alloggiava il banchiere, i tempi morti nella ricostruzione, etc.), sulle difficoltà di accesso per un uomo di 60 anni al luogo in cui era stata legata la corda, e su una serie di perizie sul livello del Tamigi. Dall'altro lato, la difesa puntò sulla sostanziale assenza di prove contro gli imputati e sull'assenza di un movente forte per scagionare Carboni e Calò. La frase "Il Banco Ambrosiano non è mio, io sono soltanto il servitore di qualcuno" pronunciata da Roberto Calvi durante il processo per reati valutari ha lasciato molti dubbi sugli eventi.
Delle recenti affermazioni della famiglia di Calvi vorrebbero legare quella frase ad alcuni esponenti del Vaticano e la scomparsa di Emanuela Orlandi (la ragazza scomparsa a Roma nel 1983 e tuttora al centro di un giallo internazionale) a queste vicende. Nel marzo 2007 il pm Luca Tescaroli, al termine della sua arringa conclusiva, aveva chiesto l'ergastolo per Pippo Calò, già considerato il "cassiere" della mafia, per il "faccendiere" Flavio Carboni, per Ernesto Diotallevi, ritenuto uno dei boss della Banda della Magliana, e per Silvano Vittor, accusato di aver accompagnato Calvi a Londra, di avergli fornito il passaporto falso e di essere stato uno degli esecutori materiali del delitto. Assoluzione piena era stata invece richiesta per la ex fidanzata di Carboni, Manuela Kleinszig.
Ad avviso del pm, tre motivi principali sarebbero stati alla base del delitto: gli organizzatori dell'omicidio ritenevano che il banchiere avesse male amministrato il denaro di Cosa Nostra, sospettavano potesse rivelare i segreti del sistema di riciclaggio messo in piedi attraverso il Banco Ambrosiano e ritenevano, compiuto il delitto, di poter avere maggiore peso negoziale nei confronti di coloro che erano coinvolti con Calvi.
Il capo d'imputazione recitava:
Il 6 giugno 2007 la seconda Corte d'assise di Roma, presieduta da Mario Lucio d'Andria, ha emesso una sentenza di totale assoluzione per tutti gli imputati per il processo Calvi. Flavio Carboni, Pippo Calò, Ernesto Diotallevi e Silvano Vittor sono assolti ai sensi dell'articolo 530 c.p.p., 2º comma, ossia per insufficienza di prove. Assolta con formula piena invece Manuela Kleinszig, come chiesto dallo stesso PM. Resta aperto invece il secondo filone dell'inchiesta romana, a proposito dei mandanti dell'omicidio, tra i cui indagati figura anche Licio Gelli.
Il 7 maggio 2010 la Corte d'assise d'appello di Roma ha confermato le assoluzioni di Flavio Carboni, Pippo Calò ed Ernesto Diotallevi per l'omicidio del banchiere. Nelle motivazioni della sentenza si legge: “Roberto Calvi è stato ammazzato, non si è ucciso”

I banchieri di Dio, regia di Giuseppe Ferrara (2002),
Il padrino - Parte III, regia di Francis Ford Coppola (1990), in cui il personaggio di Frederick Keinszig si ispira a Calvi,
Enzo Biagi: C'era una volta Roberto Calvi, (Documentario) di Sarah Nicora

Emanuela Orlandi e quella strana lettera di Roberto Calvi a Papa Giovanni Paolo II scritta 12 giorni prima di essere ammazzato. E dietro storie di strutture segrete anticomuniste finanziate dallo Ior, massoneria e malavita organizzata.

Emanuela Orlandi e quella strana lettera di Roberto Calvi a Papa Giovanni Paolo II scritta 12 giorni prima di essere ammazzato. E dietro storie di strutture segrete anticomuniste finanziate dallo Ior, massoneria e malavita organizzata.

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . Emanuela Orlandi e quella strana lettera di Roberto Calvi a Papa Giovanni Paolo II scritta 12 giorni prima di essere ammazzato. E dietro storie di strutture segrete anticomuniste finanziate dallo Ior, massoneria e malavita organizzata.   La lettera che Roberto Calvi, presidente del Banco Ambrosiano, morto (assassinato) a Londra nel 1982, scrisse all’allora Papa Giovanni Paolo II, getta un’ombra [...]

deleted

deleted

EVENTI: Roberto Calvi

Il 7 maggio 2010 la Corte d'assise d'appello di Roma ha confermato le assoluzioni di Flavio Carboni, Pippo Calò ed Ernesto Diotallevi per l'omicidio del banchiere.

