Women dramatists and playwrights

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Shakira
In rilievo

Shakira

In questa categoria: Judith Malina

Judith Malina (Kiel, 4 giugno 1926) è una regi...

Anna Deavere Smith

Anna Deavere Smith (Baltimora, 18 settembre 195...

Regina Taylor

Regina Taylor (Dallas, 22 agosto 1960) è un'at...

Marguerite Duras

Marguerite Duras, pseudonimo di Marguerite Germ...

Doris Lessing

Doris Lessing, all'anagrafe Doris May Tayler (K...

Edna Ferber

Edna Ferber (Kalamazoo, 15 agosto 1885 – New ...

Grazia Deledda rivive nel Docufilm di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli

Si gira a Nuoro il nuovo Docufilm “Grazia Deledda/ Parole e Colori”, diretto dai registi pugliesi Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli (insieme nella Foto).Entrambi hanno iniziato - con i primi sopralluoghi - l'ambizioso progetto filmico, dedicato alla figura di Grazia Deledda. Raccontare la Sardegna di oggi attraverso lo sguardo della scrittrice, uno sguardo acuto, attentissimo a un mondo legato alle tradizioni, ma anche rivoluzionario, di grande attualità.La [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

La scrittrice Grazia Deledda "finisce" dentro il doodle

La scrittrice Grazia Deledda "finisce" dentro il doodle

Nella giornata mondiale per la letteratura e poesia Google dedica la propria homepage alla prima e unica donna italiana ad avere vinto il Nobel per la letteraturaIl 10 dicembre 1926 il premio Nobel per la letteratura veniva conferito alla scrittrice sarda Grazia Deledda. A ricordare l'unica donna italiana ad avere ricevuto il premio per l'ambito umanistico è adesso Google con un doodle dedicato. L'Accademia svedese la scelse "per la sua potenza di scrittrice, [...]

Natalia Ginzburg

Essere capiti vuol dire essere presi e accettati per quello che siamo Natalia Ginzburg

A Bari libro e video dedicati a Pier Paolo Pasolini e Nadine Gordimer

Evento Pasolini/Gordimer a Bari: Fuori programma Giovedì 7 Aprile un incontro dedicato alla memoria di Pier Paolo Pasolini e Nadine Gordimer, con la presentazione del libro e la proiezione del corto Cerco qualcuno che guardi assieme a me, a cura di Gianguido Palumbo e la regia video di Corrado Bertoni. Un doppio omaggio al poeta di Casarsa e alla premio Nobel sudafricana, un cortometraggio in cui il pessimismo critico e cosmico di Gordimer e quello contraddittorio [...]

Lessico Famigliare di Natalia Ginzburg

Lessico Famigliare di Natalia Ginzburg

Scritto tra la metà di ottobre e la metà di dicembre del 1962 e di poi pubblicato per la prima volta nel 1963, “Lessico Famigliare” è un romanzo di memorie, quelle della famiglia dell’autrice, ricordi che vengono narrati allo “stadio di elaborazione” ovvero conformandosi a quelle reminescenze che erano proprie di una bambina e successivamente di una ragazza che vi assisteva originariamente con l’ingenuità unica dei primi anni di vita e [...]

GRAZIA DELEDDA

Grazia Deledda Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. « Per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano. » (Motivazione del Premio Nobel per la letteratura[1]) Grazia Cosima Deledda Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la letteratura 1926 Grazia Cosima Deledda (Nuoro, 27 settembre 1871 - [...]

OPERE FAMOSE DI GRAZIA DELEDDA

Canne al vento Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Canne al vento Autore Grazia Deledda 1ª ed. originale 1913 Genere romanzo Lingua originale italiano Ambientazione Galte, Baronie Protagonisti Efix Coprotagonisti Le dame Pintor (Ruth, Ester e Noemi), Giacinto Altri personaggi Don Zame, Lia, Grixenda Preceduto da Colombi e sparvieri Seguito da Le colpe altrui Canne al vento è un romanzo di Grazia Deledda. Uscito a puntate suL'Illustrazione Italiana, [...]

LA VIA DEL MALE DI GRAZIA DELEDDA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.   La via del male Autore Grazia Deledda 1ª ed. originale 1896 Genere romanzo Lingua originale italiano La via del male è un romanzo di Grazia Deledda pubblicato nel 1896 da Speirani e Figli di Torino. Nel 1906 venne pubblicato in appendice su laGazzetta del Popolo di Torino con il titolo Il servo; e nello stesso anno di nuovo con il titolo definitivo. Uscì in volume nella Biblioteca Romantica della Nuova antologia [...]

