Scrittore

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Summer
In rilievo

Summer

Scrittore

La scheda: Scrittore

Uno scrittore è chiunque crei un lavoro scritto, sebbene la parola designi usualmente coloro che scrivono per professione, e chi scrive in diverse forme e generi più o meno codificati. Abili scrittori possono usare il linguaggio (narrativo o meno) per esprimere idee e immagini.
Uno scrittore può comporre in molte differenti maniere tra cui in poesia, prosa o musica. Di conseguenza, uno scrittore può essere classificato come poeta, romanziere, paroliere, commediografo, giornalista ecc.
La scrittura, intesa come lavoro e attività, per funzionare deve basarsi su un linguaggio, a sua volta basato su un codice grafico, che può essere ideogrammatico, cioè che rappresenta graficamente le idee o fonografico, cioè che riproduce i suoni di una lingua, tramite un alfabeto.
Dalle iscrizioni preistoriche sulle quali solo si contavano le proprietà, alle successive scritture per cunei, fino ai manoscritti e ai dattiloscritti, con lo sviluppo delle macchine e degli elaboratori di parole su schermo e alle varie scritture artificiali, parallela con la storia della scrittura, si svolge una storia degli "strumenti" usati per scrivere, e dei "supporti" che permettono una loro conservazione più o meno lunga.
Dal punto di vista narrativo, la storia più antica ritrovata finora è l'Epopea di Gilgamesh, risalente al terzo millennio prima di Cristo, o se si vuole rimanere in ambito occidentale, probabilmente il Libro dei morti dell'antico Egitto.


LO SCRITTORE È PRESENTE 196 – 15 luglio 2019

IL RICHIAMO   Alcune piante in terrazza andavano potate. Presa una vecchia cesoia, si mise all'opera. Ad ogni taglio lo strumento arrugginito faceva un cigolio che assomigliava al verso di un uccello. Era anche divertente perché gli ricordava proprio i cinguettii che sentiva al mattino. Lavorò un paio d'ore, sempre accompagnato da quel rumore, che riempiva l'aria intorno e lo faceva sorridere ogni volta. Ad un certo punto si fermò perché la schiena reclamava [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 195 – 14 luglio 2019

SUL WEB   Era un ragazzo timido. Non andava mai al di là della sua tastiera, l’unica forma di comunicazione che gli dava sicurezza. Viveva di nickname, non postava foto, né dati personali. Però non mancava mai di intervenire, di discutere, di polemizzare, di dire di tutto contro tutti. Poterlo fare senza rischi lo caricava di energia. Un haker si era però stufato delle sue continue offese. Così, grazie alla sua abilità, rintraccio l’ID, poi scoprì il [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 194 – 13 luglio 2019

DONNA LUCIA   Aveva atteso la notte di nozze per poter finalmente abbracciare il suo Ernesto sotto le lenzuola, amandolo con passione, come aveva sognato per anni. Aveva rispettato le leggi divine, e quelle delle maledicenze, evitando qualsiasi anticipo. Poi il giorno dopo Ernesto era rimasto travolto sotto il suo cavallo, lasciandola per sempre. Aveva rispettato il lutto, dieci anni vestita di nero, facendo finta di non pensare a un corpo maschile. Ma da dietro [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 193 – 12 luglio 2019

LA NOTTE   Era scappato come poteva, zoppicando per la ferita che gli faceva perdere sangue a fiumi. Salì faticosamente su per la collina, cercando di raggiungere il bosco vicino. Quel dolore all’addome gli toglieva forze e qualunque tipo di speranza. Si distese sulla schiena a guardare le stelle, con l’auspicio che la loro energia lo potesse raggiungere e lo aiutasse a rialzarsi. Guardava i suoi alberi, la sua vallata e quelle stelle che, sempre, la notte [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 192 – 11 luglio 2019

