Servizio Sanitario Nazionale Italia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Review
In rilievo

Review

Servizio Sanitario Nazionale (Italia)

La scheda: Servizio Sanitario Nazionale (Italia)

Il Servizio Sanitario Nazionale (sigla SSN), nell'ordinamento giuridico italiano, identifica il complesso delle funzioni, delle attività e dei servizi assistenziali gestiti ed erogati dallo stato italiano.



1 Storia
2 Caratteristiche
3 Organizzazione
3.1 Struttura
3.2 Servizi sanitari regionali
4 Finanziamento
5 Programmazione sanitaria
6 Distretto sanitario
7 Note
8 Bibliografia
9 Voci correlate
10 Collegamenti esterni

Il Servizio Sanitario Nazionale (sigla SSN), nell'ordinamento giuridico italiano, identifica il complesso delle funzioni, delle attività e dei servizi assistenziali gestiti ed erogati dallo stato italiano.


Prima della sua istituzione il sistema assistenziale-sanitario era basato su numerosi "enti mutualistici" o "casse mutue". Il più importante tra di essi era l'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro le Malattie (INAM). Ciascun ente era competente per una determinata categoria di lavoratori che, con i familiari a carico, erano obbligatoriamente iscritti allo stesso e, in questo modo, fruivano dell'assicurazione sanitaria per provvedere alle cure mediche e ospedaliere, finanziata con i contributi versati dagli stessi lavoratori e dai loro datori di lavoro. Il diritto alla tutela della salute era quindi correlato non all'essere cittadino ma all'essere lavoratore (o suo familiare) con conseguenti casi di mancata copertura, vi erano, inoltre, sperequazioni tra gli stessi assistiti, vista la disomogeneità delle prestazioni assicurate dalle varie casse mutue.
La legge 3 marzo 1958, n. 296 - emanata durante il Governo Fanfani II - istituì per la prima volta in Italia il Ministero della Sanità, scorporandolo dal Ministero dell'Interno. Il primo titolare del dicastero fu Vincenzo Monaldi. La legge 12 febbraio 1968, n. 132 (cosiddetta "legge Mariotti", dal nome del ministro Luigi Mariotti, esponente del Partito Socialista Italiano), fu riformato il sistema degli ospedali, fino ad allora per lo più gestiti da enti di assistenza e beneficenza, trasformandoli in enti pubblici ("enti ospedalieri") e disciplinandone l'organizzazione, la classificazione in categorie, le funzioni nell'ambito della programmazione nazionale e regionale ed il finanziamento.
La legge 17 agosto 1974, n. 386 estinse i debiti accumulati dagli enti mutualistici nei confronti degli enti ospedalieri, sciolse i consigli di amministrazione dei primi e ne dispose il commissariamento, trasferendo i compiti in materia di assistenza ospedaliera alle regioni. Infinela legge 23 dicembre 1978, n. 833 soppresse il sistema mutualistico ed istituì il Servizio sanitario nazionale, con decorrenza del 1º luglio 1980.

Attraverso di esso viene data attuazione all'art. 32 della Costituzione italiana che sancisce il "diritto alla salute" di tutti gli individui. Si pone dunque come un sistema pubblico di carattere "universalistico", tipico di uno stato sociale, che garantisce l'assistenza sanitaria a tutti i cittadini, finanziato dallo Stato stesso attraverso la fiscalità generale e le entrate dirette, percepite dalle aziende sanitarie locali attraverso ticket sanitari (cioè delle quote con cui l'assistito contribuisce alle spese) e prestazioni a pagamento.
Esso è costituito sostanzialmente dai vari servizi sanitari regionali, dagli enti e istituzioni di rilievo nazionale e dallo Stato, volte a garantire l'assistenza sanitaria ovvero la tutela o salvaguardia della salute dei cittadini, qualificato dalla legge italiana come diritto fondamentale dell'individuo ed interesse della collettività, nel rispetto della dignità e della libertà della persona umana.
Secondo una ricerca dell'OMS, risalente al 2000, l'Italia aveva il secondo sistema sanitario migliore del mondo in termini di efficienza di spesa e accesso alle cure pubbliche per i cittadini, dopo la Francia.
Nel 2014 secondo una classifica elaborata da Bloomberg risultava terza nel mondo per efficienza della spesa.
In base al principio di sussidiarietà, il servizio sanitario è articolato secondo diversi livelli di responsabilità e di governo: livello centrale - lo Stato ha la responsabilità di assicurare a tutti i cittadini il diritto alla salute mediante un forte sistema di garanzie, attraverso i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), livello regionale - le Regioni hanno la responsabilità diretta della realizzazione del governo e della spesa per il raggiungimento degli obiettivi di salute del Paese.
Le Regioni hanno competenza esclusiva nella regolamentazione ed organizzazione di servizi e di attività destinate alla tutela della salute e dei criteri di finanziamento delle Aziende Sanitarie Locali e delle aziende ospedaliere, anche in relazione al controllo di gestione e alla valutazione della qualità delle prestazioni sanitarie nel rispetto dei principi generali fissati dalle leggi dello Stato.

