Serial killer

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Salemi
In rilievo

Salemi

Serial killer

La scheda: Serial killer

L’assassino seriale, o serial killer in lingua inglese, è un pluriomicida di natura compulsiva, che uccide persone spesso totalmente estranee, con o senza regolarità temporale e con un modus operandi caratteristico. La natura compulsiva dell'azione, talvolta priva di movente, è in genere legata a traumi della sfera emotivo-sessuale.


Scaricare Libro Nella mente del serial killer PDF Gratis

Scaricare Libro Nella mente del serial killer PDF Gratis

Scarica questo libro Nella mente del serial killer gratis in formato PDF o ePub e scegli il formato disponibile che desideri leggere o scaricare. Questo sito ha migliaia di libri di titoli e pronti per il download e la lettura. E puoi anche leggere questo libro Nella mente del serial killer e scegliere il supporto del tuo dispositivo, trovare altri libri su questo sito e divertirti gratuitamente senza alcun costo. Scarica questo libro Nella mente del serial killer [...]

deleted

deleted

EVENTI: Serial killer

Nel 1581 venne giustiziato Peter Nirsch, reo di aver ucciso 520 persone tra il 1575 ed il 1581.

Nel 1581 venne giustiziato Peter Nirsch, reo di aver ucciso 520 persone tra il 1575 ed il 1581.

Nel 1581 venne giustiziato Peter Nirsch, reo di aver ucciso 520 persone tra il 1575 ed il 1581.

Nel 1581 venne giustiziato Peter Nirsch, reo di aver ucciso 520 persone tra il 1575 ed il 1581.

Nel 1581 venne giustiziato Peter Nirsch, reo di aver ucciso 520 persone tra il 1575 ed il 1581.

Nel 1581 venne giustiziato Peter Nirsch, reo di aver ucciso 520 persone tra il 1575 ed il 1581.

Tra il 1790 e il 1830 Thug Behram prese apparentemente parte all'uccisione per strangolamento di 931 persone, confessando in seguito di averne strangolate almeno 125 di persona.

Tra il 1790 e il 1830 Thug Behram prese apparentemente parte all'uccisione per strangolamento di 931 persone, confessando in seguito di averne strangolate almeno 125 di persona.

Tra il 1790 e il 1830 Thug Behram prese apparentemente parte all'uccisione per strangolamento di 931 persone, confessando in seguito di averne strangolate almeno 125 di persona.

Tra il 1790 e il 1830 Thug Behram prese apparentemente parte all'uccisione per strangolamento di 931 persone, confessando in seguito di averne strangolate almeno 125 di persona.

Tra il 1790 e il 1830 Thug Behram prese apparentemente parte all'uccisione per strangolamento di 931 persone, confessando in seguito di averne strangolate almeno 125 di persona.

Tra il 1790 e il 1830 Thug Behram prese apparentemente parte all'uccisione per strangolamento di 931 persone, confessando in seguito di averne strangolate almeno 125 di persona.

Nel 1768 fu trovata colpevole di almeno 38 omicidi e venne murata viva nel seminterrato di una stanza del convento di Ivanovsky, fu trovata morta nel 1801.

Nel 1768 fu trovata colpevole di almeno 38 omicidi e venne murata viva nel seminterrato di una stanza del convento di Ivanovsky, fu trovata morta nel 1801.

Nel 1768 fu trovata colpevole di almeno 38 omicidi e venne murata viva nel seminterrato di una stanza del convento di Ivanovsky, fu trovata morta nel 1801.

Nel 1768 fu trovata colpevole di almeno 38 omicidi e venne murata viva nel seminterrato di una stanza del convento di Ivanovsky, fu trovata morta nel 1801.

Nel 1768 fu trovata colpevole di almeno 38 omicidi e venne murata viva nel seminterrato di una stanza del convento di Ivanovsky, fu trovata morta nel 1801.

Nel 1768 fu trovata colpevole di almeno 38 omicidi e venne murata viva nel seminterrato di una stanza del convento di Ivanovsky, fu trovata morta nel 1801.

Nel 1637 venne arrestata la nobile ungherese Anna-Rozalia Liszty che, per i suoi attacchi di depressione, isterismo, violenza ed epilessia, aveva bastonato a morte otto o nove cameriere ed una nobile, dopo l'arresto riuscì a scappare in Polonia, sotto la protezione del re.

