Roberto Farinacci

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

Roberto Farinacci

La scheda: Roberto Farinacci

Roberto Farinacci (Isernia, 16 ottobre 1892 – Vimercate, 28 aprile 1945) è stato un politico, giornalista e generale italiano. È stato segretario del Partito Nazionale Fascista.


Roberto Farinacci:
Deputato del Regno d'Italia:
Legislature: XXVI-XXVII-XXVIII-XXIX-XXX del Regno d'Italia
Consigliere nazionale del Regno d'Italia:
Legislature: XXX
Gruppo parlamentare: Membri del Gran Consiglio del Fascismo
Segretario del Partito Nazionale Fascista:
Durata mandato: 15 febbraio 1925 – 30 marzo 1926
Predecessore: Alessandro Melchiori
Successore: Augusto Turati
Dati generali:
Partito politico: Fasci Italiani di Combattimento (1919-1921) Partito Nazionale Fascista (1921-1943) Partito Fascista Repubblicano (1943-1945)
Tendenza politica: Fascismo Antisemitismo[1]
Titolo di studio: laurea in giurisprudenza
Università: Università di Modena
Professione: giornalista
Roberto Farinacci:
Roberto Farinacci nel 1930 a Cremona
16 ottobre 1892 – 28 aprile 1945:
Nato a: Isernia
Morto a: Vimercate
Cause della morte: fucilazione
Religione: Cristiana cattolica
Dati militari:
Paese servito: Italia Repubblica Sociale Italiana
Forza armata: Regio Esercito Regia Aeronautica
Unità: 3º Reggimento telegrafisti Camicie nere
Anni di servizio: 1916 - 1917 / 1936
Grado: Tenente di volo Caporale Generale
Guerre: Prima guerra mondiale Guerra d'Etiopia Seconda guerra mondiale
Campagne: Fronte italiano Campagna d'Italia
Altre cariche: Politico
voci di militari presenti su Wikipedia
Manuale

5__QUANDO I GALLI SI DAVANO VOCE__Un 'conclave' dei canonici sugli ebrei. Un libello di Roberto Farinacci

         Don Giacinto e don Armando discutono ad armi impari, nell’ufficietto dell’usciere giudiziario, delle leggi razziali e del ruolo degli ebrei per la Chiesa in uno degli abituali conclavi serali dei canonici. «Vi dice qualcosa il nome Samuele Hanau, con l'acca davanti?» domanda don Giacinto entrando nell’ufficio, col tono provocatorio amplificato da quell’ «acca davanti»,  per aggiungere subito che nessuno aveva capito nulla, che l’uomo [...]

CREMONA: Il nipote di Farinacci suicida sulla tomba del nonno gerarca fascista  Pietro Enrico Mola, 65 anni, medico, si è tolto la vita sparandosi al petto con un fucile da caccia

CREMONA: Il nipote di Farinacci suicida sulla tomba del nonno gerarca fascista Pietro Enrico Mola, 65 anni, medico, si è tolto la vita sparandosi al petto con un fucile da caccia

Il nipote di Farinacci suicida sulla tomba del nonno gerarca fascista Pietro Enrico Mola, 65 anni, medico, si è tolto la vita sparandosi al petto con un fucile da caccia Pietro Enrico Mola, 65 anni, medico (foto Rastelli) CREMONA – Un cadavere adagiato sopra la tomba di Roberto Farinacci, l’ex segretario del partito nazionale fascista, sepolto nel cimitero di Cremona: lo hanno trovato questa mattina alcuni addetti del camposanto ma più sorprendente ancora è [...]

EVENTI: Roberto Farinacci

Il 3 ottobre 1922 Farinacci, con le proprie squadre si spostò a Trento dove assunse il comando di tutti gli squadristi che erano confluiti laggiù per pretendere le dimissioni del commissario civile Luigi Credaro che era accusato di scarso impegno nella difesa della minoranza italiana in Alto Adige.

Il 17 ottobre 1922 il governo italiano soppresse la figura del commissario civile e al suo posto fu nominato un prefetto con giurisdizione anche sull'Alto Adige.

Il 25 aprile 1945 il vecchio avversario Guido Miglioli volle incontrarlo per convincerlo ad arrendersi, ma Farinacci si rifiutò: "Non siamo ancora alla fine".