Il finanziamento del Fondo Sanitario Nazionale trova le proprie fonti in:
entrate proprie convenzionali e ricavi delle aziende sanitarie
compartecipazione da parte delle regioni a statuto speciale
IRAP, Imposta Regionale Attività Produttive
IRPEF, Imposte di Reddito sulle Persone Fisiche
Il 97,95% delle risorse stanziate viene dedicato ai Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), ovvero, i servizi e le prestazioni standard che il Servizio Sanitario Nazionale deve assicurare ad ogni cittadino, in maniera gratuita o compartecipata attraverso le risorse acquisite con il sistema fiscale.
I LEA sono ridistribuiti a loro volta destinando il:
5% alla prevenzione verso la collettività ed il singolo
45% all'assistenza ospedaliera
50% ai distretti presenti sul territorio
Tra le Regioni e le Province autonome, i LEA vengono ripartiti per quota capitaria differenziata pesata, ovvero secondo alcuni criteri che prendono in considerazione l'età, il sesso, il livello di assistenza riguardanti i cittadini residenti, i tassi di mortalità, gli indicatori territoriali epidemiologici.
Ciascuna Ulss viene finanziata dalla regione di appartenenza con il Fondo Sanitario Regionale attraverso la quota capitaria. Per livelli assistenziali superiori a quelli previsti dal Piano Sanitario Nazionale, ogni Regione deve impiegare proprie risorse con le quali si dovranno andare a coprire anche eventuali disavanzi sanitari di gestione delle aziende.
I sistemi di finanziamento si differenziano tra Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere, infatti:
nelle ASL finanziamento a funzione, per costi di attività particolari quota capitaria
finanziamento a funzione, per costi di attività particolari
quota capitaria
nelle AO finanziamento a prestazione, per prestazioni ospedaliere e specialistiche finanziamento a funzione entrate proprie
finanziamento a prestazione, per prestazioni ospedaliere e specialistiche
finanziamento a funzione
entrate proprie
La dotazione per il 2012 del Fondo Servizio Sanitario Nazionale è stata ridotta dalla Legge 135/12 da 108.78 miliardi a 107.96 miliardi, di cui 105.06 per il finanziamento dei LEA, da ripartire tra le 20 regioni italiane. La delibera del Cipe è stata pubblicata il 26 aprile 2013 sulla Gazzetta Ufficiale.
La compartecipazione dei cittadini italiani alla spesa sanitaria nazionale (ovvero i ticket da loro pagati) è pari ad un importo di 4.4 miliardi di euro (4 nel 2011), di cui 2 miliardi per l'acquisto di farmaci, 755 milioni per i ticket corrisposti per visite ed esami fatti nelle strutture private ma convenzionate con il SSN e 1.5 miliardi per ticket per prestazioni in ambulatori e ospedali pubblici, e per accessi al Pronto Soccorso e visite specialistiche.