Nel 1637 venne arrestata la nobile ungherese Anna-Rozalia Liszty che, per i suoi attacchi di depressione, isterismo, violenza ed epilessia, aveva bastonato a morte otto o nove cameriere ed una nobile, dopo l'arresto riuscì a scappare in Polonia, sotto la protezione del re.

Nel 1637 venne arrestata la nobile ungherese Anna-Rozalia Liszty che, per i suoi attacchi di depressione, isterismo, violenza ed epilessia, aveva bastonato a morte otto o nove cameriere ed una nobile, dopo l'arresto riuscì a scappare in Polonia, sotto la protezione del re.

Nel 1637 venne arrestata la nobile ungherese Anna-Rozalia Liszty che, per i suoi attacchi di depressione, isterismo, violenza ed epilessia, aveva bastonato a morte otto o nove cameriere ed una nobile, dopo l'arresto riuscì a scappare in Polonia, sotto la protezione del re.

Nel 1637 venne arrestata la nobile ungherese Anna-Rozalia Liszty che, per i suoi attacchi di depressione, isterismo, violenza ed epilessia, aveva bastonato a morte otto o nove cameriere ed una nobile, dopo l'arresto riuscì a scappare in Polonia, sotto la protezione del re.

Nel 1637 venne arrestata la nobile ungherese Anna-Rozalia Liszty che, per i suoi attacchi di depressione, isterismo, violenza ed epilessia, aveva bastonato a morte otto o nove cameriere ed una nobile, dopo l'arresto riuscì a scappare in Polonia, sotto la protezione del re.

Nel 1659 furono giustiziate Giulia Tofana e la figlia Girolama Spana, colpevoli di avere avvelenato un gran numero di persone con un potente veleno, l'Acqua tofana.

Nel 1659 furono giustiziate Giulia Tofana e la figlia Girolama Spana, colpevoli di avere avvelenato un gran numero di persone con un potente veleno, l'Acqua tofana.

Nel 1659 furono giustiziate Giulia Tofana e la figlia Girolama Spana, colpevoli di avere avvelenato un gran numero di persone con un potente veleno, l'Acqua tofana.

Nel 1659 furono giustiziate Giulia Tofana e la figlia Girolama Spana, colpevoli di avere avvelenato un gran numero di persone con un potente veleno, l'Acqua tofana.

Nel 1659 furono giustiziate Giulia Tofana e la figlia Girolama Spana, colpevoli di avere avvelenato un gran numero di persone con un potente veleno, l'Acqua tofana.

Nel 1659 furono giustiziate Giulia Tofana e la figlia Girolama Spana, colpevoli di avere avvelenato un gran numero di persone con un potente veleno, l'Acqua tofana.

Nel 1829 fu impiccato Brendan Burke, un inglese che, insieme al complice William Hare, soffocò alcuni clienti del suo hotel per scarnificarne i cadaveri e venderne gli scheletri all'università.

Nel 1829 fu impiccato Brendan Burke, un inglese che, insieme al complice William Hare, soffocò alcuni clienti del suo hotel per scarnificarne i cadaveri e venderne gli scheletri all'università.

Nel 1829 fu impiccato Brendan Burke, un inglese che, insieme al complice William Hare, soffocò alcuni clienti del suo hotel per scarnificarne i cadaveri e venderne gli scheletri all'università.

Nel 1829 fu impiccato Brendan Burke, un inglese che, insieme al complice William Hare, soffocò alcuni clienti del suo hotel per scarnificarne i cadaveri e venderne gli scheletri all'università.

Nel 1829 fu impiccato Brendan Burke, un inglese che, insieme al complice William Hare, soffocò alcuni clienti del suo hotel per scarnificarne i cadaveri e venderne gli scheletri all'università.

Nel 1829 fu impiccato Brendan Burke, un inglese che, insieme al complice William Hare, soffocò alcuni clienti del suo hotel per scarnificarne i cadaveri e venderne gli scheletri all'università.

Nel 1542 una cuoca inglese, Margareth Davey, fu bollita viva per aver avvelenato una serie di sguatteri senza motivo apparente.

Nel 1542 una cuoca inglese, Margareth Davey, fu bollita viva per aver avvelenato una serie di sguatteri senza motivo apparente.

