Rocky Balboa

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Località
In rilievo

Località

Sylvester Stallone

La scheda: Sylvester Stallone

Sylvester Gardenzio Stallone, soprannominato Sly, (New York, 6 luglio 1946), è un attore, regista e produttore cinematografico statunitense, principalmente conosciuto per l'interpretazione dei due celebri personaggi Rocky Balboa e John Rambo, entrambi protagonisti di due lunghe saghe cinematografiche iniziate con le pellicole Rocky (1976) e Rambo (1982), e più recentemente per la popolare serie di film d'azione The Expendables (2010-2014).
Sylvester Stallone ha legato la sua fama all'interpretazione di personaggi che riescono "a prendersi la rivincita su una società spesso chiusa e corrotta, superando avversità e ingiustizie grazie alla propria forza di volontà e fisica". Nel 2015 riprende il ruolo del pugile Rocky Balboa nel film Creed - Nato per combattere, per il quale vince il Golden Globe per il miglior attore non protagonista e viene candidato ai Premi Oscar 2016 nella categoria di miglior attore non protagonista (39 anni dopo le due nomination ai Premi Oscar 1977 nella categoria miglior attore e migliore sceneggiatura originale per il primo Rocky).
Il suo nome è presente tra le celebrità della nota Hollywood Walk of Fame di Los Angeles dal 14 giugno 1984.



EVENTI: Sylvester Stallone

Nel 2000 recita al fianco di Michael Caine e Mickey Rourke in La vendetta di Carter, remake del film Carter realizzato nel 1971, dove l'attore inglese, Caine, interpreta la parte del protagonista, Jack Carter: pellicola dedicata alla vendetta, con uno Stallone cupo e deciso.

Nel 1975 partecipa ad altre produzioni: recita come comparsa in Prigioniero della seconda strada nel ruolo di un borseggiatore e in Marlowe, il poliziotto privato di Dick Richards.

Nel 1975 Stallone continuava a cimentarsi in scritture per copioni, cercando di risollevarsi da una situazione economica non florida, considerando che possedeva 106 dollari in banca.

Nel 1999 gli viene conferita la laurea in recitazione dall'Università di Miami (Bachelor of Fine Arts) per la sua notevole carriera.

Nel 2009 due suoi dipinti sono stati venduti alle cifre di 40 000 e 90 000 dollari, mentre ad oggi i suoi quadri sono venduti tra i 50 000 e 120 000 dollari.

Nel 1971 è nella pellicola Una squillo per l'ispettore Klute, di Alan Pakula e l'anno dopo partecipa ad un provino per recitare nel film di Francis Ford Coppola, Il padrino, ma non viene scritturato.

Nel 1951 la famiglia Stallone si trasferisce nel Maryland e in seguito i genitori si separano: la madre, con problemi di alcolismo, se ne va di casa e i bambini rimangono a vivere col padre, un uomo molto severo negli insegnamenti.

Nel 1993 esce il film avventuroso Cliffhanger - L'ultima sfida, dove è un operatore di soccorso, costretto suo malgrado a fare da guida ad alcuni criminali di fama internazionale.

Nel 2003 recita un ruolo minore nella pellicola Shade - Carta vincente.

Nel 1992, nonostante la sua carriera subisca ormai più bassi che alti, l'Académie des arts et techniques du cinéma gli rende omaggio assegnandogli il Premio César onorario.

Nel 2002 è tra i protagonisti della commedia Avenging Angelo, film diretto da Martyn Burke, dove recitò accanto a Madeleine Stowe, Anthony Quinn e l'italiano Raoul Bova.

Nel 1991 John Landis lo dirige in Oscar - Un fidanzato per due figlie, assieme a Ornella Muti.

Nel 1990 dopo aver interpretato per la quinta volta la parte di Rocky, Stallone chiuse alla possibilità di fare negli anni a venire un ulteriore sequel.

Nel 1990 viene ricollocata in cima ai 72 scalini del Museum of Art per le riprese di Rocky V, per poi essere trasferita ancora una volta allo Spectrum.