Nel 1988 iniziò in Italia una causa civile che stabilì che Roberto Calvi era stato ucciso e impose a un'assicurazione il risarcimento di 3 milioni di dollari alla famiglia.

Il 2 febbraio 1989 Clara Canetti, la vedova di Calvi, nel corso di una puntata della trasmissione televisiva Samarcanda affermò che il marito le avrebbe confidato che il vero capo della loggia P2 era l'onorevole Giulio Andreotti, il quale lo avrebbe minacciato indirettamente attraverso Giuseppe Ciarrapico in seguito al crack del Banco Ambrosiano e gli avrebbe fatto dei discorsi che lo turbarono: di tali affermazioni però non sono mai stati raccolti riscontri attendibili anche se è accertato che Calvi, prima di partire per Londra dove venne ritrovato morto, incontrò realmente Andreotti e Ciarrapico, che lo invitarono a cena per discutere di alcune divergenze che lui aveva avuto con Orazio Bagnasco, nuovo vicepresidente del Banco Ambrosiano.

Nel 1940 viene arruolato come sottotenente di cavalleria nei lancieri di Novara e mobilitato sul fronte russo dove affrontò la terribile ritirata.

Nel 1960, con la riorganizzazione del settore esteri viene nominato responsabile per le operazioni di carattere finanziario.

Il 9 giugno 1982 Calvi si allontanò da Milano, giungendo a Roma in aereo, dove incontrò Flavio Carboni, col quale organizzerà la fuga verso l'estero.

Il 19 novembre 1982 l'allora responsabile dell'Opus Dei per l'Italia don Mario Lantini scrisse a Clara e Carlo Calvi una lettera in cui, riferendosi alle interviste da loro rilasciate al Wall Street Journal, a La Stampa e a L'Espresso riguardo «rapporti che il defunto Roberto Calvi avrebbe intrattenuto con l'Opus Dei», dichiarò che «nessuna persona per conto dell'Opus Dei ha mai intrattenuto alcun rapporto o trattativa, né direttamente né indirettamente, né con Roberto Calvi né con lo IOR».

Nel 1996 Francesco Di Carlo, diventato collaboratore di giustizia, negò di essere l'assassino di Calvi ma ammise che Pippo Calò gli aveva chiesto di ucciderlo ma poi si organizzò diversamente e gli venne detto che «la questione era stata risolta con i napoletani»: infatti, secondo il collaboratore Nino Giuffrè, i camorristi legati ai Corleonesi (Michele Zaza, i fratelli Nuvoletta ed Antonio Bardellino) si erano affidati pure a Calvi per i loro investimenti e quindi avevano perso denaro anche loro, inoltre, secondo il collaboratore Pasquale Galasso, l'esecutore dell'omicidio di Calvi fu Vincenzo Casillo, membro della Nuova Camorra Organizzata che era passato segretamente dalla parte del clan Nuvoletta e per questo doveva fare un favore a Pippo Calò.

Il 6 giugno 2007 la seconda Corte d'assise di Roma, presieduta da Mario Lucio d'Andria, ha emesso una sentenza di totale assoluzione per tutti gli imputati per il processo Calvi.

Nel 1958 diviene assistente personale di Canesi.

Nel 1968 conobbe Michele Sindona divenendone socio in affari, nel 1975 Sindona gli presentò Licio Gelli e Calvi entrò nella loggia P2 il 23 agosto di quell'anno.

La Loggia P2 e Roberto Calvi

per la serie Misteri d'Italia (http://www.facebook.com/?tid=1348523047499&sk=messages clicca su http://www.loggiap2.com/roberto_calvi ciao

Fettuccine alla Boscaiola

Fettuccine alla Boscaiola

INGREDIENTI; Tagliatelle 1 cipolla grande 300 gr di salsicce 1 ciuffo di prezzemolo pepe sale fino e grosso iodato 1 spicchio d'aglio 350 gr di funghi freschi 1 bicchiere di vino bianco secco 2 foglie di basilico olio evo PREPARAZIONE; Pulite i funghi levando la terra sotto l’acqua corrente. Preparate il soffritto con poco olio, l’aglio e la cipolla tritata sottilmente, il tutto a fuoco medio. Aggiungete la salsiccia senza [...]

