Vittime della mafia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

La scheda: Vittime della mafia

Le vittime di Cosa nostra in Italia risulterebbero essere approssimativamente più di 5000, escludendo i membri dell'organizzazione criminale.

Zucca e salsiccia Vito

Zucca e salsiccia Vito

Zucca e salsiccia Vito Ingredienti 300/400 gr di salsiccia cipolla olio 300/400 gr di zucca spolverata di zenzero Preparazione In olio soffriggete la cipolla  aggiungete la  zucca  tagliata a dadi,  lasciate cuocere per 10/15 minuti i mettete la salsiccia tagliata cuocete sino a quando la zucca non diventa morbidissima ( ossia che ad una leggera pressione si sfaldi), dato che la zucca è dolce molto dolce io uso una spolverata di zenzero

Hamburger di salsiccia glassato nella rucola con peperoni fritti Vito

Hamburger di salsiccia glassato nella rucola con peperoni fritti Vito

Hamburger di salsiccia glassato nella rucola con peperoni fritti Vito Ingredienti pane per hamburger peperoni olio hamburger di la carne burro rucola   Preparazione Friggete i peperoni dopo averli tagliati a listarelle Cuocete per la carne In una padella olio e burro fate saltare la rucola il sugo che esce lo spalmi sulla carne  e componete poi hamburger

Un patto tra 'ndrine e la mafia per l'omicidio Scopelliti

Un patto tra 'ndrine e la mafia per l'omicidio Scopelliti

La Procura distrettuale di Reggio Calabria ha indagato 17 tra boss e affiliati a cosche mafiose e di ‘ndrangheta in relazione all’omicidio del sostituto procuratore generale della Corte di cassazione Antonino Scopelliti, ucciso il 9 agosto del 1991 in località “Piale” di Villa San Giovanni mentre faceva rientro a Campo Calabro. Tra gli indagati figura anche il boss latitante Matteo Messina Denaro. La notizia, pubblicata da Repubblica, è stata confermata [...]

Omicidio Scopelliti, patto 'ndrine-mafia

Omicidio Scopelliti, patto 'ndrine-mafia

(ANSA) – REGGIO CALABRIA, 17 MAR – La Dda di Reggio Calabria ha indagato 17 tra boss e affiliati a mafia e ‘ndrangheta per l’omicidio del sostituto procuratore generale della Cassazione Antonino Scopelliti, ucciso il 9 agosto 1991 in località “Piale” di Villa San Giovanni. Dietro il delitto, secondo quanto avrebbe riferito al procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo il pentito catanese Maurizio Davola – che nell’estate scorsa fece ritrovare il [...]

Saguto:Borsellino e Falcone miei maestri

Saguto:Borsellino e Falcone miei maestri

(ANSA) – PALERMO, 20 FEB – “La mia carriera in magistratura nasce nel 1981. Ho avuto maestri come Rocco Chinnici, Paolo Borsellino e Giovanni Falcone. Sono stata destinata a Trapani e mi sono occupata fin da subito di misure di prevenzione. Eravamo in piena guerra di mafia ed era il momento in cui si era capito che l’aggressione ai patrimoni era un’arma nella lotta alla mafia”. Così l’ex presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale [...]

A Palermo la memoria delle vittime di mafia è incisa sugli alberi

A Palermo la memoria delle vittime di mafia è incisa sugli alberi

Palermo, 4 feb. (askanews) - I nomi delle vittime di mafia e terrorismo intagliati sulle cortecce di due alberi piantati all'interno del giardino della biblioteca comunale di Palermo, nel plesso di Casa Professa. L'installazione, dal titolo "Genealogia di Damnatio Memoriae, Palermo 1947-1992", è ad opera delle artiste Goldschmied & Chiari, e rientra nell'ambito del Progetto Fondazione Cultura e Arte per Ballarò, lo storico centralissimo quartiere del capoluogo [...]