Il Servizio sanitario nazionale è caratterizzato da un sistema di "programmazione sanitaria" che si articola:
nel Piano sanitario nazionale
nei piani sanitari regionali
Il "Piano sanitario nazionale" ha durata triennale (anche se può essere modificato nel corso del triennio) ed è adottato dal Governo, su proposta del Ministero della Salute sentite le commissioni parlamentari competenti, nonché le confederazioni sindacali maggiormente rappresentative, tenendo conto delle proposte trasmesse dalle regioni.
Esso indica:
le aree prioritarie di intervento, anche ai fini di una progressiva riduzione delle diseguaglianze sociali e territoriali nei confronti della salute
i livelli essenziali di assistenza sanitaria da assicurare per il triennio di validità del Piano
la quota capitaria di finanziamento assicurata alle regioni per ciascun anno di validità del Piano e la sua disaggregazione per livelli di assistenza
gli indirizzi finalizzati a orientare il Servizio sanitario nazionale verso il miglioramento continuo della qualità dell'assistenza, anche attraverso la realizzazione di progetti di interesse sovra regionale
i progetti-obiettivo, da realizzare anche mediante l'integrazione funzionale e operativa dei servizi sanitari e dei servizi socio-assistenziali degli enti locali
le finalità generali e i settori principali della ricerca biomedica e sanitaria, prevedendo altresì il relativo programma di ricerca
le esigenze relative alla formazione di base e gli indirizzi relativi alla formazione continua del personale, nonché al fabbisogno e alla valorizzazione delle risorse umane
le linee guida e i relativi percorsi diagnostico-terapeutici allo scopo di favorire, all'interno di ciascuna struttura sanitaria, lo sviluppo di modalità sistematiche di revisione e valutazione della pratica clinica e assistenziale e di assicurare l'applicazione dei livelli essenziali di assistenza
i criteri e gli indicatori per la verifica dei livelli di assistenza assicurati in rapporto a quelli previsti
Il "piano sanitario regionale" rappresenta il piano strategico degli interventi per gli obiettivi di salute e il funzionamento dei servizi per soddisfare le esigenze specifiche della popolazione regionale anche in riferimento agli obiettivi del Piano sanitario nazionale. Le regioni, entro centocinquanta giorni dalla data di entrata in vigore del Piano sanitario nazionale, adottano o adeguano i piani sanitari regionali.

Il Distretto Sanitario, o "distretto socio sanitario" è la struttura territoriale deputata all'erogazione delle cure primarie attraverso i medici di libera scelta e la gestione a livello locale delle domande di prestazioni specialistiche e di diagnostica, nonché delle domande di prestazioni ospedaliere in regime ambulatoriale e di ricovero. Il sistema delle cure primarie a livello territoriale comprende i servizi e le prestazioni dell'assistenza primaria e specialistica, consultoriale, domiciliare e semiresidenziale. Il Distretto svolge quindi un ruolo chiave anche per allargare o restringere l'offerta di servizi e per integrare le esigenze dei diversi soggetti che concorrono alla promozione della salute, alla prevenzione delle malattie e delle disabilità, ai servizi sociali e socio-sanitari.
I Distretti Socio-Sanitari assicurano: - medico di famiglia e pediatra - accesso a esami e prestazioni specialistiche in ambulatori, poliambulatori e ospedali - emergenza sanitaria: guardia medica e raccordo con 118 e pronto soccorso - prevenzione: vaccinazioni, informazione e screening - tutela della salute: ambiente, alimenti, lavoro, veterinaria - assistenza farmaceutica - assistenza riabilitativa e protesica - assistenza domiciliare - accesso all'assistenza ospedaliera - accesso all'assistenza residenziale e semi-residenziale - consultori per l'infanzia, la maternità e la famiglia - informazione e assistenza amministrativa per l'utilizzo dei vari servizi sanitari e socio sanitari

Il Servizio sanitario nazionale non è dunque un'unica amministrazione, ma un insieme di enti ed organi che concorrono al raggiungimento degli obiettivi di tutela della salute dei cittadini. Lo compongono infatti:
il Ministero della Salute, che coordina il piano sanitario nazionale, ferme le competenze costituzionalmente garantite delle Regioni,
ed una serie di enti e organi a livello nazionale, quali:
il Consiglio superiore di sanità (CSS) l'Istituto Superiore di Sanità (ISS) l'Istituto Superiore per la Prevenzione e Sicurezza del Lavoro (ISPESL) incorporato nel 2013 dall' INAIL l'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Age.na.s.) gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)
l'Istituto Superiore di Sanità (ISS)
l'Istituto Superiore per la Prevenzione e Sicurezza del Lavoro (ISPESL) incorporato nel 2013 dall' INAIL
l'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Age.na.s.)
gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS)
gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali
l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)
i "servizi sanitari regionali", che a loro volta comprendono: le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano le aziende sanitarie locali (ASL) e le aziende ospedaliere (AO), attraverso le quali le regioni e le province autonome assicurano l'assistenza sanitaria
le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano
le aziende sanitarie locali (ASL) e le aziende ospedaliere (AO), attraverso le quali le regioni e le province autonome assicurano l'assistenza sanitaria

