Tunisi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Engagement
In rilievo

Engagement

Tunisi

La scheda: Tunisi

Tunisi (in arabo: ?????, T?nis, in francese Tunis, giornalisticamente chiamata anche Cartagine) è una città di 728.453 di abitanti, 2.321.227 se si considera l'area metropolitana, dell'Africa settentrionale, capitale e massimo porto della Tunisia (di cui è la città più popolosa) e capitale del governatorato omonimo. Si trova sulle rive di una laguna presso l'antica Cartagine, unita al Mar Mediterraneo da un canale navigabile di circa 10 km che la collega all'avamporto della Goletta.
Nata come modesto villaggio situato all'ombra di Cartagine, Kairouan e Mahdia, Tunisi è finalmente stata designata come capitale il 20 settembre 1159 (5 ramadan 554, per il calendario musulmano) per volontà della dinastia degli Almohadi, successivamente confermata dentro il proprio statuto sotto la dinastia hafside nel 1228 e anche all'indipendenza del paese, il 20 marzo 1956.
Tunisi è la capitale economica e commerciale della Tunisia. La densità della rete stradale, autostradale e della struttura aeroportuale della città ne fanno un punto di convergenza per i trasporti nazionali. Questa situazione è risultato di una lunga evoluzione, in particolare della concezione centralistica che ha dato un ruolo considerevole alla capitale e che ha fatto in modo che qui si concentrassero le istituzioni principali.



Tunisi municipalità:
???? T?nis
Localizzazione:
Stato:  Tunisia
Governatorato: Tunisi
Delegazione: Non presente
Amministrazione:
Sindaco: Seifallah Lasram dal 23/04/2011
Territorio:
Coordinate: 36°48?N 10°11?E? / ?36.8°N 10.183333°E36.8, 10.183333? (Tunisi)Coordinate: 36°48?N 10°11?E? / ?36.8°N 10.183333°E36.8, 10.183333? (Tunisi)
Altitudine: 4 m s.l.m.
Superficie: 212,63 km²
Abitanti: 728 453[1] (2014)
Densità: 3 425,92 ab./km²
Altre informazioni:
Lingue: Francese,Arabo
Cod. postale: 1000
Fuso orario: UTC+1
Targa: T
Nome abitanti: Tunisois
Cartografia:
Tunisi
Modifica dati su Wikidata · Manuale

Tunisia: Essebsi, non mi ricandido

Tunisia: Essebsi, non mi ricandido

(ANSA) – TUNISI, 6 APR – “La Tunisia ha bisogno di cambiamento ed io non ho intenzione di presentarmi alle presidenziali”. Lo ha detto il presidente della Repubblica tunisina, Beji Caid Essebsi, oggi a Monastir in apertura del congresso del partito modernista di cui è anche fondatore, eliminando ogni dubbio sulla possibilità di una sua ricandidatura alle elezioni presidenziali del 17 novembre prossimo. Nidaa Tounes, uscito vincitore dalle elezioni [...]

La protesta a Tunisi, scatole vuote per i 12 neonati morti

La protesta a Tunisi, scatole vuote per i 12 neonati morti

Roma, 11 mar. (askanews) - La protesta davanti al ministro della Salute tunisino a Tunisi dopo la morte di 12 neonati nell'ospedale Rabta della capitale, dovuta, secondo l'ultima nota diffusa dal ministero, a un'infezione. Di fronte al cancello sono apparse 12 scatole di cartone vuote e cartelli con scritto "Giustizia per i nostri bambini", e "Gli ospedali servono a curare non a uccidere, nessuno resti impunito". Hanno suscitato polemiche e allo stesso tempo [...]

Tunisia, 11 neonati muoiono in ospedale

Tunisia, 11 neonati muoiono in ospedale

(ANSA) – IL CAIRO, 10 MAR – La Tunisia è sotto shock per la morte di 11 neonati avvenuta nell’arco di due giorni in un ospedale di Tunisi, probabilmente a causa di una setticemia: un caso che ha fatto saltare la poltrona di un ministro e innescato una raffica di denunce sulla malasanità a discapito dei meno abbienti provocata dai tagli imposti dal Fondo monetario internazionale, corruttele e nepotismi. I neonati sono morti tra giovedì e venerdì nel [...]

Tunisia: 11 neonati muoiono in ospedale, ministro si dimette

Tunisia: 11 neonati muoiono in ospedale, ministro si dimette

Undici neonati sono morti tra il 7 e l’8 marzo nell’ospedale Rabta di Tunisi probabilmente, secondo i primi accertamenti, per un’infezione. Lo ha reso noto, secondo quanto riporta la Tap, il ministro della sanità Abderraouf Cherif, poco prima di dimettersi in seguito all’accaduto. Secondo i risultati preliminari, la morte degli undici neonati “è dovuta probabilmente a uno shock settico causato da infezioni del sangue”. Secondo un comunicato della [...]