Fico ricorda Piersanti Mattarella

Fico ricorda Piersanti Mattarella

(ANSA) – ROMA, 6 GEN – “Trentanove anni fa veniva ucciso dalla mafia Piersanti Mattarella. Ricordiamo oggi il suo sacrificio, il suo intenso impegno politico e istituzionale, e soprattutto il senso profondo della testimonianza morale che ci ha lasciato. Penso al suo interpretare, a costo della vita, una politica non piegata alle logiche dell’intimidazione e della corruzione, capace di far leva sulle opportunità di riscatto della sua terra e di rispondere [...]

Casellati ricorda Piersanti Mattarella

Casellati ricorda Piersanti Mattarella

(ANSA) – ROMA, 6 GEN – “Trentanove anni fa, la mano assassina di Cosa Nostra colpiva a morte Piersanti Mattarella. Un uomo con la schiena dritta, che ha pagato con la vita il coraggio di sfidare la mafia semplicemente per seguire la propria coscienza di persona onesta. Nella politica, nelle istituzioni, come nella società civile, il nostro Paese ha più che mai bisogno di persone perbene che lottino per una società più giusta, più sicura, più [...]

Per non dimenticare - 6 gennaio 1980 - 39 anni fa "cosa nostra" uccise Piersanti Mattarella

Per non dimenticare - 6 gennaio 1980 - 39 anni fa "cosa nostra" uccise Piersanti Mattarella

. seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping . . Per non dimenticare - 6 gennaio 1980 - 39 anni fa "cosa nostra" uccise Piersanti Mattarella   Cinisi, 1978. Peppino Impastato è stato da poco assassinato da Cosa nostra, quando arriva nel suo paese, per un comizio, il presidente della Regione Sicilia, Piersanti Mattarella. I sostenitori di Impastato temono di assistere al classico discorso del politicante di turno, arrivato per la solita comparsata istituzionale. [...]

Fico, Fava esempio coraggio da ricordare

Fico, Fava esempio coraggio da ricordare

(ANSA) – ROMA, 5 GEN – “L’assassinio di Giuseppe Fava, trentacinque anni fa per mano della mafia, fu un attacco frontale ai valori di libertà, giustizia e democrazia. Valori che il giornalista siciliano promuoveva e difendeva strenuamente. Simbolo della lotta alla criminalità organizzata e di una informazione libera e coraggiosa, Fava interpretava la propria professione nella sua accezione più nobile: una missione civile da svolgere in prima linea, [...]

Mafia: 39 anni fa ucciso P. Mattarella

Mafia: 39 anni fa ucciso P. Mattarella

(ANSA) – PALERMO, 5 GEN – Una cerimonia a Palermo, un’altra a Castellammare del Golfo (Trapani). Così verrà ricordato domani Piersanti Mattarella, fratello del capo dello Stato, ucciso il 6 gennaio 1980. La matrice dell’agguato conduce, secondo gli ultimi spunti investigativi, a un asse tra mafia e terrorismo neofascista. Le indagini cercano da oltre un anno d’individuare tracce di un coinvolgimento dei Nar, Nuclei armati rivoluzionari, attraverso una [...]

Morto il figlio del boss Giuliano

Morto il figlio del boss Giuliano

(ANSA) – TORINO, 31 DIC – Nunzio Giuliano, figlio di Guglielmo, boss pentito della Camorra, è morto ieri mattina all’ospedale Cto di Torino. Era ricoverato in Rianimazione dallo scorso 16 novembre quando, inseguito dalle forze dell’ordine, si era schiantato contro un’auto nella centrale via Madama Cristiana. Per gli inquirenti, faceva parte della ‘banda dei rolex’, un gruppo di scippatori in trasferta che aggrediva i passanti per impadronirsi dei [...]

Borsellino: Fava,da strage a depistaggio

Borsellino: Fava,da strage a depistaggio

(ANSA) – PALERMO, 19 DIC – “La stessa mano, non mafiosa, che accompagnò Cosa nostra nell’organizzazione della strage di via D’Amelio potrebbe essersi mossa, subito dopo, per determinare il depistaggio”. L’ha detto Claudio Fava, presidente della Commissione regionale antimafia, nella conferenza stampa seguita ai lavori d’indagine sui depistaggi di via d’Amelio, dove il 19 luglio 1992 persero la vita il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti [...]

