Salah al Din Yusuf ibn Ayyub

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Salah al Din Yusuf ibn Ayyub. Cerca invece Saladino.

Vedi anche

Music
In rilievo

Music

Mausoleo del Saladino

La scheda: Mausoleo del Saladino

Il mausoleo di Saladino (in arabo: ضريح صلاح الدين يوسف الأيوبي‎, Ḍarīḥ Ṣalāḥ al-Dīn Yūsuf al-Ayyūbī) si trova a Damasco, capitale della Siria.
Sorge all'esterno della Grande Moschea degli Omayyadi, nei pressi dell'entrata settentrionale, e contiene le tombe con i resti mortali di Saladino, il sultano capostipite della dinastia degli Ayyubidi.


Malato di Sla ammesso alla terapia sperimentale in Israele

Malato di Sla ammesso alla terapia sperimentale in Israele

ORISTANO – “Ciao a tutti, diciamo che è ufficiale. Ho ricevuto la mail dove vengo accettato per essere sottoposto alla sperimentazione in Israele del protocollo Brainstorm. Non ho parole per descrivere la gioia e l’emozione che sto provando, certo ancora non abbiamo vinto sicuramente la guerra ma posso dire che abbiamo vinto la prima battaglia”. Lo scrive su Facebook lo chef sardo malato di Sla Paolo Palumbo, annunciando un primo spiraglio per poter [...]

Il giudizio dei farisei su Gesù

Il giudizio dei farisei su Gesù

(Marco 3:21-22) Or i suoi parenti, udito ciò, vennero per impadronirsi di lui, perché dicevano: È fuori di sé. E gli scribi, ch’eran discesi da Gerusalemme, dicevano: Egli ha Beelzebub, ed è per l’aiuto del principe dei demoni, ch’ei caccia i demoni. Abbiamo citato due passi distinti. Anzitutto diamo un’occhiata al primo: il giudizio dei farisei su Gesù. Nella Bibbia, la valutazione di Gesù Stesso e delle cose che fece da parte dei farisei è la [...]

EVENTI: Mausoleo del Saladino

Nel 1191 Riccardo Cuor di Leone giunse in Terrasanta per tentare la riconquista di Gerusalemme.

Nel 1191 Riccardo Cuor di Leone giunse in Terrasanta per tentare la riconquista di Gerusalemme.

Nel 1191 Riccardo Cuor di Leone giunse in Terrasanta per tentare la riconquista di Gerusalemme.

Nel 1191 Riccardo Cuor di Leone giunse in Terrasanta per tentare la riconquista di Gerusalemme.

Nel 1191 Riccardo Cuor di Leone giunse in Terrasanta per tentare la riconquista di Gerusalemme.

Nel 1182, Saladino consolidò la conquista della Siria con la cattura di Aleppo, anche se non riuscì a conquistare la roccaforte zengide di Mosul.

Nel 1182, Saladino consolidò la conquista della Siria con la cattura di Aleppo, anche se non riuscì a conquistare la roccaforte zengide di Mosul.

Nel 1182, Saladino consolidò la conquista della Siria con la cattura di Aleppo, anche se non riuscì a conquistare la roccaforte zengide di Mosul.

Nel 1182, Saladino consolidò la conquista della Siria con la cattura di Aleppo, anche se non riuscì a conquistare la roccaforte zengide di Mosul.

Nel 1182, Saladino consolidò la conquista della Siria con la cattura di Aleppo, anche se non riuscì a conquistare la roccaforte zengide di Mosul.

Nel 1193 morì a Damasco, dopo aver devoluto gran parte della sua ricchezza ai suoi sudditi.

Nel 1193 morì a Damasco, dopo aver devoluto gran parte della sua ricchezza ai suoi sudditi.

Nel 1193 morì a Damasco, dopo aver devoluto gran parte della sua ricchezza ai suoi sudditi.

Nel 1193 morì a Damasco, dopo aver devoluto gran parte della sua ricchezza ai suoi sudditi.

Nel 1193 morì a Damasco, dopo aver devoluto gran parte della sua ricchezza ai suoi sudditi.

