Shanghai

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

Repubblica Popolare di Cina

La scheda: Repubblica Popolare di Cina

Coordinate: 35°N 103°E / 35°N 103°E35, 103
La Cina (中國T, 中国S, ZhōngguóP), ufficialmente la Repubblica Popolare Cinese (中華人民共和國T, 中华人民共和国S, Zhōnghuá Rénmín GònghéguóP ascolta la pronuncia in mandarino standard), è uno Stato sovrano situato nell'Asia orientale e il più popolato del mondo, con una popolazione di oltre 1,385 miliardi di persone.
La Cina è una Repubblica popolare in cui il potere è esercitato dal solo Partito Comunista Cinese. Il governo ha sede nella capitale Pechino ed esercita la propria giurisdizione su ventidue province, cinque regioni autonome, quattro municipalità direttamente controllate (Pechino, Tientsin, Shanghai e Chongqing) e due regioni amministrative speciali (Hong Kong e Macao) parzialmente autonome. La Cina rivendica la propria sovranità anche sull'isola di Formosa, che considera ufficialmente una sua provincia, sulla quale non esercita tuttavia alcun controllo diretto. L'isola è dal 1949 sotto il controllo del governo della Repubblica di Cina (Taiwan). La complessa condizione politica di Taiwan è una delle conseguenze della guerra civile cinese che ha preceduto la fondazione della Repubblica Popolare Cinese.
Con la sua superficie di circa 9 572 900 chilometri quadrati la Cina è il terzo stato più grande del mondo per superficie. Il paesaggio della Cina è vasto e diversificato: va dalle steppe della foresta e i deserti dei Gobi e del Taklamakan nell'arido nord alle foreste subtropicali e umide del sud. L'Himalaya, il Karakoram, il Pamir e il Tian Shan sono le catene montuose che separano la Cina meridionale dall'Asia centrale. Il Fiume Azzurro e il Fiume Giallo, rispettivamente il terzo e il sesto più lunghi del mondo, scorrono dall'altopiano del Tibet verso la costa orientale densamente popolata. La costa della Cina lungo l'oceano Pacifico è lunga circa 14.500 chilometri ed è delimitata dal mare di Bohai, dal mar Giallo, dal mar Cinese Orientale e dal mar Cinese Meridionale.
L'antica civiltà cinese – una delle prime al mondo – si sviluppò inizialmente nelle pianure comprese tra il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro. A partire dall'età del bronzo (verso la fine del II millennio a.C.) si ha evidenza di strutture feudali, in cui i nobili si raccoglievano intorno a monarchie ereditarie. Vi sono testimonianze di una casata regnante nella prima metà del I millennio a.C., nota come dinastia Zhou, il cui declino condusse alla nascita di un discreto numero di regni indipendenti in competizione per il predominio sulla regione, con stagioni di conflitto che si fecero particolarmente accese nel periodo che va dall'VIII al III secolo a.C. Nel 221 a.C. lo Stato di Qin sconfisse e conquistò i territori di tutti gli altri Stati combattenti dando vita al primo impero della storia cinese sotto la dinastia Qin.
Da quel momento il titolo di imperatore della Cina divenne il sinonimo della raggiunta supremazia. La dinastia Qin non durò a lungo, ma i popoli precedentemente conquistati vennero poco dopo riuniti sotto l'egida della dinastia Han (III secolo a.C.-III secolo d.C.). I quattro secoli in cui regnarono i sovrani della dinastia Han sono considerati cruciali per la definizione e affermazione della identità culturale cinese, tanto da divenire il termine con cui i cinesi definirono se stessi (con il termine appunto di etnia o popolo han). Da allora la storia cinese ha visto l'alternarsi di periodi di divisione e fasi di unificazione, con conseguenti periodi di frammentazione, contrazione o espansione territoriale, sotto l'egida di diverse dinastie, talora di etnia straniera (come nel caso dei mongoli o dei mancesi).
L'ultima dinastia fu quella dei Qing, il cui regno si concluse nel 1911 con la fondazione della Repubblica di Cina. Dopo la sconfitta dell'Impero giapponese durante la seconda guerra mondiale il Paese fu scosso dalla guerra civile che vedeva contrapposte le forze nazionaliste del Kuomintang, il partito che allora deteneva il governo del paese, e le forze facenti capo al Partito Comunista Cinese. Nel 1949 la guerra si concluse con la sconfitta del Kuomintang e la fuga del governo nazionalista sull'isola di Formosa, nella cui capitale Taipei ha tuttora sede l'attuale Repubblica di Cina, altresì nota come Taiwan. In seguito alla vittoria conseguita sul continente il 1º ottobre del 1949 a Pechino le forze comuniste guidate da Mao Zedong proclamarono ufficialmente la nascita della Repubblica Popolare Cinese.
Dopo l'introduzione di riforme economiche nel 1978 la Cina è diventata l'economia dalla crescita più rapida al mondo. A partire dal 2013 è la seconda economia più grande al mondo sia come PIL totale nominale, sia per parità di potere d'acquisto, è anche il più grande esportatore e importatore di merci al mondo. La Cina è ufficialmente uno Stato munito di armi nucleari e ha il più grande esercito permanente del mondo, con il secondo più grande bilancio della difesa. La Cina è membro delle Nazioni Unite dal 1971, quando ha preso il posto della Repubblica di Cina tra i seggi dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La Cina è anche membro di numerose organizzazioni multilaterali, tra cui l'OMC, l'APEC, il BRICS, l'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione, il BCIM e il G-20. La Cina, unanimemente riconosciuta come grande potenza dal consesso internazionale, è una potenziale superpotenza secondo un certo numero di accademici e analisti che si occupano di questioni militari, politiche ed economiche.