Tunisia: 11 neonati muoiono in ospedale

Tunisia: 11 neonati muoiono in ospedale

(ANSA) – ROMA, 10 MAR – Undici neonati sono morti nell’ospedale Rabta di Tunisi probabilmente, secondo i primi accertamenti, per un’infezione. Lo ha reso noto, secondo quanto riporta la Tap, il ministro della sanità Abderraouf Cherif, poco prima di dimettersi in seguito all’accaduto. Il premier tunisino Youssef Chahed, che ha accolto le dimissioni, ha annunciato l’apertura di un’inchiesta per accertare le circostanze che hanno portato alla morte dei [...]

Tunisia – Fotogallery

Per vedere la fotogallery del mio viaggio in Tunisia cliccare sul link sotto https://www.flickr.com/photos/marcodileo/sets/72157628827713911/ Posti visitati: Tunisi – Chott el Jerid – Matmata – Tozeur – Qayrawan – Thugga – Susa – Tamerza – Chebika – Douz

Uccisa nel Bresciano, arresto in Tunisia

Uccisa nel Bresciano, arresto in Tunisia

(ANSA) – MILANO, 1 FEB – È stato arrestato dalla polizia tunisina Chaanbi Mootaz, tunisino, destinatario di un provvedimento restrittivo italiano esteso a livello internazionale dall’autorità giudiziaria di Brescia. Lo si apprende da fonti del Viminale, le quali sottolineano come questo esito fosse stato auspicato dal governo italiano e dal ministro Matteo Salvini in particolare. L’uomo è autore dell’omicidio della moglie Daniela Bani avvenuto a [...]

Tunisia: nasce nuovo polo centrista

Tunisia: nasce nuovo polo centrista

(ANSAmed) – TUNISI, 28 GEN – Si è costituito in un partito politico il gruppo parlamentare “Coalizione nazionale”, seconda forza in Parlamento con 44 deputati, dopo il partito islamico Ennhadha. L’annuncio è stato dato domenica in occasione di un grande meeting a Monastir, città natale del “Padre della Patria” Habib Bourguiba. Il nome della nuova formazione politica, capeggiata dall’attuale premier Youssef Chahed è “Tahia Tounes” (Viva [...]

Tunisia: Essebsi candidato alle elezioni

Tunisia: Essebsi candidato alle elezioni

(ANSA) – TUNISI, 20 GEN – L’attuale presidente della Repubblica tunisina, Beji Caid Essebsi, sarà il candidato alle presidenziali di fine anno per il partito Nidaa Tounes. La notizia è stata annunciata ai media locali da uno dei leader del partito modernista, vincitore alle ultime legislative del 2014, a margine di una riunione di Nidaa Tounes dedicata ai preparativi del prossimo congresso generale. Resta da vedere se il presidente, 91 anni, accetterà o [...]

Claudia Cardinale a Filming Italy

Claudia Cardinale a Filming Italy

(ANSA) – LOS ANGELES, 16 GEN – Claudia Cardinale sarà la protagonista della quarta edizione di Filming Italy – Los Angeles, che si terrà dal 29 al 31 gennaio 2019 nella città del cinema. Creato e organizzato da Tiziana Rocca, Agnus Dei e Valeria Rumori, Istituto Italiano di Cultura Los Angeles, Filming Italy – Los Angeles promuove l’Italia come set cinematografico e ponte tra la cultura italiana e americana. Il Festival, la cui direzione artistica [...]

FOTO: Tunisi

Tavola Peutingeriana

Tavola Peutingeriana

Battaglia di Tunisi nel 1270

Battaglia di Tunisi nel 1270

Ingresso di Carlo V a Tunisi nel 1535

Ingresso di Carlo V a Tunisi nel 1535

Tunisi nel 1690

Tunisi nel 1690

Mura e porte cittadine nel 1888

Mura e porte cittadine nel 1888

Baazar di Tunisi nel 1899

Baazar di Tunisi nel 1899

Sfilata degli Alleati a Tunisi nel maggio del 1943

Sfilata degli Alleati a Tunisi nel maggio del 1943

Migranti, in gommone fra Tunisia e Sicilia: 14 fermi

Migranti, in gommone fra Tunisia e Sicilia: 14 fermi

Sequestro beni per 3 milioni. Business da 3000 euro a tratta

Sbarchi di migranti in gommone tra Tunisia e Sicilia

Sbarchi di migranti in gommone tra Tunisia e Sicilia

La Guardia di Finanza sta eseguendo 14 provvedimenti di fermo nei confronti di italiani e stranieri appartenenti ad un sodalizio criminale che avrebbe gestito il traffico di migranti tra la Tunisia e le coste siciliane con gommoni veloci. I componenti del clan, capeggiato da un tunisino, sono accusati a vario titolo di sfruttamento dell’immigrazione clandestina, contrabbando di tabacchi lavorati e fittizia intestazione di beni e attività economiche. E’ in [...]