L'11 maggio 1175 un gruppo di tredici Assassini facilmente penetrò nel campo di Saladino, ma venne immediatamente scoperto, prima che avesse effettuato l'attacco, dalla morte del signore curdo di Abū Qubays, Nāṣiḥ al-Dīn Khumartekin, che aveva raggiunto Saladino e che, allarmato dalla presenza di sconosciuto vicino alla tenda del suo nuovo signore, aveva chiesto loro cosa facessero in quel posto, cadendo pugnalato a morte.

L'11 maggio 1175 un gruppo di tredici Assassini facilmente penetrò nel campo di Saladino, ma venne immediatamente scoperto, prima che avesse effettuato l'attacco, dalla morte del signore curdo di Abū Qubays, Nāṣiḥ al-Dīn Khumartekin, che aveva raggiunto Saladino e che, allarmato dalla presenza di sconosciuto vicino alla tenda del suo nuovo signore, aveva chiesto loro cosa facessero in quel posto, cadendo pugnalato a morte.

L'11 maggio 1175 un gruppo di tredici Assassini facilmente penetrò nel campo di Saladino, ma venne immediatamente scoperto, prima che avesse effettuato l'attacco, dalla morte del signore curdo di Abū Qubays, Nāṣiḥ al-Dīn Khumartekin, che aveva raggiunto Saladino e che, allarmato dalla presenza di sconosciuto vicino alla tenda del suo nuovo signore, aveva chiesto loro cosa facessero in quel posto, cadendo pugnalato a morte.

L'11 maggio 1175 un gruppo di tredici Assassini facilmente penetrò nel campo di Saladino, ma venne immediatamente scoperto, prima che avesse effettuato l'attacco, dalla morte del signore curdo di Abū Qubays, Nāṣiḥ al-Dīn Khumartekin, che aveva raggiunto Saladino e che, allarmato dalla presenza di sconosciuto vicino alla tenda del suo nuovo signore, aveva chiesto loro cosa facessero in quel posto, cadendo pugnalato a morte.

L'11 maggio 1175 un gruppo di tredici Assassini facilmente penetrò nel campo di Saladino, ma venne immediatamente scoperto, prima che avesse effettuato l'attacco, dalla morte del signore curdo di Abū Qubays, Nāṣiḥ al-Dīn Khumartekin, che aveva raggiunto Saladino e che, allarmato dalla presenza di sconosciuto vicino alla tenda del suo nuovo signore, aveva chiesto loro cosa facessero in quel posto, cadendo pugnalato a morte.

Nel 1163 Shāwar, il visir del califfo fatimide al-ʿĀḍid, fu cacciato dall'Egitto dal rivale Dirghām, un membro della potente tribù dei Banū Ruzzīk.

Nel 1163 Shāwar, il visir del califfo fatimide al-ʿĀḍid, fu cacciato dall'Egitto dal rivale Dirghām, un membro della potente tribù dei Banū Ruzzīk.

Nel 1163 Shāwar, il visir del califfo fatimide al-ʿĀḍid, fu cacciato dall'Egitto dal rivale Dirghām, un membro della potente tribù dei Banū Ruzzīk.

Nel 1163 Shāwar, il visir del califfo fatimide al-ʿĀḍid, fu cacciato dall'Egitto dal rivale Dirghām, un membro della potente tribù dei Banū Ruzzīk.

Nel 1163 Shāwar, il visir del califfo fatimide al-ʿĀḍid, fu cacciato dall'Egitto dal rivale Dirghām, un membro della potente tribù dei Banū Ruzzīk.

Nel 1174, Saladino mandò il figlio Tūrān-Shāh per conquistare lo Yemen (fatimide) e annettere il suo porto di Aden ai territori della dinastia ayyubide.

Nel 1174, Saladino mandò il figlio Tūrān-Shāh per conquistare lo Yemen (fatimide) e annettere il suo porto di Aden ai territori della dinastia ayyubide.

Nel 1174, Saladino mandò il figlio Tūrān-Shāh per conquistare lo Yemen (fatimide) e annettere il suo porto di Aden ai territori della dinastia ayyubide.

Nel 1174, Saladino mandò il figlio Tūrān-Shāh per conquistare lo Yemen (fatimide) e annettere il suo porto di Aden ai territori della dinastia ayyubide.

Nel 1174, Saladino mandò il figlio Tūrān-Shāh per conquistare lo Yemen (fatimide) e annettere il suo porto di Aden ai territori della dinastia ayyubide.