Nel 1542 una cuoca inglese, Margareth Davey, fu bollita viva per aver avvelenato una serie di sguatteri senza motivo apparente.

Nel 1542 una cuoca inglese, Margareth Davey, fu bollita viva per aver avvelenato una serie di sguatteri senza motivo apparente.

Nel 1542 una cuoca inglese, Margareth Davey, fu bollita viva per aver avvelenato una serie di sguatteri senza motivo apparente.

Nel 1542 una cuoca inglese, Margareth Davey, fu bollita viva per aver avvelenato una serie di sguatteri senza motivo apparente.

Nel 1762 fu arrestata in Russia Dar'ja Nikolaevna Saltykova, una nobildonna che avrebbe ucciso circa un centinaio dei suoi servi a forza di maltrattarli e torturarli.

Nel 1762 fu arrestata in Russia Dar'ja Nikolaevna Saltykova, una nobildonna che avrebbe ucciso circa un centinaio dei suoi servi a forza di maltrattarli e torturarli.

Nel 1762 fu arrestata in Russia Dar'ja Nikolaevna Saltykova, una nobildonna che avrebbe ucciso circa un centinaio dei suoi servi a forza di maltrattarli e torturarli.

Nel 1762 fu arrestata in Russia Dar'ja Nikolaevna Saltykova, una nobildonna che avrebbe ucciso circa un centinaio dei suoi servi a forza di maltrattarli e torturarli.

Nel 1762 fu arrestata in Russia Dar'ja Nikolaevna Saltykova, una nobildonna che avrebbe ucciso circa un centinaio dei suoi servi a forza di maltrattarli e torturarli.

Nel 1762 fu arrestata in Russia Dar'ja Nikolaevna Saltykova, una nobildonna che avrebbe ucciso circa un centinaio dei suoi servi a forza di maltrattarli e torturarli.

Nel dicembre del 1883 venne arrestata Maria Swanenburg, una donna olandese che, usando l'arsenico, avvelenò almeno 27 persone per intascarsi la loro assicurazione sulla vita o la loro eredità.

Nel dicembre del 1883 venne arrestata Maria Swanenburg, una donna olandese che, usando l'arsenico, avvelenò almeno 27 persone per intascarsi la loro assicurazione sulla vita o la loro eredità.

Nel dicembre del 1883 venne arrestata Maria Swanenburg, una donna olandese che, usando l'arsenico, avvelenò almeno 27 persone per intascarsi la loro assicurazione sulla vita o la loro eredità.

Nel dicembre del 1883 venne arrestata Maria Swanenburg, una donna olandese che, usando l'arsenico, avvelenò almeno 27 persone per intascarsi la loro assicurazione sulla vita o la loro eredità.

Nel dicembre del 1883 venne arrestata Maria Swanenburg, una donna olandese che, usando l'arsenico, avvelenò almeno 27 persone per intascarsi la loro assicurazione sulla vita o la loro eredità.

Nel dicembre del 1883 venne arrestata Maria Swanenburg, una donna olandese che, usando l'arsenico, avvelenò almeno 27 persone per intascarsi la loro assicurazione sulla vita o la loro eredità.

Nel 1852 fu giustiziata Hélène Jégado, una badante francese che avvelenava le persone per cui lavorava, in totale fece 36 vittime, ma al processo gliene accertarono 23.

Nel 1852 fu giustiziata Hélène Jégado, una badante francese che avvelenava le persone per cui lavorava, in totale fece 36 vittime, ma al processo gliene accertarono 23.

Nel 1852 fu giustiziata Hélène Jégado, una badante francese che avvelenava le persone per cui lavorava, in totale fece 36 vittime, ma al processo gliene accertarono 23.

Nel 1852 fu giustiziata Hélène Jégado, una badante francese che avvelenava le persone per cui lavorava, in totale fece 36 vittime, ma al processo gliene accertarono 23.

Nel 1852 fu giustiziata Hélène Jégado, una badante francese che avvelenava le persone per cui lavorava, in totale fece 36 vittime, ma al processo gliene accertarono 23.

Nel 1852 fu giustiziata Hélène Jégado, una badante francese che avvelenava le persone per cui lavorava, in totale fece 36 vittime, ma al processo gliene accertarono 23.