Renzi, con governo fino al 2022. 13 i senatori di Italia Viva.

Renzi, con governo fino al 2022. 13 i senatori di Italia Viva.

Renzi, con governo fino al 2022. 13 i senatori di Italia Viva.Ex premier, non sarò io a partecipare ai tavoli, ma il segretario di Italia Viva. Matteo Renzi porta in Italia Viva 13 senatori scombinando un po' gli equilibri non solo del gruppo Dem, ma anche delle commissioni di palazzo Madama. Lasciano, infatti, il Pd l'attuale ministro per le politiche agricole Teresa Bellanova che diventa capo delegazione dei renziani al governo e che da senatore era in [...]

Ilaria D’Amico con Gigi Buffon facciamo la nostra vita

Ilaria D’Amico con Gigi Buffon facciamo la nostra vita

La giornalista Ilaria D'Amico è pronta a nuovi progetti e a ricavarsi i suoi spazi, spesso lontano dal suo compagno. «Io e Gigi Buffon ci vogliamo molto bene ma non siamo sempre avvinghiati. Facciamo la nostra vita, usciamo, ma evitiamo i posti mondani e proviamo a vivere una vita piuttosto riservata», ammette in un'intervista al "Corriere della Sera". Per la D’Amico è tempo di tornare a lavorare dopo aver dedicato attenzione alla dimensione privata: «Quando [...]

NESSUN MISTERO PER RENZI

La decisione di Matteo Renzi di uscire dal Pd e di fondare un suo partito sta facendo scorrere fiumi d’inchiostro. Alcuni dichiarano addirittura di non capirla mentre in realtà è chiarissima e razionale. Al massimo si presta ad alcune considerazioni riguardanti lo stile e il modo di far politica. In occasione delle trattative per formare il nuovo governo, Zingaretti ha detto che il Pd poneva come conditio sine qua non la discontinuità e in particolare che non [...]

IL 5 PER CENTO DI RENZI Anche con il 5 per cento si può contare in politica.

IL 5 PER CENTO DI RENZI Anche con il 5 per cento si può contare in politica.

Breve storia triste  per arrivare poi a Renzi. Tanti anni fa nel Psi di Nenni infuriava la lotta fra destra (autonomisti) e sinistra. Pro Nato e contro la Nato, per accordo con la Dc e contro, e così via. Noi giovani, ovviamente, stavamo alla sinistra. Assemblee locali fino alle due di notte. Poi, a un certo punto, abbiamo smesso perché volavano le sedie. E cresce l’insofferenza. Così, si manda tutto all’aria e si fa lo Psiup. Finalmente, tutti insieme. [...]

LA MANNAIA DI RENZI In due mosse ha conquistato il controllo del governo. Ora è il padrone dei giochi.

LA MANNAIA DI RENZI In due mosse ha conquistato il controllo del governo. Ora è il padrone dei giochi.

Renzi è il nuovo padrone del governo. Può farlo cadere quando vuole. O tenerlo in vita. E quindi capisco che siano tutti furiosi con lui. Renzi era il ragazzaccio cattivo, il discolo, quello da tenere isolato, in corridoio a fumare. In appena due mosse ha conquistato il controllo del governo, di cui peraltro non fa parte. Di Maio, che capisce sempre le cose un mese dopo, cerca di nascondere il fatto tuonando: “Non tollereremo”. Sì, se però Renzi non ti fa [...]

Renzi: le ragioni di una nuova avventura.

Renzi: le ragioni di una nuova avventura.

“Il populismo cattivo che esprime (Salvini) non è battuto e va sconfitto nella società. E credo che le liturgie di un Pd organizzato scientificamente in correnti e impegnato in una faticosa e autoreferenziale ricerca dell’unità come bene supremo non funzionino più”. In un’intervista a Repubblica Matteo Renzi ha annunciato l’addio al Partito democratico, sottolinenando che la formazione di “gruppi autonomi” che “nasceranno già questa [...]

Da Carfagna a Renzi, la stagione delle cene ridisegna il centro

Da Carfagna a Renzi, la stagione delle cene ridisegna il centro

Questa sera alle 21.30 una cinquantina di parlamentari vicini a Mara Carfagna si ritroverà a cena in un ristorante del centro. Ma la loro non è l’unica cena della serata Complici la scissione renziana e la lunga estate romana che regala ancora splendide, temperate serate, è cominciata la stagione delle cene. Intorno a una tavola, questa sera, si riuniscono i parlamentari vicini a Mara Carfagna. Guai a battezzarla corrente (anche se qualcuno l’ha appellata [...]