Il 16 ottobre 1918 Lawrence d'Arabia entrò a Damasco appena liberata dal giogo turco e, come primo gesto, rese omaggio alla tomba del grande Sultano.

Il 16 ottobre 1918 Lawrence d'Arabia entrò a Damasco appena liberata dal giogo turco e, come primo gesto, rese omaggio alla tomba del grande Sultano.

Il 16 ottobre 1918 Lawrence d'Arabia entrò a Damasco appena liberata dal giogo turco e, come primo gesto, rese omaggio alla tomba del grande Sultano.

Nel 1177 si rivolse verso il Regno di Gerusalemme.

Il 25 settembre 1177 si scontrarono con Saladino a Montgisard, nei pressi di Ramla, cogliendolo del tutto di sorpresa.

Nel 1177 si rivolse verso il Regno di Gerusalemme.

Il 25 settembre 1177 si scontrarono con Saladino a Montgisard, nei pressi di Ramla, cogliendolo del tutto di sorpresa.

Nel 1177 si rivolse verso il Regno di Gerusalemme.

Il 25 settembre 1177 si scontrarono con Saladino a Montgisard, nei pressi di Ramla, cogliendolo del tutto di sorpresa.

Nel 1177 si rivolse verso il Regno di Gerusalemme.

Il 25 settembre 1177 si scontrarono con Saladino a Montgisard, nei pressi di Ramla, cogliendolo del tutto di sorpresa.

Nel 1177 si rivolse verso il Regno di Gerusalemme.

Il 25 settembre 1177 si scontrarono con Saladino a Montgisard, nei pressi di Ramla, cogliendolo del tutto di sorpresa.

Nel 1132 l'esercito sconfitto di ʿImād al-Dīn Zangī, che governava Mosul, durante la sua ritirata si trovò bloccato dal fiume Tigri, di fronte alla fortezza di Tikrīt, dove il padre di Saladino, Najm al-Dīn Ayyūb, serviva come guardiano.

Nel 1132 l'esercito sconfitto di ʿImād al-Dīn Zangī, che governava Mosul, durante la sua ritirata si trovò bloccato dal fiume Tigri, di fronte alla fortezza di Tikrīt, dove il padre di Saladino, Najm al-Dīn Ayyūb, serviva come guardiano.

Nel 1132 l'esercito sconfitto di ʿImād al-Dīn Zangī, che governava Mosul, durante la sua ritirata si trovò bloccato dal fiume Tigri, di fronte alla fortezza di Tikrīt, dove il padre di Saladino, Najm al-Dīn Ayyūb, serviva come guardiano.

Nel 1132 l'esercito sconfitto di ʿImād al-Dīn Zangī, che governava Mosul, durante la sua ritirata si trovò bloccato dal fiume Tigri, di fronte alla fortezza di Tikrīt, dove il padre di Saladino, Najm al-Dīn Ayyūb, serviva come guardiano.

Nel 1132 l'esercito sconfitto di ʿImād al-Dīn Zangī, che governava Mosul, durante la sua ritirata si trovò bloccato dal fiume Tigri, di fronte alla fortezza di Tikrīt, dove il padre di Saladino, Najm al-Dīn Ayyūb, serviva come guardiano.

Nel 1187 inviò a Tiberiade una piccola armata guidata da suo figlio al-Afdal, per rappresaglia nei confronti di un precedente attacco ad una carovana musulmana da parte di Rinaldo di Châtillon.

Nel 1187 inviò a Tiberiade una piccola armata guidata da suo figlio al-Afdal, per rappresaglia nei confronti di un precedente attacco ad una carovana musulmana da parte di Rinaldo di Châtillon.

Nel 1187 inviò a Tiberiade una piccola armata guidata da suo figlio al-Afdal, per rappresaglia nei confronti di un precedente attacco ad una carovana musulmana da parte di Rinaldo di Châtillon.

Nel 1187 inviò a Tiberiade una piccola armata guidata da suo figlio al-Afdal, per rappresaglia nei confronti di un precedente attacco ad una carovana musulmana da parte di Rinaldo di Châtillon.

Nel 1187 inviò a Tiberiade una piccola armata guidata da suo figlio al-Afdal, per rappresaglia nei confronti di un precedente attacco ad una carovana musulmana da parte di Rinaldo di Châtillon.