NON FA PER ME! Non potevo andare avanti,  senza soldi, senza lavoro,  Clara e bambini da mantenere. L'unica era fare un colpo. La gioielleria del Bigiotti era l'ideale, certo non c'erano sistemi di sicurezza insuperabili. Parcheggiai l'auto in modo da vedere l'ingresso; dietro un piede di porco, attrezzi e un sacco. Quando Bigiotti avesse lasciato il negozio, sarei entrando forzando la serranda. Ma quella sera faceva l'inventario e si trattenne. Nell'auto c'era [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 191 – 10 luglio 2019

 BOLLE Il piccolo Lorenzo aveva sempre amato le bolle di sapone. Ogni volta che sua madre le comprava, diventava matto. Non tanto per farle, quanto per schiacciare tra le mani quelle che soffiava lei.Un giorno la mamma aveva cominciato a farle volare al limite del bosco. Lorenzo saltava e correva. A un certo punto, inseguendo la bolla più grande, corse veloce verso il burrone. A nulla valse chiamarlo gridando, Lorenzo non si fermava. Quando arrivò sul ciglio [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 190 – 9 luglio 2019

LA LOTTERIA   Tutti da mesi aspettavano l'estrazione. Nel bar e in piazza non si parlava d'altro. La voce si era sparsa, avevano partecipato anche dagli altri paesi vicini e i premi erano diventati sempre più preziosi. Il primo era un’intera succulenta mortadella. Il sabato sera Otello fece estrarre i numeri vincenti alla piccola Lucia. Il primo premio fu vinto da un tagliando venduto nel paese dall'altro lato della valle. Nessuno la prese bene. A mezzanotte [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 189 – 8 luglio 2019

L’ISOLAFece naufragio in una notte di giugno. Non sapeva dove fosse finito. Nei primi due giorni si costruì un accampamento sulla spiaggia, trovò della frutta e un torrente per l'acqua da bere. Non si vedevamo navi passare. Il terzo giorno decise di esplorare l'isola seguendo la spiaggia. La costa era frastagliata, perse un po' l'orientamento e il senso del tempo, ma tenendo sempre il mare alla sua destra sarebbe comunque potuto tornare indietro, se non avesse [...]

Un pensiero della scrittrice Cetta Brancato per Andrea Camilleri: "l'Isola dorme con te"

Un pensiero della scrittrice Cetta Brancato per Andrea Camilleri: "l'Isola dorme con te"

      .     seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping     .   Un pensiero della scrittrice Cetta Brancato per Andrea Camilleri: "l'Isola dorme con te" Un pensiero al grande narratore, ancora ricoverato, da parte di chi lo conosce bene Un pensiero della scrittrice Cetta Brancato ad Andrea Camilleri, ancora oggi ricoverato in gravi condizioni. Un pensiero all'amico, prima ancora che all'intellettuale.  Gli uomini di Sicilia hanno [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 188 – 7 luglio 2019

IL SEGRETO DEL BOSCO Il bosco dietro la casa aveva sempre suscitato in loro un fascino incredibile, insieme a una certa inquietudine. Spesso la mattina trovavano segni del passaggio di qualcosa che non sembrava fossero animali. Una sera decisero di avventurarsi per vedere cosa succedeva. Nascosti tra i cespugli, videro due piccoli omini raccogliere foglie con allegria. "Chi siete?" "Gli gnomi della foresta, di notte mettiamo in ordine quello che di giorno il [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 187 – 6 luglio 2019

METTI UN DITO QUI! Filippo stava lavorando al tubo della lavastoviglie da almeno tre quarti d'ora. La sua pazienza era al limite, e il suo tempo anche. Ad un certo punto con una mossa sbagliata bucò irrimediabilmente il tubo, dal quale cominciò a zampillare l'acqua. Coprì il buco per fermare la perdita, poi chiamò con voce allarmata sua moglie. "Che c'è?" "Corri, vieni e metti il dito qui a chiudere la perdita! Presto!" "E tu?" "Io ho altro da fare, [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 186 – 5 luglio 2019

L’IMPROVVISATAGli venne in mente di andare allo chalet in montagna, per fare una sorpresa ai suoi genitori, che sicuramente erano lì. Quando con l’auto imboccò la stradina sterrata si ricordò però che suo padre doveva andare fuori per lavoro. Comunque, vicino allo chalet vide la macchina di sua madre, che forse era comunque venuta in montagna. Lasciò l’auto lontano e si avvicinò silenzioso, aprendo con le sue chiavi. Sentì dei rumori, delle voci e [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 185 – 4 luglio 2019