Il 6 dicembre 1915 Farinacci fu iniziato alla massoneria nella loggia Quinto Curzio di Cremona, aderente all'obbedienza del Grande Oriente d'Italia di Palazzo Giustiniani (matricola 48.

Nel 1937 fu inviato presso Francisco Franco direttamente dal Capo del Governo come osservatore militare in Spagna durante la guerra civile: le sue relazioni furono tecnicamente assai lucide, delineando un quadro prospettico alquanto critico.

Nel 1914 passò al settimanale socialista La Squilla, che si caratterizzava per la battaglia a favore dell'interventismo: l'eloquenza di Farinacci era caratterizzata dal cipiglio aggressivo, dalle peculiari imperfezioni (i fogli satirici lo chiamavano "l'antigrammatico"), e affascinava soprattutto gli incolti, con cui il futuro gerarca condivideva le umili origini.

Nel 1928, dalle colonne de Il Regime Fascista, dopo aver acquisito un memoriale scritto da Carlo Maria Maggi, precedente federale di Milano accusò Ernesto Belloni, podestà di Milano, come responsabile di pubbliche malversazioni.

Nel 1938 su Il Regime Fascista ricominciò una intensa campagna antisemita e Farinacci stesso prese posizione contro la situazione politica di Trieste, città in cui i cittadini di religione ebraica erano numerosi e spesso ricoprivano incarichi di potere.

Il 5 settembre 1920 al teatro Politeama Verdi di Cremona Mussolini indisse il congresso regionale dei Fasci di combattimento come segno di apprezzamento per l'attività svolta da Farinacci.

Il 22 febbraio 1941 fu inviato in Albania, come Ispettore generale della Milizia: qui, appoggiato anche da Ugo Cavallero, accusò Pietro Badoglio di essere il principale responsabile della pessima campagna bellica in Grecia, risultando determinante nel fargli perdere il ruolo di Capo di Stato Maggiore.

Recensione Libraria: Roberto Farinacci: "La Chiesa e gli Ebrei"

Recensione Libraria ROBERTO FARINACCI - "LA CHIESA E GLI EBREI" di Dagoberto Husayn Bellucci Pubblicato nel 1987 per le edizioni "Sentinella d'Italia" il volume "La Chiesa e gli ebrei" di Farinacci costituisce un documento storico di assoluto valore ed una oggettiva ricognizione d'analisi sulla questione ebraica oltre a rappresentare un indiscutibile lascito che il capo del fascismo cremonese, peraltro tra i pochi gerarchi ad occuparsi della questione 'maledetta' [...]

Giuseppe Ottaviani festeggia 103 anni! l'incredibile storia dell'atleta più longevo dell'atletica

Giuseppe Ottaviani festeggia 103 anni! l'incredibile storia dell'atleta più longevo dell'atletica

Qualche collina più in là dalla casa di “Peppe”, il 16 febbraio 1979) è nato il “Fenomeno” del Motomondiale, il Dottore di Tavullia Valentino Rossi. Con il suo Ape truccato, da ragazzino Vale scorrazzava piegando per i tornanti che portano fino al paesino di Sant’Ippolito, 1600 anime a 15 chilometri dal sipario Ducale di Urbino, dove “Peppe”, al secolo scorso Giuseppe Ottaviani, è nato il 20 maggio 1916. Avete capito bene, 103 anni. E questo [...]

Trentuno anni fa, il 18 di maggio del 1988, la morte di Enzo Tortora. Ricordiamo le parole della figlia: “da allora nulla è cambiato”…!

Trentuno anni fa, il 18 di maggio del 1988, la morte di Enzo Tortora. Ricordiamo le parole della figlia: “da allora nulla è cambiato”…!

    .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   . .   Trentuno anni fa, il 18 di maggio del 1988, la morte di Enzo Tortora. Ricordiamo le parole della figlia: “da allora nulla è cambiato”…! A 31 anni dalla sua morte, Tortora è diventato la personificazione dell’errore giudiziario italiano. Il suo ricordo vive in strade, piazze, scuole, biblioteche sparse per l’Italia a lui intitolate. l 18 maggio 1988, a soli 59 anni, muore Enzo [...]

Cacciari: "Alleanza Pd-5S? E' destino" Cacciari vai a cagare. Portaci i tuoi D'Alemiani nella setta 5S.