Nel 2006 negli Stati Uniti esordisce la serie televisiva Dexter in cui il protagonista, Dexter appunto, apparentemente uomo comune, è in realtà un assassino seriale che cerca di ripulire la società dai suoi assassini più efferati, spinto da un trauma infantile che non gli permette di controllare i propri impulsi omicidi.

Nel 2006 negli Stati Uniti esordisce la serie televisiva Dexter in cui il protagonista, Dexter appunto, apparentemente uomo comune, è in realtà un assassino seriale che cerca di ripulire la società dai suoi assassini più efferati, spinto da un trauma infantile che non gli permette di controllare i propri impulsi omicidi.

Nel 2006 negli Stati Uniti esordisce la serie televisiva Dexter in cui il protagonista, Dexter appunto, apparentemente uomo comune, è in realtà un assassino seriale che cerca di ripulire la società dai suoi assassini più efferati, spinto da un trauma infantile che non gli permette di controllare i propri impulsi omicidi.

Nel 2006 negli Stati Uniti esordisce la serie televisiva Dexter in cui il protagonista, Dexter appunto, apparentemente uomo comune, è in realtà un assassino seriale che cerca di ripulire la società dai suoi assassini più efferati, spinto da un trauma infantile che non gli permette di controllare i propri impulsi omicidi.

Nel 2006 negli Stati Uniti esordisce la serie televisiva Dexter in cui il protagonista, Dexter appunto, apparentemente uomo comune, è in realtà un assassino seriale che cerca di ripulire la società dai suoi assassini più efferati, spinto da un trauma infantile che non gli permette di controllare i propri impulsi omicidi.

Nel 2006 negli Stati Uniti esordisce la serie televisiva Dexter in cui il protagonista, Dexter appunto, apparentemente uomo comune, è in realtà un assassino seriale che cerca di ripulire la società dai suoi assassini più efferati, spinto da un trauma infantile che non gli permette di controllare i propri impulsi omicidi.

Nel 1598 vennero arrestati Jacques Roulet e il Sarto di Chalons, due assassini francesi che uccisero e cannibalizzarono dei ragazzi.

Nel 1598 vennero arrestati Jacques Roulet e il Sarto di Chalons, due assassini francesi che uccisero e cannibalizzarono dei ragazzi.

Nel 1598 vennero arrestati Jacques Roulet e il Sarto di Chalons, due assassini francesi che uccisero e cannibalizzarono dei ragazzi.

Nel 1598 vennero arrestati Jacques Roulet e il Sarto di Chalons, due assassini francesi che uccisero e cannibalizzarono dei ragazzi.

Nel 1598 vennero arrestati Jacques Roulet e il Sarto di Chalons, due assassini francesi che uccisero e cannibalizzarono dei ragazzi.

Nel 1598 vennero arrestati Jacques Roulet e il Sarto di Chalons, due assassini francesi che uccisero e cannibalizzarono dei ragazzi.

Tra il 1873 e il 1876 il sacrestano Thomas Piper uccise a bastonate quattro donne a Boston, venne successivamente catturato e giustiziato nel 1876.

Tra il 1873 e il 1876 il sacrestano Thomas Piper uccise a bastonate quattro donne a Boston, venne successivamente catturato e giustiziato nel 1876.

Tra il 1873 e il 1876 il sacrestano Thomas Piper uccise a bastonate quattro donne a Boston, venne successivamente catturato e giustiziato nel 1876.

Tra il 1873 e il 1876 il sacrestano Thomas Piper uccise a bastonate quattro donne a Boston, venne successivamente catturato e giustiziato nel 1876.

Tra il 1873 e il 1876 il sacrestano Thomas Piper uccise a bastonate quattro donne a Boston, venne successivamente catturato e giustiziato nel 1876.

Tra il 1873 e il 1876 il sacrestano Thomas Piper uccise a bastonate quattro donne a Boston, venne successivamente catturato e giustiziato nel 1876.

Dal 2005 va in onda la serie TV Criminal Minds, basata sulle indagini di una squadra del BAU (Behavioral Analysis Unit) dell'FBI, ovvero i profiler che vengono convocati dalla polizia locale per aiutarli a catturare i serial killer.