MARIANNA SIRCA DI GRAZIA DELEDDA

DA WIKIPEDIA Le mie recensioni Benvenuti! I miei libri Il loro colore è il colore semplice e vivace dei fiori di campo, il loro odore è quello che mi inebria l'anima, il loro sapore è quello di un cibo sano che non sazia, il rumore delle loro pagine è quello della mia curiosità, di tutti quei libri che vorrei leggere, di tante cose che ancora non so. Mentre leggo mi ascoltano..li ascolto, mi parlano, sanno le parole che vorrei ascoltare, ciò che mi piace e [...]

Grazia Deledda

Grazia Deledda

    Tra i romanzi che leggo non possono mancare quelli della scrittrice Grazia Deledda. Unica donna insignita dal Nobel nel 1926 nell'ambito della letteratura italiana e autrice di più di cinquanta volumi tra romanzi e novelle. La sua giovinezza segnata dalla curiosità per ciò che la circondava, dalla passionalità per le vicende umane, dalla capacità di sognare e soprattutto dal sentirsi diversa, destinata a cose grandi molto ben descritte nella sua [...]

"Io e lui" di Natalia Ginzburg con audio, by Rocco Laoshi

Clicca qui per ascoltare il testo letto da me Lui ha sempre caldo; io sempre freddo. D’estate quando è veramente caldo, non fa che lamentarsi del gran caldo che ha. Lui sa parlare bene alcune lingue; io non ne parlo bene nessuna. Lui riesce a parlare, in qualche suo modo, anche le lingue che non sa. Lui ha un grande senso dell’orientamento; io nessuno. Lui ama il teatro, la [...]

Deledda

Deledda

IL BILINGUISMO DI GRAZIA DELEDDA Share on Facebook +1Share on Tumblr di Francesco Casula   Specie in occasione della presentazione della mia Letteratura e civiltà della Sardegna (2 volumi, Edizioni Grafica del Parteolla, 2011-2013) spesso mi si chiede: “Come mai Deledda per i suoi racconti e romanzi non ha usato la lingua sarda, che pur conosceva bene”? Per comprendere bene la lingua che utilizza la Deledda nei suoi scritti occorre partire da questa [...]

IL BILINGUISMO DI GRAZIA DELEDDA

IL BILINGUISMO DI GRAZIA DELEDDA

 di Francesco Casula   Specie in occasione della presentazione della mia Letteratura e civiltà della Sardegna (2 volumi, Edizioni Grafica del Parteolla, 2011-2013) spesso mi si chiede: “Come mai Deledda per i suoi racconti e romanzi non ha usato la lingua sarda, che pur conosceva bene”? Per comprendere bene la lingua che utilizza la Deledda nei suoi scritti occorre partire da questa premessa: la lingua sarda non è un dialetto italiano – come purtroppo [...]

IL BILINGUISMO DI GRAZIA DELEDDA

IL BILINGUISMO DI GRAZIA DELEDDA di Francesco Casula Specie in occasione della presentazione della mia Letteratura e civiltà della Sardegna (2 volumi, Edizioni Grafica del Parteolla, 2011-2013) spesso mi si chiede :”come mai Deledda per i suoi racconti e romanzi non ha usato la lingua sarda, che pur conosceva bene”? Per comprendere bene la lingua che utilizza la Deledda nei suoi scritti occorre partire da questa premessa: la lingua sarda non è un dialetto [...]

Grazia Deledda e il suo Bilinguismo

IL BILINGUISMO DI GRAZIA DELEDDA di Francesco Casula Specie in occasione della presentazione della mia Letteratura e civiltà della Sardegna (2 volumi, Edizioni Grafica del Parteolla, 2011-2013) spesso mi si chiede :”come mai Deledda per i suoi racconti e romanzi non ha usato la lingua sarda, che pur conosceva bene”? Per comprendere bene la lingua che utilizza la Deledda nei suoi scritti occorre partire da questa premessa: la lingua sarda non è un dialetto [...]

A casa di Grazia Deledda

Odora di ginepro quel marmo secolare  che danza gaio ad ogni passo  sul pentagramma del vento. Narra vecchie storie di nuove emozioni  mentre alle pareti strofe di ragione folle scandiscono il tempo che addenta vorace i nostri pensieri, il nostro futuro. Poesie di vita, giorni di malinconia poetica chiusi nel cassetto di una scrivania ormai inerte impregnata di sentimenti contrastanti come acqua e fuoco in un duello letale lasciando a noi gocce di nostalgico [...]

Christine Angot

[...] se gli si faceva una domanda, rimandava il momento di rispondere, di dire la verità, fino al limite massimo, finchè poteva inventare o non rompere il silenzio lo faceva. Finchè poteva lasciar supporre correva il rischio di un'interpretazione fallace.

&id=HPN_Women+dramatists+and+playwrights_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:Women{{}}dramatists{{}}and{{}}playwrights" alt="" style="display:none;"/> ?>