Rocco Scotellaro

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

Rocco Scotellaro

La scheda: Rocco Scotellaro

Rocco Scotellaro (Tricarico, 19 aprile 1923 – Portici, 15 dicembre 1953) è stato uno scrittore, poeta e politico italiano.


Rocco e i suoi fratelli, regia di Luchino Visconti, 1960
Rocco Scotellaro, regia di Maurizio Scaparro, 1979

Antonello Faretta confermato Presidente di Rete Cinema Basilicata. In programma un film dedicato a Rocco Scotellaro

Antonello Faretta (Nella Foto) è stato confermato Presidente di Rete Cinema Basilicata, l'associazione lucana dei professionisti e delle imprese del cinema e dell'audiovisivo.Il nuovo Consiglio Direttivo, eletto dalla Assemblea dei Soci, è composto inoltre dall'attore e produttore Joe Capalbo (vice presidente); dal critico e distributore cinematografico Giacomo Martini (direttore), dalla produttrice Adriana Bruno (coordinatore generale) e dal fonico e sound [...]

Il 29 marzo 2017, ore 17, presentazione e letture di una selezione di poesie di Rocco Scotellaro

Il 29 marzo 2017, alle ore 17, presentazione e letture di  una selezione di poesie di Rocco Scotellaro alla Sala dell’Arengo di Ferrara. Ne parlano Piero Stefani Gianni Venturi Coordina: Anna Quarzi Letture di Magda Iazzetta invito presentazione libro Scotellaro 1 locandina presentazione libro Scotellaro

EVENTI: Rocco Scotellaro

Nel 1946, all'età di ventitré anni, viene eletto sindaco di Tricarico e nello stesso anno incontra per la prima volta Manlio Rossi Doria e Carlo Levi, che Rocco indicherà come suo mentore.

Nel 1950 è accusato di concussione, truffa e associazione a delinquere dai suoi avversari politici e per questo costretto al carcere per 45 giorni circa (nella cella7 del vecchio carcere di Matera, oggi a lui intitolata), quando la cospirazione politica che aveva avanzato l'accusa fu chiara e Scotellaro fu assolto con formula piena per non aver commesso il fatto.

Nel 1942 frequenta la facoltà di giurisprudenza a Roma, non riuscendo però a conseguirne la laurea.

Un amaro capitolo di storia tricaricese annotando una poesia di Rocco Scotellaro

Il posto è una poesia di Rocco Scotellaro, pubblicata sulla rivista materana «Basilicata» vent’anni post mortem, poco nota, incompresa, la cui lettura lascia piuttosto indifferenti. Giovanni Caserta, nel suo manuale di Storia della letteratura lucana, l’ha definita “assolutamente insopportabile”. In effetti, invece, si tratta di una bella poesia dal punto di vista letterario, frutto di un meditato percorso di formazione. Nei «Frammenti dell’Uva [...]

Rocco Scotellaro "Noi non ci bagneremo sulle spiagge"

Il Sud spopolato uno zuccherificio abbandonato dove “si sentono le voci di chi lavora” I VERSI DI SCOTELLARO NOI NON CI BAGNEREMO SULLE SPIAGGE Noi non ci bagneremo sulle spiagge a mietere andremo noi e il sole ci cuocerà come la crosta del pane. Abbiamo il collo duro, la faccia di terra abbiamo e le braccia di legna secca colore di mattoni. Abbiamo i tozzi da mangiare insaccati nelle maniche delle giubbe ad armacollo. Dormiamo sulle aie attaccati alle cavezze [...]

Amelia Roselli - CANTILENA (Poesie per Rocco Scotellaro)

CANTILENA (Poesie per Rocco Scotellaro)  (1953)   di Amelia Rosselli   * Dopo che la luna fu immediatamente calata ti presi tra le braccia, morto * Un Cristo piccolino a cui m’inchino non crocefisso ma dolcemente abbandonato disincantato * Bologna perché t’ho in mente cosa c’entri città scadente cattedrale che dubiti non c’è chiesa a Matera monte roccione con la porticina * Sventolo la bandiera e grido Quanti puttini sui gironi e tu puttanone * Mi [...]