FOTO: Roberto Calvi

Il Blackfriars Bridge a Londra, sotto al quale Roberto Calvi fu ritrovato impiccato.

Il Blackfriars Bridge a Londra, sotto al quale Roberto Calvi fu ritrovato impiccato.

Renzi: “Il nuovo partito si chiama Italia viva.

Renzi: “Il nuovo partito si chiama Italia viva.

Renzi: “Il nuovo partito si chiama Italia viva. Con me più di 40 parlamentari” “Il nome della nostra nuova sfida si chiama Italia Viva”. Lo dice Matteo Renzi nel corso della registrazione di Porta a Porta. “Il partito novecentesco non funziona più, c’è bisogno di una cosa nuova, allegra e divertente”, dice ancora Renzi. “Noi vogliamo parlare a chi crede nella politica, ma non in politichese”, aggiunge. “I parlamentari glieli ho lasciati [...]

Belen e Stefano a pranzo insieme con i musi lunghi

Belen e Stefano a pranzo insieme con i musi lunghi

Pranzo amaro per Belen Rodriguez e Stefano De Martino, in un ristorante di Milano in compagnia di alcuni amici. La showgirl è hot come sempre in shorts e maglietta bianca trasparente, il marito casual e rilassato con il cappellino da baseball. I due si guardano imbronciati e si allontanano in auto con i musi lunghi.

Michelle Hunziker torna a "Striscia la Notizia" e confida: «Belen è agitata, io sono noiosissima»

Michelle Hunziker torna a "Striscia la Notizia" e confida: «Belen è agitata, io sono noiosissima»

«Belen? È un'anima agitata». Nell'intervista che Michelle Huziker ha rilasciato a "Tv Sorrisi e Canzoni" a meno di una settimana dal ritorno sul bancone di "Striscia la Notizia" racconta progetti professionali e aneddoti privati. E non mancano pareri su colleghe come la showgirl argentina, che detiene il record per numero di tapiri. «Ne ha presi 27. Lei è un’anima agitata e passionale, una persona genuina, movimenta molto la nostra trasmissione. Io, in [...]

Belen e la dedica a Stefano De Martino per "Stasera tutto è Possibile": fan impazziti

Belen e la dedica a Stefano De Martino per "Stasera tutto è Possibile": fan impazziti

Stefano De Martino ne ha fatta di strada da quando era solo un ballerino. Ieri è andato in onda come unico conduttore di "Stasera tutto e possibile" e Belen Rodriguez gli ha dedicato parole d'amore e di stima. Nel corso della trasmissione la showgirl argentina, compagna della sua vita, ha pubblicato sul suo profilo Instagram stories in cui riprende la tv e commenta. «Sei bello e bravo tu!», ha scritto al marito. Entusiasmo anche sui Twitter. «Comunque Stefano [...]

Michelle Hunziker torna a "Striscia la Notizia" e confida: «Belen è agitata, io sono noiosissima»

Michelle Hunziker torna a "Striscia la Notizia" e confida: «Belen è agitata, io sono noiosissima»

«Belen? È un'anima agitata». Nell'intervista che Michelle Huziker ha rilasciato a "Tv Sorrisi e Canzoni" a meno di una settimana dal ritorno sul bancone di "Striscia la Notizia" racconta progetti professionali e aneddoti privati. E non mancano pareri su colleghe come la showgirl argentina, che detiene il record per numero di tapiri. «Ne ha presi 27. Lei è un’anima agitata e passionale, una persona genuina, movimenta molto la nostra trasmissione. Io, in [...]

Sondaggio: Renzi lascia il Pd, il governo sarà più forte?

Sondaggio: Renzi lascia il Pd, il governo sarà più forte?

Renzi sostiene che la sua uscita dal Pd, con nuovi gruppi parlamentari a sostegno al governo Conte, rafforzerà l'esecutivo. Che ne pensate? Dal mio punto di vista.Ottima giocata del mago di rignano.Ha convinto il PD a sostenere il nuovo governo perchè se fosse andato al voto non sarebbe riuscito ad organizzarsi, quindi  se ne è andato per proprio conto con davanti (male che vada) almeno un annetto durante il quale capitalizzare la sua uscita e iniziare la sua [...]