Dal 2005 va in onda la serie TV Criminal Minds, basata sulle indagini di una squadra del BAU (Behavioral Analysis Unit) dell'FBI, ovvero i profiler che vengono convocati dalla polizia locale per aiutarli a catturare i serial killer.

Dal 2005 va in onda la serie TV Criminal Minds, basata sulle indagini di una squadra del BAU (Behavioral Analysis Unit) dell'FBI, ovvero i profiler che vengono convocati dalla polizia locale per aiutarli a catturare i serial killer.

Dal 2005 va in onda la serie TV Criminal Minds, basata sulle indagini di una squadra del BAU (Behavioral Analysis Unit) dell'FBI, ovvero i profiler che vengono convocati dalla polizia locale per aiutarli a catturare i serial killer.

Dal 2005 va in onda la serie TV Criminal Minds, basata sulle indagini di una squadra del BAU (Behavioral Analysis Unit) dell'FBI, ovvero i profiler che vengono convocati dalla polizia locale per aiutarli a catturare i serial killer.

Dal 2005 va in onda la serie TV Criminal Minds, basata sulle indagini di una squadra del BAU (Behavioral Analysis Unit) dell'FBI, ovvero i profiler che vengono convocati dalla polizia locale per aiutarli a catturare i serial killer.

Nel 1843 un incendio devastò la casa di Marie Delphine Lalaurie, una commerciante di schiavi, che fuggì sparendo nel nulla.

Nel 1843 un incendio devastò la casa di Marie Delphine Lalaurie, una commerciante di schiavi, che fuggì sparendo nel nulla.

Nel 1843 un incendio devastò la casa di Marie Delphine Lalaurie, una commerciante di schiavi, che fuggì sparendo nel nulla.

Nel 1843 un incendio devastò la casa di Marie Delphine Lalaurie, una commerciante di schiavi, che fuggì sparendo nel nulla.

Nel 1843 un incendio devastò la casa di Marie Delphine Lalaurie, una commerciante di schiavi, che fuggì sparendo nel nulla.

Nel 1843 un incendio devastò la casa di Marie Delphine Lalaurie, una commerciante di schiavi, che fuggì sparendo nel nulla.

Nel 1898 venne ghigliottinato Joseph Vacher, un ex-soldato francese con un occhio solo che aveva confessato l'uccisione e la mutilazione di almeno 11 o 14 donne e bambini.

Nel 1898 venne ghigliottinato Joseph Vacher, un ex-soldato francese con un occhio solo che aveva confessato l'uccisione e la mutilazione di almeno 11 o 14 donne e bambini.

Nel 1898 venne ghigliottinato Joseph Vacher, un ex-soldato francese con un occhio solo che aveva confessato l'uccisione e la mutilazione di almeno 11 o 14 donne e bambini.

Nel 1898 venne ghigliottinato Joseph Vacher, un ex-soldato francese con un occhio solo che aveva confessato l'uccisione e la mutilazione di almeno 11 o 14 donne e bambini.

Nel 1898 venne ghigliottinato Joseph Vacher, un ex-soldato francese con un occhio solo che aveva confessato l'uccisione e la mutilazione di almeno 11 o 14 donne e bambini.

Nel 1898 venne ghigliottinato Joseph Vacher, un ex-soldato francese con un occhio solo che aveva confessato l'uccisione e la mutilazione di almeno 11 o 14 donne e bambini.

Nel 1589 fu giustiziato Peter Stubbe, una persona sospettata di licantropia che uccise e cannibalizzò alcune donne e bambini.

Nel 1589 fu giustiziato Peter Stubbe, una persona sospettata di licantropia che uccise e cannibalizzò alcune donne e bambini.

Nel 1589 fu giustiziato Peter Stubbe, una persona sospettata di licantropia che uccise e cannibalizzò alcune donne e bambini.

Nel 1589 fu giustiziato Peter Stubbe, una persona sospettata di licantropia che uccise e cannibalizzò alcune donne e bambini.

Nel 1589 fu giustiziato Peter Stubbe, una persona sospettata di licantropia che uccise e cannibalizzò alcune donne e bambini.

