Social apartheid

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

Brasile

La scheda: Brasile

Coordinate: 14°S 53°W / 14°S 53°W-14, -53
Il Brasile (in portoghese: Brasil), ufficialmente Repubblica Federale del Brasile (República Federativa do Brasil), è una repubblica federale dell'America meridionale. Con una superficie di oltre 8,5 milioni di km², è il quinto stato del mondo per superficie totale (pari al 47,3% del territorio sudamericano). È bagnato dall'oceano Atlantico a est, a nord confina con il dipartimento francese d'oltremare della Guyana francese, il Suriname, la Guyana e il Venezuela, a nord-ovest con la Colombia, a ovest con il Perù e la Bolivia, a sud-ovest con il Paraguay e l'Argentina, e a sud con l'Uruguay. Confina con tutti i paesi del Sud America, eccetto che con Ecuador e Cile.
La maggior parte del paese si trova nella zona tropicale, dove le stagioni non sono particolarmente ostili dal punto di vista climatico. La foresta amazzonica copre 3,6 milioni di km quadrati del suo territorio e, grazie alla sua vegetazione e al clima, è uno dei paesi con il maggior numero di specie di animali nel mondo. Il Brasile, precedentemente abitato da indigeni, fu scoperto dagli europei nel 1500, da una spedizione portoghese guidata da Pedro Álvares Cabral. Dopo il trattato di Tordesillas, il territorio brasiliano fece parte del Regno Unito di Portogallo, Brasile e Algarves, da cui ottenne l'indipendenza il 7 settembre 1822. In seguito il paese divenne un impero per poi diventare una repubblica. La sua prima capitale fu Salvador, che fu sostituita da Rio de Janeiro fino a quando non si fece una nuova capitale: Brasilia. La sua attuale Costituzione, formulata nel 1988, definisce il Brasile come una Repubblica federale presidenziale. La Federazione è formata dall'unione del Distretto Federale e dei 26 Stati federati, in totale il territorio brasiliano è ripartito in 5 565 comuni (la più piccola unità politico-amministrativa del Brasile).
Anche se i suoi oltre 200 milioni di abitanti rendono il Brasile il quinto stato più popoloso del mondo, complessivamente lo stato ha una bassa densità di popolazione: la maggior parte dei brasiliani è concentrata lungo la costa, mentre nell'entroterra lo stato è relativamente poco abitato, soprattutto in virtù della presenza della foresta amazzonica. La lingua ufficiale è il portoghese. La religione più seguita è il cattolicesimo, il che fa del Brasile lo Stato con il maggior numero di cattolici al mondo, seguita da una crescita notevole del pentecostalismo. Quella brasiliana è considerata una società multietnica, essendo formata dai discendenti di europei, indigeni, africani e asiatici.
L'economia brasiliana è la più grande in America Latina e la nona al mondo per dimensioni del Pil nominale e la settima per potere d'acquisto (PPP). Il Brasile è una delle economie a più rapida crescita economica e le riforme economiche hanno dato un nuovo riconoscimento a livello internazionale al paese, sia in ambito regionale sia mondiale. Il Brasile è membro fondatore dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), della Comunità dei Paesi di lingua portoghese (CPLP), dell'Unione latina, dell'Organizzazione degli Stati americani (OAS), dell'Organizzazione degli Stati ibero-americani (OEI), del Mercosul e dell'Unione delle nazioni sudamericane (UNASUR), ed è uno dei paesi del G20 e del BRICS. Nel 2017, il Brasile è il terzo paese più diseguale dell’America Latina dopo l’Honduras e la Colombia.


16 giugno 1976 - La rivolta di Soweto, la strage che portò la fine dell’apartheid

16 giugno 1976 - La rivolta di Soweto, la strage che portò la fine dell’apartheid

      .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   .   16 giugno 1976 - La rivolta di Soweto, la strage che portò la fine dell’apartheid   Il 16 giugno del 1976 a Soweto, un quartiere nell’estrema periferia di Johannesburg, costruito alla fine della Seconda Guerra mondiale e abitato quasi esclusivamente da neri e indiani (arrivati nella metropoli sudafricana per lavorare nelle miniere), morirono centinaia di persone. Erano per la [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

Lo stato più oscurantista del mondo alla testa del Consiglio dei Diritti dell’Uomo

DA COMBAT del 30/9/2015 Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa nota pubblicata il 29/9/2015 dal sito Solidarieté Ouvrière, cui aggiungiamo : Che vergogna per gli Stati membri e in particolare per lo Stato italiano, che arma la mano barbara di questa petromonarchia oscurantista!     Lenin definiva già l’ava dell’Onu, la SdN (Società delle Nazioni, NdT), “un covo di briganti”. Quasi un secolo più tardi, l’organizzazione internazionale degli [...]

deleted

deleted

Lavoro: tra feudalfascismo e apartheid.