Nel 1189 giunsero numerosi contingenti militari per la liberazione della Terrasanta.

Il 4 ottobre 1189 Saladino mosse ad est della città di San Giovanni d'Acri verso il campo di Guido di Lusignano e schierò le sue truppe in un semicerchio ad oriente della città, l'esercito crociato era in mezzo e mantenne la sua posizione di fronte alle forze di Saladino, con i balestrieri dotati di corazza leggera in prima linea e la cavalleria pesante in seconda.

Nel 1189 giunsero numerosi contingenti militari per la liberazione della Terrasanta.

Il 4 ottobre 1189 Saladino mosse ad est della città di San Giovanni d'Acri verso il campo di Guido di Lusignano e schierò le sue truppe in un semicerchio ad oriente della città, l'esercito crociato era in mezzo e mantenne la sua posizione di fronte alle forze di Saladino, con i balestrieri dotati di corazza leggera in prima linea e la cavalleria pesante in seconda.

Nel 1189 giunsero numerosi contingenti militari per la liberazione della Terrasanta.

Il 4 ottobre 1189 Saladino mosse ad est della città di San Giovanni d'Acri verso il campo di Guido di Lusignano e schierò le sue truppe in un semicerchio ad oriente della città, l'esercito crociato era in mezzo e mantenne la sua posizione di fronte alle forze di Saladino, con i balestrieri dotati di corazza leggera in prima linea e la cavalleria pesante in seconda.

Nel 1189 giunsero numerosi contingenti militari per la liberazione della Terrasanta.

Il 4 ottobre 1189 Saladino mosse ad est della città di San Giovanni d'Acri verso il campo di Guido di Lusignano e schierò le sue truppe in un semicerchio ad oriente della città, l'esercito crociato era in mezzo e mantenne la sua posizione di fronte alle forze di Saladino, con i balestrieri dotati di corazza leggera in prima linea e la cavalleria pesante in seconda.

Nel 1189 giunsero numerosi contingenti militari per la liberazione della Terrasanta.

Il 4 ottobre 1189 Saladino mosse ad est della città di San Giovanni d'Acri verso il campo di Guido di Lusignano e schierò le sue truppe in un semicerchio ad oriente della città, l'esercito crociato era in mezzo e mantenne la sua posizione di fronte alle forze di Saladino, con i balestrieri dotati di corazza leggera in prima linea e la cavalleria pesante in seconda.

Nel 1137 lo bandì da Tikrīt, dopo che il fratello di Ayyūb, Asad al-Dīn Shīrkūh, aveva ucciso un amico di Bihrūz in un delitto d'onore.

Nel 1137 lo bandì da Tikrīt, dopo che il fratello di Ayyūb, Asad al-Dīn Shīrkūh, aveva ucciso un amico di Bihrūz in un delitto d'onore.

Nel 1137 lo bandì da Tikrīt, dopo che il fratello di Ayyūb, Asad al-Dīn Shīrkūh, aveva ucciso un amico di Bihrūz in un delitto d'onore.

Nel 1137 lo bandì da Tikrīt, dopo che il fratello di Ayyūb, Asad al-Dīn Shīrkūh, aveva ucciso un amico di Bihrūz in un delitto d'onore.

Nel 1137 lo bandì da Tikrīt, dopo che il fratello di Ayyūb, Asad al-Dīn Shīrkūh, aveva ucciso un amico di Bihrūz in un delitto d'onore.

Nel 1169 si disse che Shāwar fosse stato assassinato da Saladino e Shīrkūh morì in quello stesso anno.

Nel 1169 si disse che Shāwar fosse stato assassinato da Saladino e Shīrkūh morì in quello stesso anno.

Nel 1169 si disse che Shāwar fosse stato assassinato da Saladino e Shīrkūh morì in quello stesso anno.

Nel 1169 si disse che Shāwar fosse stato assassinato da Saladino e Shīrkūh morì in quello stesso anno.

Nel 1169 si disse che Shāwar fosse stato assassinato da Saladino e Shīrkūh morì in quello stesso anno.

Nel 1139 Ayyūb e la sua famiglia si trasferirono a Mosul, dove ʿImād al-Dīn Zengī riconobbe il suo debito, nominando Ayyūb comandante della fortezza di Baalbek.