L’IMPRESSIONISMO   «L'arte è stata attraversata da fenomeni diversi, tante correnti, differenti impostazioni e suggestioni. L'artista o un gruppo di artisti trovavano modi propri di esprimersi, di rappresentare la realtà circostante, per come la vivevano. Così ci sono stati tanti movimenti. Alla fine del XIX secolo abbiamo avuto anche l'impressionismo. La caratteristica principale era quella di rappresentare le cose sulla base dell'impressione appunto che [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 184 – 3 luglio 2019

RIFIUTI   Da piccolo accompagnava sua madre nel giro. Poi cominciò ad andare da solo. Prendeva il carrello, la stampella predisposta a pescare sul fondo e visitava i cassonetti in cerca di qualcosa da riportare al campo. Gli aveva sempre dato fastidio doverlo fare. Non visto dagli altri, indossava dei guanti di lattice e una mascherina che aveva rubato al supermercato e con fare chirurgico scansava le cose più sporche e puzzolenti. Non prendeva cibo, ma solo [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 183 – 2 luglio 2019

GIRO DI BOA Le imbarcazioni filavano appaiate al massimo della velocità. La bolina consentiva altissime prestazione ai due scafi costruiti appositamente per vincere la resistenza dell’acqua. La barca rossa era in leggero svantaggio, ma il suo skipper sapeva che, dopo la boa, nel tratto col vento in poppa, la sua barca sarebbe stata più veloce. Però doveva riuscire a passare per primo, a virare in vantaggio, per poi puntare alla vittoria. Con furbizia mosse [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 182 – 1° luglio 2019

COSA RESTA…   “Cosa resta del giorno, quando tutto finisce?”, si chiedeva Lucio davanti alla finestra. “Cosa resta tra le mani di una vita, delle emozioni, di tutte le sensazioni provate? Delle nostalgie, degli amori, dei sentimenti? Cosa resta delle parole dette, o di quelle mai pronunciate per paura, per timidezza o per vigliaccheria? Cosa resta delle persone amate, delle cose imparate, di tutto quello che ancora vogliamo imparare prima di smettere di [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 181 – 30 giugno 2019

FORMICHE!   Aveva avuto il garage invaso dalle formiche. Erano entrate nell’auto, in un parcheggio in campagna; da un albero si erano infilate nel cofano del motore, e lì avevano prosperato. Aveva acquistato le trappole per formiche, contenenti un cibo appetitoso, ma velenoso, per debellarle, ma erano sembrate resistenti. Un po’ di tempo dopo un problema analogo gli si presentò in cucina. Pensò di utilizzare una di quelle trappole, tanto nel garage erano [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 180 – 29 giugno 2019

SUD Si partiva quasi sempre col buio. Si sfruttava il fresco, quando l’aria condizionata era inimmaginabile e le automobili ogni tanto lesi dovevano fermare a raffreddare un poco. Mia madre ci preparava un giaciglio sul sedile posteriore, e mio fratello ed io proseguivamo il sonno iniziato la sera prima, mentre mio padre tentava di macinare chilometri prima che il caldo o i malori dei figli diventassero rallentamenti inopportuni. Un po’ di autostrada, uscendo [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 179 – 28 giugno 2019

PAROLACCE   Ho frequentato le elementari dalle suore. Dopo pranzo andavamo in giardino a giocare per una pausa. Io ero un bimbo un po’ irrequieto. Una mattina dovevo aver combinato qualcosa; così, per punizione, dopo mangiato dovetti rimanere dentro a fare i compiti. Due compagni passarono in classe e io feci un commento sulla mia situazione, dicendo una parolaccia. I due pensarono bene di riferirlo alla suora, senza ovviamente pronunciarla. Così lei al [...]

&id=HPN_Scrittore_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Scrittore" alt="" style="display:none;"/> ?>