Servizio sanitario della Toscana
Servizio sanitario dell'Emilia-Romagna
Servizio sanitario del Lazio
Servizio sanitario della Calabria
Servizio sanitario del Veneto
Servizio Sanitario Regionale del Friuli-Venezia Giulia

Notre-Dame, i Vigili del Fuoco al lavoro

Notre-Dame, i Vigili del Fuoco al lavoro

I medici contro l'autonomia regionale: demolisce e smantella il Servizio Sanitario Nazionale...!

I medici contro l'autonomia regionale: demolisce e smantella il Servizio Sanitario Nazionale...!

      . seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping . .   I medici contro l'autonomia regionale: demolisce e smantella il Servizio Sanitario Nazionale...! "L'autonomia differenziata smantella il servizio sanitario nazionale creando 21 servizi sanitari diversi tra di loro". E' la frase con cui si apre il video lanciato dal Sindacato dei medici italiani (Smi) per denunciare "l'odiosa manovra" della regionalizzazione in Sanità. "La Repubblica è [...]

Terza passeggiata spaziale in meno di un mese sulla ISS

Terza passeggiata spaziale in meno di un mese sulla ISS

Milano, 8 apr. (askanews) - Archiviata (almeno per il momento) la mancata passeggiata spaziale di sole donne, alla quale avrebbero dovuto prendere parte le due astronaute della Nasa Anne McClain e Christina Koch, lunedì 8 aprile 2019, la McClain e il canadese David Saint-Jacques sono usciti dall'Iss per l'ultima di una serie di 3 missioni extraveicolari programmate, in meno di un mese, per eseguire lavori di aggiornamento e manutenzione sulla base orbitante. [...]

Delrio, governo senza strategia su Paese

Delrio, governo senza strategia su Paese

(ANSA) – ROMA, 5 APR – “Al di là dei ritardi, dei rinvii e dei veti che svelano l’inconsistenza dei quotidiani altezzosi proclami di Conte e dei suoi ministri, l’aspetto più grave della recita che stanno inscenando da settimane, dopo aver accertato il fiasco della manovra economica, è l’assenza di una strategia per sbloccare il Paese”. Lo ha dichiarato il capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio. “E neanche su questa specie di “tirare a [...]

Giulio Einaudi, 20 anni fa morte editore

Giulio Einaudi, 20 anni fa morte editore

(ANSA) – ROMA, 4 APR – Il nome di Giulio Einaudi, a venti anni dalla sua scomparsa il 5 aprile 1999, resta legato alla storia della cultura italiana del Novecento attraverso le importanti scoperte e pubblicazioni della casa editrice che porta il suo nome e che fondò ventenne nel 1933 ”con quel coraggio e quella capacità di guardare sempre avanti che sono state sue proprie sempre”, come spiega Ernesto Ferrero, scrittore che per oltre 20 anni ha lavorato [...]

Governo: Delrio, economia ferma

Governo: Delrio, economia ferma

(ANSA) – ROMA, 1 APR – “L’economia è ferma. La disoccupazione torna a crescere. Consumi e fiducia crollano. Solo le tasse aumentano. Ormai anche le più ottimistiche previsioni parlano di una crescita pari a zero nel 2019. Il governo che ha portato l’Italia alla recessione con il sovranismo parolaio e provvedimenti sbagliati ha un’unica strada per evitare che una nuova devastante crisi economica e sociale si abbatta sulle famiglie, sui lavoratori, [...]