Il 22 febbraio 2008 è uscito nelle sale italiane il quarto capitolo della saga dell'ex Berretto verde, John Rambo, da lui co-scritto, diretto e interpretato.

Nel 1997 è protagonista nel poliziesco Cop Land, pellicola diretta dal regista James Mangold.

Nel 1978 rifiuta la parte del protagonista nel film Tornando a casa, interpretato poi da Jon Voight e premiato con l'Oscar.

Il 16 febbraio 2007 Stallone, in Australia per promuovere Rocky Balboa, viene fermato dai funzionari doganali all'aeroporto di Sydney.

Nel 1996, per partecipare al film Cop Land, Stallone firma un contratto di 60.

Nel 1995 viene diretto da Richard Donner nel thriller Assassins, con Antonio Banderas e Julianne Moore: nel film il suo personaggio è un killer professionista, Robert Rath, ormai maturo e forse pentito o comunque stanco del suo mestiere.

Nel 2006 scrive, dirige e naturalmente interpreta Rocky Balboa, la sesta e definitiva pellicola della celebre saga dedicata allo "Stallone italiano".

Nel 1977, durante la Notte degli Oscar, il premio al miglior film viene annunciato dall'attore Jack Nicholson, i produttori Irwin Winkler e Robert Chartoff, assieme a Stallone, si avviano sul palco accompagnati dalla colonna sonora della pellicola, Gonna Fly Now, composta da Bill Conti.

Il 20 novembre 2011 viene ufficializzato il musical di Rocky, che debutterà nel novembre 2012 in Germania, per poi espandersi nel resto del mondo nel 2013, Stallone sarà produttore insieme ai pugili Wladimir e Vitali Klitschko.

Il 17 febbraio 2011 l'attore presenta la mostra Sylvester Stallone, 35 years of painting, una retrospettiva delle sue opere alla galleria Gmurzynska, a Sankt Moritz, in Svizzera, che dura fino al 16 marzo ed è accompagnata da un catalogo scritto da critici d'arte come Anthony Haden-Guest e Donald Kuspit.

Nel 1988 Stallone fu il primo a superare il tetto dei 15 milioni di dollari per un film, arrivando a prenderne 16 per girare Rambo III.

Nel 1987 è il camionista Lincoln Hawks in Over the Top, diretto dal regista israeliano Menahem Golan, mentre nell'anno successivo esce Rambo III: a differenza del secondo Rambo, il terzo viene accolto con minor entusiasmo e il film stesso fu duramente criticato.

Nel 1989 Stallone ci riprova con il genere poliziesco, recitando nella pellicola Tango & Cash in coppia con Kurt Russell.

Nel 1980 veste i panni del detective Deke DaSilva nel poliziesco metropolitano I falchi della notte, diretto da Bruce Malmuth.

Nel 1969 decide di abbandonare il suo corso di studio e di tornare nella sua città natale, New York.

Nel 1982 torna sul ring con Rocky III (firmando anche regia e sceneggiatura) e quindi interpreta John Rambo nel film Rambo (First Blood), che dà all'attore statunitense la possibilità di staccarsi momentaneamente dalla figura del pugile italoamericano.

Nel 1982 durante la fase di pre-produzione della terza pellicola dedicata al pugile italo-americano Rocky Balboa, Stallone fa creare apposta dallo scultore Thomas Schomberg una statua di bronzo raffigurante il campione con le braccia alzate al cielo.

Nel 1982, in piena era reaganiana, Stallone interpreta il reduce del Vietnam John James Rambo, che dopo aver combattuto e sofferto per il suo paese, una volta tornato in Patria si ritrova suo malgrado a dover fronteggiare un dispotico sceriffo di uno sperduto paesino di montagna, che si illude di poter imporre la sua legge a chiunque non gli piaccia.

Nel 1984 debutta nella commedia interpretando un eccentrico tassista nel film Nick lo scatenato, accanto alla cantante e attrice Dolly Parton, per la regia di Bob Clark.

