Scrittori

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

La scheda: Scrittori

La letteratura di una certa lingua è l'insieme delle opere scritte e pervenute fino al presente. Tale definizione non è affatto scontata e va precisata sotto diversi aspetti. Da un lato, le definizioni che sono state date del termine, sensibili a diverse ideologie, visioni del mondo, sensibilità politiche o filosofiche, sono diverse tra loro e spesso assolutamente inconciliabili.
Assai varia è anche la misura del "campo" della letteratura e incerta la definizione di ciò che letteratura n...

LO SCRITTORE È PRESENTE 295 – 22 ottobre 2019

NEBBIA MATTUTINA 3 Una misteriosa nebbia l’aveva trasportato in una stanza, con una donna, e ora li induceva ad “accoppiarsi”. La situazione era strana, ma la donna era carina e sembrava anche guardarlo con compiacenza. Non sembravano esserci alternative, ma se si trattava di spassarsela un poco, non c’era nulla di male.Dalla parete era comparso un comodo letto. Fecero l’amore con un certo trasporto; era soddisfatto della sua prestazione, nonostante [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 294 – 21 ottobre 2019

AUTUNNO   Foglie già cadute formano tappeti scricchiolanti sotto le scarpe. Sugli alberi frecce rosse spuntano nelle macchie ingiallite delle chiome più esposte. Prima che le fredde piogge dell’inverno comincino a portar via le foglie a terra e come un tergicristallo separino le stagioni, qualche uccello ritardatario canta ancora alla ricerca di bacche da mangiare. Nel tramonto anticipato, un uomo torna silenzioso a casa. Ha allungato la strada, passando per [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 293 - 20 ottobre 2019

NEBBIA MATTUTINA 2 La nebbia che lo aveva avvolto uscendo di casa gli aveva parlato nella mente, invitandolo ad abbandonarsi. Aveva perso i sensi. Si ritrovava ora in un ambiente completamente bianco.Improvvisamente una voce, proveniente da chissà dove: “UMANO 890.235. MASCHIO. SALUTE SUFFICIENTE. IDONEO.”Si aprì una porta prima invisibile, una freccia luminosa la indicava. Capì che doveva dirigervisi. Nella stanza accanto una donna, della sua età, [...]

A COSA SERVE LEGGERE FAVOLE E POESIE

L'INUTILITA' DI LEGGERE UNA POESIA OPPURE UNA FAVOLA NON E' CERTA... Sentendo i vostri commenti avverto che molti di voi ritengono inutile od effimero leggere una poesia oppure una favola..qualcuno lo ritiene una perdita di tempo..preferite guardare solo le foto.. Secondo me leggere non è inutile, lo scrivere delle poesie e delle favole un modo di comunicare quello che proviamo ed un modo di far intendere al prossimo su come la pensiamo su certi argomenti.. Quindi [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 292 – 19 ottobre 2019

A OGNUNO LA PROPRIA ESTATE L’estate era finita. Odiava il caldo, i villeggianti rumorosi, curiosi e invadenti che pretendevano di piazzare l’ombrellone anche nel suo giardino. Quando arrivavano si rintanava dentro casa, nei libri e nelle sue passioni. Usciva la mattina presto, andava nelle campagne circostanti per comprare cose migliori ai prezzi giusti.Il freddo cominciava a sentirsi, ma il mare ora era più bello che mai: libero, calmo, invitante. Si [...]

Carlo Verdone si improvvisa farmacista per un giorno

Carlo Verdone si improvvisa farmacista per un giorno

L'attore Carlo Verdone ha raccontato il suo interesse per i farmaci, e lo ha fatto anche attraverso alcuni personaggi in alcuni suoi film, come Furio Zòccano, il logorroico funzionario romano affetto da un tic nervoso, ed estremamente attento ad ogni forma di malattia. Un passato da ipocondiraco quindi, ma un presente da persona competente in materia di medicinali, tanto da meritare l'iscrizione ad honorem all'albo dei farmacisti. Ed è proprio attorno alle [...]