Cacciari: "Alleanza Pd-5S? E' destino" Cacciari vai a cagare. Portaci i tuoi D'Alemiani nella setta 5S.

Cacciari insiste: presto o tardi Pd e M5s saranno alleati L'opinione controcorrente del sindaco di Venezia: l'alleanza tra M5s e Pd è destino, perché il loro elettorato è molto più simile L'ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari va completamente controcorrente le dichiarazioni di Paola De Micheli, vicesegretaria del Pd, che ha escluso categoricamente qualsiasi futura alleanza tra il Pd e il M5s. Per cacciari invece, Pd e Cinque stelle insieme sono "un destino": [...]

IL FASCISMO NON È MORTO

Immagino di essere fra i pochi ancora vivi che hanno avuto il tempo di essere fascisti. Di essere Figlio della Lupa non m’importava nulla, ma aspettavo di divenire Avanguardista. Infatti adoravo i pantaloni alla zuava. Invece Mussolini perse la guerra, arrivarono gli Alleati con le jeep, la gomma americana e interi capitali da spendere con le puttane, e di pantaloni alla zuava non si parlò più. Almeno così credevo io. E non solo io. I “grandi” parlavano [...]

Mimmo Lucano alla Sapienza: "Noi, onda rossa contro onda nera" Il FASCISMO NON PASSERA.

Mimmo Lucano alla Sapienza: "Noi, onda rossa contro onda nera" Il FASCISMO NON PASSERA.

Mimmo Lucano accolto da cori e applausi al suo arrivo alla Sapienza.Aula di Lettere stracolma di studenti per il sindaco sospeso di Riace: "Siamo tutti Lucano".Mentre fuori. L'estrema destra di forza nuva manifesta nei pressi della Sapienza malgrado il divieto,e un militante schiaffeggia un ragazzo dopo un diverbio. Un ragazzo è stato schiaffeggiato da un militante di Forza Nuova nei pressi dell'ingresso della biblioteca nazionale di Castro Pretorio. Il giovane, [...]

Gino Strada: "Non siamo a rischio fascismo, il fascismo ce l'abbiamo già...!"

Gino Strada: "Non siamo a rischio fascismo, il fascismo ce l'abbiamo già...!"

    .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   . .   Gino Strada: "Non siamo a rischio fascismo, il fascismo ce l'abbiamo già...!" Il fondatore di Emergency ha parlato a Piazza Pulita su La7. E esprime le sue preoccupazioni Quale messaggio viene da Casal Bruciato, da Casapound libera di fare quello che vuole, di un ministro che strizza l’occhio all’estrema destra e scimmiotta le frasi e le adunate di Mussolini mentre cavalca odio e [...]

La bolla di sapone dei fascisti

La bolla di sapone dei fascisti

Scorrendo le notizie degli ultimi giorni, mi sono fatto un’idea sui tempi che stiamo vivendo, costretti ogni momento a parlare di fascismo, di fascisti, di casapound , di forza nuova , di rom,  e di barconi. Questa storia dei fascisti viene alimentata ad arte dai mass media berlusconiani e salviniani, per nascondere problemi gravi che stiamo attraversando dal punto di vista economico e sociale , e far voltare  lo sguardo altrove. I fascisti, in percentuale [...]

Non siamo a rischio fascismo, il fascismo ce l'abbiamo già.Gino Strada

Non siamo a rischio fascismo, il fascismo ce l'abbiamo già.Gino Strada

Gino Strada: "Non siamo a rischio fascismo, il fascismo ce l'abbiamo già" Il fondatore di Emergency ha parlato a Piazza Pulita su La7. E esprime le sue preoccupazioni. Quale messaggio viene da Casal Bruciato, da Casapound libera di fare quello che vuole, di un ministro che strizza l’occhio all’estrema destra e scimmiotta le frasi e le adunate di Mussolini mentre cavalca odio e xenofobia? Che siamo con un piede nel fascismo e chi lo nega o è in malafede (vedi [...]