Nel 1139 Ayyūb e la sua famiglia si trasferirono a Mosul, dove ʿImād al-Dīn Zengī riconobbe il suo debito, nominando Ayyūb comandante della fortezza di Baalbek.

Nel 1139 Ayyūb e la sua famiglia si trasferirono a Mosul, dove ʿImād al-Dīn Zengī riconobbe il suo debito, nominando Ayyūb comandante della fortezza di Baalbek.

Nel 1139 Ayyūb e la sua famiglia si trasferirono a Mosul, dove ʿImād al-Dīn Zengī riconobbe il suo debito, nominando Ayyūb comandante della fortezza di Baalbek.

Nel 1139 Ayyūb e la sua famiglia si trasferirono a Mosul, dove ʿImād al-Dīn Zengī riconobbe il suo debito, nominando Ayyūb comandante della fortezza di Baalbek.

Madonna presenta la premiere mondiale del video "Medellìn"

Madonna presenta la premiere mondiale del video "Medellìn"

Milano, 19 apr. (askanews) - L'attesa è quasi finita, Madonna presenterà in première mondiale il sorprendente videoclip del suo nuovo singolo, Medellìn - in collaborazione con Maluma - durante un esclusivo evento organizzato da MTV e trasmesso in contemporanea mondiale: MTV Presents Madonna Live & Exclusive: 'Medellìn' Video World Premiere. In Italia l'esclusivo evento sarà in onda in diretta mercoledì 24 aprile alle 22:00 in simulcast su MTV, canale [...]

Perché i lupi e cani ululano alla luna?

Perché i lupi e cani ululano alla luna?

La convinzione che i lupi e i cani ululino alla luna, come vediamo ad esempio in film e cartoni animati sui licantropi, non ha fondamento scientifico ed è frutto di alcune leggende. L’ululato, in realtà, è una forma di comunicazione che in un branco mantiene gli animali in contatto tra di loro anche a diversi kilometri di distanza: per emettere questo suono prolungato, che è unico e inconfondibile per ogni esemplare, il lupo e di conseguenza anche il [...]

Perché Dio svolgeva la Sua opera in Giudea durante l’Età della Grazia?

Dio dice:”La prima volta che venni in mezzo agli uomini fu durante l’Età della Redenzione. Ovviamente nacqui in una famiglia ebrea, pertanto il primo popolo a vedere Dio venire sulla terra fu quello ebraico. Il motivo per cui ho svolto questa opera di persona era perché volevo usare la Mia carne incarnata come offerta per il peccato nella Mia opera di redenzione. Pertanto i primi a vederMi furono gli ebrei dell’Età della Grazia. Quella fu la prima volta [...]

Madonna riparte da "Medellin", tra ritmi latini e sperimentazione. Il 24 aprile il video con un evento mondiale

Madonna riparte da "Medellin", tra ritmi latini e sperimentazione. Il 24 aprile il video con un evento mondiale

E' "Medellìn" il primo singolo tratto da "Madame X", il nuovo album di Madonna in uscita il 14 giugno. Il brano, che vede il featuring del cantante colombiano Maluma, è caratterizzato da atmosfere molto diverse. Mercoledì 24 aprile invece sarà presentato in contemporanea mondiale il video con un evento trasmesso da Mtv, in cui Madonna racconterà l'album e risponderà alle domande dei fan. Dunque inizia a svelarsi qualcosa sulla misteriosa "Madame X". Il [...]

Madonna riparte da "Medellin", tra ritmi latini e sperimentazione. Il 24 aprile il video con un evento mondiale

Madonna riparte da "Medellin", tra ritmi latini e sperimentazione. Il 24 aprile il video con un evento mondiale

E' "Medellìn" il primo singolo tratto da "Madame X", il nuovo album di Madonna in uscita il 14 giugno. Il brano, che vede il featuring del cantante colombiano Maluma, è caratterizzato da atmosfere molto diverse. Mercoledì 24 aprile invece sarà presentato in contemporanea mondiale il video con un evento trasmesso da Mtv, in cui Madonna racconterà l'album e risponderà alle domande dei fan. Dunque inizia a svelarsi qualcosa sulla misteriosa "Madame X". Il brano [...]