Intervento alla presentazione del nuovo libro delle Poesie di Rocco Scotellaro

A tarda sera del 26 agosto, quando inizio a scrivere, si è certamente conclusa la presentazione del nuovo libro delle Poesie di Rocco Scotellaro, alla quale ero stato invitato. Essendo impedito a partecipare, mi scusai e inviai un intervento. Ma quando vidi il denso programma della serata e l’ora di inizio (le 19), ritenni che non fosse il caso che qualcuno leggesse il mio intervento, riservandomi comunque, di pubblicarlo sul blog. Cosa che, ignorando lo [...]

Rocco Scotellaro è stato restituito al popolo. E' così difficile capirlo?

Sono passati 63 anni dalla morte di Rocco Scotellaro e in questo lungo periodo, in cui l’ho letto e riletto, l’interesse e il silenzio su di lui si sono alternati, per motivi ideologici, che attraversavano la Sinistra e per motivi di natura filologica, che da un lato aprirono una vivace e interessante querelle e, dall’altro, decretarono la sua morte letteraria, con la scomparsa dalle librerie, dai manuali di letteratura e persino dagli studi specifici [...]

Sara Romanello - Tesi di laurea: Rocco Scotellaro: una vita al bivio

Sara Romanello ha scritto per Rabatana la seguente nota introduttiva allaa sua tesi di laurea:      «Ho studiato Letteratura e linguistica italiana all’Università degli studi “Roma Tre”.     Anche io, come Scotellaro, provengo da un piccolo paesello lucano “nell’ombra delle nubi sperduto” e anche io ho vissuto e vivo un rapporto di odio-amore con la mia terra: per questo ho rivolto lo sguardo ad un animo contraddittorio e spezzato come quello di [...]

Maria Teresa Langerano - Tesi di laurea: "Amelia Rosselli e Rocco Scotellaro"

 La tesi di Maria Teresa Langerano «Amelia Rosselli e Rocco Scotellaro» è la prima di tre tesi su Scotellaro che «Rabatana» e si accinge a pubblicare. Rabatana ha anche cortesemente ricevuto da tempo una tesi su Mario Trufelli, che sarà pubblicata se l’autore ne darà il permesso.      Di Maria Teresa Langerano conosco anche alcune sue poesie pubblicate sul  n. 108/2014 della rivista di poeti e poesie «il Parnaso»: le pagine della suddetta rivista [...]

Mario Trufelli, L'OMBRA DI BARONE - VII. Dalla parte di Rocco

VII DALLA PARTE DI ROCCO       Sono a Tricarico e conto gli anni delle assenze tra i riquadri della piazza ridisegnati, dopo cinquant’anni, con i ciottoli di fiume. Comincia un viaggio sul filo della memoria, fra tante storie che mi appartengono. Eppure sono a disagio nei panni del cronista: è come sentirsi ospite in casa propria.    Trovo rifugio nella simpatia della gente, che mi viene davanti, e mi guarda, e mi saluta, e mi dice affabilmente: “Che [...]

FOTO: Rocco Scotellaro

Casa di Rocco Scotellaro

Casa di Rocco Scotellaro

Rocco SCOTELLARO, FRAMMENTI ED EPIGRAMMI

rocco scotellaro, frammenti ed epigrammi   Con la pubblicazione di 33 frammenti e 10 epigrammi di Rocco Scotellaro Rabatana completa la pubblicazione della sua opera poetica e narrativa, in parte commentata con note stravaganti, ossia fuori del comune, in quanto divagano lontano dal campo letterario non di mia competenza e puntano l’occhio su personaggi e contrade ed eventi tricaricesi.        Il progetto è stato di mettere in rete, a disposizione di [...]

ROCCO SCOTELLARO, CANTI POPOLARI

      I CANTI POPOLARI pubblicati volume Oscar 2004 «Tutte le poesie» di Rocco Scotellaro a cura di Franco Vitelli sono: dieci traduzioni di canti dialettali, quattro stornelli e cinque poesie dialettali, giacenti in un mare di carte lasciate da Rocco Scotellaro. Una raccolta assai più estesa ha pubblicato G.B. Bronzini nel volume «L’Universo contadino e l’immaginario poetico  di Rocco Scotellaro».        Qui pubblico i componimenti editi da [...]