FOTO: Roberto Farinacci

Roberto Farinacci con Mussolini a convegno agrario a Cremona

Roberto Farinacci con Mussolini a convegno agrario a Cremona

Squadra d'azione di Cremona, Farinacci al centro

Squadra d'azione di Cremona, Farinacci al centro

Roberto Farinacci alla cerimonia di fondazione di Predappio Nuova

Roberto Farinacci alla cerimonia di fondazione di Predappio Nuova

Farinacci in visita all'omonima colonia fluviale

Farinacci in visita all'omonima colonia fluviale

Rappresentanza PNF capodanno 1935, Farinacci sulla destra

Rappresentanza PNF capodanno 1935, Farinacci sulla destra

Il tenente Roberto Farinacci in Africa Orientale

Il tenente Roberto Farinacci in Africa Orientale

Farinacci a fine anni Trenta: si nota in primo piano il braccio sostituito con un moncherino di cuoio

Farinacci a fine anni Trenta: si nota in primo piano il braccio sostituito con un moncherino di cuoio

Tra CasaPound e NoTav, a Torino il Salone dell’Ipocrisia

Tra CasaPound e NoTav, a Torino il Salone dell’Ipocrisia

Centomila persone alla camera ardente dell’Avvocato, ma solo duemila al funerale di Primo Levi. Due lutti che in qualche modo fotografano Torino: folla oceanica per il patron della Fiat e dalla Juventus, di cui ora si scoprono i miliardi di euro “riparati” all’estero, lontano dal fisco italiano. Molto più intime, invece, le esequie dell’autore di “Se questo è un uomo”, massimo capolavoro della memorialistica mondiale sulla Shoah. Unico paese in cui [...]

E un male per l’Italia RIPROPORRE IL VECCHIO PASSATO. CHE SIANO MUMMIE O E FASCISMO.

E un male per l’Italia RIPROPORRE IL VECCHIO PASSATO. CHE SIANO MUMMIE O E FASCISMO.

Un male che si presenti in modo chiaro può essere necessario perché consente, almeno potenzialmente, di fargli fronte in modo altrettanto chiaro  È necessario che gli scandali avvengano (Matteo 18,7). Il nuovo Governo, che somma due populismi sovranisti,e vecchie mummie è un male per l’Italia, quindi anche per noi tutti, Pd compreso. Tuttavia citare quella frase evangelica ha un senso. C’è infatti una graduatoria dei mali.Un male che si presenti [...]

- Ricordando Pietro Mennea -

- Ricordando Pietro Mennea -

Felice Tolfo   Ricordando Pietro Mennea   Gigio guardali stanno per finire i diecimila sono in otto a disputarsi la volata finale Li vedo li vedo è fantastico ma come faranno ad avere ancora tanta energia in corpo Certo che se la tirano sta incredibile volata Mia vedere tutta sta forza ti apre il pensiero al vero protagonista lo sport l’agonismo che non pone limiti alla competitività Eccezionale se una gara di così grande portata riesce a [...]

Il cdr de l’Unità: “Santoro ha dichiarato un impegno, non può cadere nel vuoto” da michelesantoro.it

di RedazionePubblichiamo il comunicato stampa del comitato di redazione de L’Unità sul futuro della testata fondata da Antonio Gramsci:“Ora vorrei comprare l’Unità”. Così Michele Santoro in una intervista al Corriere della Sera. È una notizia. Una notizia importante, perché riguarda il futuro di una testata storica, non solo per la sinistra ma per l’informazione italiana, e dei lavoratori, giornalisti e poligrafici, che ad essa sono ancora legati. [...]

La memoria storica al cinema: dalla Resistenza a “Santiago, Italia” di Nanni Moretti da outsidernews.it

La memoria storica al cinema: dalla Resistenza a “Santiago, Italia” di Nanni Moretti da outsidernews.it

1 Maggio 2019 Marco OlivieriLa memoria è un risveglio insperato ed è fatta di ricordi che bruciano dentro. Sensazioni che ricostruisce Primo Levi, con pietre miliari come “Se questo è un uomo”, “La tregua” e “I sommersi e i salvati”, da testimone e grande scrittore. Ritrovare la memoria significa anche esprimere “il sapore aspro della vita che avevamo appreso allora”, come osservava Italo Calvino presentando il suo primo romanzo, “Il [...]

Landini: “Il governo è connivente con i fascisti”

Landini: “Il governo è connivente con i fascisti”

L’affondo del segretario Cgil Maurizio Landini: “Il governo è connivente con i fascisti” Il segretario della Cgil, Maurizio Landini, attacca il governo e soprattutto la Lega, accusandoli di essere conniventi con il fascismo: “C’è una connivenza, una copertura, c’è un lasciar fare, quasi a dire che si possono fare cose che sono contro la nostra Costituzione, contro la nostra storia, contro la nostra democrazia”. Il segretario della Cgil, Maurizio [...]