La Juventus eliminata ai quarti di Champions l’ironia arriva dal web

La Juventus eliminata ai quarti di Champions l’ironia arriva dal web

Con l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juve tutti i tifosi si aspettavano che la squadra si sarebbe qualificata alla “Champions League” ma invece è stata costretta a salutare l'Europa ai quarti di finale della massima competizione. Sul web i tifosi di altre squadre italiane non hanno perso tempo per festeggiare. Tanti meme, fotomontaggi e altre immagini divertenti, oltre all'ironia sull'acquisto di Cristiano Ronaldo. Perché sì, sono solo battute, ma in [...]

Eurodeputato sloveno suona con l'armonica a bocca l'inno dell'Ue

Eurodeputato sloveno suona con l'armonica a bocca l'inno dell'Ue

Strasburgo, 18 apr. (askanews) - Fuori programma musicale alla plenaria all'europarlamento di Strasburgo, dove il deputato sloveno Alojz Peterle (Partito Popolare) ha concluso il suo intervento con il seguente augurio: "Vorrei ringraziarvi per cinque anni di unità nella diversità. È nostra responsabilità tenere unita l'Europa. Ricostruiamo Notre Dame, buona Pasqua!"" e ha poi improvvisato l'inno europeo (Inno alla Gioia di Beethoven) con l'armonica a bocca [...]

Nostra Signora della Pasqua 2019

Nostra Signora della Pasqua 2019

             Dopo 2 giorni dal disastro di Notre Dame mi è salito dentro una certa indignazione.Contro il conformismo de "laFranciaèlaFrancia".Contro la mania dei Francesi di inventare falsi storici ed eseguire restauri non-filologici.Contro le multinazionali che eludendo tasse per miliardi elargiscono la loro pelosa carita' quando dovrebbe essere lo Stato a farsi carico delle spese senza elemosinare da rentier e CEO francesi i soldi per il [...]

FOTO: Mausoleo del Saladino

Salah_al-Din_Yusuf_ibn_Ayyub

Salah_al-Din_Yusuf_ibn_Ayyub

Saladino

Saladino

Salāh_al-Dīn_ibn_Ayyūb

Salāh_al-Dīn_ibn_Ayyūb

Yusuf_ibn_ayyub

Yusuf_ibn_ayyub

Tomba_di_Saladino

Tomba_di_Saladino

Mausoleo_di_Saladino

Mausoleo_di_Saladino

Mausoleo_del_Saladino

Mausoleo_del_Saladino

Madre Maria per la chiamata al risveglio del Paese di Francia.

Madre Maria per la chiamata al risveglio del Paese di Francia.Da Linda Li, 16 aprile 2019.(traduzione Ben Boux  www.lanuovaumanita.net)(Nt. In questo messaggio, come in altri, si fa riferimento al Cristo. Non è chiaro e non lo sappiamo chi sia l'uomo o la donna che ne attuerà la funzione. In alcuni messaggi è stato detto che sarà una donna, in altri che Esu Sananda è il Principe Planetario. State pronti, accetteremo sinceramente quale si rivelerà. In [...]

Notre-Dame, a rischio crollo i frontoni laterali

Notre-Dame, a rischio crollo i frontoni laterali

Notre-Dame rimarrà chiusa al pubblico per cinque-sei anni. Lo riferisce il sacerdote rettore. Pompieri, frontoni laterali a rischio crollo. I media francesi rivelano che la cattedrale non era assicurata, lo Stato è assicuratore di se stesso per gli edifici religiosi di cui è proprietario. Gran parte dei costi per il restauro della chiesa incendiata lunedì, quindi, sarà a carico delle casse pubbliche. Verranno in aiuto le sottoscrizioni della colletta [...]

I reperti fossili trovati in Israele...

I reperti fossili trovati in Israele...

fonte: Le ScienzeGli esseri umani moderni si avventuraronofuori dall'Africa molto prima di quanto finorapensato.Lo dimostrano i reperti fossili risalenti a177.000-194.000 anni fa scoperti nella grottadi Misliya, sulle pendici del Monte Carmelo,in Israele(redarcheologiaantropologiaVa retrodatato di almeno 50.000 anni, tra177.000-194.000 anni fa, il primo esodo diesseri umani moderni al di fuori dall'Africa.Lo testimoniano alcuni reperti rinvenuti nelsito della [...]