ORA SI CHIEDONO IL PERCHÉ! PERCHÉ ? PRIMO Non si può più aspettare..... La realtà è sempre più evidente.SECONDO Per anni Matteo Renzi e stato tradito dalle " correnti " ERA ORA DI DIRE BASTA.

ORA SI CHIEDONO IL PERCHÉ! PERCHÉ ? PRIMO Non si può più aspettare..... La realtà è sempre più evidente.SECONDO Per anni Matteo Renzi e stato tradito dalle " correnti " ERA ORA DI DIRE BASTA.

Non si può più aspettare..... La realtà è sempre più evidente. Una parte della solita e vecchia classe dirigente non ha mai sopportato l’oggettiva forza politica di Matteo Renzi: ha sempre cercato di boicottarlo per la grande paura di perdere il famigerato controllo della ditta. Quando i soliti personaggi non potevano contrastarlo sono tranquillamente saliti sul carro di Renzi, senza nessun imbarazzo. E questo, è stato uno dei più grandi errori di Matteo: [...]

Ilaria D’Amico con Gigi Buffon non passiamo la vita avvinghiati

Ilaria D’Amico con Gigi Buffon non passiamo la vita avvinghiati

Ilaria D'Amico parla del suo rapporto di coppia con il suo compagno e dice: «Io e Gigi Buffon ci vogliamo molto bene ma non siamo sempre avvinghiati. Facciamo la nostra vita, usciamo, ma evitiamo i posti mondani e proviamo a vivere una vita piuttosto riservata», ammette in un'intervista al "Corriere della Sera". Per la D’Amico è tempo di tornare a lavorare dopo aver dedicato attenzione alla dimensione privata: «Quando nella mia vita è servito del tempo per [...]

Ilaria D’Amico racconta la sua vita con Gigi Buffon

Ilaria D’Amico racconta la sua vita con Gigi Buffon

Ilaria D'Amico è pronta a nuovi progetti spesso lontano dal suo compagno: «Io e Gigi Buffon ci vogliamo molto bene ma non siamo sempre avvinghiati. Facciamo la nostra vita, usciamo, ma evitiamo i posti mondani e proviamo a vivere una vita piuttosto riservata», ammette in un'intervista al "Corriere della Sera". Per la D’Amico è tempo di tornare a lavorare dopo aver dedicato attenzione alla dimensione privata: «Quando nella mia vita è servito del tempo per [...]

Michelle Hunziker pensa alle nozze tra Aurora e Goffredo

Michelle Hunziker pensa alle nozze tra Aurora e Goffredo

Aurora Ramazzotti e Goffredo Cerza stanno insieme da due anni e la loro relazione è approvata da Michelle Hunziker a cui non dispiacerebbe vederli diventare presto marito e moglie. La showgirl ha espresso il suo desiderio in un post su “Instagram”: "ogni tanto faccio dei pensieri per i quali Auri mi direbbe: 'ma mamma piantala... non lo pensare neanche!'. Io piango solo a pensarlo invece..." Michelle condivide una foto di Aurora e Goffredo abbracciati, che si [...]

THIS IS RENZI

THIS IS RENZI

Bene, ci siamo, finalmente Matteo ha passato il Rubicone,  ero li nell'altra sponda ad attenderlo, è arrivato. Adesso per me/noi inizia un'altra storia politica. Che sia giusta o no sarà  il tempo a dircelo. L'importante è  andare dove ci porta il cuore. Ebbene è successo! Son quelle cose che delle quali si sente parlare e straparlare e pensi non avvengano mai..... e invece....... se ne prenda atto seriamente, questa non è mica la scissione dei quattro [...]

RENZI "Mi piace da impazzire quando mi danno per morto"

RENZI "Mi piace da impazzire quando mi danno per morto"

  “La guerra voglio farla a Salvini, non a Zingaretti. Lascio la comodità e mi riprendo la libertà”. Matteo Renzi lascia il Pd, costituisce gruppi parlamentari autonomi e assicura sostegno al Governo Conte. In una lunga intervista concessa ad Annalisa Cuzzocrea su Repubblica l’ex premier annuncia la scissione dal Partito Democratico che, assicura, “sarà un bene per tutti”, e adduce una motivazione su tutte: “Mi fa uscire la mancanza di una [...]

&id=HPN_Roberto+Calvi_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Roberto{{}}Calvi" alt="" style="display:none;"/> ?>