Regione Marche, piazzale a Emanuela Loi

Regione Marche, piazzale a Emanuela Loi

(ANSA) – ANCONA, 18 DIC – Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato all’unanimità una risoluzione per intitolare il piazzale antistante l’ingresso di Palazzo Leopardi, o una importante sala, a Emanuela Loi, agente della scorta di Paolo Borsellino rimasta uccisa a 25 anni nell’attentato del 1992. La risoluzione è scaturita da una mozione presentata dalla consigliera Elena Leonardi (Fdi) e condivisa da numerosi consiglieri regionali: “è il [...]

Strage Capaci: Costanza, voglio verità

Strage Capaci: Costanza, voglio verità

(ANSA) – BARI, 05 DIC – “Non sono mai stato ascoltato da nessuna commissione antimafia”. Lo ha detto, parlando a Bari con gli studenti dell’istituto scolastico Marco Polo, Giuseppe Costanza, autista e uomo di fiducia del magistrato antimafia Giovanni Falcone morto a Capaci, il 23 maggio del 1992, per mano di Cosa nostra assieme alla moglie, Francesca Morvillo, e agli agenti Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Vi furono 23 feriti, fra i quali [...]

A Bari presepe dedicato a Siani e stampa

A Bari presepe dedicato a Siani e stampa

(ANSA) – BARI, 1 DIC – È stato inaugurato a Bari vecchia il presepe “dedicato al cronista Giancarlo Siani e a tutta la stampa”, a cura dell’associazione intitolata a ‘Michele Fazio’, il 16enne ucciso per errore in un agguato mafioso il 12 luglio del 2001. Il padre di Michele, Pinuccio, ha voluto dedicare quest’anno il presepe al giornalista napoletano ucciso il 23 settembre 1985 dalla Camorra, e a tutti i giornalisti “perché senza di voi non [...]

Per questo mi chiamo Giovanni

Per questo mi chiamo Giovanni

  Eravamo arrivati davanti a una specie di sasso bianco, posto al centro del prato. Sul sasso c’era scritto: “Con gratitudine e riconoscenza. Qui nacque Giovanni Falcone, 20 maggio 1939”.  Innanzitutto il dato autobiografico, che su un blog è sempre essenziale: ho avuto questo libro tra le mani in maniera del tutto casuale, in una recente giornata di lezione ordinaria. Stavo ritirando i compiti per casa ai miei studenti di primo liceo, ai quali avevo [...]

misteri dolorosi in suffragio giudice Falcone

misteri dolorosi in suffragio giudice Falcone

misteri dolorosi in suffragio del giudice Falcone mail

Storia dell'Animafia al Centro La Torre

Storia dell'Animafia al Centro La Torre

(ANSA) – ROMA, 9 OTT – “La storia della mafia e dell’antimafia: evoluzione dal dopoguerra ad oggi”: è questo il titolo della conferenza del Progetto Educativo Antimafia promosso dal Centro Pio La Torre, in programma a Palermo. Tra i partecipanti, Giovanna Boda del Miur, Salvatore Lupo storico dell’Università di Palermo e Vito Lo Monaco presidente Centro Stiudi Pio La Torre.

Murale Falcone e Borsellino,scritta'gay'

Murale Falcone e Borsellino,scritta'gay'

(ANSA) – PALERMO, 22 SET – L’enorme murale che ritrae i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borselino su una parete esterna dell’istituto nautico che si affaccia sulla Cala di Palermo, è stato imbrattato con un scritta ”gay” e un cuore scritti con vernice nera. Il murale, ispirato al celebre scatto del fotografo Tony Gentile, era stato realizzato dagli street artist Rosk e Loste. La cura del murale è affidata agli studenti del Nautico. Oggi si [...]

&id=HPN_Vittime+della+mafia_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:People{{}}murdered{{}}by{{}}organized{{}}crime" alt="" style="display:none;"/> ?>