Borsa Shanghai positiva, +0,46%

Borsa Shanghai positiva, +0,46%

(ANSA) – PECHINO, 21 MAR – Le Borse cinesi viaggiano in territorio positivo: l’indice Composite di Shanghai sale dello 0,46%, a 3.104,80 punti, mentre quello di Shenzhen segna un rialzo dello 0,26%, a 1.688,91.

Borsa Shanghai poco mossa, apre a +0,11%

Borsa Shanghai poco mossa, apre a +0,11%

(ANSA) – PECHINO, 19 MAR – Le Borse cinesi aprono la seduta poco mosse: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un rialzo dello 0,11%, a 3.099,90 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo 0,12%, a quota 1.683,74.

Borsa: Shanghai negativa, apre a -0,14%

Borsa: Shanghai negativa, apre a -0,14%

(ANSA) – PECHINO, 18 MAR – Le Borse cinesi hanno una partenza contrastata: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un calo dello 0,16%, a 3.017,38 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,35%, a quota 1.646,98.

Borsa: Shanghai apre negativa, a -0,

Borsa: Shanghai apre negativa, a -0,

(ANSA) – PECHINO, 13 MAR – Le Borse cinesi aprono la seduta contrastate: l’indice composite di Shanghai cede nelle prime battute lo 0,21%, a 3.053,79 punti, mentre quello di Shenzhen è poco mosso a quota 1.696,15 (+0,02%).

Borsa Shanghai positiva in avvio, +1,41%

Borsa Shanghai positiva in avvio, +1,41%

(ANSA) – PECHINO, 12 MAR – Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio positivo in scia all’ipotesi di accordo più vicino tra Cina e Usa sul commercio: l’indice Composite di Shanghai sale nelle prime battute dell’1,41%, a 3.069,82 punti, mentre quello di Shenzhen segna un progresso dell’1,13%, a quota 1.686,62.

Borsa: Shanghai positiva, a +0,48%

Borsa: Shanghai positiva, a +0,48%

(ANSA) – PECHINO, 6 MAR – Le Borse cinesi sono contrastate a poco più di mezz’ora dall’avvio degli scambi: l’indice Composite di Shanghai sale dello 0,48%, a 3.068,84 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo 0,59%, a quota 1.626,24.

