Socialismo marxista

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Gerry Scotti
In rilievo

Gerry Scotti

Ideologia marxista

La scheda: Ideologia marxista

Il marxismo è una scuola di pensiero sociale, economica e politica basata sulle teorizzazioni di Karl Marx e Friedrich Engels, filosofi tedeschi del XIX secolo, oltre che economisti, sociologi, giornalisti e rivoluzionari socialisti.
Muovendo criticamente dalla filosofia dialettica di Hegel, dalla battaglia teorica contro i suoi epigoni della cosiddetta sinistra hegeliana (tra gli altri, Ludwig Feuerbach, Bruno Bauer, Arnold Ruge e Max Stirner), dalla tradizione settecentesca del materialismo filosofico di matrice illuminista (tra gli altri, Voltaire, il Barone d'Holbach, Gotthold Ephraim Lessing, Claude-Adrien Helvétius e Denis Diderot), dall'economia politica di scuola classica (facente capo principalmente al pensiero di David Ricardo, Adam Smith, Adam Ferguson e Jean Charles Léonard Simonde de Sismondi) e dagli originali contributi apportati dallo scienziato proto-informatico Charles Babbage nel campo dello sviluppo ed innovazione tecnologica e del conseguente tema della divisione del lavoro (passati alla storia come i due principi di Babbage), dal cosiddetto socialismo utopico, francese e no (tra gli altri, Charles Fourier, Henri de Saint-Simon, Pierre-Joseph Proudhon, William Thompson, Robert Owen, Constantin Pecqueur e Friedrich Wilhelm Schulz), dall'antropologia sociale di Lewis Henry Morgan e dalle teorie evoluzionistiche di Charles Darwin, Marx sviluppò una critica rivoluzionaria della società moderna, raccolta, in particolare, nella sua opera fondamentale (benché rimasta incompiuta), ovvero Il Capitale.
Nato nella seconda metà dell'Ottocento nel contesto europeo della seconda rivoluzione industriale e della questione operaia, il marxismo ha poi ricevuto nel corso del tempo notevoli e svariati contributi ideologici, evolvendo in forme che a volte differiscono dalle formulazioni originarie.


Marxismo e triarticolazione

  Marxismo e triarticolazione   Presentazione di Nereo Villa - L’incompleta percezione di Marx e di Engels di come avrebbe essere liberata l’economia rischia ancora oggi, terzo millennio, il continuo riproporsi di schiavitù e catastrofi. Occorre accorgersi che nella vita economica non esistono automatismi... Le verità incomplete possono funzionare per un certo tempo. Poi, al posto della chiarezza, subentra sempre l’abbaglio. Ciò  appaga per un po’ il [...]

Marxismo libertario. Maximilien Rubel - Karl Marx e il primo partito operaio; da: "Masses (socialisme et liberté)", n°13, febbraio 1948.

Karl Marx e il primo partito operaio [1] Maximilien Rubel Il postulato dell'autoemancipazione proletaria attraversa, come un leit-motiv, tutta l'opera di Marx. È l'unica chiave per una giusta comprensione dell'etica marxiana. Ha ispirato tutte le procedure, teoriche e politiche, di Karl Marx, dal 1844, quando, in La Sacra Famiglia, scriveva che "Il proletariato può e deve liberarsi da se stesso", attraverso le vicissitudini dell'Internazionale operaia la cui [...]

Marxismo libertario. Daniel Guerin - Dall'autogestione alla burocrazia sovietica, 1917-1921; da: "A la recherche d’un communisme libertaire", 1981.

Marxismo libertario. Daniel Guerin - Dall'autogestione alla burocrazia sovietica, 1917-1921; da: "A la recherche d’un communisme libertaire", 1981.

Dall'autogestione alla burocrazia sovietica, 1917-1921 Daniel Guérin Testo dell'intervento di Daniel Guérin durante il colloquio "De Kronstadt à Gdansk", organizzato nel novembre 1981 e pubblicato in: A la recherche d’un communisme libertaire. Dopo la rivoluzione di Febbraio 1917, gli operai s'impadroniscono delle fabbriche e si organizzano in comitati o consigli. Essi prendono così alla sprovvista i professionisti della rivoluzione. Per ammissione [...]

Marxismo libertario. Maximilien Rubel - Il partito della mistificazione; da: "Le Monde", 7 maggio 1976.

Marxismo libertario. Maximilien Rubel - Il partito della mistificazione; da: "Le Monde", 7 maggio 1976.

Il partito della mistificazione Maximilien Rubel Nel dibattito sull'«abbandono» da parte del partito comunista francese della dittatura del proletariato, nessuno sembra aver menzionato un fatto che meriterebbe tuttavia di essere posto in luce. Esso permette di illuminare, infatti, meglio di ogni altro il senso e la natura di questa procedura: è il partito che si arroga il diritto di decidere se il proletariato deve oppure non esercitare la sua dittatura; è il [...]

Marxismo libertario. L'agonia postuma di Karl Marx - Maximilien Rubel intervistato da Olivier Corpet e Thierry Paquot, Le Monde dimanche, 10 aprile 1983.

