Stato di polizia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Katy Perry
In rilievo

Katy Perry

La scheda: Stato di polizia (dottrina dello stato)

Uno Stato di polizia rappresenta una evoluzione del tipico Stato assoluto e monarchico in quanto basato sullo ius politiae, un diritto mirato, sull'onda di alcuni principi giusnaturalistici, alla soddisfazione degli interessi dei sudditi e alla promozione del loro benessere, sebbene la determinazione di questi interessi continui ad essere operata dall'alto e riguardi solo interessi di tipo patrimoniale.
Nell'accezione comune il termine viene spesso usato impropriamente come sinonimo di stato autoritario, in quanto dominato dalle forze di polizia con poteri estesi.


deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Stato di polizia ERICCO galleria d'arte di Enrico Del Rosso

Stato di polizia ERICCO galleria d'arte di Enrico Del Rosso

STATO DI POLIZIA Prezzo EUR: 800       Titolo: Stato di polizia Autore: Enrico Del Rosso Tecnica: acrilico e vernice su carta Misure: 100 X 70 (compreso foglio carta) Data realizzazione: 18-11-2009 Provenienza: dall'autore Qualità: nuovo Critica: "un lavoro quasi di puntinismo" Arte: il Comunicazionismo non è alchimistica e sofistica informazione, ne concettualismo o pop art, ma selvaggio discernimento del caos, istintivo superamento del gesto informale nella [...]

M5S: "STATO DI POLIZIA" PER NOI ALLA CAMERA

http://youtu.be/eaWziMan8K0http://youtu.be/eaWziMan8K0 ShareShare on Tumblr  

Redditometro: Stato di polizia?

Befera difende il redditometro, affermando che non si tratta di uno Stato di polizia http://www.forexinfo.it/Redditometro-Befera-non-e-Stato-di Siete dello stesso parere? "ma perche non fanno una fiscalizazione con lo scalare tutto ciò che si spende"

Rispondi

«Perché non siamo uno Stato di polizia fiscale». Il paradosso del controllo fiscale che penalizza i contribuenti virtuosi

REDDITOMETRO: la lettera. Befera (Agenzia delle Entrate): «Il nuovo redditometro è solo una procedura informatica». Sarà interessante vedere che cosa accadrà alla categoria degli evasori totali, quelli che, per definizione, risultano invisibili.

«Perché non siamo uno Stato di polizia fiscale». Il paradosso del controllo fiscale che penalizza i contribuenti virtuosi

«Perché non siamo uno Stato di polizia fiscale». Il paradosso del controllo fiscale che penalizza i contribuenti virtuosi

REDDITOMETRO: la lettera. Befera (Agenzia delle Entrate): «Il nuovo redditometro è solo una procedura informatica». Sarà interessante vedere che cosa accadrà alla categoria degli evasori totali, quelli che, per definizione, risultano invisibili.// // Caro Direttore, un raffinato politologo come Piero Ostellino non può ignorare quale sia la caratteristica comune e inconfondibile di quelli che lui chiama gli «Stati di polizia». La caratteristica è quella [...]

DALLO STATO DI EMERGENZA ALLO STATO DI POLIZIA

DALLO STATO DI EMERGENZA ALLO STATO DI POLIZIA

Nella mattinata di martedì 12 aprile, nell'aeroporto di Lampedusa, circa 15 migranti tunisini, circondati dai cordoni di Polizia in assetto antisommossa, (ma per fortuna anche da un numero considerevole di telecamere e macchine fotografiche sufficiente a scongiurare azioni di forza), hanno tentato di resistere al respingimento illegale verso la Tunisia (perché collettivo e perché non rispettoso di tutte le procedure previste dal nostro ordinamento: notifica del [...]

Il premier ai suoi: no a Stato di polizia Inchiesta Mediaset ...

Durante il Consiglio dei ministri il premier è tornato anche a puntare il dito su Annozero e il suo conduttore Michele Santoro che giovedì ha dedicato la puntata all'inchiesta milanese che vede coinvolto il Cavaliere. La verità è che contro di noi si è coalizzata tutta la vecchia politica che da sempre si frappone al rinnovamento, anzi quella politica che porta la responsabilità della crisi dello Stato, dell'economia e della società italiana, quelli che [...]

Intercettazioni  e Stato di Polizia strisciante....

Intercettazioni e Stato di Polizia strisciante....

La Procura milanese  è stata criticata  anche dal Cardinale  Bagnasco per l'ingente  mole  di strumenti  d'indagine  impiegata  per spiare  gli ospiti di Villa  San Martino e le "Passere"di passaggio. Indagini  che ci stanno costando  cifre ( che sono sotto gli occhi di tutti,soltanto chiacchiericcio ,cacca e gossip) che non possiamo permetterci  e non vale la candela per quello che serviranno: "mettere in Croce il Cavaliere".  Da comune cittadino [...]

Stato di Polizia! La Rossa XXX  propone e la Procura romana dispone!

Stato di Polizia! La Rossa XXX propone e la Procura romana dispone!

Dopo aver acceso i roghi della Santa Inquisizione sguinzagliato gli "Untori" violato sistematicamente e ripetutamente il segreto istruttorio sfregiato torturato seviziato vilipeso e finanche rovinato l'immagine pubblica e internazionale del presidente del consiglio del paese e la vita a altre decine e decine di persone..continua a leggere...

Berlusconi ai suoi: no a Stato di polizia Ma la Procura insiste: via al processo

Il premier suona la carica: «Non facciamoci demoralizzare. Santoro fazioso, intervenga Romani»

Berlusconi ai suoi: no a Stato di polizia Ma la Procura insiste: via al processo

Berlusconi ai suoi: no a Stato di polizia Ma la Procura insiste: via al processo

Il premier suona la carica: «Non facciamoci demoralizzare. Santoro fazioso, intervenga Romani» Il premier Berlusconi (Ap) MILANO - La richiesta di giudizio immediato nei confronti del premier Silvio Berlusconi, indagato per concussione e prostituzione minorile nell'ambito dell'inchiesta sulle feste ad Arcore, sarà mandata al gip «presto, prestissimo». Lo riferiscono fonti della Procura di Milano. Di «ostacoli» tecnici, al momento, non ce ne sono. Anche un [...]

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia e invadere la vita privata dei cittadini. In Italia, la usano i manettari, gli amanti dei regimi, per giustificare le intercettazioni e per assolverne la divulgazione. Non cadete nell'inganno.

"Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni".È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia.

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia e invadere la vita privata dei cittadini. In Italia, la usano i manettari, gli amanti dei regimi, per giustificare le intercettazioni e per assolverne la divulgazione. Non cadete nell'inganno.

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia e invadere la vita privata dei cittadini. In Italia, la usano i manettari, gli amanti dei regimi, per giustificare le intercettazioni e per assolverne la divulgazione.

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia.

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia e invadere la vita privata dei cittadini. In Italia, la usano i manettari, gli amanti dei regimi, per giustificare le intercettazioni e per assolverne la divulgazione. . . . . .

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia.

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia e invadere la vita privata dei cittadini. In Italia, la usano i manettari, gli amanti dei regimi, per giustificare le intercettazioni e per assolverne la divulgazione. . . . . .

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni».È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia.

«Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere dalle intercettazioni». È la tesi di tutti i totalitarismi per teorizzare lo Stato di polizia e invadere la vita privata dei cittadini. In Italia, la usano i manettari, gli amanti dei regimi, per giustificare le intercettazioni e per assolverne la divulgazione. . . .

&id=HPN_Stato+di+polizia_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Stato{{}}di{{}}Polizia" alt="" style="display:none;"/> ?>