ROCCO SCOTELLARO "UNO SI DISTRAE AL BIVIO"

      «Uno si distrae al bivio» è il titolo di una raccolta di Racconti – tratti dalle carte di Rocco Scotellaro, amorevolmente conservate da Carlo Levi – pubblicata da Basilicata Editrice nel 1974 con Prefazione di Carlo Levi.. In questo volume sono pure pubblicati i frammenti dell’Uva puttanella, che non fanno parte del libro dell’editore Laterza, che aveva stampato l’Uva,  e furono pubblicati nel 1956 sulla rivista «Nuovi Argomenti». [...]

ROCCO SCOTELLARO, CONTADINI DEL SUD

Contadini del Sud è il primo libro in prosa di Rocco Scotellaro, pubblicato sette mesi dopo la sua morte (luglio 1954) e un mese dopo l’uscita del poema E’ fatto giorno (giugno 1954). Il libro fu pubblicato nei «Libri del Tempo» delle Edizioni Laterza, con prefazione di Manlio Rossi-Doria. È stato in seguito ristampato in molteplici edizioni, in forme diverse e con contenuti diversi.      Nella stessa collana di Laterza, nel 1955, fu [...]

Rocco Scotellaro, Contadini del Sud (Prima edizione 1954)

  ROCCO SCOTELLARO L’ U V A   P U T T A N E L L A   PREFAZIONE DI MANLIO ROSSI DORIA EDITORI LATERZA – BARI 1955   INDICE PARTE PRIMA Capitolo I …………………………………………………………………………………………………………… p. Capitolo II………………………………………………………………………………………………………..… p. Capitolo [...]

NOVE TRADUZIONI DI ROCCO SCOTELLARO

Sono nove le traduzioni di Rocco Scotellaro. Otto, di cui sei inedite, sono state accorpate da Franco Vitelli in una sezione autonoma facente parte di Margherite e Rosolacci nell’Oscar Mondadori 2004 di Tutte le poesie di Rocco Scotellaro. Due sono di poeti classici Mimnermo, Il viaggio del sole e Catullo, Piangete, ragazze;  due del “poeta maledetto” francese Rimbaud, Il battello ebbro, in forma parziale, e Testa di un fauno; tre sono [...]

ROCCO SCOTELLARO "E' FATTO GIORNO"

        ROCCO SCOTELLARO   È FATTO GIORNO (1940-1953) Con 10 illustrazioni di ALDO TURCHIARO                       ARNOLDO MONDADORI EDITORE I N D I C E INDICE   Invito   Campagna Le viole sono dei fanciulli scalzi Lucania Tarantella Le nenie      ... È un ritratto tutto piedi Il primo addio a Napoli Invito   È calda cosi la malva Alla figlia del rainante Ricordi Al Sopportico delle Api Per Pasqua alla promessa sposa. Réseda Per una donna [...]

CANTILENA - Poesie per Rocco Scotellaro (1953) - di Amelia Rosselli

Cantilena poesie per rocco scotellaro (1953) di Amelia Rosselli * Dopo che la luna fu immediatamente calata ti presi tra le braccia, morto * Un Cristo piccolino a cui m’inchino non crocefisso ma dolcemente abbandonato disincantato * Bologna perché t’ho in mente cosa c’entri città scadente cattedrale che dubiti non c’è chiesa a Matera monte roccione con la porticina * Sventolo la bandiera e grido Quanti puttini sui gironi e tu puttanone * Mi sforzo [...]

In ricordo di Pietro Ingrao, una lettera di Rocco Scotellaro

E’ morto a 100 anni il comunista che voleva la luna, amato dalla gente e non compreso dai comunisti. Rabatana lo ricorda con una lettera inedita di Rocco Scotellaro pubblicata a cura di Paola Scotellaro. Sugli autori dei canti popolari, Una lettera inedita di Rocco Scotellaro a Pietro Ingrao

Rocco SCOTELLARO, CAMPAGNA

ROCCO SCOTELLARO – E’ FATTO GIORNO – INVITO   CAMPAGNA  Passeggiano i cieli sulla terra  e le nostra curve ombre  una nube lontano si trascina.  Allora la morte è vicina  il vento tuona giù per le vallate  il pastore sente le annate  precipitare nel tramonto  e il belato profondo nelle frasche.   (1948)  ______________________________________ II ed. dicembre 1954 di e’ fatto giorno con 10 Tavole di Aldo Turchiaro, p. 21 Pubblicata in «Il [...]

&id=HPN_Rocco+Scotellaro_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Rocco{{}}Scotellaro" alt="" style="display:none;"/> ?>