Marxismo libertario. L'agonia postuma di Karl Marx - Maximilien Rubel intervistato da Olivier Corpet e Thierry Paquot, Le Monde dimanche, 10 aprile 1983.

L'agonia postuma di Karl Marx In quest'anno (1983), del centenario della morte di Marx, le commemorazioni, colloqui, pubblicazioni, fioriscono, sia a Parigi che sulla piazza Rossa. Ma cosa si sta per celebrare esattamente: l'opera di Marx o ciò che ne hanno fatto dei marxismi differenti? Qual è, di fronte a questo nuovo funerale, la reazione di un marxologo, familiare dell'opera in questione, ma che si riconosce anche nel progetto etico e rivoluzionario di Marx [...]

a- Marxismo

Karl Marx e Friedrich Engels 8-1-1-Marx e il suo pensiero 8-1-2-Engels e la fondazione del Diamat 8-1-3-Critiche al Diamat Il marxismo dopo Marx 8-2-1-Prima, Seconda e Terza Internazionale 8-2-2-Il revisionismo di Bernstein 8-2-3-Il dibattito sul riformismo 8-2-4-L'austromarxismo 8-2-5-Il marxismo in Unione Sovietica 8-2-6-Il marxismo occidentale 8-2-7-Il neomarxismo in Francia 8-2-8-Il neomarxismo in Italia La Scuola di Francoforte 8-3-1-Genesi della Scuola di [...]

Marxismo senza Rivoluzione

Il marxismo ritiene di aver compreso tutte le affermazioni religiose solo quando le ha penetrate nella loro essenza come riflessi interessati di rapporti sociali di dominio. Egli non accetterà certo il presupposto che l'esistenza umana come tale sia toccata dal problema di Dio. Ma si sbaglia. Non perchè di Dio vi sia la certezza o meno ma perchè non ne coglie la genesi nell'animo umano. Genesi che affonda le sue radici nell'uomo stesso, in ogni uomo, nella [...]

Marxismo-leninismo

Marxismo-leninismo Il marxismo-leninismo è stata una definizione inventata da Stalin che voleva raccondare l'aspetto teorico della filosofia del comunismo con quello pratico. Marxismo-leninismo diventavano così una sola cosa separata solamente da un "trattino"! Molti tra i partiti comunisti del secolo scorso si fregiavano di questa dizione. Anche il Partito Comunista Italiano si richiamava al marxismo-leninismo come base teorica per la sua azione politica. Ma, a [...]

Né Marxismo né Capitalismo, sosteniamo il Localismo

Né Marxismo né Capitalismo, sosteniamo il Localismo

Ne scrivo spesso, ma vale la pena di ritornarci sopra anche mille volte.Quali sono i frutti negativi della modernità?Essa ci ha portato sicuramente qualche beneficio sia chiaro, ma non morire più per un mal di denti od avere il bagno in casa, essere dotati di un cellulare e di un auto comodissima presenta un conto veramente salatissimo.Viviamo in questi decenni una sovrappopolazione che rischia di divenire insostenibile (se la terra è nata per ospitare un tot [...]

Né Marxismo né Capitalismo, sosteniamo il Localismo

Né Marxismo né Capitalismo, sosteniamo il Localismo

Ne scrivo spesso, ma vale la pena di ritornarci sopra anche mille volte.Quali sono i frutti negativi della modernità? Essa ci ha portato sicuramente qualche beneficio sia chiaro, ma non morire più per un mal di denti od avere il bagno in casa, essere dotati di un cellulare e di un auto comodissima presenta un conto veramente salatissimo.Viviamo in questi decenni una sovrappopolazione che rischia di divenire insostenibile (se la terra è nata per ospitare un tot [...]

FOTO: Ideologia marxista

Karl Marx e Friedrich Engels

Karl Marx e Friedrich Engels

Karl Marx e Friedrich Engels

Karl Marx e Friedrich Engels

Karl Marx e Friedrich Engels

Karl Marx e Friedrich Engels

Karl Marx e Friedrich Engels

Karl Marx e Friedrich Engels

Marxismo

    Marxismo   Il marxismo è un metodo di indagine filosofico della società umana elaborato da Karl Marx verso la metà del 19° secolo. Non è una dottrina, come molti pensano che sia, ma solo un metodo di indagine. Oggi questo filosofo, grazie ai nemici di ieri, piuttosto che agli amici di oggi, pare ritornato in auge perché ne fanno spesso oggetto di benevole considerazioni. Se si vuole dare al termine "filosofia" una definizione unanime vale a dire "amore [...]

marxismo

Il marxismo � un' ideologia che si fonda sul pensiero di Karl Marx, il quale individu� nel capitalismo l'origine delle ingiustizie economiche e sociali che affliggevano e affliggono tuttora la societ�. L'unica maniera per venire a capo di tale disperazione umana � sdradicare il capitalismo, Marx non vede nessuna possibilit� di migliorarlo. Esso � un sistema di sfruttamento del quale nulla pu� essere salvato.