Nel 1589 fu giustiziato Peter Stubbe, una persona sospettata di licantropia che uccise e cannibalizzò alcune donne e bambini.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

La serial-killer che uccideva gli amanti e li cucinava sul barbecue

La serial-killer che uccideva gli amanti e li cucinava sul barbecue

Questa che vedete nella foto non è solo il viso di una donna terribilmente brutta, ma è anche il volto di una pazza criminale, una serial-killer condannata all'ergastolo per aver ucciso e cucinato sul barbecue almeno dieci vittime: il marito e nove amanti. Si chiama Kelly Cochan, ha 34 anni e vive nel Michigan, negli Stati Uniti, e la sua storia sembra ripercorrere la trama del film Il Silenzio degli Innocenti, dove un grande Antony Hopkins interpretava il ruolo [...]

deleted

deleted

Mio caro serial killer di Alicia Giménez Bartlett

Librp Mio caro serial killer di Alicia Giménez Bartlett gratis en PDF e Leggi online, L'ispettrice Petra Delicado di Barcellona è un po' giù, sente che gli anni le sono piombati addosso tutti insieme. Scaricare Librp Mio caro serial killer di Alicia Giménez Bartlett gratis en PDF e Leggi online - Un nuovo caso la scuote, un delitto «mostruoso e miserabile» che la rimescola dentro in quanto donna. Una signora sola, mai sposata, con un piccolo lavoro e una [...]

FOTO: Serial killer

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Ted Bundy in una foto del luglio 1978

Serial killer cats

Anche questa volta mi tocca fare un post sugli maltrattamenti agli animali, ma questa volta è ancora peggio. A Londra c'è un serial killer dei gatti, roba da non credere. In tre anni ha ucciso oltre 400 gatti, per poi mutilarli orribilmente.  Scotland  Yard ha addirittura schierato 15 investigatori per scoprire chi è l'autore di questi orrendi crimini, scoprendo che le povere bestiole sono state uccise tutte allo stesso modo: un colpo brutale contro il muro, [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

D’Alema è un «serial killer

D’Alema è un «serial killer

Per Achille Occhetto, D’Alema è un «serial killer» L'ex segretario del Partito Comunista dice che il suo storico rivale controlla ancora la politica italiana, «e nessuno dice niente» eri l’ex segretario del Partito Comunista Italiano e poi del PDS Achille Occhetto ha visitato la Camera e con i giornalisti presenti ha fatto qualche battuta sul suo storico rivale all’interno del partito, Massimo D’Alema. Secondo ANSA, ha detto: «Questo è un Paese [...]

Schiava sessuale incatenata in un container dal serial killer: il video choc del salvataggio

Schiava sessuale incatenata in un container dal serial killer: il video choc del salvataggio

Due mesi di prigionia in un container con gli occhi bendati e le braccia incatenate. L'incubo vissuto da Kala Brown, rapita e segregata dal serial killer Todd Kohlhepp, è ora documentato in un video diffuso per la prima volta dall’ufficio del procuratore della Carolina del Sud. La polizia ha pubblicato il drammatico filmato del salvataggio della donna, sequestrata e rinchiusa da Kohlhepp, 46 anni, che si è dichiarato colpevole di sette omicidi e due [...]

Schiava sessuale incatenata in un container dal serial killer: il video choc del salvataggio

Schiava sessuale incatenata in un container dal serial killer: il video choc del salvataggio

Due mesi di prigionia in un container con gli occhi bendati e le braccia incatenate. L'incubo vissuto da Kala Brown, rapita e segregata dal serial killer Todd Kohlhepp, è ora documentato in un video diffuso per la prima volta dall’ufficio del procuratore della Carolina del Sud. La polizia ha pubblicato il drammatico filmato del salvataggio della donna, sequestrata e rinchiusa da Kohlhepp, 46 anni, che si è dichiarato colpevole di sette omicidi e due rapimenti a [...]

La SICILIA SUD ORIENTALE ED IL KILLER SERIALE....(e chi le dice che e un "masculu"...??)

"ANNIBALE E GLI ELEFANTI..."!!...                                                                                                   "loro ci vogliono anzi ci devono essere a tutti i costi...!!...Si eccoli...!!...Neanche fosse un invito a cena a casa di qualcuno...!!" "Uhhhuuuuuu...aaaaa...aaaaaahhhh....!!"..."SCUSI ma chi sarebbe questo tizio ANNIBALE e che attinenza ha con l argomento scottantissimo in [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

&id=HPN_Serial+killer_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Serial{{}}killer" alt="" style="display:none;"/> ?>