Arrestato funzionario Ministero della Salute

Arrestato funzionario Ministero della Salute

Dirottava fondi sui propri conti correnti, sottratti 1,4 mln

Roma, arrestato un funzionario del Ministero della Salute

Roma, arrestato un funzionario del Ministero della Salute

Roma, 1 apr. (askanews) - Arrestato per peculato e autoriciclaggio un funzionario del Ministero della Salute di 55 anni, nell'operazione, denominata "Gioco pubblico", dei militari del Nucleo Speciale Polizia Valutaria della Guardia di finanza di Roma, sotto il coordinamento della Procura capitolina. Le indagini, partite dopo approfondimenti antiriciclaggio su transazioni finanziarie anomale, avrebbero consentito di appurare che il funzionario, incaricato di [...]

Allerta zucchero, il ministero della salute ritira un lotto di zucchero.

Allerta zucchero, il ministero della salute ritira un lotto di zucchero.

Il ministero della salute ha dato l'ordine di ritirare alcuni lotti di zucchero, a causa della presenza di corpi estranei. Controlli Gli addetti ai controlli hanno riscontrato corpi estranei nel lotto di zucchero del marchio Sudzuccheri La decisione del Ministero Ha eseguito la prassi del caso. Nei lotti di zucchero sarebbero stati evidenziati corpi estranei a causa della rottura di un silo di stoccaggio dello stabilimento dove viene prodotto l'alimento.

Bimba salvata con un autotrapianto polmonare

Bimba salvata con un autotrapianto polmonare

GENOVA – Una equipe dell’Ospedale Gaslini ha salvato da morte certa una bambina di 10 anni affetta da cardiopatia congenita e grave malformazione polmonare realizzando un autotrapianto polmonare, prima volta su paziente pediatrico. I medici hanno inventato una strategia innovativa. Prima hanno recuperato la funzionalità del cuore poi quella dei polmoni con l’assistenza in Ecmo e 4 interventi ad altissima complessità. La paziente è una bambina di 10 anni [...]

Gaslini, "miracolo" su una bimba di 10 anni

Gaslini, "miracolo" su una bimba di 10 anni

Salvata da morte certa praticandole un autotrapianto polmonare

Pigmenti per tatuaggi con sostanze cancerogene: Ministero li ritira dal mercato

Pigmenti per tatuaggi con sostanze cancerogene: Ministero li ritira dal mercato

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro di alcuni pigmenti per tatuaggi perché contenenti sostanze cancerogene. Si tratta di 9 tipi di inchiostro non conformi alla legislazione europea. Come si legge sul sito del Dicastero nella sezione Allarmi consumatori e reazioni a notifiche di prodotti non alimentari pericolosi i pigmenti interessati sono i seguenti: Pigmento per tatuaggi DUBAI GOLD, marca WORLD FAMOUS TATTOO, Numero lotto WFDG172801, scadenza [...]

Ritirati 9 pigmenti per tatuaggi, sono cancerogeni

Ritirati 9 pigmenti per tatuaggi, sono cancerogeni

Nove pigmenti per tatuaggi devono essere ritirati dal mercato perchè contengono sostanze cancerogene o che provocano allergie. Lo ha deciso il ministero della Salute, che ha pubblicato i provvedimenti sul proprio sito. Gli inchiostri sono prodotti in Usa e si chiamano Dubai Gold, Sailor Jerry Red, Black Mamba, Green Beret, Hot Pink, Banana Cream, Lining Green, Lining Red Light e Blue Iris. “Gli articoli – si legge – sono stati sottoposti a divieto di [...]

Scandalo farmaci scaduti negli ospedali, la conferma degli ispettori Asl: «Alcuni anche dal 2014»

Scandalo farmaci scaduti negli ospedali, la conferma degli ispettori Asl: «Alcuni anche dal 2014»

Farmaci e prodotti sanitari scaduti: chiusa la verifica dell’Asl Lecce negli ospedali salentini. Risultato: nei reparti “merce” scaduta anche da diversi anni. È l’esito della verifica interna voluta dai vertici di via Miglietta all’indomani del blitz di San Valentino dei Nas al Vito Fazzi di Lecce. In quell’occasione, come scrivevano i carabinieri, furono ritrovati «diverse centinaia di dispositivi medici anch’essi con data di scadenza superata (set [...]