Carlo Verdone nei panni di un farmacista per un giorno

Carlo Verdone nei panni di un farmacista per un giorno

Carlo Verdone ha spesso raccontato il suo interesse per i farmaci, e lo ha fatto anche attraverso alcuni personaggi in alcuni suoi film, come Furio Zoccano, il logorroico funzionario romano affetto da un tic nervoso, ed estremamente attento ad ogni forma di malattia. Un passato da ipocondiraco quindi, ma un presente da persona competente in materia di medicinali, tanto da meritare l'iscrizione ad honorem all'albo dei farmacisti. Ed è proprio attorno alle farmacie [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 291 – 18 ottobre 2019

SOTTO IL SOLE Si svegliò una mattina, in mezzo a un campo di grano. Gerardo, il padrone del campo, lo guardava con un sorriso soddisfatto. Si guardò intorno. Le spighe già dorate ondeggiavano a un vento fresco e allegro,  solleticandogli le gambe. Gerardo ora era al limite del campo, a sistemare il muro. Alcuni uccelli volavano in alto, il sole picchiava, ma per fortuna aveva un cappello di paglia a proteggergli la testa. Pensò di aiutare Gerardo a sollevare [...]

Massimo Fini uno di noi

Massimo Fini uno di noi

"Le donne sono una razza nemica. Bisognerebbe capirlo subito. Invece ci si mette una vita, quando non serve più. Mascherate da “sesso debole” sono quello forte. Attrezzate per partorire sono molto più robuste dell’uomo e vivono sette anni di più, anche se vanno in pensione prima. Hanno la lingua biforcuta. L’uomo è diretto, la donna trasversale. L’uomo è lineare, la donna serpentina. Per l’uomo la linea più breve per congiungere due punti è la [...]

Il Dinanimismo presenta il Poeta albanese Agron Shele. The "Dinanimismo" presents the Albanian poet Agron Shele.

Il Dinanimismo presenta il Poeta albanese Agron Shele. The "Dinanimismo" presents the Albanian poet Agron Shele.

Agron Shele è nato il 07.10.1972, a Leskaj-Përmet (Albania), dove, dopo aver terminato gli studi superiori, si è laureato all’Università. Appassionato di letteratura fin dalla tenera età ha deciso di seguire questo percorso che, con il passare del tempo, sarebbe diventato il motivo conduttore della sua vita verso un responsabile sviluppo intellettuale. Le sue principali creazioni letterarie sono: i romanzi Hapat e Klarës (I passi di Clara), Përtej perdes [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 290 – 17 ottobre 2019

NEBBIA MATTUTINA   La prima cosa che lo spaventò quel mattino fu la nebbia. Una nebbia innaturale, incalzante e appiccicosa. Sembrava volersi impossessare degli alberi e di ogni oggetto sparso nel suo giardino; avvolgeva e nascondeva tutto. Aveva uno strano colore azzurrino, vagamente luminescente. Provò ad aspettare un’oretta, quando il sole l’avrebbe fatta sparire, invece niente. Era lì, che ormai aveva ammantato tutto quanto fosse visibile dalla sua [...]

Alda Merini

Alda Merini

Beati coloro che si baceranno sempre al di là delle labbra, varcando il confine del piacere, per cibarsi dei sogni.  

LO SCRITTORE È PRESENTE 289 – 16 ottobre 2019

AVVENTURA IMPOSSIBILE   Si era perso nel bosco. Non gli era mai successo, ma sul costone doveva essere sceso troppo in basso, e poi non aveva più trovato punti di riferimento. Ora vagava, salendo e scendendo, nella speranza di scorgere qualcosa di conosciuto. Ad un certo punto udì un rumore alle sue spalle e si spaventò. Una splendida creatura, un cavallo bianco, luminoso, con un corno sulla fronte gli si avvicinava. Lo invitò a salire in groppa, e poi, quasi [...]