Ancora scontri a periferia di Tunisi

Ancora scontri a periferia di Tunisi

(ANSA) – TUNISI, 29 DIC – Sono ripresi in serata i disordini tra forze dell’ordine e giovani manifestanti nel sobborgo popolare di Tunisi, Cité Etthadamen. Lo rendono noto i media locali, secondo i quali la Guardia nazionale ha usato gas lacrimogeni per disperdere i dimostranti più violenti che hanno bruciato pneumatici tentando di bloccare le strade e lanciato pietre in direzione degli agenti. Le stesse scene si sono ripetute ieri sera nello stesso [...]

Reporter si da' fuoco, la Tunisia torna in piazza

Reporter si da' fuoco, la Tunisia torna in piazza

Scontri a a Kasserine, Foussana e Tebourba. Arresti e tensione

Tunisia: altro giovane tenta darsi fuoco

Tunisia: altro giovane tenta darsi fuoco

(ANSA) – TUNISI, 26 DIC – Tensioni e lancio di molotov oggi a Jebeniana, nel governatorato di Sfax, contro alcuni agenti della sicurezza da parte di un gruppo di giovani riunitisi davanti alla sede del distretto della polizia per chiedere alle autorità di far luce sulle circostanze della morte di un loro compagno, deceduto domenica scorsa in un incidente di moto, dopo essere stato inseguito dai poliziotti. Lo rende noto il ministero dell’Interno di Tunisi [...]

Proteste e scontri in Tunisia, diversi arresti

Proteste e scontri in Tunisia, diversi arresti

Proteste e scontri in Tunisia contro il carovita e la marginalizzazione delle regioni dell’interno del Paese. Cinque arresti a Tebourba (governatorato de la Manouba) e 13 fermi a Kasserine, dove i dimostranti hanno lanciato pietre e bottiglie molotov contro la sede del distretto di polizia locale e costretto le forze dell’ordine ad usare gas lacrimogeni per disperdere i facinorosi. Tra gli slogan i manifestanti hanno urlato “basta!” e “il popolo vuole la [...]

Disordini in Tunisia, diversi arresti

Disordini in Tunisia, diversi arresti

(ANSA) – TUNISI, 26 DIC – Cinque arresti a Tebourba (governatorato de la Manouba) e 13 fermi a Kasserine. Questo il bilancio dei disordini di ieri sera tra giovani manifestanti e forze dell’ordine tunisine stilato questa mattina dal portavoce del ministero dell’Interno, Sofiene Zaag, alla radio locale Mosaique Fm. Da registrare in nottata anche disordini a Foussana, sempre a Kasserine, dove i dimostranti hanno lanciato pietre e bottiglie molotov contro la [...]

Tunisia: manifestazione contro carovita

Tunisia: manifestazione contro carovita

(ANSA) – TUNISI, 25 DIC – Un centinaio di giovani attivisti ha sfilato in serata nella centralissima Avenue Bourguiba a Tunisi per protestare contro il carovita e la marginalizzazione delle regioni dell’interno del Paese. Tra gli slogan i manifestanti hanno urlato “basta!” e “il popolo vuole la caduta del regime”. Intanto a Kasserine nel tardo pomeriggio sono ripresi gli scontri tra giovani disoccupati e forze dell’ordine, come nella serata di ieri [...]

Tunisia: 6 agenti feriti in scontri ieri

Tunisia: 6 agenti feriti in scontri ieri

(ANSA) – TUNISI, 25 DIC – E’ di sei agenti feriti e numerosi arresti tra i manifestanti il bilancio degli scontri avvenuti ieri sera a Kasserine, tra polizia e giovani disoccupati scesi per le strade per protestare per il diritto al lavoro contro la marginalizzazione della regione e in solidarietà al gesto estremo del reporter precario Abderrazak Zorgui. Lo ha riferito il portavoce del ministero dell’Interno di Tunisi, Sofiene Zaag, alla radio locale [...]

Tunisia, reporter precario si dà fuoco per protesta e muore

Tunisia, reporter precario si dà fuoco per protesta e muore

Si è dato fuoco ieri in piazza dei Martiri a Kasserine un giovane reporter tunisino di Telvza tv, Abderrazak Zorgui, morto poche ore dopo. In un video postato su Facebook poco prima, il giornalista spiega le ragioni del suo drammatico gesto denunciando la sua precarietà e lancia un appello ai disoccupati della regione a scendere in piazza per reclamare il loro diritto al lavoro e ad un futuro migliore. Il giovane si scaglia anche contro il governo centrale per [...]

&id=HPN_Tunisi_http{{{}}}sws*geonames*org{}2464470{}" alt="" style="display:none;"/> ?>