Il giorno che Salvini dovesse rassegnare le dimissioni sarà sempre troppo tardi. Il fascismo non passerà, nonostante i suoi sforzi.

Il giorno che Salvini dovesse rassegnare le dimissioni sarà sempre troppo tardi. Il fascismo non passerà, nonostante i suoi sforzi.

Fermiamo i fascisti una volta per tutte Dobbiamo smettere di ironizzare sui fascisti, dobbiamo smettere di considerarli patetici e folcloristici residui di un passato orribile. E soprattutto, dobbiamo smettere di sottovalutarli.  I due immondi e vili fascisti di CasaPound che hanno massacrato di botte e stuprato una donna inerme a Viterbo all'interno di un loro circolo, rappresentano la goccia, anzi la bomba d'acqua, che fa traboccare il fragile vaso della [...]

Primo Maggio.PER NON DIMENTICARE:Primo Maggio, storia della festa socialista del lavoro che Mussolini aveva abolito

Primo Maggio.PER NON DIMENTICARE:Primo Maggio, storia della festa socialista del lavoro che Mussolini aveva abolito

Primo Maggio, storia della festa socialista del lavoro che Mussolini aveva abolito Quale l'origine di questa ricorrenza? Una decisione della Seconda Internazionale che scelse la data di una manifestazione operaia repressa nel sangue a Chicago Come mai il primo maggio è celebrato in tutto il mondo come festa dei lavoratori? Bisogna risalire al 1889 quando a Parigi fu fondata la Seconda internazionale che vide riuniti tutti i principali partiti socialist e [...]

- Ricordando Pietro Mennea -

- Ricordando Pietro Mennea -

  Felice Tolfo   Ricordando Pietro Mennea   Gigio guardali stanno per finire i diecimila sono in otto a disputarsi la volata finale   Li vedo li vedo è fantastico ma come faranno ad avere ancora tanta energia in corpo   Certo che se la tirano sta incredibile volata   Mia vedere tutta sta forza ti apre il pensiero al vero protagonista lo sport l’agonismo che non pone limiti alla competitività   Eccezionale se una gara di così [...]

Vigilanza privata, Costanzo: “Incontro positivo con gli operatori della sicurezza privata”

Vigilanza privata, Costanzo: “Incontro positivo con gli operatori della sicurezza privata”

Attualità 29 Aprile 2019 Vigilanza privata, Costanzo: “Incontro positivo con gli operatori della sicurezza privata” Lo scorso 17 aprile l’On. Jessica Costanzo ha incontrato una delegazione di lavoratori del settore della vigilanza privata per gettare le basi per una “riforma dal basso” Il 17 aprile si sono riuniti a Montecitorio a Roma una delegazione di operatori del settore della vigilanza privata e alcuni esponenti della Commissione Lavoro del [...]

Antisemitismo

L'antisemitismo ha origini molto antiche e data dai primi secoli del Cristianesimo. I Romani, che pure avversavano i cristiani, tolleravano gli ebrei, che gestivano la loro fede in modo privato. Via via che il Cristianesimo si organizzava, gli Ebrei cominciarono ad essere considerati gli uccisori di Gesù e quindi ad essere odiati, almeno in linea teorica. Sul piano pratico dal Medioevo, attorno al 1000, cominciarono i pogrom ovvero le uccisioni di massa che [...]

Il fascista e il cornuto, un divertente aneddoto di Andrea Camilleri per comprendere il ventennio e la vera essenza del fascismo.

Il fascista e il cornuto, un divertente aneddoto di Andrea Camilleri per comprendere il ventennio e la vera essenza del fascismo.

        . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Il fascista e il cornuto, un divertente aneddoto di Andrea Camilleri per comprendere il ventennio e la vera essenza del fascismo. Si può racchiudere in un aneddoto l'intera essenza del Fascismo? Probabilmente no. Ma Andrea Camilleri ci ha regalato un prezioso quanto divertente aneddoto per farci entrare nella mente del fascismo. Lo scrittore siciliano ci invita, come sempre, a riflettere, [...]

&id=HPN_Roberto+Farinacci_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Roberto{{}}Farinacci" alt="" style="display:none;"/> ?>