“Non si ama con il cuore”: una poesia di Alda Merini

“Non si ama con il cuore”: una poesia di Alda Merini

Non si ama con il cuore, si ama con l’anima che si impregna di storia, non si ama se non si soffree non si ama se non si ha paura di perdere. Ma quando ami vivi, forse male, forse bene, ma vivi. Allora muori quando smetti di amare, scompari quando non sei più amato. Se l’amore ti ferisce, cura le tue cicatrici e credici, sei vivo. Perché vivi per chi ami e per chi ti ama.  Alda Merini

LO SCRITTORE È PRESENTE 288 – 15 ottobre 2019

FIABA   Il cucciolo di leone era conscio del suo ruolo di futuro re della giungla. Ma non aveva intenzione di aspettare. Cominciò allora a girare in cerca di qualcuno da spaventare e sottomettere. Quando vide un babbuino, gli si parò di colpo davanti, ruggendo più forte possibile. La scimmia esitò un attimo, poi scoppiò a ridere e se ne andò allegra. Lo stesso accadde col facocero, la iena e la zebra. Mentre tornava, ascoltò non visto la gazzella che [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 287 – 14 ottobre 2019

COMMIATO   “Amore mio, ti lascio perché so di non essere alla tua altezza; perché ti amo troppo per scoprire la delusione nei tuoi occhi; perché quando i domani saranno uguali all’oggi, forse ti stancherai di me; perché preferisco conservare un ricordo che coltivare rimpianti; perché ho fatto salti mortali per essere o apparire migliore di ciò che mi sento. Ho creato in te l’illusione di un grande amore; meglio ritirarmi e intristirti, piuttosto che [...]

Avviso: Tra duchesse e giardini. Alla scoperta di Lucrezia Borgia e Giorgio Bassani

Nel quadro del week end di Biblia, associazione laica di cultura biblica, Tra duchesse e giardini. Alla scoperta di Ferrara, città di Lucrezia Borgia e Giorgio Bassani * Ferrara 19 -20 ottobre, è in programma un'iniziativa aperta al pubblico: Sabato 19 ottobre ore 16,30 presso il coro delle Clarisse, chiesa del Corpus Domini, via Campofranco: 1. Le regine bibliche tra intrighi e violenza, SILVIA ZANCONATO, biblista 2. Lucrezia tra storia e mito, MARCO BERTOZZI, [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 286 – 13 ottobre 2019

CACCIA GROSSA   La bimba era seduta sulla sabbia a guardare le onde che si infrangevano davanti ai suoi piedi. Il papà pensò di provare a stupirla, così prese pinne e maschera e le disse di aspettare che dal mare le avrebbe portato una qualche meraviglia. Dopo un'oretta tornò. Come unico risultato le aveva portato una conchiglia. Quando le arrivò vicino con la sua "sorpresa" vide che nel frattempo la bimba aveva scavato una buca nella sabbia, piena [...]

LO SCRITTORE È PRESENTE 285 - 12 ottobre 2019

E CONTINUERÒ A FARLO…   “Insomma, se ne vuole andare?”, disse il portiere dello stabile. “No, preferisco rimanere qui.” “Non può stare qui fermo davanti al portone. La gente si spaventa. Si sposti più in là!” “No, devo stare qui. Se esce, lei mi deve vedere!” “Ma chi? La vede anche se sta più in là!” “Non basta solo che mi veda. Deve capire perché sono qui.” “Ma perché?” “Perché la amo!” “Ma chi?” “Non è il [...]

Ho messo via ( Ligabue)

Ho messo via ( Ligabue)

Ho messo via un pò di rumore Dicono così si fa nel comodino c'è una mina E tonsille da seimila watt. Ho messo via i rimpiattini Dicono non ho l'età Se si voltano un momento Io ci rigioco perchè a me, va Ho messo via un pò di illusioni Che prima o poi basta così Ne ho messe via due o tre cartoni Comunque so che sono lì Ho messo via un pò di consigli Dicono è più facile Li ho messi via perchè a sbagliare Sono bravissimo da me. Mi sto facendo un pò di [...]

&id=HPN_Scrittori_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:Writers" alt="" style="display:none;"/> ?>