Sbarco in Sicilia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Sistema elettorale
In rilievo

Sistema elettorale

Invasione della Sicilia

La scheda: Invasione della Sicilia

Italia: 4 678 morti 36 072 dispersi 32 500 feriti 116 861 prigionieri
Germania: 4 325 morti 4 583 dispersi 13 500 feriti 5 523 prigionieri
USA: 2 811 morti 686 dispersi 6 471 feriti
Regno Unito: 2 721 morti 7 939 feriti 2 183 prigionieri
Canada: 562 morti 1 664 feriti 84 prigionieri
Corkscrew – Sicilia – Bombardamento di Roma – Calabria – Achse – Taranto – Salerno – Quercia – Napoli – Linea del Volturno – Linea Barbara – Bombardamento di Bari – Linea Bernhardt – Monte Camino – Fiume Moro – Ortona – Linea Gustav
1944 Cassino e Anzio – Monte Marrone – Liberazione di Roma – Isola d'Elba – Linea Albert – Ancona – Bombardamento di San Marino – Filottrano – Montecarotto – Cesano – Monte Pulito – Linea Gotica – Wintergewitter
1945
Lo sbarco in Sicilia (nome in codice operazione Husky) fu attuato dagli Alleati sulle coste siciliane il 9 luglio 1943, durante la seconda guerra mondiale, con l'obiettivo di aprire un fronte nell'Europa continentale, invadere e sconfiggere l'Italia e, infine, concentrare in un secondo momento i propri sforzi contro la Germania nazista. Dopo la caduta di Pantelleria (operazione Corkscrew), fu la prima grande operazione delle truppe alleate sul suolo italiano durante la guerra e segnò l'inizio della campagna d'Italia.
Lo sbarco in Sicilia costituì una delle più grandi operazioni anfibie della seconda guerra mondiale, a cui presero parte due grandi unità alleate: la 7ª Armata statunitense al comando del generale George Smith Patton e l'8ª Armata britannica al comando del generale Bernard Law Montgomery, riunite nel 15º Gruppo d'armate sotto la responsabilità del generale britannico Harold Alexander. Le due armate sbarcarono nella zona sud-orientale della Sicilia con il compito di avanzare contemporaneamente all'interno dell'isola: la 7ª Armata di Patton sarebbe dovuta progredire verso Palermo e occupare la parte occidentale dell'isola, mentre l'8ª Armata di Montgomery avrebbe dovuto marciare lungo la parte centro-orientale della Sicilia verso Messina, compiendo in linea teorica un'azione a tenaglia che avrebbe dovuto imprigionare le forze dell'Asse, raggruppate nella 6ª Armata italiana comandata dal generale Alfredo Guzzoni.
Dal punto di vista strategico la campagna ebbe un esito deludente per gli Alleati, che non riuscirono a impedire la ritirata delle truppe italo-tedesche del generale Hans-Valentin Hube (che ai primi di agosto subentrò a Guzzoni). Da un punto di vista politico, invece, l'invasione della Sicilia ebbe decisiva influenza in Italia: favorì la destituzione di Benito Mussolini, la caduta del fascismo e il successivo armistizio di Cassibile, con cui le forze armate italiane cessarono le ostilità contro gli anglo-statunitensi.


Il festival che mette in rete i siti Unesco del Sud Italia sbarca in Sicilia

Il festival che mette in rete i siti Unesco del Sud Italia sbarca in Sicilia

Da domenica 2 a mercoledì 5 settembre, la Sicilia ospiterà il Progetto Rete Siti Unesco, elaborato dall’Associazione Province UNESCO Sud Italia e promosso dall’Upi (Unione delle Province d’Italia). Dopo la presentazione ufficiale a Matera, in Basilicata, lo scorso 18 luglio, e le tappe in Puglia, Campania e Sardegna, è la volta della Sicilia accogliere il progetto nato con l’obiettivo di dar vita ad una rete tra i territori del Sud Italia che ospitano [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Invasione della Sicilia

I dirigenti politico-militari anglo-americani durante le conferenza di Casablanca.

I dirigenti politico-militari anglo-americani durante le conferenza di Casablanca.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

ANCORA SBARCHI IN SICILIA: RECUPERATI PIU’ DI 1500 MIGRANTI DURANTE IL FINE SETTIMANA

ANCORA SBARCHI IN SICILIA: RECUPERATI PIU’ DI 1500 MIGRANTI DURANTE IL FINE SETTIMANA

Le navi della Marina Militare sono intervenute dal pomeriggio di venerdì e per tutto il fine settimana in numerosi soccorsi a imbarcazioni di migranti provenienti dalle coste del nord Africa. Il pattugliatore portoghese Viana do Castelo impegnato nell’operazione europea Triton (Frontex) iniziata l' 1 novembre scorso, ha passato 204 migranti soccorsi durante il fine settimana alla nave anfibia San Giorgio della Marina Militare per il successivo trasferimento nel [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Lo sbarco in Sicilia? Merito della fantasia dei servizi segreti inglesi

Lo sbarco in Sicilia? Merito della fantasia dei servizi segreti inglesi

A permettere la liberazione della Sicilia dalle forze dell’Asse non fu la mafia, ma la fantasia dei servizi segreti inglesi. La vulgata vuole che Lucky Luciano voleva addirittura farsi paracadutare nella campagne siciliane insieme ai marines. E invece fu un cadavere a beffare l’intelligenza teutonica. Con un’azione di depistaggio chiamata “Operation Mincemeat” del servizio segreto navale inglese e che influenzerà la sorte della Seconda Guerra [...]

[GasFi] Tutto sullo sbarco in piazza di Firenze - promemoria +aggiornamenti

Cari soci e amici vi inoltro l'invito per la manifestazione Sbarchi in Piazza che si terrà sabato 9 e domenica 10. Per chi volesse acquistare prodotti della Rete Sud (arance mandarini ....) può recarsi direttamente sabato alla Biblioteca Canova e domenica 10 in Via Giano della Bella Luciano Ospita un produttore del sud!clicca e riempi il modulohttps://docs.google.com/forms/d/1Iu_QxkrxkQChN5NWrGI-se0DlKNDQhpUzwU9pnTgbFo/viewformCeniamo tutti insieme!partecipa alle [...]

Gruppo Partigiano Sbarchi Vallecrosia: gli inizi

Gruppo Partigiano Sbarchi Vallecrosia: gli inizi

La mia storia nella Resistenza è legata a filo doppio con Renzo Rossi.Nell’agosto del 1944 mi aggregai al gruppo partigiano di Girò (n.d.r.: Pietro Gerolamo Marcenaro di Vallecrosia), che operava nella zona di Negi (n.d.r.: molto più vicina a Seborga, Frazione di Perinaldo). Dove godevamo anche dell’appoggio di Umberto Sequi a Vallebona e di Giuseppe Bisso a Seborga; tutti e due membri del CLN di Bordighera. Negi era il punto di contatto tra le varie [...]

&id=HPN_Sbarco+in+Sicilia_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Invasione{{}}della{{}}Sicilia" alt="" style="display:none;"/> ?>