Arcangelo Gabriele

Arcangelo Gabriele attraverso Shelley Young, 13 aprile 2019 Traduzione: MarioAbbiamo parlato ieri del ruolo di molti esseri umani portatori di luce in cui si trovano, quello dello stabilizzatore energetico e del detentore dello spazio circostante. Ci rendiamo conto che molti di voi sono stanchi e ansiosi nell'andare avanti. Desideriamo rassicurarvi che questa non è una fase che dura per sempre. In realtà, è una fase piuttosto breve ma cruciale.Pensate ad un [...]

Neozelanda cerca in Iraq infermiera scomparsa 6 anni fa

Neozelanda cerca in Iraq infermiera scomparsa 6 anni fa

Si teme sia stata rapita dall'Isis, mandata missione sul posto

Chi è Alessandro Di Paolo, l'uomo che ha baciato Elisa Isoardi

Chi è Alessandro Di Paolo, l'uomo che ha baciato Elisa Isoardi

Elisa Isoardi è di nuovo innamorata. Dopo l'addio a Matteo Salvini, la conduttrice della Prova del Cuoco ha trovato l'amore fra le braccia di Alessandro Di Paolo. La showgirl ed ex modella è stata paparazzata mentre si scambiava un bacio appassionato con Di Paolo. Capelli castani e una fama da playboy, il nuovo fidanzato della Isoardi è molto riservato e allergico alle cronache rosa. Di lui sappiamo poco e niente, se non che è un milionario e che ha avuto [...]

Le Pagelle di: Fortuna Dusseldorf - BAYERN = 1 - 4

NEUER:Mai impegnato per tutto il Match era sembrato però attento e concentrato, purtroppo ad inizio ripresa esce per infortunio.Speriamo non sia nulla di grave.Voto = 6KIMMICH:Altra bella partita fatta di grandi discese e l'ennesimo Assist stagionale.Voto = 7ALABA:In gran forma gioca un buonissimo Match per 90 minuti.Voto = 7SULE:Nessun problema in difesa per tutta la partita.Voto = 7 HUMMELS:Molto bravo per tutto il Match ed incolpevole sul rigore dato al [...]

Teramo, magistrato giù da un ponte: è in condizioni gravissime

Teramo, magistrato giù da un ponte: è in condizioni gravissime

Bruno Auriemma, magistrato e noto Pubblico Ministero, di 56 anni, è in gravissime condizioni e con un quadro clinico molto problematico dopo essere caduto giù dal ponte San Francesco a Teramo. Lo riferisce l”Agi’. Secondo la ricostruzione dei fatti, il magistrato sarebbe stato trovato per strada in via Maestri del Lavoro attorno alle 7,30. Stando a quanto riferito da ‘Il Messaggero’ presentava numerose fratture multiple. A dare l’allarme, riporta [...]

Alla scoperta della Baia di Ieranto, dove Ulisse incontrò le Sirene

Alla scoperta della Baia di Ieranto, dove Ulisse incontrò le Sirene

Meravigliosa insenatura del Golfo di Salerno, la Baia di Ieranto appartiene al comune di Massa Lubrense. È un luogo splendido, la Baia di Ieranto. Ma è soprattutto un luogo di miti e di leggende. Così sita dinnanzi ai faraglioni di Capri, secondo Plino Il Vecchio è il luogo in cui Ulisse incontrò le Sirene, durante il ritorno verso Itaca che Omero racconta nell'Odissea. Qui le antiche tradizioni agricole sono tornate a nuova vita, con gli uliveti e gli [...]

Madonna sta per tornare: chi è la misteriosa "Madame X"

Madonna sta per tornare: chi è la misteriosa "Madame X"

Madonna, la Regina del Pop, è pronta a fare il suo grande ritorno nel mondo della musica. Questo, perlomeno, è quanto trapela dalle sue ultime mosse social. Sui profili social della cantante, poche ore fa, è apparso un enigmatico post che parla di una misteriosa “Madame X“. Non si conosce ancora l’identità del personaggio introdotto dalla popstar, ma l’artista ha svelato alcune sue caratteristiche. Questo è il testo del messaggio: «Madame X è [...]

&id=HPN_Saladino_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Saladin" alt="" style="display:none;"/> ?>