Lavoro: tra feudalfascismo e apartheid.

  L’annientamento dello stato sociale propagandato come riformismo progressista.Uno dei dati fondamentali, oltre al deficit pubblico, per comprendere la situazione economica reale di un Paese, è il dato concernente il cosiddetto “lavoro autonomo”, ossia, per farla breve, delle partite IVA. Si tratta di un lavoro nel quale di “autonomo” non c’è proprio nulla: ex dipendenti licenziati e subito riassunti dalla stessa impresa come collaboratori [...]

Storia Apartheid Sudafrica + Mandela

16 novembre 1989 Il presidente Sudafricano De Klerk annuncia la fine della segregazione Razziale e la liberazione di Nelson Mandela! ...... Invictus Dal profondo della notte che mi avvolge buia come il pozzo più profondo che va da un polo all'altro, ringrazio qualunque dio esista per l'indomabile anima mia. Nella feroce morsa delle circostanze non mi sono tirato indietro né ho gridato per l'angoscia. Sotto i colpi d'ascia della sorte il mio capo è sanguinante, [...]

Bye Bye Sud Africa

Bye Bye Sud Africa

Sino ad ora non avevo mai visitato un paese con così grandi contraddizioni. Certo avevo letto dell'apartheid, avevo letto e visto in tv della povertà e sentito parlare della criminalità, dell'epidemia dell'HIV.           Ma sino a quando non la vedi non ti rendi conto, puoi rendertene conto, anzi a dire il vero nemmeno quando la vedi non capisci e appare tutto irreale. Noi turisti bianchi, europei con i soldi, arriviamo in aeroporto, abbiamo la nostra bella [...]

CURIOSITA' SUL RAZZISMO

Nel mio post di ieri l’altro abbiamo visto il razzismo sotto il profilo generale, con particolare riferimento a quanto avviene dalle nostre parti; adesso vi voglio raccontare una storia che ho trovato su un libro, mentre scartabellavo alla ricerca di un argomento molto diverso: la storia è quella di Orania, o meglio, quella chiamata “dell’utopia di Oraria”, un piccolo fazzoletto di terra prescelto da un gruppo di afrakaner come nuova patria indipendente [...]

30 marzo GIORNATA DELLA TERRA IN PALESTINA

La giornata del 30 marzo coincide con la Giornata della Terra in Palestina, che commemora l'anniversario dell'uccisione di sei giovani palestinesi - cittadini d'Israele - da parte delle forze di sicurezza israeliane nel 1976, erano  tra le migliaia di persone intente a protestare contro l'espropriazione di terre palestinesi, utilizzate per costruire nuove colonie ebraiche ed espandere le esistenti città israeliane. Oggi, la Giornata della Terra simbolizza la [...]

FOTO: Brasile

Brasile

Brasile

Dettaglio della mappa della Terra Brasilis (1519), custodita alla Bibliothèque nationale de France

Dettaglio della mappa della Terra Brasilis (1519), custodita alla Bibliothèque nationale de France

Dettaglio della mappa della Terra Brasilis (1519), custodita alla Bibliothèque nationale de France

Dettaglio della mappa della Terra Brasilis (1519), custodita alla Bibliothèque nationale de France

20 ANNI DALLA FINE DELL’APARTHEID

Data: sabato 20 marzo 2010 Ora: 9.30 - 12.30 Luogo: PRESSO MONASTERO STIMMATINI DI SEZANO-VERONA Descrizione 20 ANNI DALLA FINE DELL’APARTHEID IN SUDAFRICA PRESSO MONASTERO STIMMATINI DI SEZANO-VERONA SABATO 20 marzo 2010 ORE: 09.30 PROGRAMMA TAVOLA ROTONDA Saluti ed introduzione di: - Padre Nicoletto Silvano (responsabile comunità stimmatini di Sezano) - Massimo Castellani (Segretario generale della Cisl di Verona) - Kossi Komla-Ebri (Scrittore, coordinatore [...]

Razzismo: anche l’arte in balia dell’ intolleranza!!

Parte dell'articolo della Dott.ssa Mattozzi pubblicato su benessere4u.it.   L'apartheid (o separazione) è stata la politica di segregazione razziale istituita dal governo di etnie bianche (Afrikaner e di origine inglese) del Sud-Africa nel secondo dopoguerra, rimasta in vigore fino al 1994. L'apartheid è stato proclamato crimine internazionale da una convenzione delle Nazioni Unite. È sufficiente accennare a questi fatti eloquenti  per comprendere [...]