Scandalo farmaci scaduti negli ospedali, la conferma degli ispettori Asl: «Alcuni anche dal 2014»

Scandalo farmaci scaduti negli ospedali, la conferma degli ispettori Asl: «Alcuni anche dal 2014»

Farmaci e prodotti sanitari scaduti: chiusa la verifica dell’Asl Lecce negli ospedali salentini. Risultato: nei reparti “merce” scaduta anche da diversi anni. È l’esito della verifica interna voluta dai vertici di via Miglietta all’indomani del blitz di San Valentino dei Nas al Vito Fazzi di Lecce. In quell’occasione, come scrivevano i carabinieri, furono ritrovati «diverse centinaia di dispositivi medici anch’essi con data di scadenza superata (set [...]

Tatuaggi, sono cancerogeni, allarme dal ministero della Salute.

Tatuaggi, sono cancerogeni, allarme dal ministero della Salute.

Il ministero della salute italiano ha ritirato dal mercato  3 colori cancerogeni usati per i tatuaggi. I colori di cui se ne fa divieto la vendita sono i pigmenti 'Green Beret', 'Black Mamba' e 'Sailor Jerry Red'.    Il provvedimento è stato preso dopo l'analisi di un campione dei pigmenti stessi, sono state trovate sostanze chimiche cancerogene, dopo è scattato l'allarme del ministero della salute, come si legge dal sito del dicastero.

Nas in ospedale Serra San Bruno, carenze

Nas in ospedale Serra San Bruno, carenze

(ANSA) – SERRA SAN BRUNO (VIBO VALENTIA), 26 MAR – Varie carenze igienico strutturali sono state riscontrate nell’ospedale di Serra San Bruno nel corso di un controllo straordinario di natura ispettiva eseguito dai carabinieri del Nas di Catanzaro e della Compagnia. L’ispezione é stata disposta dopo che nello stesso ospedale era stato denunciato il “caso” della salma di un paziente rimasta bloccata per ore nel reparto in cui era avvenuto il decesso a [...]

Passeggiata spaziale per rimpiazzare delle batterie sulla ISS

Passeggiata spaziale per rimpiazzare delle batterie sulla ISS

Milano, 22 mar. (askanews) - Nuova missione extraveicolare a bordo della Stazione spaziale internazionale. Venerdì 22 marzo 2019 gli astronauti della Nasa, Nick Hague e Anne McClain sono usciti dalla base orbitante per sostituire alcune vecchie batterie al nichel-idrogeno con nuove e più potenti batterie agli ioni di litio. Queste nuove batterie sono arrivate sull'Iss nel mese di settembre 2018 con la navetta cargo giapponese Htv. La "passeggiata spaziale" [...]

Il professore e il pazzo streaming e download film ita cb01

Il professore e il pazzo streaming e download film ita cb01

Il professore e il pazzo streaming e download film ita cb01 Il professor James Murray inizia a compilare le parole per la prima edizione dell'Oxford English Dictionary a metà del XIX secolo e riceve oltre 10.000 voci da un paziente al manicomio criminale di Broadmoor, il dott. William Minor. Views: 1 film qui: https://altadefinizione10.club/il-professore-e-il-pazzo/ Genre: Dramma, Storia Director: Farhad Safinia Actors: Adam Fergus, Aidan McArdle, Brendan [...]

Rispondi

Fagiolini surgelati ritirati per la presenza di stramonio

Fagiolini surgelati ritirati per la presenza di stramonio

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro dal mercato dei Fagiolini Finissimi surgelati del marchio Delizie del Sole, commercializzati da Eurospin. Il prodotto interessato dal ritiro corrisponde ai lotti 9043M - 9043MX, venduti in confezioni da 600 grammi con data di scadenza 02/2021 e 01/2021. Il Ministero invita a non consumare il prodotto e a riportarlo al punto vendita di acquisto. I fagiolini surgelati ritirati dal mercato sono stati distribuiti solo nei [...]

&id=HPN_Servizio+Sanitario+Nazionale+(Italia)_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Categoria:Servizio{{}}Sanitario{{}}Nazionale{{}}(Italia)" alt="" style="display:none;"/> ?>