MARXISMO, FONDAMENTALISMO E GUERRE

MARXISMO, FONDAMENTALISMO E GUERRE

 Rimettiano sul blog, viste le richieste pervenuteci, ed in soluzione unica gli articoli sull'analisi "Marxismo, fondamentalismo e guerre" (in formato pdf) ...MOWAMARXISMO, FONDAMENTALISMO E GUERRE.pdf

Marxismo,  fondamentalismo e guerre (5)

Marxismo, fondamentalismo e guerre (5)

 Da Angelo Ruggeri 9. Il pensiero negativo antidialettico e nichilista da dopo gli anni '70 è stato ed è considerato vincente rispetto a quello di Marx. Lo si ritiene “vincente” (sic!) anzitutto nella civiltà occidentale del pensiero unico, che non crede ci possa essere una dialettica teorica e sociale alternativa all’ideologia e alla forma sociale capitalistica dominate, e dove si considera – lo ritengono anche tutti gli ex, post e anti comunisti -, [...]

Marxismo, fondamentalismo e guerre (3).

Marxismo, fondamentalismo e guerre (3).

 da Angelo Ruggeri 4. La nuova tipologia dell’uomo occidentale: “Noi siamo la civiltà superiore”- per manifesta superiorità “tecnica”.La tecnica come parametro per definire la superiorità del nazismo ed oggi dell’occidentalismo e dell’americanismo nel mondo (superiorità su Jugoslavia o Iraq, Libia o Afganistan, Iran e aree del petrolio, Medio Oriente e Africa, e “brillanti” operazioni condotte in Pakistan, Sud e Centro America, Asia, e via [...]

Marxismo, terrorismo e guerra (2).

Marxismo, terrorismo e guerra (2).

 da Angelo RuggeriNon è “terrorismo” “islamico”, è “terrorismo” di matrice “occidentale”. È un modello del “modernismo” e del regno della tecnica di Heidegger (ammiratore degli scritti nichilisti di Ernest Junger ammirato da Roberto Saviano che su tali scritti dichiara di essersi formato) ed anche del futurismo italiano e occidentale centrato sulla macchina e confluito nella reazione all’opposto di quello russo centrato sull’uomo e [...]

Marxismo, terrorismo e guerra (1). 11 settembre USA e fase dell'imperialismo transnazionale

Marxismo, terrorismo e guerra (1). 11 settembre USA e fase dell'imperialismo transnazionale

 da Angelo RuggeriDall’11 settembre USA alle continue guerre interimperialistiche, imperialistiche e “coloniali”, alla peculiarità della crisi economica mondiale e dei rapporti di proprietà e della "crisi di egemonia" del capitalismo.MARXISMO, FONDAMENTALISMO E GUERRE (1)La tragedia del “tecnico” e “specialista” nel mondo contemporaneo e le radici storiche-culturali-politiche e occidentaliste del “fondamentalismo” e del “terrorismo” [...]

I "cani morti" della decrescita e del'antimarxismo. Su quanto scritto a ISKRA da un "gentil signore"

I "cani morti" della decrescita e del'antimarxismo. Su quanto scritto a ISKRA da un "gentil signore"

in risposta al commento di “Mann” sull'articolo/intervista di Mario D'Acunto *di Angelo RuggeriI "CANI MORTI" DELLA STORIA DAGLI ANTI MARXISTI - PSEUDO ANTICAPITALISTI ALLA CRIPTO-PRO-CAPITALISTICA "DECRECRESCITA".OPERAZIONE IDEOLOGICA CHE CONSISTE NEL DEVIARE L'ATTENZIONE DALLA QUESTIONE DEL POTERE LASCIANDO INTATTO IL SISTEMA DI PRODUZIONE CAPITALSITICO PONENDOSI A LATERE IN UNA NICCHIA DI C.D. AUTOPRODUZIONE, UTILE PER "RIFARE LE UNGHIE" AL LIBERISMO E [...]

Marxismo o anarchia?

  Marxismo o anarchia?   I due termini sembrerebbero a prima vista conflittuali tra di loro, perché il primo sembra auspicare la creazione di uno Stato forte, ed il secondo la sua distruzione. Ma il conflitto è solo apparente: tutte e due le "dottrine" (pur non essendo il marxismo una "dottrina") tendono entrambi al superamento dello Stato. Ed allora dove sta la differenza? La differenza sta nel modo col quale raggiungere questo obiettivo! L'anarchia (Bakunin [...]

G. La Grassa, un vecchio documento su storicismo e marxismo

G. La Grassa, un vecchio documento su storicismo e marxismo

 Gianfranco La Grassa 1. Nel 1972, su Critica marxista, uscì un articolo di Emilio Sereni, improntato allo “storicismo” tipico del marxismo italiano, che di fatto lanciò un dibattito sulla centralità o meno, nel marxismo, dello sviluppo delle forze produttive, o invece della trasformazione dei rapporti di produzione, ai fini del passaggio da una formazione sociale all’altra, cioè da un modo di produzione, considerato il nocciolo fondamentale della [...]

&id=HPN_Socialismo+marxista_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Marxista" alt="" style="display:none;"/> ?>