Nahalin, chiaro esempio dell'apartheid israeliana nei territori Palestinesi Occupati

Il villaggio di Nahalin è uno dei più chiari esempi del sistema di Apartheid che Israele ha realizzato nei Territori palestinesi occupati. Si trova a 20 chilometri sud-est da Betlemme, 9 000 abitanti, ed ha la sfortuna di trovarsi nella cosiddetta “seam zone”, cioè tra i confini armistiziali dello Stato di Israele e il Muro di Separazione, costruito quasi interamente all’interno della Cisgiordania. Una volta completato infatti, il Muro annetterà circa il [...]

Nahalin, esempio dell'apartheid israeliana in Palestina

Nahalin, esempio dell'apartheid israeliana in Palestina

Il villaggio di Nahalin, a sud di Betlemme, chiuso tra la Linea Verde (confine Israele) e il Muro dell'apartheid, e circondato su tutti i lati da colonie israeliane.

Carrozze per milanesi, rumeni a san Pietro e l'auto-apartheid

La Lega in un tripudio di gioioso razzismo, ignoranza, becerità e chi più ne ha più ne metta, sta dando del suo meglio.  Forte del fatto che Berlusconi è nel suo periodo razzista (va a periodi, c'è il periodo statista perfetto, il periodo padre modello, il periodo operaio, il periodo amico del Vaticano ecc), fa proposte deliranti, viola un centinaio di trattati internazionali, e qualche decina di diritti umani e leggi.   Berlusconi dice che non vuole [...]

Ultimi articoli pubblicati su Piceno News

Viaggio al nord della Cisgiordania/1 "Siamo circa una ventina, quasi tutti internazionali, nel vecchio pullman che ci porterà in giro tre giorni nel nord della Cisgiordania. La prima tappa è la città di Qalqiliya, uno dei più vergognosi esempi dell'apertheid che Israele ha realizzato nei Territori palestinesi occupati. Qalqiliya è un ghetto. Il Muro dell’apartheid la circonda su tre lati, isolandola completamente. Rimane solo un accesso, controllato da un [...]

Apartheid nell'Italia del XXI secolo?

Riportiamo il testo di un articolo ripreso dal giornale spagnolo El Pais. La versione originale è reperibile a questo link e la traduzione è presa da Italia dall'Estero. Autobus bianco, autobus nero Pubblicato venerdì 3 aprile 2009 in Spagna [El Pais] A Foggia, località del sud Italia, una linea urbana separa immigrati e cittadini locali Un altro giro di vite in tema di sicurezza. Da lunedì, gli immigrati e i cittadini della città di Foggia che usano la [...]

I bus dell'apartheid

I bus dell'apartheid

I sindaci difendono la scelta parlando di motivi di sicurezza: a Bari il centro  per i richiedenti asilo è lontano dalla stazione e molti stranieri 'tagliavano' per i campi. A Foggia erano stati i cittadini a chiedere un intervento per motivi di ordine pubblico Non si placa la polemica per il bus per immigrati istituito a Foggia esclusivamente per i richiedenti asilo del centro Cara. Anzi, ora un autobus del genere - da un paio di settimane - funziona anche a [...]

Apartheid ebraica nella morte

Apartheid ebraica nella morte

  Apartheid ebraica nella morte nella foto qui sopra ,il tipico cibo kasher ... D’ora in poi i malati ebrei lombardi non dovranno più abdicare alle regole della kasherut o alle tefilloth quando si trovano ricoverati in ospedale... ...A garantire la possibilità di una piena osservanza e l’intervento degli enti ebraici è la convenzione, siglata da pochi giorni, tra la Regione Lombardia e la Comunità Ebraica di Milano che accanto all’assistenza religiosa e [...]

SUDAFRICA: MORTA HELEN SUZMAN, ICONA LOTTA A APARTHEID

fonte: http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/altrenotizie/visualizza_new.html_848290410.html "Odio i bulli e mi piace la semplice giustizia". E' una delle frasi più note pronunciate da Helen Suzman, e probabilmente quella che sintetizza al meglio lo spirito della ex deputata sudafricana, morta oggi a 91 anni, che fu a lungo l'unico membro del parlamento ad opporsi al regime dell'apartheid. Due volte candidata al Nobel per la pace, molto vicina a [...]

&id=HPN_Social+apartheid_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Social{{}}apartheid" alt="" style="display:none;"/> ?>