Borsa:Shanghai chiude a +5,60% con Trump

Borsa:Shanghai chiude a +5,60% con Trump

(ANSA) – ROMA, 25 FEB – Le Borse cinesi chiudono in rally per l’ottimismo del presidente Usa Donald Trump sul negoziato commerciale con la Cina: l’indice Composite di Shanghai vola del 5,60% (passo più ampio da luglio 2015), a 2.961,28 punti mentre quello di Shenzhen balza del 5,42% (a 1.557,27) e torna positivo da inizio anno. Il tycoon estenderà la scadenza del 1 marzo per l’aumento dei dazi dal 10 al 25% su 200 miliardi di dollari di beni ‘made [...]

Borsa:Shanghai chiude a +5,60% con Trump

Borsa:Shanghai chiude a +5,60% con Trump

(ANSA) – ROMA, 25 FEB – Le Borse cinesi chiudono in rally per l’ottimismo del presidente Usa Donald Trump sul negoziato commerciale con la Cina: l’indice Composite di Shanghai vola del 5,60% (passo più ampio da luglio 2015), a 2.961,28 punti mentre quello di Shenzhen balza del 5,42% (a 1.557,27) e torna positivo da inizio anno. Il tycoon estenderà la scadenza del 1 marzo per l’aumento dei dazi dal 10 al 25% su 200 miliardi di dollari di beni ‘made [...]

Borsa, Shanghai accelera a +3,32%

Borsa, Shanghai accelera a +3,32%

(ANSA) – PECHINO, 25 FEB – Le Borse cinesi accelerano sull’ottimismo espresso dal presidente americano Donald Trump sul negoziato commerciale con la Cina: l’indice Composite di Shanghai segna alla pausa di metà seduta un rialzo del 3,32%, a 2.897,35 punti, mentre quello di Shenzhen balza del 4,08%, a 1.537,54. Il tycoon ha chiarito che estenderà la scadenza dell’1 marzo per l’aumento dei dazi dal 10 al 25% su 200 miliardi di dollari di beni ‘made [...]

Borsa, Shanghai apre a +1,22%

Borsa, Shanghai apre a +1,22%

(ANSA) – PECHINO, 25 FEB – Le Borse cinesi aprono gli scambi in territorio positivo, sulle attese di una un svolta positiva del dialogo sul commercio tra Usa e Cina. L’indice Composite di Shanghai sale nelle prime battute dell’1,22% a 2.838,39 punti, mentre quello di Shenzhen guadagna l’1,48% a 1.499,04.

FOTO: Repubblica Popolare di Cina

Repubblica_popolare_Cinese

Repubblica_popolare_Cinese

Repubblica_Popolare_Cinese

Repubblica_Popolare_Cinese

Paese_di_mezzo

Paese_di_mezzo

中國

中國

Cina_popolare

Cina_popolare

Repubblica_popolare_cinese

Repubblica_popolare_cinese

Cina

Cina

Borsa, Shanghai sale in avvio

Borsa, Shanghai sale in avvio

(ANSA) – PECHINO, 20 FEB – Le Borse cinesi segnano un avvio contrastato alla vigilia del nuovo round negoziale di alto livello sul commercio tra Usa e Cina, in programma a Washington: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un rialzo dello 0,20%, a 2.761,11 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo 0,14%, a quota 1.441,64.

Borsa, Shanghai apre a +0,29%

Borsa, Shanghai apre a +0,29%

(ANSA) – PECHINO, 19 FEB – Le Borse cinesi aprono in rialzo con l’ottimismo legato alla svolta sul dossier commerciale, nell’ambito del complesso negoziato in corso tra Usa e Cina: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un progresso dello 0,29%, a 2.762,45 punti, mentre quello di Shenzhen sale dell’1,03%, a quota 1.455,78.