Nel 2013 percepisce 10 milioni per Escape Plan - Fuga dall'inferno e per scrivere ed interpretare il terzo capitolo della saga degli Expendables, I mercenari 3, Stallone torna a percepire 15 milioni di dollari.

Nel 1983, reduce dal successo dei due film precedenti, dirige Staying Alive, sequel de La febbre del sabato sera, con John Travolta nei panni di Tony Manero.

Il 26 agosto 2012 muore la sua sorellastra Toni-Ann Filiti, aveva 48 anni e da tempo era affetta da un cancro ai polmoni, dimessa dall'ospedale alcuni giorni prima della morte, la donna era andata, per sua volontà, ad abitare nella casa della madre Jacqueline Labofish.

Il 13 luglio 2012 è stato trovato morto suo figlio Sage Stallone, aveva 36 anni ed era noto per aver recitato con il padre in Rocky V ed in Daylight - Trappola nel tunnel.

Il 30 agosto 2012 i risultati dell'autopsia svolta sul corpo di Sage, svelano che il giovane è morto per arresto cardiaco naturale, completamente assenti tracce di droga o farmaci come si era ipotizzato subito dopo la morte.

Nel 1986, dopo aver rifiutato di lavorare in due produzioni come Beverly Hills Cop e Die Hard recita in Cobra, dove è il cupo agente di polizia Marion Cobretti.

Nel 2015 riprende il ruolo del pugile Rocky Balboa nel film Creed - Nato per combattere, per il quale vince il Golden Globe per il miglior attore non protagonista e viene candidato ai Premi Oscar 2016 nella categoria di miglior attore non protagonista (39 anni dopo le due nomination ai Premi Oscar 1977 nella categoria miglior attore e migliore sceneggiatura originale per il primo Rocky).

Nel giugno del 1985 conosce la modella ed attrice danese Brigitte Nielsen, in quel periodo a New York per promuovere il film Yado con Arnold Schwarzenegger.

Nel 2014 vengono annunciati altri progetti con Stallone: interpreterà il mafioso Gregory Scarpa in un film biografico scritto da Nicholas Pileggi e diretto da Brad Furman e parteciperà al film action comedy Cold Warrior, scritto da Todd Berger e prodotto dalla Millennium Films.

FOTO: Sylvester Stallone

Una delle strade di Hell's Kitchen, la 10th Ave, quartiere di Manhattan (New York) dove è nato Sylvester Stallone.

Una delle strade di Hell's Kitchen, la 10th Ave, quartiere di Manhattan (New York) dove è nato Sylvester Stallone.

Da sinistra la first lady Nancy Reagan, il Presidente degli Stati Uniti d'America Ronald Reagan, Brigitte Nielsen e Sylvester Stallone nel 1985.

Da sinistra la first lady Nancy Reagan, il Presidente degli Stati Uniti d'America Ronald Reagan, Brigitte Nielsen e Sylvester Stallone nel 1985.

Sylvester Stallone a Parigi alla prima del film I mercenari 2 (2012).

Sylvester Stallone a Parigi alla prima del film I mercenari 2 (2012).

Sylvester Stallone nel 1977.

Sylvester Stallone nel 1977.

Sylvester Stallone alla prima di F.I.S.T (1978).

Sylvester Stallone alla prima di F.I.S.T (1978).

Sylvester Stallone alle Hawaii nel 1983.

Sylvester Stallone alle Hawaii nel 1983.

Sylvester Stallone al Festival di Cannes 1993.

Sylvester Stallone al Festival di Cannes 1993.

“Rocky Balboa„ non ha prodotto risultati.

Suggerimenti:
Controlla che tutte le parole siano state digitate correttamente.
Prova con parole chiave più generiche o sinonimi.

&id=HPN_Rocky+Balboa_http{{{}}}cnt*virgilio*it{}VCINART{{}}116439" alt="" style="display:none;"/> ?>