anfora

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Engagement
In rilievo

Engagement

Anfora

La scheda: Anfora

L'anfora è un vaso di terracotta a due manici, definiti anse, di forma affusolata o globulare utilizzato nell'antichità per il trasporto di derrate alimentari liquide o semiliquide, come vino, olio, salse di pesce, conserve di frutta, miele, ecc. Le anfore si possono classificare in fenicie o puniche, greche, etrusche, della Magna Grecia (greco-italiche antiche) e romane.
Il nome deriva dal greco ???????? (da ???? + ???????, "esser portato da entrambe le parti"), attraverso il latino amphora.



ANFORE GALLICHE SUL FONDALE DI PORTOFINO

ANFORE GALLICHE SUL FONDALE DI PORTOFINO

Anfore galliche su fondale mare Portofino „Scoperta sensazionale a Portofino grazie a Gabriele Succi ed Edoardo Sbaraini, due istruttori esperti della Rasta Divers. Proprio sotto villa Altachiara sono state rinvenute circa 15 anfore galliche risalenti al primo secolo dopo Cristo. Ieri la prima anfora é stata recuperata grazie allo Stas della Soprintendenza, il servizio tecnico di archeologia subacquea, con il responsabile Simon Luca Trigona. Alle operazioni [...]

deleted

deleted

Vieste/ La Puglia di Cantina Posta Pastorella: anfore, barrique e “naturalità”

Vieste/ La Puglia di Cantina Posta Pastorella: anfore, barrique e “naturalità”

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Anfora

Anfore romane di tipi diversi rinvenute negli scavi archeologici di Ercolano

Anfore romane di tipi diversi rinvenute negli scavi archeologici di Ercolano

deleted

deleted

Migiu e Cannonau “Le Anfore”: alle radici della storia del vino

Migiu e Cannonau “Le Anfore”: alle radici della storia del vino

L'ANFORA IMPERFETTA (Bruno Ferrero)

Ogni giorno, un contadino portava l'acqua dalla sorgente al villaggio in due grosse anfore che legava sulla groppa dell'asino, che gli trotterellava accanto. Una delle anfore, vecchia e piena di fessure, durante il viaggio, perdeva acqua. L'altra, nuova e perfetta, conservava tutto il contenuto senza perderne neppure una goccia.L'anfora vecchia e screpolata si sentiva umiliata e inutile, tanto più che l'anfora nuova non perdeva l'occasione di far notare la sua [...]

Scoperta di un luogo suggestivo – Frammenti d’Anfora, I-III secolo d.C.

Scoperta di un luogo suggestivo – Frammenti d’Anfora, I-III secolo d.C.

 I resti delle anfore hanno permesso agli studiosi di stimare che tra il I ed il IV secolo le anfore olearie importate a Roma sono circa 87 milioni.Un bel numero!Corrispondente a più di 6 milioni di tonnellate d'olio. Ci vuole tutta l'organizzazione dell'Impero romano per gestire quella che oggi indubbiamente definiremmo una discarica collocata nella pianura alle falde sud-orientali dell'Aventino destinata alla collettività.Un accumulo di tale quantità di [...]

Scoperta di un luogo suggestivo – Anfore Olearie, I-III secolo d.C.

Scoperta di un luogo suggestivo – Anfore Olearie, I-III secolo d.C.

 Tutti questi segni sulle anfore sono stati approfonditamente studiati.Secondo alcuni studiosi l'80-85% delle anfore che transitano per l'Emporium sono anfore olearie, sferiche, pesanti e rozze, alte circa 75 cm, con un diametro di 55 cm, contenenti in media 73 Kg di olio, pesanti a vuoto 20-25 Kg. L'olio proveniente dalla Spagna e dall'Africa contenuto nelle anfore, una volta sbarcato è travasato negli enormi Dolia, una sorta di cisterne poste all'interno degli [...]

Scoperta di un luogo suggestivo – Anfore, I-III secolo d.C.

 Come si trasportano all'epoca dell'antica Roma gli alimenti liquidi?In anfore, vasi di terracotta a due manici, di forma affusolata quelle romane; globulari e panciute quelle andaluse, cilindriche quelle africane. Come si costruiscono le anfore?Nelle Figlinae, le fabbriche d'anfore, il vasaio lavora il corpo dell'anfora alla ruota, un disco ruotante, quindi la lascia essiccare.Chiude il foro terminale con una palla di argilla o un puntale, quindi applica il [...]

L’anfora dono di De Angelis

L’anfora dono di De Angelis

Museo - Summary   Dono al Museo dell’ing. G. De Angelis              

L'anfora della ragione

Incantesimo alla società per far avverare un concetto, per avvalere il proprio diritto alla parola, producendo una serie di lettere confutate e corrette, confrontando quel senso di appagamento per il vuoto nel silenzio lasciato per ragionare, con la soddisfazione di essere arrivato a indurre un pensiero all'azione, lo spingo avanti ad abbracciare la luce ad esaltare le parole che risuonano nello spazio ed accentuare la voce per farsi sentire. Appagando l'atmosfera [...]

Cenai con un piccolo pezzo di focaccia, ma bevvi avidamente un’anfora di vino;

ora l’amata cetra tocco con dolcezzae canto amore alla mia tenera fanciulla. Anacreonte (circa 570 a.C. – circa 485 a.C.) 

La Candela della Gioia - Le due Anfore

A metà del Cammino dell'Avvento si incontra la domenica dei pastori detta anche Candela della gioia. E' l'umano che si è messo in cammino. Il Semplice e l'Umile che per primo riceve la notizia del Natale e celebra in Sè la gioia.   Perché mai questa riflessione sulle due anfore allora? Le anfore possono rappresentare il futuro e il passato; l'impazienza e la frustrazione; lo slancio verso la vita o il ripiegamento su se stessa. Dopo aver condiviso il " [...]

&id=HPN_anfora_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Amphora" alt="" style="display:none;"/> ?>