La Borsa di Shanghai +2,68%, crede alla svolta Usa-Cina

La Borsa di Shanghai +2,68%, crede alla svolta Usa-Cina

Le Borse cinesi volano fiduciose di un accordo tra Usa e Cina sul corposo dossier commerciale, in forza del nuovo ciclo negoziale che si terrà in settimana a Washington: l’indice Composite di Shanghai balza del 2,68%, a 2.754,36 punti, mentre quello di Shenzhen vola del 3,71%, a quota 1.440,95.

Borsa, Shanghai positiva a +1,17%

Borsa, Shanghai positiva a +1,17%

(ANSA) – PECHINO, 18 FEB – Le Borse cinesi viaggiano in territorio positivo a un’ora circa dall’avvio degli scambi sulle attese di sviluppi positivi tra Usa e Cina sul corposo dossier commerciale, visto il nuovo ciclo di incontri di questa settimana a Washington: l’indice Composite di Shanghai sale dell’1,17%, a 2.713,71 punti, mentre quello di Shenzhen segna un progresso dell’1,57%, a quota 1.411,29.

Borsa, Shanghai a +0,50%

Borsa, Shanghai a +0,50%

(ANSA) – PECHINO, 1 FEB – Le Borse cinesi viaggiano positive dopo il nuovo round negoziale di Washington sul commercio tra Usa e Cina che, pur se chiuso senza un accordo generale, ha segnato passi in avanti nelle trattative e l’impegno a continuare il confronto con una delegazione americana che sarà a Pechino tra una decina di giorni: l’indice Composite di Shanghai sale dello 0,50%, a 2.597,54 punti, mentre quello di Shenzhen segna un progresso [...]

Borsa: Shanghai positiva, apre a +0,22%

Borsa: Shanghai positiva, apre a +0,22%

(ANSA) – PECHINO, 31 GEN – Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio positivo: l’indice Composite di Shanghai sale nelle prime battute dello 0,22%, a 2.581,33 punti, mentre quello di Shenzhen segna un rialzo dello 0,29%, a quota 1.287,41.

Borsa, Shanghai apre a -0,37%

Borsa, Shanghai apre a -0,37%

(ANSA) – PECHINO, 30 GEN – Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio negativo nel giorno dell’avvio a Washington della due giorni negoziale Usa-Cina sul commercio: l’indice Composite di Shanghai cede nelle prime battute lo 0,37%, a 2.584,74 punti, mentre quello di Shenzhen segna un calo dello 0,54%, a quota 1.293,33.

Borsa Shanghai poco mossa, apre a -0,08%

Borsa Shanghai poco mossa, apre a -0,08%

(ANSA) – PECHINO, 23 GEN – Avvio poco mosso per le Borse cinesi: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un calo dello 0,08%, a 2.577,72 punti, mentre quello di Shenzhen guadagna lo 0,14%, a quota 1.316,40.

Borsa Shanghai poco mossa, apre a -0,03%

Borsa Shanghai poco mossa, apre a -0,03%

(ANSA) – PECHINO, 22 GEN – Le Borse cinesi aprono la seduta poco mosse: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un calo dello 0,03%, a 2.609,64 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo -0,09%, a quota 1.329,03.

Borsa Shanghai apre a +0,12%

Borsa Shanghai apre a +0,12%

(ANSA) – PECHINO, 21 GEN – Le Borse cinesi aprono in leggero rialzo a meno di mezz’ora dalla diffusione del Pil del quarto trimestre che, secondo le stime degli analisti, dovrebbe certificare l’ulteriore frenata dell’economia intorno al 6,4-6,5%: l’indice Composite di Shanghai sale nelle prime battute dello 0,12%, a 2.599,06 punti, mentre quello di Shenzhen dalle dello 0,17%, a quota 1.324,35.

&id=HPN_Shanghai_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Shanghai" alt="" style="display:none;"/> ?>